lunedì 6 agosto 2018

Renergetica debutta il 9 agosto sull'AIM Italia

Energia pulita, ora e per il futuro!

RenergeticaRenergetica, società specializzata nello sviluppo di progetti di impianti energetici a fonte rinnovabile, si quota all'AIM Italia il 9 agosto 2018.

L’ammissione a quotazione è avvenuta in seguito a un collocamento totale di 1.351.000 azioni ordinarie rivenienti da un aumento di capitale.

La società ha stabilito in 1,50 euro il prezzo definitivo delle azioni offerte in sottoscrizione nell’ambito del collocamento.

Il controvalore complessivo della raccolta è di 2.026.500 di euro con una capitalizzazione di mercato pari a Euro 11.026.500 euro.

Dopo il collocamento, il capitale sociale di Renergetica sarà di 1.005.300 euro, composto da n. 7.351.000 azioni.

Il flottante sarà pari al 18,38% delle azioni in circolazione.

Il lotto minimo di negoziazione previsto è di 1.000 azioni.

Renergetica ha realizzato ricavi pro forma nel 2017 pari a 4,6 milioni di Euro con Ebitda margin superiore al 37%.

La società, costituita nel 2008 e Pmi innovativa dal 2016, opera sia investendo direttamente in impianti di proprietà, sia come system integrator.

Renergetica ha sede a Genova e filiali in Cile e Florida.

La società ha installato finora 13 impianti a energia rinnovabile, per un totale di 128 MW, in Italia e Romania, cui si aggiungeranno presto altri 34 Mwp in Cile.

Nel 2014 Renergetica ha avviato il programma SHES (Smart Hybrid Energy Solutions).

SHES è un sistema di controllo e gestione dell’energia che permette una efficiente integrazione di fonti tradizionali e rinnovabili, grazie a un utilizzo ottimizzato di sistemi di accumulo e componenti standard.

Si tratta della soluzione più semplice ed efficiente per l’ibridizzazione di sistemi di generazione convenzionali.

L’obiettivo della società è quello di diventare leader nella fornitura di soluzioni per il superamento delle attuali barriere alla sistematica diffusione delle microgrid ibride con elevata penetrazione di energia da fonti rinnovabili, assicurando la massima affidabilità e contenendo i costi iniziali.

Si prevede che il mercato globale delle microgrid possa raggiungere un valore di 35 miliardi di USD nel 2022.

Tra le varie tipologie di microgrid, quelle remote rappresentano il segmento a maggior tasso di crescita in assoluto grazie alla progressiva riduzione del costo dell’energia rinnovabile e al recente sviluppo di sistemi di stoccaggio economicamente vantaggiosi.

In termini geografici i mercati principali di sviluppo saranno Africa, Indonesia, Sud America, Australia, Nuova Zelanda, India e le isole del Pacifico, tutte aree caratterizzate da condizioni meteorologiche idonee, con ampie zone “off grid”, ovvero con limitato o nessun accesso all’elettricità.