domenica 12 agosto 2018

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 10 agosto 2018

Qui di seguito procediamo a stimare il tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione, e a confrontarlo con quello delle 40 blue chip che costituiscono il principale indice di borsa italiano, il FTSE Mib.

Utilizziamo valori mediani, invece dei più comuni valori medi, per ottenere una stima più robusta, non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme, eccessivamente alte o basse.

I dati necessari sono:

1. 
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi.

Corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Utilizziamo a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml, che ci fornisce anche i dati relativi ai componenti del FTSE Mib.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.


AIM Italia

Dati
P/E: 16,70
E/P: 1 / 16,70 = 5,99%
Equity cost: 9,95%
Inflazione prevista: 1,83%

Calcoli
Tasso di crescita nominale: 9,95% - 5,99% = 3,96%
Tasso di crescita reale: 3,96% - 1,83% = 2,13%


MIB

Dati
P/E: 14,59
E/P: 1 / 14,59 = 6,85%
Equity cost: 8,80%
Inflazione prevista: 1,83%

Calcoli
Tasso di crescita nominale: 8,80% - 6,85% = 1,95%
Tasso di crescita reale: 1,95% - 1,83% = 0,12%

Differenziale tasso di crescita AIM - MIB: 2,13% - 0,12% = 2,01%


Considerazioni

Il tasso di crescita dell'utile per azione reale (cioè al netto dell'inflazione) delle società quotate all'AIM, implicito nelle quotazioni dei loro titoli, è quindi poco superiore al 2%.

E' una stima abbastanza prudenziale e indica che, per adesso, non ci sono sintomi di esuberanza irrazionale e bolle speculative.

Il tasso di crescita del MIB, pari a zero, indica che il mercato è ancora molto cauto sulle prospettive delle maggiori imprese italiane.

Redazione Aim Italia News