sabato 8 dicembre 2018

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 07 dicembre 2018

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 07 dicembre 2018

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 13,10 (precedente 12,33)
P/E [utile corretto]: 13,06 (precedente 13,03)
E/P [1 / 13,06]: 7,66% (precedente 7,67%)
Equity cost: 11,57% (precedente 11,59%)
Inflazione prevista: 1,85% (precedente 1,83%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,57% - 7,66%]: 3,91% (precedente 3,92%)
Tasso di crescita reale [3,91% - 1,85%]: 2,06% (precedente 2,09%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 11,57%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 07 dicembre 2018

Rendimento Implicito indice: AIM Italia Investable 11,57% (- 0,02%)
Stima aggiornata al 07-12-2018 (mediana)

Rendimento Implicito indice: FTSE MIB 10,39% (+ 0,11%)
Stima aggiornata al 07-12-2018 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml


Premio di rendimento AIM Italia vs. MIB: 1,18% (- 0,13%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 07 dicembre 2018
Indice: AIM Italia Investable, 8.535,87 (- 1,26%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.563,81 (- 2,79%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato e non corrisponde al rendimento atteso né al rendimento richiesto.

Redazione Aim Italia News

venerdì 7 dicembre 2018

AIM Italia Investable Index 07-12-2018

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -1,26% 8.535,87 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è sceso nella settimana del -2,79% a 8.563,81 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è sceso nella settimana del -3,19% a 87,41 punti.

20 titoli su 68 (29%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Renergetica +22,07%
  • Culti Milano +8,45%
  • Neodecortech +5,30%
  • Alkemy +4,02%
  • Abitare In +3,75%
I risultati peggiori della settimana:
  • Alfio Bardolla Training Group -20,44%
  • Grifal -9,47%
  • Italian Wine Brands -8,62%
  • Portobello -7,19%
  • Bio-on -6,58%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 07-12-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,07% 8.563,81 punti.

35 titoli su 113 (31%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Prismi: 12,15%
  • Renergetica: 11,44%
  • Net Insurance: 7,23%
  • Bomi Italia: 5,46%
  • Lucisano Media Group: 4,11%
I risultati peggiori della giornata:
  • Visibilia Editore: -9,63%
  • Alfio Bardolla Training Group: -9,38%
  • Caleido Group: -5,00%
  • Cellularline: -3,14%
  • Illa: -2,96%

Redazione Aim Italia News

Energica Motor Company, nuovo concessionario tedesco

Energica Motor Company, società quotata all'AIM Italia, costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, continua l’espansione commerciale in Germania.

Il nuovo concessionario è la società Alwin Otten GmbH, presente con un punto vendita nella città di Meppen, in Bassa Sassonia, che si colloca in posizione intermedia tra i concessionari presenti nel vicino mercato olandese e nell’area metropolitana di Hannover.

“Siamo fieri di ricevere sempre più conferme in Germania e di poter continuare il nostro percorso di affermazione all’interno del territorio” afferma Livia Cevolini, ceo di Energica Motor Company.

“Secondo i dati divulgati da Nationale Plattform Elektromobilität gli investimenti tedeschi sulla mobilità elettrica vedranno aumentare i punti di ricarica da 7.100 a 70.000 entro il 2020”.

Net Insurance, contratto di distribuzione con Sparkasse

Net Insurance, società assicurativa e riassicurativa, e la spac Archimede, entrambe quotate all'AIM Italia e che a breve si fonderanno, informano che il gruppo Net Insurance ha raggiunto un accordo con la Cassa di Risparmio di Bolzano.

L'accordo, di durata decennale, prevede la distribuzione esclusiva di polizze rami danni non-auto, protezione, salute, credito e personal protection insurance sia per la clientela privata sia per la clientela imprese, attraverso gli oltre 100 sportelli della banca.

La Cassa di Risparmio di Bolzano è la prima banca in Alto Adige.

Gerhard Brandstätter, presidente di Sparkasse
Gerhard Brandstätter,
presidente di Sparkasse
Gerhard Brandstätter, presidente di Sparkasse ha dichiarato:

“Il Consiglio di amministrazione ha individuato fra le linee guida dei piani di crescita, lo sviluppo del settore assicurativo.

Crediamo che le capacità già acquisite e gli investimenti programmati rafforzeranno il ruolo di Sparkasse quale banca innovativa e vicina alle esigenze della clientela.”

Andrea Battista, amministratore delegato di Net Insurance e presidente esecutivo e fondatore di Archimede ha dichiarato:

"L'avventura di Net Insurance nel mondo della bancassicurazione inizia in linea con le migliori aspettative.

"Sono orgoglioso della fiducia accordataci dalla Cassa di Risparmio di Bolzano, i cui vertici ringrazio.

Il processo competitivo - iniziato nel mese di luglio - ci ha visti contrapposti ai colossi del mondo assicurativo e siamo lieti che la compagine societaria, i piani e i prodotti di Net Insurance abbiano incontrato la fiducia e l'apprezzamento di un così importante istituto bancario.

Siamo già al lavoro - ha concluso Battista - per sviluppare tutti gli aspetti di questa partnership strategica di lungo termine, che nasce in piena coerenza con il nostro piano industriale, dove lo sviluppo della bancassicurazione danni è uno dei pilastri fondamentali".

Clabo emette nuovi warrant

Clabo, società quotata sull'AIM Italia, che opera nel settore delle vetrine espositive professionali, comunica l'ammissione a negoziazione dei nuovi warrant Clabo 2018-2021.

I warrant sono stati assegnati gratuitamente ai sottoscrittori dell’aumento di capitale deliberato il 5 ottobre 2018.

Servono 2 nuovi warrant per sottoscrivere 1 nuova azione.

Sono stati emessi finora 226.900 warrant.

I warrant sono negoziabili dal 10 dicembre 2018.

Periodi e prezzi di conversione
  • 1-15 luglio 2019 a 3,00 euro
  • 1-15 luglio 2020 a 3,60 euro
  • 1-15 luglio 2021 a 4,14 euro

✅ Clabo 
✔ Prezzo 1,75 € 
✔ PE 12m 7,7 
✔ PB 0,79 
✔ Fair Value 1,84 € 
✔ Rendimento implicito 11,4% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Expert System: grandissimo fermento attorno al settore AI

Intervista a Stefano Spaggiari, amministratore delegato di Expert System, società quotata all'AIM Italia, e attiva nel software del cognitive computing e della text analytics.

Il manager della società presenta l'azienda e traccia le linee guida per il prossimo futuro.


Fonte: www.money.it, durata 3:10.

✅ Expert System 
✔ Prezzo 1,23 € 
✔ PE 12m 59,1 
✔ PB 2,84 
✔ Fair Value 0,988 € 
✔ Rendimento implicito 6,2% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

giovedì 6 dicembre 2018

Ftse Aim Italia 06-12-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -1,39% 8.569,76 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 11.164.224 euro.

8 titoli su 113 (7%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Renergetica: 6,35%
  • Culti Milano: 3,23%
  • Health Italia: 1,79%
  • Gabelli Value for Italy: 1,10%
  • Gruppo Green Power: 0,62%
I risultati peggiori della giornata:
  • Dominion Hosting Holding: -7,63%
  • Alfio Bardolla Training Group: -7,51%
  • Visibila Editore: -6,62%
  • Agatos: -6,47%
  • SosTravel: -5,37%

Redazione Aim Italia News

Safe Bag sul Sole 24 ore

Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento a, firma di Valeria Novellini, su Safe Bag, società quotata all'AIM Italia, attiva nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali.

✅ Safe Bag 
✔ Prezzo 4,00 € 
✔ PE 12m 16,9 
✔ PB 2,09 
✔ Fair Value 3,73 € 
✔ Rendimento implicito 9,2% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Vetrya investe 1 mln di euro in Neosperience

Vetrya, società quotata all'AIM italia, che opera nello sviluppo di servizi digital, applicazioni e soluzioni broadband, intende creare una partnership operativa e strategica con Neosperience, PMI innovativa italiana che opera come software vendor nel settore della digital customer experience, attualmente in roadshow finalizzato alla quotazione sull'AIM Italia.

Vetrya, in qualità di cornerstone investor, ha manifestato la volontà di sottoscrivere in fase di collocamento per l’IPO una partecipazione di rilievo di Neosperience, con un investimento pari a circa 1 mln di euro, a supporto del piano di crescita dell’azienda quotanda.

 A fronte di detto investimento i soci fondatori di Neosperience, Dario Melpignano e Luigi Linotto, si sono dichiarati disponibili a convocare entro 45 giorni dall’inizio delle negoziazioni l’assemblea ordinaria dei soci per l’ampliamento del consiglio di amministrazione con la nomina di due consiglieri indicati da Vetrya.

Luca Tomassini, presidente di Vetrya
Luca Tomassini,
presidente di Vetrya
Luca Tomassini, presidente di Vetrya ha dichiarato:

“Riteniamo che i progressi compiuti in ambito tecnologico dall’intelligenza artificiale e dal machine learning contribuiranno a modificare profondamente le nostre vite.

Noi di Vetrya consideriamo una nostra responsabilità investire in tecnologie inspirate dall’uomo e potenziate dalle macchine.

Neosperience ha dimostrato la capacità di saper innovare nella convergenza tra big data e intelligenza artificiale e non vediamo l’ora di poter collaborare con loro.

Siamo certi che insieme riusciremo a creare innovazione di valore per noi e per i nostri clienti”.

“Si tratta di una partnership che permetterà ad entrambe le aziende di rafforzare in maniera sinergica la propria offerta: da un lato Vetrya vedrà potenziata, tramite Neosperience Cloud, la capacità di servire al meglio i suoi clienti, offrendo loro contenuti personalizzati.

Al contempo Neosperience sarà avvantaggiata da una significativa accelerazione nella diffusione a livello globale della propria piattaforma sfruttando strategicamente i mercati in cui Vetrya è già presente.

Oggi vediamo in questa intesa un grande potenziale, anche in considerazione del valore aggiunto che insieme possiamo creare attraverso il network delle società partecipate, in particolare nei settori dell'insuretech e della blockchain” ha aggiunto Dario Melpignano, presidente di Neosperience.

✅ Vetrya 
✔ Prezzo 6,06 € 
✔ PE 12m 12,5 
✔ PB 2,06 
✔ Fair Value 6,20 € 
✔ Rendimento implicito 11,6% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Cover 50, crescita stabile nei primi 9 mesi

Cover 50, società quotata all'AIM italia, che opera nel settore dell’abbigliamento, segmento dei pantaloni “alto di gamma”, ha diffuso alcuni dati relativi ai primi 9 mesi dell'anno.

Bilancio consolidato primi 9 mesi
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
24.697 vs 23.279, +6,1%

Ebitda
6.600 vs  6.297, +4,8%

Il 53% delle vendite è di provenienza estera.

Lo sviluppo del mercato americano è un elemento cardine nel percorso di crescita definito nel piano strategico, destinato ad affiancare i mercati internazionali principali sui quali opera attualmente la società, quali il Giappone e l’Europa.

Il fatturato di PT USA Corp. previsto per il 2018 è di circa 3 mln di euro, in crescita del 22,0% rispetto ai 2,46 mln di euro del 2017.

Joint Venture di Enertonica con Power Construction Corporation of China

Enertronica, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, ha sottoscritto un accordo di Joint Venture commerciale con Power Construction Corporation of China per la partecipazione ad un tender internazionale relativo alla costruzione chiavi in mano di una centrale fotovoltaica in America Latina da circa 200MW.

L’accordo si inserisce nel nuovo modello di business del gruppo che prevede una maggiore focalizzazione sul prodotto e sulle attività di costruzione associate alla fornitura di inverter e di tracker fotovoltaici.

L'appalto dovrebbe essere aggiudicato, per un importo orientativo superiore ai 120 mln di dollari, nel corso del 2019.

L’accordo prevede che circa il 30% delle attività e delle forniture, tra cui l’ingegneria il project management e la fornitura di inverter siano di competenza del Gruppo Enertronica, mentre saranno di competenza di PowerChina la fornitura della rimanente componentistica – tra cui i moduli fotovoltaici- oltre che tutta la struttura finanziaria dell’operazione.

PowerChina ha un fatturato di circa 50 mld di dollari ed è il 5° gruppo al mondo nel settore delle costruzioni, con un modello integrato verticalmente  che fornisce investimenti e finanziamenti, progettazione e ingegneria, costruzione, produzione di attrezzature e operations nel settore delle energie rinnovabili e delle infrastrutture.

Portobello: margini di crescita a doppia cifra anche nel 2019

Intervista a Roberto Panfili, coo di Portobello, società quotata sull'AIM Italia, proprietaria della omonima catena retail e attiva nel barter (baratto) pubblicitario.

Il manager della società presenta l'azienda e traccia le linee guida per il prossimo futuro.


Fonte: www.money.it, durata 1:28.

✅ Portobello 
✔ Prezzo 3,26 € 
✔ PE 12m 7,3 
✔ PB 2,16 
✔ Fair Value 5,42 € 
✔ Rendimento implicito 14,8% 
✔ Rating A - VALUE 

mercoledì 5 dicembre 2018

Neosperience comunica la pre-ammissione in AIM Italia

Neosperience, impresa software attiva nel settore della Digital Customer Experience, annuncia di avere presentato a Borsa Italiana la comunicazione di pre-ammissione, funzionale all’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sul mercato Aim Italia.

E' attualmente in corso il roadshow della società.

Il collocamento avverrà integralmente in aumento di capitale.

Ftse Aim Italia 05-12-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,81% 8.690,15 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 7.184.120 euro.

29 titoli su 113 (26%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Dominion Hosting Holding: 9,26%
  • Kolinpharma: 6,32%
  • SosTravel: 5,18%
  • SCM SIM: 4,55%
  • Alfio Bardolla Training Group: 4,22%
I risultati peggiori della giornata:
  • Caleido Group: -11,22%
  • Visibilia Editore: -8,48%
  • Cft: -7,81%
  • Italian Wine Brands: -5,43%
  • Cellularline: -5,29%

Redazione Aim Italia News

Modifica dell'indice AIM Italia Investable: Capital for Progress 2

Il 3 dicembre 2018 Capital for Progress 2 ha comunicato il recesso del 57% delle azioni ordinarie nell'operazione di business combination con ABK, le precedenti previsioni degli analisti finanziari riguardanti la prospettata fusione non risultano quindi più attuali.

Logo AIM Italia InvestableLa società esce, a partire da venerdì 7 dicembre 2018, dal paniere dell'indice AIM Italia Investable.

Diventano quindi 66 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 113 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

Notorious Pictures: tante opportunità dalla rivoluzione digitale globale

Intervista a Guglielmo Marchetti, presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures, società quotata sull'AIM Italia, che opera nella produzione, acquisizione e commercializzazione di diritti di film.

Il manager della società presenta l'azienda e traccia le linee guida per il prossimo futuro.


Fonte: www.money.it, durata 2:57.

✅ Notorious Pictures 
✔ Prezzo 3,32 € 
✔ PE 12m 14,6 
✔ PB 3,13 
✔ Fair Value 3,10 € 
✔ Rendimento implicito 11,9% 
✔ Rating A - VALUE 

martedì 4 dicembre 2018

Ftse Aim Italia 04-12-2018

Il FTSE AIM Italia scende del -0,57% 8.761,34 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 7.907.720 euro.

19 titoli su 113 (17%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Renergetica: 8,22%
  • Enertronica: 5,56%
  • Culti Milano: 3,33%
  • Askoll EVA: 3,28%
  • CFT: 3,23%
I risultati peggiori della giornata:
  • Visibilia Editore: -8,33%
  • Alfio Bardolla Training Group: -7,47%
  • Caleido Group: -5,31%
  • CdR Advance Capital: -4,88%
  • Energica Motor Company: -4,65%

Redazione Aim Italia News

Safe Bag, pubblicato studio societario

Studio societario di UBI Banca su Safe Bag
Studio societario di
UBI Banca su Safe Bag
UBI Banca ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Safe Bag (14 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 44,2 mln di euro nel 2018 (+44,9% rispetto al 2017), 53,7 mln di euro nel 2019.

L'utile netto previsto è di 2,58 mln di euro nel 2018 (+42,5% rispetto al 2017), 3,64 mln di euro nel 2019.

L'utile per azione previsto è di 0,166 euro nel 2018 (0,117 euro nel 2017) e 0,235 euro nel 2019.

Il prezzo corrente del titolo è 4,14 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 24,9 sugli utili del 2018 e 17,6 sugli utili del 2019.

UBI Banca attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 6,44 euro (precedente 5,93), con un premio del 56% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,73 euro per azione, con un rendimento implicito del 9,2%.

Il nostro rating è C1 - SPECULATIVO.

Redazione Aim Italia News

✅ Safe Bag 
✔ Prezzo 4,14 € 
✔ PE 12m 17,5 
✔ PB  2,17 
✔ Fair Value 3,73 € 
✔ Rendimento implicito 9,2% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Energica Motor Company emette la seconda tranche del prestito a conversione obbligatoria

Energica Motor Company, società quotata all'AIM Italia, costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, comunica di avere emesso a favore di Atlas Special Opportunities la seconda tranche del prestito obbligazionario a conversione obbligatoria (Structured Pipe) come da contratto concluso tra Energica, Atlas Special Opportunities e Atlas Capital Markets.

La seconda tranche è composta da 50 obbligazioni del valore di 20.000 euro ciascuna, per un controvalore complessivo pari a 1 mln di euro

Inizio conversione prima tranche
La società comunica inoltre di aver ricevuto da parte di Atlas Special Opportunities, una richiesta di conversione di parte della prima tranche del prestito obbligazionario, emessa il 26 settembre 2018.

Vengono quindi convertite 5 obbligazioni per un importo complessivo di 100.000 euro.

Il prezzo di conversione è di 2,2784 euro per azione, con uno sconto del 11,0% sul prezzo corrente di 2,56 euro dell'azione Energica.

Le nuove azioni ordinarie sottoscritte sono 43.890, pari allo 0,29% del capitale sociale post conversione.

Successivamente alla conversione e in relazione alla prima tranche, risulteranno ancora da convertire 5 obbligazioni.

Structured pipe
Complessivamente sono previste 5 tranche, per complessivi 5 mln di euro di finanziamento.

Ricordiamo che il contratto sottoscritto da Energica Motor non può essere considerato finanziamento a titolo di debito, anche se prevede l'emissione di obbligazioni, visto l'obbligo di loro conversione in azioni.

Va piuttosto inquadrato come sottoscrizione anticipata di nuove azioni, che verranno emesse a scaglioni entro 45 mesi dalla data di stipula.

Prismi: forniamo supporto alla digitalizzazione delle PMI italiane

Intervista a Alessandro Firpo, business development manager di Prismi, società quotata all'AIM Italia che opera nei servizi di digital marketing e posizionamento sui motori di ricerca.


Fonte: www.money.it, durata 3:07.

✅ Prismi 
✔ Prezzo 2,23 € 
✔ PE 12m 23,6 
✔ PB 3,96 
✔ Fair Value 2,03 € 
✔ Rendimento implicito 10,7% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

lunedì 3 dicembre 2018

I recessi affossano la fusione Capital For Progress 2 - ABK

La spac Capital For Progress 2 comunica che al termine del periodo di esercizio del diritto di recesso relativo alla delibera assembleare del 2 ottobre riguardante l’approvazione del progetto di  fusione della spac con ABK  Industrie Ceramiche Group S.p.A., sono stati validamente esercitati recessi per complessive 3.729.949 azioni ordinarie, pari al 57,38 % circa delle azioni ordinarie.

Si  procederà  quindi all’offerta delle azioni agli azionisti della società diversi da coloro che abbiano esercitato il diritto di recesso, in proporzione al numero di azioni dagli stessi possedute.

Si ricorda che la delibera che ha approvato la fusione è soggetta alla condizione risolutiva rappresentata dal fatto che il  procedimento di liquidazione dei soci recedenti sia stato completato mediante rimborso o annullamento di un numero di azioni pari o superiore al 30% del capitale sociale.

Ftse Aim Italia 03-12-2018

Il FTSE AIM Italia sale del +0,02% 8.811,33 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 9.557.953 euro.

32 titoli su 113 (28%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Clabo: 6,86%
  • Neodecortech: 5,94%
  • Cellularline: 4,29%
  • Circle: 4,04%
  • Alkemy: 3,81%
I risultati peggiori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: -6,76%
  • SosTravel: -6,56%
  • Siti B&T Group: -5,80%
  • Notorious Pictures: -5,07%
  • Portobello: -4,90%

Redazione Aim Italia News

A monte la fusione IdeaMI - Agrati

Si è tenuta in seconda convocazione l'assemblea straordinaria  di IdeaMI, spac quotata all'AIM Italia, per deliberare in merito al progetto di fusione con Agrati.

All'assemblea hanno partecipato soci titolari del 37,83% del capitale sociale: il 26,08 ha votato si, lo 0,04% ha votato no e il 11,70% si è astenuto.

Alla luce del mancato raggiungimento del quorum deliberativo di legge, il progetto di fusione e la conseguente Business Combination non risulta approvato.

In conseguenza di ciò non sorge per gli azionisti il diritto di recesso ai sensi di legge e di statuto.

Il consiglio di Amministrazione ritiene che il mancato raggiungimento del quorum deliberativo sul progetto di fusione sia legato alla contingente situazione dei mercati finanziari nonché al recente andamento del mercato italiano del settore mid cap e si si riserva di valutare le varie opzioni nell’ambito della propria mission societaria.

Modifica dell'indice AIM Italia Investable: Alfio Bardolla Training Group

Il 30 novembre 2018 Alfio Bardolla Training Group ha emesso un profit warning per il quale le precedenti previsioni degli analisti finanziari risultano non più attuali.

Logo AIM Italia InvestableLa società esce, a partire da venerdì 7 dicembre 2018, dal paniere dell'indice AIM Italia Investable, in attesa di uno studio aggiornato del titolo per potervi rientrare.

Diventano quindi 67 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 113 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

Classifica dei principali investitori istituzionali su AIM Italia

Investitore istituzionale - Investimento, in mln di euro(N. società partecipate)
Veicolo d'investimento

1. Banca Mediolanum SpA 96,9 (55)
Mediolanum Gestione Fondi SGRpA

2. Julius Bar Gruppe AG 82,3 (25)
Kairos Partners SGR SpA 

3. MOMentum Alternative Investments SA 49,8 (20)

4. Anima Holding SpA 47,5 (22)
ANIMA Sgr SpA 45,9 (21)
Aletti Gestielle SGR SpA 1,6 (3)

5. Arca Holding SpA 45,8 (32)
Arca Fondi SGR SpA 

6. Azimut Holding SpA 34,0 (30)
Azimut Capital Management SGR SpA 28,8 (23)
AZ Swiss & Partners SA 3,4 (6)
Compagnie de Gestion Privee Monegasque SAM 1,7 (8)

7. Algebris Investments 33,3 (26)

8. Nextam Partners SGR SpA 30,4 (19)
 Nextam Partners SGR SpA 

9. Carthesio Holding S.A. 25,9 (17)
Carthesio SA 

10. Intesa Sanpaolo SpA 25,4 (34)
Eurizon Capital SGR SpA 8,9 (10)
Fideuram Investimenti SGR SpA 7,9 (22)
Intesa Sanpaolo Private Banking SpA 4,6 (1)
Lux Gest Asset Management SA 3,9 (8)

11. Government of Norway 25,2 (6)
Norges Bank Investment Management 

12. Copernicus Asset Management 20,6 (25)

13. Patrimony 1873 SA 18,9 (25)

14. FIL Ltd. 18,5 (5)
FIL Investments International (Italy) 

15. SAS Rue la Boetie 18,0 (10)
Amundi SGR SpA 17,1 (10)
Amundi Ireland Ltd. 1,0 (1)

16. First Capital 15,0 (18)

17. Banca Finnat Euramerica SpA 14,9 (101)

18. AcomeA SGR SpA 12,6 (25)

19. Assicurazioni Generali SpA 11,7 (23)
BG Fund Management Luxembourg SA 10,8 (22)
Generali Investments Europe SpA SGR (France) 0,9 (1)

20. ZENIT SGR SpA 11,1 (25)
ZENIT SGR SpA   

Fonte: Osservatorio AIM di IR Top Consulting, elaborazione su dati Factset e Società al 12 novembre 2018.

Spaxs chiede a Consob e Borsa Italiana il passaggio sull'MTA

Spaxs, spac quotata all'AIM Italia, e Banca Interprovinciale comunicano di avere depositato in Consob la richiesta di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato Telematico Azionario delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione di illimity, quale società risultante dalla prospettata fusione per incorporazione di Spaxs in Banca Interprovinciale.

Contestualmente è stata presentata in Borsa Italiana la domanda di ammissione alla quotazione di tali  strumenti finanziari sull’MTA, nonché la domanda di revoca dalle negoziazioni su AIM Italia degli strumenti finanziari di Spaxs che si verificherà nel contesto della fusione e quotazione di illimity.

La quotazione sull’MTA completerà il processo di Business Combination avviato da Spaxs lo scorso aprile con la sottoscrizione dell’accordo che ha portato all’acquisto di circa il 99,2% del capitale sociale di Banca Interprovinciale, operazione già approvata dall’Assemblea di Spaxs dell’8 agosto scorso e perfezionata lo scorso 20 settembre.

✅ illimity Bank (Spaxs) 
✔ Prezzo 7,58 € 
✔ PE 12m 26,8 
✔ PB 0,85 
✔ Fair Value 9,29 € 
✔ Rendimento implicito 13,4% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

axélero commissariata

axélero, società quotata all'AIM Italia, che offre soluzioni di digital marketing per le PMI, rende noto che il Tribunale di Milano ha concesso termine alla società fino al 28.01.2019 per la presentazione di una proposta definitiva di concordato preventivo o di una domanda di omologa di accordi di ristrutturazione dei debiti.

Il tribunale ha contestualmente nominato un commissario giudiziale e fissato termine sino al 28 dicembre 2018 per il deposito di una situazione finanziaria aggiornata unitamente ad una breve relazione informativa ed esplicativa sullo stato di predisposizione della proposta definitiva.

Ftse Aim Italia settimana 30-11-2018

Il FTSE AIM Italia sale in settimana del +0,58% 8.809,59 punti.

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +1,77% a  8.644,82 punti.

Il Controvalore scambiato in settimana è di 37,7 mln di euro.

62  titoli su 113 (55%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia



I risultati migliori della settimana:
  • Gruppo Green Power: 12,41% 
  • Sostravel.com: 12,18% 
  • Blue Financial Communication: 10,31% 
  • Safe Bag: 9,36% 
  • Bomi Italia: 9,13% 
I risultati peggiori della settimana:
  • Culti Milano: -12,94%
  • Visibilia Editore: -10,24%
  • Illa: -8,36%
  • Notorious Pictures: -7,71%
  • Circle: -7,34%

Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

4AIM SICAF: -4,45%

Abitare In: 0,95%
Agatos: 7,81%
Alfio Bardolla Training Group: -0,62%
Alkemy: 2,34%
Alp.I: -0,20%
Ambromobiliare: 0,26%
Archimede: 3,44%
Askoll EVA: 0,98%
Assiteca: 7,33%
axélero: sosp.

BioDue: 2,32%
Bio-on: 2,39%
Blue Financial Communication: 10,31%
Bomi Italia: 9,13%

Caleido Group: 0,00%
Capital For Progress 2: 0,55%
Casta Diva Group: 5,26%
CdR Advance Capital: 6,58%
Cellularline: 2,52%
CFT: -2,81%
Circle: -7,34%
Clabo: 2,94%
Costamp Group: 0,00%
Cover 50: -0,82%
Culti Milano: -12,94%

DBA Group: 1,47%
DHH: 2,86%
Digital Magics: 0,00%
Digital Value: -0,44%
Digital360: 0,00%
DigiTouch: 0,77%

