www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.700 articoli pubblicati

giovedì 17 gennaio 2019

Agatos, lo slittamento del progetto Marcallo ritarda la crescita

Agatos, società quotata all'AIM Italia, che ingegnerizza e costruisce impianti per il consumo efficiente dell’energia e per la produzione di energia rinnovabile, ha aggiornato il Piano Industriale 2019-2022 (BP) pubblicato a settembre 2018.

Risultati consolidati
Il valore consolidato della produzione 2018 è di circa 7,6 mln di euro, in crescita rispetto ai 7,2 mln del 2017, ma inferiore rispetto alla precedente previsione di 12 mln, che era basata sulla cessione entro fine anno del progetto Marcallo, che è invece slittata.

Alla luce del concreto interesse manifestato dagli investitori e dei term sheet di finanziamento già ricevuti, il CdA ha valutato comunque come molto probabile la cessione della quota di maggioranza dell’80% ed il financial closing entro la fine del primo trimestre 2019.

L'ebitda e la Pfn sono in linea con il 2017.

Linee di business
Nel 2018 il fatturato della nuova linea di business EPC biometano non ha ancora raggiunto il livello atteso a seguito di uno slittamento nella cessione e nel financial closing del progetto Marcallo a inizio 2019, in ragione dei tempi tecnici più lunghi legati al pieno apprezzamento dell’innovazione tecnologica di questo progetto.

Impianto di recupero rifiuti di Marcallo per la produzione di biometano
Impianto di recupero rifiuti di Marcallo
per la produzione di biometano
La fine lavori del progetto Marcallo è prevista entro il 2019 e la consegna dell’impianto in esercizio entro la fine del primo trimestre 2020.

Dal 2019 in poi, nel periodo del Piano, viene quindi confermata la crescita del fatturato derivante dalla vendita e gestione dei progetti per la produzione di biometano già ipotizzata nel BP.

Per contro, i ricavi pre-consuntivi delle linee di business tradizionali hanno raggiunto livelli mediamente superiori rispetto alle previsioni, con un incremento complessivo del 4% dei ricavi.

Sono state leggermente incrementate le previsioni di crescita del comparto EPC fotovoltaico in quanto il potenziale di crescita espresso dal mercato e dalla Strategia Energetica Nazionale prevedono un ritmo di crescita molto accelerato.

Sono state valutate ipotesi più cautelative sullo sviluppo del miniidroelettrico, soprattutto per i ritardi nell’emanazione dell’atteso Decreto FER.

Sostanzialmente confermate le previsioni già fatte sullo sviluppo nei prossimi anni delle altre linee di business, anche se sarebbero ipotizzabili delle crescite superiori sia nel settore degli impianti cogenerativi, a seguito della fine del cd. Decreto Energivori, e sia nel comparto EPC biometano in considerazione delle evoluzioni tecnologiche che Agatos sta apportando al processo brevettato Biosip.

Agatos ha infatti sviluppato una versione c.d. Biosip PLUS, che migliora la qualificazione dei prodotti in uscita dall’impianto ottimizzandone ulteriormente la redditività ed una variante del Biosip mirata al recupero di biometano da sotto-prodotti agricoli e zootecnici che indirizza e risolve problematiche legate alla gestione del digestato ed alla valorizzazione della pollina.

Piano industriale
mln di euro
2019  2020  2021  2022

Ricavi
21,6  34,4  44,8  55,8

Ebitda
 1,8   4,5   6,5   8,5

Utile netto
 0,0   1,9   3,2   4,5

Pfn
 7,5   3,0   1,5  -0,5

Cessione
In data odierna è stata accettata un’offerta di acquisto quote, vincolante e incondizionata, per la cessione di un impianto fotovoltaico.

La partecipazione di minoranza appartenente ad Agatos Energia Srl corrisponde ad un corrispettivo di circa 1,2 mln di euro, che verranno incassati entro la fine del primo trimestre 2019.

✅ Agatos 
✔ Prezzo 0,139 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 1,31 
✔ Fair Value 0,137 € 
✔ Rendimento implicito 9,7% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO