www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.400 articoli pubblicati

sabato 6 ottobre 2018

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 05 ottobre 2018

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 05 Ottobre 2018

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 12,37 (precedente 12,30)
P/E [utile corretto]: 12,55 (precedente 13,86)
E/P [1 / 12,55]: 7,97% (precedente 7,22%)
Equity cost: 12,51% (precedente 11,66%)
Inflazione prevista: 1,83% (precedente 1,83%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [12,51% - 7,97%]: 4,54% (precedente 4.44%)
Tasso di crescita reale [4,54% - 1,83%]: 2,71% (precedente 2,61%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento di AIM Italia aumenta dello 0,85%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 05 Ottobre 2018

Rendimento Implicito indice: AIM Italia Investable 12,51% (+ 0,85%)
Stima aggiornata al 05-10-2018 (mediana)

Rendimento Implicito indice: FTSE MIB 10,17% (+ 0,48%)
Stima aggiornata al 05-10-2018 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml


Premio di rendimento AIM Italia vs. MIB: 2,34% (+ 0,37%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 05 Ottobre 2018
Indice: AIM Italia Investable, 9.254,65 (- 2,10%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 9.278,32 (- 1,78%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato e non corrisponde al rendimento atteso né al rendimento richiesto.

Redazione Aim Italia News

venerdì 5 ottobre 2018

AIM Italia Investable Index 05-10-2018

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -2,10% 9.254,65 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è sceso nella settimana del -1,93% a 9.264,27 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è sceso nella settimana del -2,54% a 95,08 punti.

11 titoli su 57 (19%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Expert System +10,47%
  • Pharmanutra +3,59%
  • Equita Group +3,29%
  • Lucisano Media Group +2,79%
  • Costamp Group +2,54%
I risultati peggiori della settimana:
  • Agatos -16,93%
  • Bio-On -12,55%
  • DigiTouch -8,43%
  • Safe Bag -6,90%
  • Bomi Italia -6,78%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle 57 società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 05-10-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,15% a 9.278,32 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 8.550.677 euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All scende del -2,23%.

26 titoli su 113 (23%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Mondo TV Suisse: 3,69%
  • Spaxs: 3,16%
  • Assiteca: 2,95%
  • Sostravel.com: 2,76%
  • Grifal: 2,54%
I risultati peggiori della giornata:
  • Ki Group: -8,28%
  • WM Capital: -6,41%
  • Clabo: -5,66%
  • Net Insurance: -5,66%
  • Alfio Bardolla Training Group: -5,43%

Redazione Aim Italia News

Prossima revoca del titolo Zephyro, dopo Opa conclusa al 98,9%

Fenice S.p.A, controllata da Edison, comunica i risultati definitivi dell'Offerta Pubblica d'Acquisto (OPA) totalitaria sulle azioni Zephyro, al prezzo di 10,25 euro per azione.

Situazione attuale
Nel periodo d'adesione, compreso tra il 20 agosto 2018 e l’1 ottobre 2018,  sono state apportate 3.177.459 azioni, pari al 30,865% del capitale rappresentato da azioni ordinarie e al 30,592% dell’intero capitale dell’emittente per un controvalore complessivo pari a 32.568.954,75 euro.

Si segnala che, nel corso del periodo di adesione, Fenice non ha effettuato, direttamente o indirettamente, acquisti di azioni Zephyro al di fuori dell’offerta.

Il pagamento del corrispettivo di 10,25 euro per azione verrà effettuato l’8 ottobre 2018.

Tenuto conto delle azioni Zephyro già possedute, Fenice verrà a detenere complessive 10.184.758 azioni ordinarie, pari al 98,932% del capitale rappresentato da azioni ordinarie e al 98,059% del capitale complessivo con diritto di voto (rappresentato dalle azioni ordinarie e dalle azioni performanti).

Riapertura dei termini
Conseguentemente, come già anticipato nel comunicato diffuso in data 1 ottobre 2018, si sono determinati i presupposti per la riapertura dei termini del periodo di adesione, prevista dall’articolo 40bis del Regolamento Emittenti.

La riapertura dei termini avrà inizio alle ore 8.30 del 9 ottobre 2018 e terminerà alle ore 17.30 del 15 ottobre 2018 (estremi inclusi) con data di pagamento il 22 ottobre 2018.

Non potranno essere portate in adesione all’offerta:
  • le Azioni acquistate sul mercato nei giorni 12 e 15 ottobre 2018;
  • le Azioni rivenienti dall’esercizio dei warrant effettuato successivamente al 12 ottobre 2018;
  • le Azioni rivenienti dall’esercizio di warrant acquistati sul mercato nei giorni 11, 12 e 15 ottobre 2018.
Il numero massimo di azioni ordinarie Zephyro che potranno essere apportate durante il periodo di riapertura dei termini risultano essere 200.650, corrispondenti all’1,932% del capitale potenziale rappresentato da azioni ordinarie, e calcolate sulla base:

Revoca della quotazione
Zephyro procederà quindi, ai sensi della “Parte Seconda – Linee guida” dell’art. 41 del Regolamento Emittenti AIM Italia, a inviare richiesta di revoca a Borsa Italiana S.p.A.

Al riguardo si prevede che la revoca delle azioni ordinarie e dei warrant possa intervenire entro i primi giorni del mese di novembre 2018.

Agatos, aumento di capitale riservato e nuovo prestito convertibile

Agatos, società quotata all'AIM Italia, che ingegnerizza e costruisce impianti per il consumo efficiente dell’energia e per la produzione di energia rinnovabile, deve procedere al rimborso del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018, che scade l'11 ottobre 2018.

La prevista cessione del ramo d’azienda dell’SPV di minieolico Windmill60 Srl, che doveva fornire le risorse per procedere al rimborso, non si è ancora attuata e Agatos sta cercando modalità alternative di risoluzione del problema di liquidità che ne è insorto.

All'assemblea degli obbligazionisti del 3 ottobre 2018, indetta a tale scopo, sono intervenuti 1.597.500 euro rappresentanti del 42.45% degli obbligazionisti legittimati alla partecipazione e all’esercizio del diritto di voto e pertanto l’assemblea non ha raggiunto il quorum di 50.01% e non si è quindi espressa in merito all’ordine del giorno che prevedeva la proposta di allungare la scadenza di 18 mesi, portandola ad aprile 2020, in cambio di un aumento della cedola dal 6% al 7% e del rapporto di conversione aumentato da 62 a 500 azioni.

La seguente assemblea straordinaria degli azionisti di Agatos alla quale hanno partecipato azionisti in rappresentanza del 73,93% del capitale sociale, ha assunto tre delibere:

1. Aumento di capitale riservato
Aumento di capitale riservato, ai sensi dell’art. 2441, comma 5, cod. civ., a pagamento, per massimi 4.000.000 di euro, con esclusione del diritto di opzione ed efficace anche se parzialmente sottoscritto, da liberarsi in denaro entro il 31 dicembre 2018.

Il prezzo di sottoscrizione dell’aumento di capitale è stato fissato in 0,10 euro per azione, con uno sconto di circa il 44% sul prezzo delle azioni Agatos il 3 ottobre di 0,18 euro.

Agatos si è impegnata ad effettuare una nuova emissione di warrant 2018-2021 riservata ai sottoscrittori di questo aumento di capitale, in ragione di 1 warrant per ogni 2 nuove azioni, per la quale è stata già convocata un’assemblea specifica.

Per l’aumento di capitale riservato sono pervenute adesioni pari 2.908.000 euro da parte di 9 investitori, di cui 3 esteri.

Tali adesioni saranno regolate venerdì 5 ottobre 2018.

2. Emissione di nuovo prestito obbligazionario convertibile
Nuovo prestito obbligazionario Agatos Convertibile 2018-2020 7%, di un valore massimo di 4.000.000 di euro, da emettere in via scindibile riservata a terzi, che verranno ammesse alla negoziazione presso AIM Italia.

Il nuovo prestito sarà sottoscrivibile dai detentori delle obbligazioni TE Wind S.A. 2013-2018 come concambio parziale e/o totale delle rispettive obbligazioni in scadenza.

Per il nuovo prestito obbligazionario convertibile sono pervenute adesioni pari a 1.104.500 euro da parte di 16 investitori, di cui 2 esteri.

Circa 1 milione di euro di tali adesioni sono a fronte di scambio con il prestito TE Wind 2013-2018.

Le adesioni verranno regolate l’11 ottobre 2018.

3. Aumento di capitale al servizio del prestito
Approvazione di un aumento di capitale pari a 4.000.000 euro al servizio della conversione del nuovo prestito obbligazionario convertibile.

“L’esito positivo dell’assemblea degli azionisti e le adesioni ricevute per le due emissioni confermano la fiducia degli investitori nella società e nel suo piano industriale”, ha dichiarato Michele Positano, amministratore delegato di Agatos.

“La nuova dotazione di capitale ci permetterà di far fronte alla scadenza del prestito obbligazionario Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 e di proseguire nella realizzazione della strategia di sviluppo del Gruppo”.

Prezzo di equilibrio del titolo dopo l'aumento di capitale
Nel caso di aumento di 4,0 mln di euro verrebbero emesse n. 40 mln di nuove azioni, che si sommerebbero alle n. 62,7 mln già emesse.

Sommando la capitalizzazione corrente della società di 11,29 mln di euro (0,18 x 62,7) al nuovo apporto di capitale di 4,0 mln di euro, si arriverebbe ad una nuova capitalizzazione di 15,29 mln di euro.

Dividendo 15,29 mln di euro per n. 102,7 mln di azioni (62,7 + 40) si ottiene il nuovo prezzo di equilibrio teorico di circa 14,88 euro per azione, con una svalutazione del 17,3% sul prezzo pre-emissione di 18 euro.

✅ Agatos 
✔ Prezzo 0,170 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB  0,72 
✔ Fair Value 0,205 € 
✔ Rendimento implicito 7,7% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

Rettifica articolo Lucisano Media Group

Nell'articolo di martedì 2 ottobre 2018 Lucisano Media Group, buon risultato nonostante il calo del box office i dati dell'ebitda e dell'utile netto erano errati.

I dati corretti sono:

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ebitda
4.716 vs  4.017, +17,4%

Utile netto
1.466 vs 1.435, +2,2%

Redazione Aim Italia News

giovedì 4 ottobre 2018

Ftse Aim Italia 04-10-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,13% a 9.278,32 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 4.583.537 euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All scende del -0,47%.

40 titoli su 113 (35%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • WM Capital: 9,55%
  • Energica Motor Company: 8,55%
  • Clabo: 6,43%
  • DigiTouch: 4,31%
  • Costamp Group: 4,12%
I risultati peggiori della giornata:
  • Sciuker Frames: -7,51%
  • Assiteca: -5,58%
  • Agatos: -4,49%
  • Portobello: -4,22%
  • GO Internet: -3,97%

Redazione Aim Italia News

GPI acquista il residuo 51% di UNI IT

GPI, società quotata sull'AIM Italia, che opera nel settore dei sistemi informativi e servizi per la sanità, comunica che la controllata Argentea srl ha acquisito in data odierna da UniCredit Services SCPA il residuo 51% di UNI IT srl, attiva nell’Information Technology.

Si perfeziona in tal modo l’operazione annunciata con comunicato stampa lo scorso 11 luglio: all’acquisizione del 100% di Paros srl si aggiunge oggi l’acquisto di tutte le quote di UNI IT srl.

Entrambe le società, in passato partecipate da Cassa del Trentino SpA, operano nell’ICT e sono specializzate nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni informatiche finalizzate alla semplificazione amministrativa e alla dematerializzazione documentale.

L’ingresso di Paros e UNI IT nel perimetro del Gruppo GPI rafforza significativamente l’Area strategica della Monetica – presidiata dalla controllata Argentea.

UNI IT ha chiuso l’esercizio 2017 con ricavi per 3,5 mln di euro ed Ebitda di 0,5 mln di euro.

La controllante Argentea ha chiuso il 2017 con ricavi di 3,1 mln di euro e un Ebitda di 0,6 mln di euro.

Marco Torresani, Amministratore delegato di Paros e di Argentea:

“Con questa operazione Argentea completa il percorso iniziato nel luglio scorso con l'acquisizione del 100% di Paros e del 49% di Uni IT, affermandosi di fatto come una delle più importanti realtà nell'ambito della gestione degli incassi e dei pagamenti della Pubblica Amministrazione.

Grazie a questa acquisizione Argentea, da sempre orientata prevalentemente al mercato privato, ora si mette a disposizione anche della Pubblica Amministrazione.”

Il controvalore complessivo dell’operazione è pari a 749.387 euro ed è stato finanziato per cassa.

✅ GPI 
✔ Prezzo 9,02 € 
✔ PE 12m 15,4 
✔ PB  2,12 
✔ Fair Value 08,76 € 
✔ Rendimento implicito 9,7% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Votata la fusione Capital for Progress 2 - ABK Group

L'assemblea straordinaria della Spac Capital for Progress 2 ha approvato la fusione con ABK Group Industrie Ceramiche S.p.A.

La Business Combination costituisce un’operazione di reverse take-over ai sensi dell’articolo 14 del Regolamento Emittenti AIM Italia e sarà realizzata mediante la fusione per incorporazione di ABK in CFP2

L’Assemblea riunitasi in seconda convocazione, alla presenza di 63 azionisti in proprio o per delega rappresentanti circa il 38.9 % del capitale ordinario, ha autorizzato il compimento della Business Combination, e ha approvato il progetto di Fusione nonché, inter alia, il nuovo testo di statuto sociale che entrerà in vigore alla data di efficacia della Fusione.

I voti favorevoli sono stati il 92.8 % dei presenti, corrispondente al 36.2 % del capitale sociale ordinarie.

La delibera è soggetta alla condizione risolutiva statutaria rappresentata dall’avveramento di entrambe le seguenti circostanze: (a) l’esercizio del diritto di recesso da parte di tanti soci che rappresentino almeno il 30% del capitale sociale e (b) il procedimento di liquidazione di tali soci recedenti sia stato completato mediante rimborso o annullamento di un numero di azioni pari o superiore al 30% del capitale sociale.

Si ricorda infatti che agli azionisti che non hanno concorso alla approvazione della Fusione e di modifica dello statuto sociale spetterà il diritto di recesso ai sensi dell’articolo 2437 del codice civile.

Il relativo corrispettivo in denaro, pari ad 10,00 euro per azione, è stato determinato dal C.d.A. di CFP2 in data 27 luglio 2018.

L’efficacia dell’esercizio del diritto di recesso sarà subordinata all’efficacia della Fusione.

axélero, approvato il bilancio consolidato 2017

Il Consiglio di Amministrazione di axélero, società quotata all'AIM Italia, che offre soluzioni di digital marketing per le PMI, ha approvato, con un ritardo di alcuni mesi, il bilancio consolidato 2017.

Bilancio consolidato
mln di euro
2017 vs 2016

Ricavi
28,8 vs 46,0, -37,4%

Ebitda
-9,4 vs  8,3, -17,7

Utile netto
-29,3 vs 1,3, -30,6

Debiti finanziari netti
32,1 vs 18,9, +69,8%

Patrimonio netto di gruppo
-5,0

L’approvazione è arrivata a seguito di alcuni approfondimenti svolti dai partecipanti nel corso delle sedute del 28 settembre e del 1 ottobre scorso e relativi a tematiche contabili circa l’eventuale capitalizzazione di alcuni voci di costo.

Il patrimonio netto del consolidato è negativo e pari ad 5 mln di euro, tuttavia il patrimonio netto di axélero è pari a 15,6 mln di euro, anche in considerazione dell’adozione del criterio di valutazione delle partecipazioni sulla base del fair value, in conformità al principio IAS 36 IFRS 9.

In particolare va segnalata la rivalutazione della partecipazione di Arreeba (di cui axélero detiene il 51%), una società che opera, attraverso Ristoranti.it, soluzione proprietaria ad alto valore aggiunto, nel mercato del food delivery che è in forte espansione con operazioni di investimento ed M&A di dimensione significativa a livello nazionale e globale.

La valutazione del 100% di Arreeba, pari a 42 mln di euro, è stata ottenuta come media aritmetica dei risultati emergenti da due distinti criteri di valutazione, il metodo dei Multipli di mercato e il Levered Discounted Cash Flow.

Per il primo metodo si sono applicati due differenti criteri, il metodo dei multipli di Borsa e il metodo delle transazioni equivalenti, peraltro secondo due differenti parametri di riferimento, Sales e Users.

Nel corso della seconda metà del 2017, axélero si è trovata in una inattesa situazione di difficoltà operativa poiché ha subito una massiccia sottrazione di clientela.

La conseguente riduzione delle vendite (e dei ricavi) associata ad una struttura dei costi calibrata per livelli di fatturato molto più alti, ha condotto ai risultati indicati.

Il ciclo del circolante tipico del modello di business proprio del settore ed una reazione di particolare prudenza manifestata dalla maggioranza dei partner finanziari della Società (reazione tradottasi in una sostanziale riduzione delle linee di credito disponibili) hanno quindi comportato l’insorgere di una contingente situazione di tensione finanziaria già a partire dalla fine del 2017, che si sta protraendo nel corrente esercizio.

axélero si è quindi immediatamente dotata di strumenti operativi e soluzioni organizzative volti a limitare il rischio del ripetersi di analoghe situazioni per il futuro e ha avviato un percorso per reagire a tale situazione.

La società, dapprima, ha conferito incarico a primari advisor per essere assistita nella redazione di un nuovo piano industriale, opportunamente rimodulato, nonché per analizzare possibili opzioni strategiche per l’evoluzione della società.

Successivamente, ha intrapreso una discussione con i principali partner finanziari volta alla rimodulazione delle esposizioni esistenti ed alla relativa razionalizzazione.

Nella pendenza di tale discussione ed in attesa che da essa scaturissero elementi di concreta rassicurazione sulla capacità di axélero di proseguire nel proprio percorso di crescita e sviluppo, l’approvazione del Progetto di Bilancio è stata intenzionalmente differita, per evitare il rischio di sottoporre agli Azionisti, ed all’intero mercato, informazioni non certe e non adeguatamente verificate.

Nel corso del mese di settembre di questo esercizio, è stata sottoposta ai creditori finanziari una proposta di razionalizzazione e ristrutturazione del debito, basata sulla bozza del nuovo piano industriale medio tempore elaborato con l’assistenza di KPMG.

A fronte di tale proposta, l’advisor legale officiato dai creditori finanziari ha confermato che tutte le banche hanno immediatamente attivato i conseguenti processi valutativi.

In parallelo a quanto sopra, nel mese di settembre 2018, si sono intensificati gli incontri ed i contatti con il principale partner finanziario estero, al quale pure sono state esposte ed illustrate le linee guida della manovra di ristrutturazione; in tali occasioni, è emersa la disponibilità a valutare il supporto al progetto di rilancio.

axélero proseguirà nella sua politica di ristrutturazione organizzativa e di efficientamento, ma, in considerazione delle inevitabili incertezze connesse alla fase di ristrutturazione in corso, unite al perdurare di una generalizzata contrazione del mercato oltre al notorio stallo macroeconomico e del credito, per il mercato small business, si ritiene opportuno svolgere stime future in ottica cautelativa, prevedendo un livello di attività inferiore rispetto a quello registrato nel 2017.

E’ ragionevole attendersi, come peraltro riscontrato nel corso del primo semestre del corrente esercizio, che le performance della società nel 2018 sconteranno anche la corrente fase di  riorganizzazione dell’operatività, finalizzata al rinnovamento, completamento e riqualificazione della rete commerciale (attraverso il passaggio da rapporti pluri-mandato a rapporti mono-mandato), al rinnovamento e completamento dell’offerta dei servizi digitali (sia in termini di prodotto che di strumenti di vendita) e al conseguente adattamento e formazione della rete commerciale.

Il Progetto di Bilancio dell’esercizio al 31 dicembre 2017 di axélero S.p.A. presenta una perdita pari ad 29 mln di euro.

Il Consiglio di Amministrazione proporrà all'Assemblea degli Azionisti di coprire parzialmente la perdita d'esercizio pari a 29 mln di euro mediante l’utilizzo della riserva sovrapprezzo azioni per 18,7 mln di euro, mediante utilizzo degli utili degli esercizi precedenti per 5,9 mln di euro, per altre riserve di capitali per 13 mila euro, rinviando la differenza di 4,3 mln di euro a nuovo, che trova comunque capienza nella riserva da cash flow hedge pari 20,7 mln di euro.

mercoledì 3 ottobre 2018

Ftse Aim Italia 03-10-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,37% a 9.290,06 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 8.496.391 euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All sale del +0,28%.

28 titoli su 113 (25%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: 16,17%
  • Askoll EVA: 4,84%
  • Sciuker Frames: 3,65%
  • Esautomotion: 3,41%
  • GO Internet: 2,72%
I risultati peggiori della giornata:
  • Clabo: -6,04%
  • WM Capital: -5,32%
  • Illa: -5,12%
  • Bomi Italia: -5,07%
  • Monnalisa: -5,02%

Redazione Aim Italia News

Cellularline, nuovo studio societario

Studio societario di Intermonte su Cellularline
Studio societario di Intermonte
su Cellularline
Intermonte ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Cellularline (10 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 160 mln di euro nel 2018 (-3,6% rispetto al 2017), 173 mln di euro nel 2019.

L'utile netto restated previsto è di 26 mln di euro nel 2018 (+8,3% rispetto al 2017), 29 mln di euro nel 2019.

L'utile per azione restated previsto è di 1,137 euro nel 2018 (1,044 euro nel 2017) e 1,304 euro nel 2019.

Il prezzo corrente del titolo è 7,90 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 6,95 sugli utili del 2018 e 6,06 sugli utili del 2019.

Intermonte attribuisce il rating BUY al titolo.

Il target price assegnato è di 12,4 euro (precedente 12,8) con un premio del 57% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 10,9 euro per azione, con un rendimento implicito del 16,6%.

Il nostro rating è A - VALUE.

Redazione Aim Italia News

✅ Cellularline 
✔ Prezzo 7,90 € 
✔ PE 12m 7,2 
✔ PB  1,61 
✔ Fair Value 10,9 € 
✔ Rendimento implicito 16,6% 
✔ Rating A - VALUE 

Culti Milano, pubblicato studio societario

Studio societario di EnVent Capital Markets su Culti Milano
Studio societario di
EnVent Capital Markets
su Culti Milano
EnVent Capital Markets ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Culti Milano (14 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 7,0 mln di euro nel 2018 (+13,8% rispetto al 2017), 8,0 mln di euro nel 2019.

L'utile netto previsto è di 0,3 mln di euro nel 2018 (-25,0% rispetto al 2017), 0,4 mln di euro nel 2019.

L'utile per azione previsto è di 0,097 euro nel 2018 (0,129 euro nel 2017) e 0,129 euro nel 2019.

Il prezzo corrente del titolo è 3,82 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 39,38 sugli utili del 2018 e 29,61 sugli utili del 2019.

EnVent Capital Markets attribuisce il rating OUTPERFORM al titolo.

Il target price assegnato è di 4,67 euro (precedente 5,74) con un premio del 22% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,12 euro per azione, con un rendimento implicito del 6,3%.

Il nostro rating è C2 - SPECULATIVO.

Redazione Aim Italia News

✅ Culti Milano 
✔ Prezzo 3,82 € 
✔ PE 12m 23,1 
✔ PB  1,36 
✔ Fair Value 22,6 € 
✔ Rendimento implicito 6,3% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

Safe Bag assorbe concorrente greco

Safe Bag, società quotata all'AIM Italia, attiva nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali, ha siglato, con gli azionisti di riferimento, un contratto di investimento e patto parasociale per l’acquisto del 60% della Società Care4Bag, principale operatore greco nell’ambito del servizio di protezione bagagli.

Servizi Care4Bag ad Atene
Servizi Care4Bag ad Atene
Care4Bag, presente nei due  principali aeroporti greci di Atene e Salonicco, ha registrato ricavi 2017 di circa 1,2 mln di euro, un Ebitda di circa 0,21 mln di euro ed una posizione finanziaria netta vicina a zero.

L'accordo concluso presenta i seguenti elementi principali:
  • Viene previsto l’acquisto da parte di Safe Bag del 60% del capitale della Società Care4Bag.
  • Il controvalore dell’operazione, di 937.800 euro, è stato determinato sulla base di un multiplo di 3 volte l’Ebitda 2017 adjusted cui è stata aggiunta la Cassa netta al closing.
  • E' stato, inoltre, previsto un “earn out” al 2021 a condizione dell’ottenimento di concessioni e/o rinnovi relativi a scali strategici.
  • Il patto parasociale prevede (1) la governance di Care4Bag; (2) l’impegno del Sig. Kostas Darivakis di assumere e mantenere il ruolo di Ceo della medesima (3) alcuni impegni di cessione/acquisto (c.d. put e call) della quota di minoranza (40%) tra Safe Bag e i soci venditori al ricorrere di determinate condizioni.
  • Il closing è risolutivamente condizionato al gradimento del cambio di controllo da parte dell’Aeroporto Internazionale di Atene (AIA) che dovrebbe avvenire entro i prossimi 45 giorni.
  • L’operazione è stata finanziata con una linea di finanziamento dedicata, erogata da Banca Intesa.

✅ Safe Bag 
✔ Prezzo 4,40 € 
✔ PE 12m 19,3 
✔ PB  3,32 
✔ Fair Value 4,28 € 
✔ Rendimento implicito 9,6% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Monnalisa, le nuove aperture intaccano i margini

Monnalisa, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore del childrenswear di fascia alta, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
24.938 vs 23.471, +6,3%

Ebitda
2.387 vs  3.517, -32,1%

Utile netto del gruppo
642 vs 1.119, -42,6%

Debiti finanziari netti
mln di euro
12,7 vs 8,2 al 31 dicembre 2017, +54,9%

Nel primo semestre 2018 sono proseguite le aperture di negozi diretti.

Le nuove aperture, ancora in fase di start up, hanno influito negativamente sui margini, assorbendo risorse soprattutto per i costi di struttura (personale e affitti) in misura più che proporzionale rispetto all’incremento di fatturato

CFT, ricavi in crescita e redditività stabile

CFT, società quotata all'AIM Italia, che opera nella progettazione, sviluppo e produzione di macchine e impianti “chiavi in mano” destinati principalmente al settore del Food & Beverage, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
mln di euro
2018 proforma

Ricavi
122 

Ebitda
10,8

Utile netto
0,4 

Cassa netta
8,0  


Nel 2017 CFT ha fatturato 206,8 mln di euro, con un ebitda di 19,2 mln di euro e un utile netto del gruppo di 5,0 mln di euro.

L’Amministratore delegato Alessandro Merusi ha commentato:

“In considerazione dei risultati semestrali e della validità della strategia in atto, riteniamo di poter prevedere per il 2018 ricavi consolidati proforma in crescita rispetto ai ricavi 2017 e una marginalità 2018 in linea con la marginalità del primo semestre 2018 proforma”.

✅ CFT 
✔ Prezzo 7,70 € 
✔ PE 12m 25,0 
✔ PB  4,10 
✔ Fair Value 7,41 € 
✔ Rendimento implicito 8,4% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Portale Sardegna, sviluppo e diversificazione

Portale Sardegna, società quotata all'AIM Italia, che opera nella promozione dele potenzialità turistiche della Sardegna e, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
8.116 vs 5.012, +61,9%

Ebitda
425 vs 190, +123,7%

Utile netto
22 vs 81, -72,8%

Cassa netta
1.877 vs 62+1.815

Ad aprile 2018 Portale Sardegna ha acquistato il 51% delle quote di Royal Travel Jet, che ha portato ad un incremento del fatturato tramite l'acquisizione di un nuovo target di clientela complementare a quella esistente.

Con l'acquisizione la società ha acquisito la software house Pavoneggi Srl, proprietaria del software di Back End denominato Hubcore, strategico per le potenzialità in termini di sviluppo di nuovi prodotti, nuove soluzioni di viaggio e nuove customizzazioni, con investimenti marginali.

martedì 2 ottobre 2018

Ftse Aim Italia 02-10-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,58% a 9.324,19 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 11.187.308 euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All scende del -1,02%.

18 titoli su 113 (16%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Expert System: 8,27%
  • Renergetica: 4,81%
  • Cover 50: 3,54%
  • GO Internet: 3,16%
  • Sostravel.com: 2,97%
I risultati peggiori della giornata:
  • Energica Motor Company: -9,66%
  • Askoll EVA: -5,60%
  • DigiTouch: -5,45%
  • Grifal: -5,25%
  • Notorious Pictures: -4,76%

Redazione Aim Italia News

Energica Motor, le vendite corrono ma servono altri capitali

Energica Motor Company, società quotata all'AIM Italia e costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
1.157 vs 212, +445,8%

Ebitda
-3.026 vs  -1.961+54,3%

Perdita netta
-3.924 vs -2.981+31,6%

Debiti finanziari netti
4.658 vs 3.293, +41,5%

Patrimonio netto
2.034 vs 5.208, -60,9%

Il risultato netto negativo è prevalentemente determinato dallo sforzo economico volto allo sviluppo delle moto da corsa del prossimo FIM Enel MotoE World Cup, e dall'effetto della promozione commerciale My Electric Deal, che ha contribuito in modo determinante all'incremento delle unità vendute a clienti finali, comportando un investimento importante in termini di rinuncia ai margini.

Risulta ancora prematuro valutare la possibilità di raggiungere i risultati di fine anno preventivati come obiettivi di budget per l’esercizio 2018.

Innovatec, risultati operativi semestrali in rosso

Innovatec, società quotata all'AIM Italia, attiva nei settori dell'efficienza energetica, teleriscaldamento e nella costruzione e gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e degli impianti e servizi per l'ambiente, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
16.287 vs 20.701, -21.3%

A parità di perimetro di consolidamento i ricavi aumentano del 34%.

Ebitda
3.532 vs  2.458, +43,7%

L’aumento dell’Ebitda risente dell’attività di realizzazione di impianti del settore ambiente commissionati da controllate degli azionisti di riferimento Gruppo Waste Italia S.p.A.Sostenya Group Plc.

Utile netto
6.930 vs -1.168+8.098

L'utile risente dei benefici non recurring derivanti dal deconsolidamento del Gruppo GGP.

Senza il contributo delle operazioni straordinarie la società è in perdita.

Debiti finanziari netti
13.973 vs 19.111 al 31 dicembre 2017, -15,5%

I risultati dei due semestri non sono comparabili a causa della cessione – avvenuta a fine marzo 2018 – della società GGP Holding S.r.l., titolare della partecipazione di maggioranza pari al 51% del capitale sociale di Gruppo Green Power S.p.A. quotata all’AIM Italia.

A seguito di tale cessione, il conto economico consolidato del primo semestre 2018 e lo stato patrimoniale consolidato al 30 giugno 2018 non comprendono i dati economici e patrimoniali del Gruppo GGP.

Imvest, semestrale con trend di miglioramento

Imvest, società immobiliare specializzata in servizi di locazione immobiliare, trading e sviluppo immobiliare e quotata all'AIM Italia, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
631 vs 460, +37,2%

Ebitda
46 vs -231+277%

Utile netto
-30 vs -157+80,9%

Debiti finanziari netti
2.044 vs 1.855, +10,2%

I risultati del primo semestre sono tendenzialmente in linea con quelli dello stesso periodo del 2017.

Non si sono ancora manifestati appieno i risultati del processo di riorganizzazione operativa che prevede il rilancio dell’attività di compravendita di pacchetti immobiliari/immobili da Enti e/o Istituzioni e non più la semplice locazione immobiliare.

Agatos, crescono i ricavi e le perdite

Agatos, società quotata all'AIM Italia, che ingegnerizza e costruisce impianti per il consumo efficiente dell’energia e per la produzione di energia rinnovabile, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
2.654 vs 1.988, +33,5%

Ebitda
119 vs  112, +6,3%

Utile netto del gruppo
-1.816 vs -1.132+60,4%

Debiti finanziari netti
14.039 vs 13.385 al 31 dicembre 2017, +4,9%

✅ Agatos 
✔ Prezzo 0,187 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB  0,79 
✔ Fair Value 0,205 € 
✔ Rendimento implicito 7,7% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

Ecosuntek, il fatturato semestrale raddoppia rispetto al 2017

Ecosuntek, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
23.371 vs 11.601, +101,5%

Ebitda
1.875 vs  2.265, -17,2%

Utile netto di gruppo
161 vs -2.626+2,787

Si prevede un consolidamento delle attività storiche riferite alla Power Generation ed una forte crescita delle attività della controllata Eco Trade Srl, che rappresentano per il gruppo un importante valore aggiunto grazie alla gestione dell’intera filiera dell’energia, dalla produzione al suo dispacciamento, sino alla commercializzazione ai clienti finali siano essi Business o Domestici.

Dal semestre in corso la controllata Eco Tradel svilupperà in modo significato le proprie attività anche nella parte Gas grazie al completamento delle pratiche che hanno portato all’apertura del dispacciamento.

Askoll EVA, rispettato un budget aggressivo

Askoll EVA, società quotata all'AIM Italia, che opera nel mercato della mobilità elettrica sviluppando, producendo e commercializzando e-bike e escooter, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
5.241 vs 1.650, +217,6%

L'incremento di fatturato è riconducibile al consolidamento delle partnership con la clientela professionale, all'estensione della distribuzione dei veicoli di Askoll EVA a nuovi mercati europei, nonché all'allargamento della rete vendita in Italia.

Ebitda
-2.604 vs  -4.046-35,6%

Utile netto
313 vs  -6.068+6.381

Gli ordini in portafoglio e i contatti che si stanno sviluppando sia con società di Sharing, nell’ambito scooter, sia con nuovi distributori italiani ed europei fanno presagire la capacità della BU Mobilità Elettrica di traguardare i 14 mln di euro di fatturato annuo previsto in sede di budget.

Lucisano Media Group, buon risultato nonostante il calo del box office

Lucisano Media Group, società quotata all'AIM Italia, attiva nella produzione e distribuzione nel settore cinematografico e televisivo, nonché nella gestione di Multiplex, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
14.005 vs 12.786, +19,5%

Ebitda
4.716 vs  4.017, +17,4%

Utile netto
1.466 vs 1.435, +2,2%

Gli incassi al botteghino hanno subito una riduzione di 1,2 mln di euro rispetto al 1° semestre 2017, in linea con il calo registrato a livello nazionale: -12% presenze, -7% incassi.