Ecosuntek: 3,81%
Ediliziacrobatica: 0,00%
Elettra Investimenti: 0,63%
Energica Motor Company: -2,96%
Energy Lab: sosp.
Enertronica: -6,35%
EPS Equita PEP 2: 1,06%
Esautomotion: -3,66%
Expert System: 3,29%

Fervi: 0,45%
Fine Foods NTM: 2,79%
Finlogic: 3,02%
Fintel Energia Group: 0,00%
First Capital: -3,70%
FOPE: 6,40%
Frendy Energy: 3,17%

Gabelli Value For Italy: 1,06%
Gambero Rosso: 0,00%
Gel: 0,00%
Giorgio Fedon & Figli: -3,85%
GO Internet: 1,13%
GPI: 0,45%
Grifal: 8,87%
Gruppo Green Power: 12,41%

Health Italia: 5,19%
H-FARM: 6,69%

Icf Group: -4,90%
IdeaMI: -1,86%
Illa: -8,36%
Imvest: -5,26%
Industrial Stars of Italy 3: -0,84%
Iniziative Bresciane: 0,00%
Innovatec: 1,93%
Intred: 2,37%
Italia Independent Group: 6,39%
Italian Wine Brands: 3,14%

Ki Group: 8,70%
Kolinpharma: 4,31%

Leone Film Group: 0,00%
Life Care Capital: -0,65%
Longino & Cardenal: 5,04%
Lucisano Media Group: 5,81%

MailUp: 4,10%
Masi Agricola: 2,21%
Mondo TV France: -0,55%
Mondo TV Suisse: -1,13%
Monnalisa: 3,31%

Neodecortech: 3,25%
Net Insurance: 1,90%
Neurosoft: -5,22%
Notorious Pictures: -7,71%

Orsero: 3,71%

Pharmanutra: 2,29%
PLT Energia: 0,37%
Poligrafici Printing: -1,97%
Portale Sardegna: -3,87%
Portobello: 7,68%
Prismi: -5,35%

Renergetica: 6,17%
Rosetti Marino: 0,00%

S.M.R.E.: 4,36%
Safe Bag: 9,36%
Sciuker Frames: -5,76%
SCM SIM: 0,00%
SG Company: 0,02%
SITI B&T Group: 0,00%
Softec: 0,00%
Somec: 0,63%
Sostravel.com: 12,18%
Spactiv: -0,84%
Spaxs: -1,17%
Sprintitaly: 0,00%

Telesia: 7,79%
TheSpac: -0,03%
TPS: 6,68%

Vei 1: -0,64%
Vetrya: 2,01%
Vimi Fasteners: -0,05%
Visibilia Editore: -10,24%

WIIT: -0,31%
WM Capital: 0,96%

Redazione Aim Italia News

Circle: puntiamo sulla digitalizzazione della Supply Chain

Intervista a Luca Abatello, ceo di Circle, società quotata sull'AIM Italia, specializzata nell’analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione dei settori portuale e della logistica intermodale.

Il manager della società presenta l'azienda e traccia le linee guida per il prossimo futuro.


Fonte: www.money.it, durata 3:23.

✅ Circle 
✔ Prezzo 2,39 € 
✔ PE 12m 11,6 
✔ PB 1,87 
✔ Fair Value 2,42 € 
✔ Rendimento implicito 11,7% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Alfio Bardolla Training Group: responsabilità sociale come vocazione

 Intervista a Alfio Bardolla, fondatore e presidente di Alfio Bardolla Training Group.

Il manager della società presenta l'azienda e traccia le linee guida per il prossimo futuro.


Fonte: www.money.it, durata 3:08.

✅ Alfio Bardolla Training Group 
✔ Prezzo 1,92 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 1,11  
✔ Fair Value -,- € 
✔ Rendimento implicito -,-% 
✔ Rating X - NON VALUTABILE 

Il Wake Up Call dà un pessimo risveglio ad Alfio Bardolla Training Group

Nel 2018 il gruppo buca le previsioni di vendite del 31% e di ebitda del 78%

Alfio Bardolla Training Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della formazione finanziaria personale, rivede al ribasso le stime per il 2018, successivamente alla rilevazione dell’insoddisfacente andamento delle vendite e delle conversioni avvenute durante l’ultimo corso Wake Up Call.

Questi i dati comunicati dalla società:

                             2017     2018     2018
                                      Nuova    Precedente
                                      stima    stima

Fatturato                   9.581     9.800   14.285   -4.485
Ebitda                      1.802       600    2.697   -2.097
Cassa netta (Debiti netti)  1.697      -700    2.354   -3.054

Tale scostamento è dato dai seguenti fattori principali:

Forte calo della percentuale di conversione delle partecipazioni al WUP di ottobre in vendite, stimata ad oggi al 17,5% contro il 35% previsto nell’originario budget.

Alla data dell’approvazione della semestrale i dati gestionali consuntivi della Società mostravano un andamento sostanzialmente in linea con le prospettive dichiarate dal management.

In data 5-6-7 ottobre ha avuto luogo il WUP organizzato dalla società a Milano nel quale la società ha registrato un’affluenza di corsisti alta ed in linea con quanto previsto a budget.

Grafico delle azioni Alfio Bardolla TG dalla quotazione di luglio 2017 ad oggi
Grafico delle azioni Alfio Bardolla TG
dalla quotazione di luglio 2017 ad oggi
Ciò nonostante la stima delle conversioni in vendite dopo circa 8 settimane dall’evento, periodo minimo che la società ritiene necessario per consentire l’attuazione dei piani vendite da parte dei commerciali a seguito dell’evento, mostra alla data odierna un inatteso calo delle conversioni in atto che porta alla presente revisione delle stime fornite.

La struttura commerciale è entrata a regime con un ritardo di almeno 3 mesi rispetto a quanto previsto anche a seguito del ritardo subito sulla consegna dei nuovi uffici.

Lo scostamento rispetto alle previsioni è dovuto principalmente all’aumento dei costi di struttura dimensionati per sostenere un budget dei ricavi di circa 14,285 mln di euro.

In particolare la società ha dovuto sostenere un aumento dei costi diretti ed indiretti di struttura pari a circa 2,4 mln di euro.

Ne deriva che per gli effetto della diminuzione del livello dei ricavi attesi e aumento dei costi di struttura a consuntivo, la nuova stima della PFN (posizione finanziaria netta) peggiora di 3,054 mln di euro.

Alfio Bardolla, fondatore e presidente di ABTG
Alfio Bardolla,
fondatore e presidente di ABTG
Il fondatore Alfio Bardolla afferma quanto segue

“Il rallentamento dell’entrata a regime della forza vendita, il cui processo si è completato solo appena prima del WUP di ottobre, passando da 25 a 38 unità, è stata la principale causa della perdita di fatturato e conseguente impatto sui margini e sulla cassa.

Per il 2019 – continua Bardolla - ci aspettiamo che la nuova struttura commerciale, ormai serenamente a lavoro nei nuovi uffici, il maggior focus del nuovo CFO su processo e cost saving garantiranno un riallineamento dei margini aziendali rispetto a quanto già dimostrato in passato.”

✅ Alfio Bardolla Training Group 
✔ Prezzo 1,92 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 1,11  
✔ Fair Value -,- € 
✔ Rendimento implicito -,-% 
✔ Rating X - NON VALUTABILE 

domenica 2 dicembre 2018

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale

Titolo: La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale
Autore: Anna Lambiase
Pagine: 250
Editore: Franco Angeli
Edizione: 3°, 12 marzo 2018
Isbn: 978-8891768438
Prezzo: 32 euro

Il principale obiettivo di questo volume è fornire un quadro aggiornato di AIM Italia, il mercato azionario di Borsa Italiana dedicato alla crescita delle PMI, alla luce dell'afflusso di risorse derivante dai Piani Individuali di Risparmio (PIR) e degli incentivi alla quotazione delle PMI in termini di credito di imposta dei costi di quotazione introdotti dalla Finanziaria 2018.

AIM Italia ha registrato negli ultimi anni il maggior numero di collocamenti: le novità introdotte hanno creato un contesto favorevole allo sviluppo del mercato, una rinnovata fiducia degli Investitori Istituzionali che ha generato un'elevata domanda di investimento, un miglioramento della liquidità e contestualmente una crescita delle performance del mercato.

Le potenzialità di AIM hanno indotto l'autrice, amministratore delegato di IR Top Consulting, da oltre 20 anni al fianco delle PMI che hanno scelto la Borsa per migliorare la struttura finanziaria e ottenere standing internazionale, a realizzare una approfondita analisi delle fasi del processo, degli attori, dei tempi e dei costi di quotazione.

La raccolta di capitale di rischio richiede un cambiamento culturale dell'imprenditore che consiste nella capacità di gestire il dialogo con gli investitori, in un percorso normato di trasparenza; e ciò vale sia in fase di IPO sia nel nuovo status di azienda quotata.

Dopo una sintesi delle principali fasi del processo, viene fornita una fotografia delle società AIM Italia, in termini di capitali raccolti, risultati economico-finanziari, performance azionarie, dividendi, progetti strategici, practice di Investor Relations, regole di accesso e permanenza, governance.

Il libro prosegue con le statistiche relative alla liquidità del mercato, l'analisi degli Investitori Istituzionali e la descrizione delle logiche di investimento, l'impatto dei PIR e degli incentivi fiscali per imprese e investitori.

Completano il volume selezionati case study con testimonianze dirette degli Amministratori Delegati su costi e benefici della quotazione.

Un approfondimento del portale fintech interamente dedicato ad AIM, pmicapital.it, completa l'analisi.