venerdì 23 novembre 2018

Enertronica, la cancellazione di una commessa porta la semestrale in rosso

Enertronica, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017 vs [previsione per l'intero 2018]

Valore della produzione
26.227 vs 45.393, -42,2% [38.000]

Ebitda
-3.465 vs  6.448, -9.913 [-6.500]

Risultato netto
-6.925 vs 2.788, -9.713 [-7.900]

Patrimonio netto
3,289 vs 5.556, -40,8%

A fine giugno 2018 si è concluso l'aumento di capitale di Enertronica.

Sono state sottoscritte 568.776 nuove azioni, al prezzo di 2,30 euro l'una per un controvalore complessivo 1.308.185 euro.

Debiti finanziari netti [21.500]
25.252 vs 14.970, +68,7%

Incremento dovuto all’emissione del nuovo prestito obbligazionario convertibile, avvenuta nel dicembre 2017 per un totale di 15.994.800 euro. 

I risultati del primo semestre di vedono una contrazione importante rispetto ai risultati dell’esercizio precedente. 

Nevada, Usa
Il risultato negativo del consolidato semestrale è influenzato principalmente dall’andamento della commessa di costruzioni in Nevada che ha determinato una perdita di circa 3,5 mln di euro a carico della controllata Enertronica Inc.

La perdita è stata in massima parte causata dalle difficolta nel reperire manodopera locale e dalle notevoli difficoltà riscontrate nell’utilizzo di manodopera europea o internazionale.

L’impianto è in full production dalla primavera 2018 e non determinerà ulteriori perdite negli anni futuri relative alle attività di costruzione.

Panama
La controlla Enertronica Panama ha avuto una perdita di circa 1,5 mln di euro associabile alla fase di avvio delle attività nel paese e ad una serie di eventi sfavorevoli che hanno influito sulle attività di costruzione di un campo fotovoltaico da 7 MW.

Si stima che tali perdite saranno recuperate nei prossimi mesi, anche grazie a contratti di manutenzione – pluriennali - già sottoscritti.

Spagna
E' stata cancellata la commessa di costruzione in Spagna di circa 120 MW il cui fatturato previsto di circa 14 mln di euro avrebbe dovuto, nelle attese, rientrare nella competenza del 2018.

Elettronica Santerno (51%)
La perdita riportata da Elettronica Santerno, dipende esclusivamente dallo slittamento di commesse già confermate, che hanno avuto un ritardo non dipendente dalla società.

Enertronica ha approvato un contratto di investimento con Carraro, il gruppo internazionale che opera nel settore dei sistemi di trasmissione per veicoli, che detiene il 49% di Elettronica Santerno.

Carraro sottoscriverà un aumento di capitale riservato di Enertronica per 4.1 mln di euro, conferendo la partecipazione del 49% in Elettronica Santerno.

Successivamente si attuerà una fusione per incorporazione di Elettronica Santerno in Enertronica.

L’aumento di capitale sarà eseguito nel 2018, la fusione sarà effettuata entro i primi mesi del 2019.

La società assumerà il nome di Enertronica Santerno SpA.

Ad esito di quanto sopra descritto NTS, l'attuale azionista di controllo, deterrà il 30,39% dei diritti di voto della società e il Gruppo Carraro il 28,14%.

Non sono previsti patti parasociali tra le parti.

L’amministratore delegato di Enertronica, Ing. Vito Nardi, ha così commentato:

“I risultati del primo semestre 2018 hanno evidenziato la necessità di accelerare la transizione del gruppo da un modello di business focalizzato sulle costruzioni ad uno maggiormente incentrato sulla produzione e sulle tecnologie.

Il processo è in corso da tre esercizi ed ha avuto come punto di svolta l’acquisizione della quota di controllo della Elettronica Santerno.

I risultati del 2018 – influenzati negativamente da una singola commessa di costruzione - hanno determinato una accelerazione definitiva ed irreversibile del processo, portando alla decisione di avviare un processo di fusione di Enertronica con la controllata Elettronica Santerno, esito che era sempre stato negli obiettivi di medio-lungo periodo della Società”.