✅ Lucisano Media Group 
✔ Prezzo 1,94 € 
✔ PE 12m 7,1 
✔ PB  0,87 
✔ Fair Value 2,16 € 
✔ Rendimento implicito 13,3% 
✔ Rating A - VALUE 

DigiTouch, semestrale in linea col piano industriale

DigiTouch, società quotata all'AIM Italia, attiva nel digital marketing e specializzata nel Mar-Tech, ovvero nelle tecnologie di marketing e comunicazione a supporto delle vendite, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
 14.278 vs 12.398, +15,2%

Ebitda
1.908 vs 1.880, +1,5%

Utile netto
285 vs -284+569

Posizione finanziaria netta
-469 vs 2.135 al 31 dicembre 2017, -3.173

✅ DigiTouch 
✔ Prezzo 1,37 € 
✔ PE 12m 9,8 
✔ PB  1,30 
✔ Fair Value 1,46 € 
✔ Rendimento implicito 11,8% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

GEL, crescita moderata con riduzione dei margini

GEL, società quotata all'AIM Italia che opera nel settore del water treatment, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
8.569 vs 8.138, +5,3%

Ebitda
1.391 vs 1.946, -28,5%

Utile netto
 43 vs 282, -84,8%

Debiti finanziari netti
mln di euro
 9,9 vs 9,8 al 31 dicembre 2017, +1,0%

✅ GEL 
✔ Prezzo 1,95 € 
✔ PE 12m 7,2 
✔ PB  1,44 
✔ Fair Value 2,67 € 
✔ Rendimento implicito 16,0% 
✔ Rating A - VALUE 

lunedì 1 ottobre 2018

DBA Group cresce ma va in rosso

DBA Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della consulenza tecnologica, specializzata nella connettività delle reti, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
21.667 vs 18.951, +14,3%

Ebitda
1.419 vs  1.290, +10,0%

Utile netto di gruppo
-114 vs 131, -245

✅ DBA Group 
✔ Prezzo 3,60 € 
✔ PE 12m 14,3 
✔ PB  1,71 
✔ Fair Value 3,42 € 
✔ Rendimento implicito 10,7% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Ftse Aim Italia 01-10-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,72% a 9.378,23 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 12.895.165 euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All scende del -0,05%.

30 titoli su 113 (27%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Lucisano Media Group: 8,08%
  • Longino & Cardenal: 4,30%
  • Abitare In: 4,05%
  • SG Company: 3,60%
  • Safe Bag: 3,13%
I risultati peggiori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: -9,77%
  • Energica Motor Company: -7,49%
  • Telesia: -7,27%
  • Gruppo Green Power: -7,04%
  • GPI: -5,38% 

Redazione Aim Italia News

Green Power, fatturato stabile ma margini in crescita

Gruppo Green Power, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
8.290 vs 8.532, -2,8%

Ebitda
536 vs 15, +521

Utile netto
104 vs -1.045, +1.149

Debiti finanziari netti
1.577 vs 2.418, -34,8%

Rosetti Marino torna all'utile

Rosetti Marino, società quotata all'AIM Italia, operante nella progettazione, costruzione e fornitura di piattaforme offshore, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Valore della produzione
99.516 vs 78.581, +26,6%

Ebitda
6.693 vs  7.102, -5,8%

Utile netto
565 vs -8.881, +9.446

Debiti finanziari netti
45.957 vs 60.355, -23,9%

✅ Rosetti Marino 
✔ Prezzo 38,6 € 
✔ PE 12m 17,9 
✔ PB  0,86 
✔ Fair Value 32,4 € 
✔ Rendimento implicito 6,1% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

PLT energia, forte aumento di produzione e margine

PLT energia, società quotata all'AIM Italia, operante nel mercato delle energie rinnovabili, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
33.261 vs 46.788, -28,9%

Ebitda
19.063 vs 9.995, +90,7%

Utile netto del gruppo
2.429 vs 262, +827,1%

Debiti finanziari netti
mln di euro
215,7 vs 226,1 al 31 dicembre 2017, -4,6%

MWh prodotti
231.488 vs 67.272, +244,1%

MWh installati
213,9 vs 133,9, +59,7%

✅ PLT energia 
✔ Prezzo 3,04 € 
✔ PE 12m 8,6 
✔ PB  1,56 
✔ Fair Value 3,55 € 
✔ Rendimento implicito 14,3% 
✔ Rating A - VALUE 

Ftse Aim Italia settimana 28-09-2018

Il FTSE AIM Italia scende in settimana del -0,53% a 9.446,17 punti.

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -2,13% a 9.452,92 punti.

Il Controvalore scambiato in settimana è di 67,4 mln di euro.

Il FTSE Italia PIR PMI All scende in settimana del -3,22%.

36  titoli su 113 (32%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia



I risultati migliori della settimana:
  • GO Internet: 14,5%
  • Telesia: 13,3% 
  • Net Insurance: 6,0% 
  • CFT: 5,9% 
  • Intred: 4,3% 
I risultati peggiori della settimana:
  • Agatos: -17,83%
  • Portobello: -15,00%
  • Blue Financial Communication: -13,89%
  • WM Capital: -13,27%
  • Safe Bag: -11,23%
N.B. La disparità tra rendimento settimanale dell'indice FTSE AIM Italia e dell'indice AIM Italia Investable è attribuibile principalmente al fatto che il primo è ponderato per capitalizzazione, il secondo è calcolato come media semplice.

In secondo luogo il primo utilizza l'ultima quotazione disponibile, il secondo il prezzo ufficiale dei titoli, cioè la media giornaliera dei prezzi.

Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

4AIM SICAF: 0,00%

Abitare In: -3,88%
Agatos: -17,83%
Alfio Bardolla Training Group: -9,61%
Alkemy: 2,50%
Alp.I: -1,80%
Ambromobiliare: 1,03%
Archimede: 0,39%
Askoll EVA: -2,94%
Assiteca: -3,13%
axélero: sosp.

BioDue: -3,60%
Bio-on: 2,32%
Blue Financial Communication: -13,89%
Bomi Italia: -8,55%

Caleido Group: -2,46%
Capital For Progress 2: 0,52%
Casta Diva Group: -11,15%
CdR Advance Capital: -0,98%
Cellularline: -3,03%
CFT: 5,88%
Clabo: -8,82%
Costamp Group: -5,00%
Cover 50: -1,46%
Culti Milano: 0,26%

DBA Group: 0,00%
DHH: 3,42%
Digital Magics: -3,68%
Digital360: -2,21%
DigiTouch: -0,35%

Ecosuntek: -7,26%
Elettra Investimenti: -3,88%
Energica Motor Company: 1,72%
Energy Lab: sosp.
Enertronica: -5,24%
EPS Equita PEP 2: 0,53%
Equita Group: 1,23%
Esautomotion: -0,28%
Expert System: -0,80%

Fervi: -4,29%
Finlogic: 2,84%
Fintel Energia Group: 0,80%
First Capital: -1,94%
FOPE: -0,72%
Frendy Energy: -6,77%

Gabelli Value For Italy: 2,30%
Gambero Rosso: -2,65%
Gel: -4,88%
Giorgio Fedon & Figli: 0,00%
GO Internet: 14,50%
GPI: 0,43%
Grifal: -3,26%
Gruppo Green Power: -0,50%

