venerdì 16 novembre 2018

CrowdFundMe prepara il roadshow per la sua IPO all’AIM

Partirà a breve il roadshow di CrowdFundMe, piattaforma di equity crowdfunding fondata da Tommaso Baldissera Pacchetti.

La società punta a raccogliere 3-5 milioni di euro per un’operazione tutta in aumento di capitale.

Global coordinator è Ambromobiliare, Nomad è EnVent.

E’ prevista l’assegnazione di warrant in 2 momenti: una metà dopo la sottoscrizione dell’ipo e il resto in un momento successivo.

Si tratta della prima volta in Europa in cui una piattaforma di equity crowdfunding si quota in Borsa.

La quotazione costituisce una delle prime exit per chi ha investito con equity crowdfunding in Italia, in quanto CrowdFundMe ha effettuato un precedente aumento di capitale ricorrendo a una campagna di equity crowdfunding ospitata sulla sua stessa piattaforma.

Lanciata nel giugno 2017 la campagna ha raccolto 278 mila euro da 122 investitori, per il 10% del capitale, su un target minimo di 150 mila euro.

CrowdFundMe ha chiuso con successo 38 campagne, raccogliendo 10,5 mln di euro da 5.121 investitori che hanno investito mediamente 2.070 euro a testa.

CrowdFundMe è la seconda piattaforma di crowdfunding in Italia per raccolta di fondi dopo Mamacrowd.

L’attività di raccolta fondi è supportata da PoliHub (Politecnico di Milano) e da Websim, la divisione digitale di Intermonte sim.

Il 58% delle azioni dell società appartengono a Tommaso Baldissera Pacchetti, fondatore e amministratore delegato della società.

Tommaso Baldissera Pacchetti, fondatore e amministratore delegato di CrowdFundMe
Tommaso Baldissera Pacchetti,
fondatore e amministratore delegato
di CrowdFundMe
"Prevediamo di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2020", spiega Baldissera Pacchetti.

"Abbiamo appena raggiunto un accordo con Directa sim per il servizio di rubricazione.

La rubricazione consente di ottenere il trasferimento gratuito della titolarità delle quote all’investitore attraverso una comunicazione a Directa sim.

Questo evita di doversi rivolgere a un notaio o un commercialista per ottenere il passaggio di proprietà, sostenendo le relative spese, non lievi.

E’ un inizio importante per la creazione di una piattaforma secondaria dedicata allo scambio di quote, che a sua volta può far accelerare la crescita del mercato dell’equity crowdfunding".

La procedura, prevista dall’art. 100-ter del Tuf (Testo unico della finanza), è molto simile a quello che avviene attraverso l’intermediario abilitato Monte Titoli spa quando si comprano o sottoscrivono azioni di società quotate in borsa.