sabato 8 settembre 2018

Energica Motor emette obbligazioni convertibili per 5 mln di euro

Moto elettrica ad alte prestazioni di Energica Motor
Moto elettrica ad alte prestazioni
di Energica Motor
Energica Motor Company, società quotata sull'AIM Italia e costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, ha sottoscrive il 6 settembre 2018 un accordo di investimento con Atlas Special Opportunities e Atlas Capital Market per l'emissione di un prestito obbligazionario convertibile di 5 mln di euro.

L'accordo attuale fa seguito ad un precedente accordo di investimento, con emissione di obbligazioni convertibili, firmato il 15 febbraio 2017 con Atlas Special Opportunities ed Atlas Capital Markets, per complessivi 4 mln di euro.

Prestito obbligazionario
Il nuovo prestito verrà erogato in 5 tranche.

La data di ogni tranche verrà stabilita volta per volta da Energica, entro il periodo massimo di 30 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto, cioè entro marzo 2021.

Atlas si è impegnata a convertire i titoli obbligazionari in azioni ordinarie della Società entro un periodo massimo di 15 mesi dall'emissione di ciascuna tranche.

Il prezzo di conversione sarà pari al 90% del prezzo medio ponderato dei precedenti 20 giorni di borsa.

Warrant
Il Contratto prevede anche l’assegnazione ad Atlas di 250.000 warrant per la sottoscrizione di 250.000 azioni ordinarie Energica.

Il prezzo di esercizio del warrant è di 6,00 euro per azione, con un premio di circa il 47% sul prezzo corrente di 4,08 euro del titolo Energica.

I warrant sono esercitabili entro 36 mesi dalla prima tranche erogata.

Costi
Non è stato divulgato il tasso di interesse delle obbligazioni.

A titolo di riferimento la precedente emissione maturava una cedola di interessi dell’1% all'anno.

A fronte degli impegni di sottoscrizione assunti da Atlas, Energica paga una commissione del 3%, 150.000 euro, da corrispondersi al momento dell’emissione della prima tranche.

Perché sono state emesse?
Visto l'obbligo di conversione in azioni, l'accordo d'investimento non può essere considerato come finanziamento a titolo di debito.

Va piuttosto inquadrato come prefinanziamento in attesa dell'emissione futura di nuove azioni, da effettuarsi entro i prossimi 45 mesi.

Negli USA tale tipo di operazione, molto diffusa, è denominata "structured PIPE"

La variabilità del prezzo di conversione, chiamata "reset clause", protegge gli investitori dal rischio di perdite sul titolo azionario, alle spese di un rischio di diluizione per gli azionisti esistenti.

Evidentemente il management di Energica considera che il titolo abbia prospettive di crescita e che le future conversioni avverranno, sperabilmente, ad un prezzo superiore all'attuale, anche tenendo conto dello sconto del 10% sul futuro prezzo di mercato.