Health Italia: 3,07%
H-FARM: 2,67%

Icf Group: 1,18%
IdeaMI: -1,23%
Illa: -1,46%
Imvest: -3,91%
Industrial Stars of Italy 3: -0,83%
Iniziative Bresciane: 0,00%
Innova Italy 1: -1,96%
Innovatec: -3,83%
Intred: 4,29%
Italia Independent Group: -2,42%
Italian Wine Brands: 1,54%

Ki Group: -1,21%
Kolinpharma: -0,03%

Leone Film Group: -2,80%
Life Care Capital: -0,21%
Longino & Cardenal: -1,59%
Lucisano Media Group: -5,77%

MailUp: 3,45%
Masi Agricola: -1,63%
Mondo TV France: -1,51%
Mondo TV Suisse: -9,20%
Monnalisa: -2,59%

Neodecortech: 2,43%
Net Insurance: 6,00%
Neurosoft: 1,16%
Notorious Pictures: -3,19%

Orsero: 1,90%

Pharmanutra: 1,32%
PLT Energia: 2,79%
Poligrafici Printing: 0,00%
Portale Sardegna: -2,55%
Portobello: -15,00%
Prismi: 0,40%

Renergetica: -3,08%
Rosetti Marino: 0,00%

S.M.R.E.: -8,41%
Safe Bag: -11,23%
Sciuker Frames: -2,65%
SCM SIM: 2,41%
SG Company: 1,40%
SIT: -2,00%
SITI B&T Group: 1,63%
Softec: 0,00%
Somec: -2,04%
Sostravel.com: -2,63%
Spactiv: 0,21%
Spaxs: -2,12%
Sprintitaly: 0,41%

Telesia: 13,33%
TheSpac: -0,68%
TPS: -3,70%

Vei 1: 1,05%
Vetrya: -6,91%
Vimi Fasteners: -4,39%
Visibilia Editore: -8,88%

WIIT: -2,19%
WM Capital: -13,27%

Zephyro: 0,00%

Redazione Aim Italia News

Costamp Group, la fusione inizia a dare frutti

Costamp Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel progettazione, ingegnerizzazione e produzione di stampi per la componentistica nel settore automotive, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017 proforma

Ricavi
27.726 vs 25.758, +7,6%

Ebitda
2.618 vs  1.866, +40,3%

Utile netto
786 vs 122, +544,3%

Nel corso del primo semestre 2018 si è conclusa l’operazione di reverse takeover con Co.Stamp srl.

Questa operazione ha consentito la creazione di un primario operatore internazionale integrato, attivo nell'ingegnerizzazione, produzione e vendita di stampi per la pressofusione di alluminio e magnesio, conchiglie e casse d’anima per fusioni in ghisa e alluminio (processi a gravità e bassa pressione) e stampi per materiali plastici.

Marco Corti, Presidente e Amministratore delegato di Costamp Group:

"Siamo estremamente soddisfatti dei risultati del primo semestre che confermano l’ottimo posizionamento del nostro Gruppo a livello internazionale.

Nel 2018 proseguirà il nostro percorso di integrazione e consolidamento operativo. 

In particolare attraverso la fusione per incorporazione di Costamp Tools in Costamp Group, realizzeremo un’unica struttura societaria razionalizzata che consentirà un maggiore efficientamento dei costi e la creazione di valore per la società e gli azionisti."

✅ Costamp Group 
✔ Prezzo 3,42 € 
✔ PE 12m 38,6 
✔ PB  4,90 
✔ Fair Value 2,75 € 
✔ Rendimento implicito 6,6% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Neodecortech, risultati in linea con le aspettative

Neodecortech, società quotata all'AIM Italia e operante nella produzione di carte decorative per interior design, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
62.286 vs 58.071, +7,3%

Ebitda
8.177 vs 6.891, +18,7%

Utile netto
2.717 vs 2.085, +30,3%

Debiti finanziari netti
53.179 vs 46.911 al 31 dicembre 2017, +13,4%

L’AD Luigi Cologni ha dichiarato:

"I dati adjusted di ebitda e utile netto del semestre confermano che la gestione è correttamente orientata al raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo dati in termini di remedy shares:
  • Ebitda almeno 17 mln di euro, 
  • Utile netto almeno 7 mln di euro.
I dati del terzo trimestre, ormai chiuso, e le prospettive per l’ultima parte dell’anno ci confortano nel sostenere che quanto previsto nelle analisi delle ricerche degli analisti indipendenti si confermerà."

✅ Neodecortech 
✔ Prezzo 3,79 € 
✔ PE 12m 7,0 
✔ PB  0,86 
✔ Fair Value 4,03 € 
✔ Rendimento implicito 13,0% 
✔ Rating A - VALUE 

CdR Advance Capital, i non performing loan portano utile

CdR Advance Capital, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore delle special situation aziendali concentrandosi nelle attività distressed, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi, proventi operativi e variazioni delle rimanenze
6.436 vs 4.289, +50,0%

Utile netto di gruppo
1.119 vs 1.032, +8,4%

Nel semestre il gruppo ha sviluppato con regolarità la propria attività proseguendo nel processo di valorizzazione degli investimenti perfezionati in passato e, al contempo, avviandone di nuovi.

In particolare, ha intensificato l’acquisto di crediti non performing, al fine di procedere alla successiva valorizzazione dei relativi beni cauzionali, e/o all’acquisto diretto di asset nell’ambito di processi di ristrutturazione e ciò con l’intento di sfruttare il favorevole momento di mercato di riferimento.

✅ CdR Advance Capital 
✔ Prezzo 1,01 € 
✔ PE 12m 7,0 
✔ PB  0,67 
✔ Fair Value 1,07 € 
✔ Rendimento implicito 11,7% 
✔ Rating A - VALUE 

Leone Film, ottimi risultati semestrali

Leone Film Group, società quotata all'AIM Italia, attive nella produzione e distribuzione di film e prodotti audiovisivi, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
42.513 vs 30.127, +41,1%

Ebitda
9.234 vs 11.239, -17,8%

Utile netto
2.647 vs 1.256, +110,7%

Debiti finanziari netti
mln di euro
39,9 vs 40,5 al 31 dicembre 2017, -1,5%

La crescita della produzione ha più che compensato il calo dell’attività di distribuzione.

✅ Leone Film Group 
✔ Prezzo 4,86 € 
✔ PE 12m 10,9 
✔ PB  1,73 
✔ Fair Value 3,46 € 
✔ Rendimento implicito 14,6% 
✔ Rating A - VALUE 

Bomi Italia, risultati in linea col business plan

Bomi Italia, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della logistica biomedicale, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
 62.015 vs 58.528, +6,0%

Ebitda
4.735 vs  5.154, -8,1%

Utile netto
1.171 vs 965, +21,3%

✅ Bomi Italia 
✔ Prezzo 2,78 € 
✔ PE 12m 13,4 
✔ PB  4,18 
✔ Fair Value 3,46 € 
✔ Rendimento implicito 14,6% 
✔ Rating A - VALUE 
Scheda di presentazione 

SITI-B&T Group, semestrale sotto tono

SITI-B&T Group, società quotata all'AIM Italia, produttore di impianti completi per l’industria ceramica, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
79.696 vs 91.019, -12,4%

Ebitda
2.347 vs 3.064, -23,4%

Perdita netta di gruppo
-1.245 vs -1.808-31,1%

Debiti finanziari netti
51.686 vs 33.570 al 31 dicembre 2017, +54,0%

Prevedibile evoluzione dell’attività
Il livello del portafoglio ordini e l’introduzione dei nuovi prodotti rendono ragionevolmente conseguibile un incremento dei volumi dei ricavi di vendita per il 2018 rispetto al precedente esercizio.

