lunedì 19 novembre 2018

CFT, finanziamento in pool a medio termine di 100 mln di euro

CFT, società quotata all'AIM Italia, che opera nella progettazione, sviluppo e produzione di macchine e impianti “chiavi in mano” destinati principalmente al settore del Food & Beverage, comunica di aver stipulato un nuovo accordo di finanziamento.

Si tratta di un finanziamento a medio-lungo termine, per un importo complessivo di 100 mln di euro, da utilizzare nell’arco di 36 mesi, al fine di supportare il progetto di crescita del gruppo CFT, nonché per sostituire, a condizioni migliorative, l’attuale indebitamento bancario della società.

Il Contratto di Finanziamento è stato sottoscritto con un pool di sette banche:
  • Crédit Agricole Cariparma (banca agente),
  • HSBC, 
  • BNL, 
  • Banco BPM, 
  • Intesa San Paolo, 
  • BMPS,
  • Unicredit.
I principali termini del contratto di finanziamento sono:
  • Durata di 6 anni, con scadenza novembre 2024,
  • Periodo di disponibilità per utilizzi di 36 mesi,
  • Duration di circa 5,25 anni,
  • Tasso di interesse annuo: euribor 6 mesi + margine di 100 basis point, 150 bps nel caso di posizione finanziaria netta/ebitda superiore a 1,75. (Al 30 giugno 2018 la Pfn era positiva per 8 mln di euro)

.Il gruppo CFT prosegue quindi con la strategia dichiarata che ha portato la società a realizzare quattro operazioni di acquisizione nel corso degli ultimi 6 mesi.

Il dott. Alessandro Merusi, amministratore delegato di CFT, ha commentato:

“Siamo molto soddisfatti dell’esito dell’operazione di finanziamento appena conclusa in quanto ci assicura una struttura finanziaria estremamente solida per i prossimi anni, dimostrando altresì la fiducia accordataci da parte di istituzioni finanziarie di primaria importanza.

Le caratteristiche del finanziamento e le condizioni favorevoli ottenute ci consentono di disporre di uno strumento fondamentale per continuare nella realizzazione di quel progetto strategico di medio-lungo termine che abbiamo già intrapreso e che stiamo continuando ad implementare, sia per linee interne che per linee esterne, mediante l’acquisizione di brand, players e tecnologie di riferimento, al fine di rafforzare ulteriormente il posizionamento competitivo del gruppo CFT.

Si tratta infatti di un’operazione strategica per il proseguimento nel percorso di crescita del gruppo tale da consentirci di disporre delle risorse finanziarie necessarie ad effettuare eventuali operazioni di acquisizione già nel corso del 2019”.

In relazione agli obiettivi per i prossimi quattro anni, ha proseguito il dott. Merusi:

“Grazie al contributo delle acquisizioni previste, alla crescita interna, al progetto di sviluppo della rete commerciale su scala globale ed alle sinergie commerciali ed operative realizzabili tra le società del gruppo, possiamo prudenzialmente ipotizzare il raggiungimento di un fatturato consolidato per l’esercizio 2022 di almeno 350 mln di euro con un corrispondente ebitda adjusted di almeno 35 mln di euro”.