✅ SITI-B&T Group 
✔ Prezzo 6,24 € 
✔ PE 12m 9,9 
✔ PB  1,00 
✔ Fair Value 6,61 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Digital Magics, warrant 2017-22 esercitabili a 6,35 euro fino al 31 ottobre

Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia, rende noto che dal 1 ottobre 2018 si aprirà il periodo di esercizio dei “Warrant Digital Magics S.p.A. 2017 – 2022”, codice ISIN n. IT0005253247.

I portatori dei warrant potranno richiederne l’esercizio a decorrere dal 1 ottobre 2018 e fino al 31 ottobre 2018, termini iniziale e finale compresi, nei giorni di mercato aperto.

I warrant danno diritto di sottoscrivere azioni ordinarie Digital Magics di nuova emissione, ammesse alla quotazione sull’Aim Italia, aventi godimento regolare e con le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie Digital Magics in circolazione.

Per ogni warrant esercitato viene emessa una nuova azione.

Le richieste di sottoscrizione dovranno essere presentate all’intermediario aderente al sistema di amministrazione accentrata di Monte Titoli S.p.A. presso il quale i warrant sono depositati, senza aggravio di spese.

Il prezzo di esercizio dei warrant è  pari a 6,35 euro per ciascuna nuova azione e dovrà essere integralmente versato all’atto della presentazione della richiesta.

Il prezzo corrente del titolo è di 6,76 euro.

✅ Digital Magics 
✔ Prezzo 6,74 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 2,73  
✔ Fair Value 6,38 € 
✔ Rendimento implicito -,-% 
✔ Rating P - PATRIMONIALE 

Health Italia, lo sviluppo intacca la redditività

Health Italia, società quotata all'AIM Italia, che opera nel mercato della sanità integrativa e sostitutiva, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
13.291 vs 10.633, +25,0%

Ebitda
2.349 vs 2.750, -14,6%

Utile netto
33 vs 1.225, -1.192

Debiti finanziari netti
4.395 vs 1.413, +2.982

La riduzione dell'ebitda deriva dall'acquisizione di nuove società e dall’avvio di nuove attività che, come previsto nel piano industriale, nella fase di start-up si trovano ad avere ricavi non ancora sufficienti a coprire i costi.

✅ Health Italia 
✔ Prezzo 5,38 € 
✔ PE 12m 16,8 
✔ PB  2,71 
✔ Fair Value 5,14 € 
✔ Rendimento implicito 12,6% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Somec, semestrale col vento in poppa

Somec, società quotata all'AIM Italia e specializzata in grandi progetti di involucri vetrati ad alto contenuto ingegneristico, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
77.832 vs 25.735, +202,4%

Ricavi adjusted
77.832 vs 45,410 , +71,4%
Il 2017 include i risultati di Fabbrica LLC, acquisita nel 2018, per consentire di comparare meglio i due esercizi.

Ebitda
7.783 vs 3.466, +124,6%

Ebitda adjusted
7.783 vs 4,491, +73,3%
Il 2017 include i risultati di Fabbrica LLC.

Utile netto
683 vs 476, +43,4%

Debiti finanziari netti
21.769 vs 45.311, -52,0%

Nei primi sei mesi del 2018 il gruppo ha siglato nuovi ordini per un ammontare di 74,8 mln di euro, registrando un backlog complessivo al 30 giugno 2018 di 433 mln di euro.

Il 10 marzo 2018 Somec ha acquisito una quota di controllo pari al 50,9% di Fabbrica LLC, società statunitense attiva nella progettazione e produzione di facciate vetrate per grandi progetti architettonici in ambito civile,

Il prezzo è stato superiore a 8 mln di euro.

Il 14 maggio 2018 Somec ha iniziato le negoziazioni all'AIM Italia.

Il collocamento istituzionale ha riguardato 1.723.100 azioni e il flottante sul mercato risulta pari a circa il 25% del capitale sociale.

L’ammontare complessivo della raccolta si attesta a circa 31 mln di euro, corrispondente ad un prezzo di emissione di 18 euro per azione.

✅ Somec 
✔ Prezzo 17,29 € 
✔ PE 12m 12,0 
✔ PB  3,75 
✔ Fair Value 22,4 € 
✔ Rendimento implicito 15,5% 
✔ Rating A - VALUE 

Expert System, ebitda positivo e fatturato in crescita

Expert System, società quotata all'AIM Italia, e attiva nel software del cognitive computing e della text analytics, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
12.864 vs 8.442, +52,4%

Ebitda
70 vs -3.982+4.052

Utile netto
-3.745 vs -7.633+3.888

Debiti finanziari netti
9.961 vs 8.789, +13,3%

La dichiarazione di Stefano Spaggiari, Amministratore delegato di Expert System:

"Gli eccellenti risultati del primo semestre 2018 confermano l’unicità, l’efficacia e l’utilità delle soluzioni basate su Cogito, adottate da un numero sempre crescente di clienti in Europa e negli Stati Uniti per l’automazione dei processi e per ogni necessità di information intelligence.

La crescita dei ricavi è stata molto superiore a quella del mercato di riferimento e il fortissimo miglioramento dei margini testimonia il grande guadagno di efficienza all’interno di tutte le funzioni del gruppo.

Expert System è di riferimento per tutte le aziende che vogliano iniziare o continuare il loro percorso di applicazione dell’Artificial Intelligence a un numero sempre crescente di processi e attività.

La crescita della componente delle licenze recurring contro quelle perpetual è un altro elemento molto significativo da sottolineare.

Le licenze recurring, che hanno raggiunto il 79% delle totali, garantiscono la fidelizzazione dei clienti e una maggiore prevedibilità dei ricavi futuri.

Il forte miglioramento dei margini ci ha permesso di realizzare un Ebitda positivo già in questa prima parte dell’anno.

Siamo molto ottimisti sui risultati dell’anno in corso e del prossimo anno, grazie al potenziamento della nostra struttura organizzativa e dell’offerta commerciale nonché al consolidamento di partnership con realtà leader di mercato.

I riconoscimenti ottenuti a livello mondiale nel primo semestre confermano la nostra leadership per
tecnologia e soddisfazione del cliente.

Expert System punta a ad aumentare il numero dei clienti multinazionali di grandi dimensioni e agenzie governative europee e statunitensi. 

La quota di ricavi derivanti dall’estero, che si attesta a 6,9 mln  di euro, è pari al 54% del totale, di cui il 36% conseguito in Europa e il 18% in USA."

✅ Expert System 
✔ Prezzo 1,24 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB  2,72 
✔ Fair Value 0,934 € 
✔ Rendimento implicito 1,7% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO