www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

giovedì 28 marzo 2019

SCM SIM, nel 2018 contrazione delle attività e aumento delle perdite

Il CdA di Solutions Capital Management SIM, società quotata all'AIM Italia, che si occupa di intermediazione mobiliare, gestione di portafogli e consulenza d'investimento, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Commissioni attive 
6.360 vs 7.937, -19,9%

Margine di intermediazione 
3.016 vs 4.107, -26,6% 

Inferiore alle previsioni degli analisti, di 3,9 mln di euro (-22,7%)

Perdita d'esercizio 
-1.052 vs -315, -737

Perdita superiore alle previsioni degli analisti, di -0,5 mln di euro.

Attività sotto controllo 
mln di euro
846 vs 1083, -21,9%

     Attività Gestione 
     168 vs 169, -0,4%
     Consulenza 
     578 vs 852 -32,2%
     Polizze 
     83 vs 62, +35,4%

Patrimonio netto
2.857 vs 3.754, -897

Patrimonio netto per azione
1,496 euro

Utile per azione
-0,551 euro

Antonello Sanna, amministratore delegato di SCM
Antonello Sanna,
amministratore delegato di SCM
Antonello Sanna, amministratore delegato di SCM, ha dichiarato:

"Il 2018 è stato un anno complesso per l’intero settore.

Abbiamo subito una contrazione del fatturato, che si è riflessa sui risultati della società, non in linea  con la crescita degli anni passati.

Abbiamo virato rapidamente, con un taglio dei costi, proseguendo a rafforzare la rete di consulenti, driver principale del nostro business, per recuperare l’andamento dell’anno passato.

 Abbiamo una view molto positiva perché la MiFID 2 sta costringendo il mercato a una contrazione delle commissioni, con conseguente riduzione dei margini.

In SCM, al contrario, le commissioni sono sempre state in linea con le Best Practices internazionali e il dialogo con la clientela è sempre stato improntato alla trasparenza, come richiesto dalle Authorities, e riteniamo che tale scelta oggi diventa un fattore competitivo.

Riteniamo che in un contesto di maggiore trasparenza, il mercato premierà un modello contraddistinto dalla massima attenzione al pricing e ai grandi temi sociali che caratterizzano il nostro paese quali la previdenza, il passaggio generazionale, la conservazione della ricchezza."

Andamento dell’esercizio 2018
È proseguita l’attività di riorganizzazione della struttura aziendale con un ulteriore efficientamento del sistema informativo aziendale.

La normativa MIFID II è stata completamente recepita nel corso dell’anno 2018, fin dalle prime scadenze normative.

Il 2018 è stato un anno particolare per il settore del risparmio gestito con circa il 95% delle asset class che hanno registrato performance negative.

La componente obbligazionaria dei portafogli è stata influenzata in particolare dalla presenza di titoli High Yield e, nell’ultima parte dell’anno, dalla limitata presenza di governativi.

Durante l’anno si è deciso di incrementare la diversificazione di portafoglio inserendo una maggiore componente di ETF.

Sulle linee bilanciate è stata gradualmente incrementata la componente azionaria fino a realizzare pesi in linea con quelli dei rispettivi benchmark.

La diversificazione valutaria (sia in dollari che in valute emergenti) ha consentito di attenuare le perdite, visto l’andamento positivo nei confronti dell’euro.

Evoluzione prevedibile della gestione
La vision dell’azienda prevede uno sviluppo nel prossimo triennio basata principalmente sui seguenti driver:
  • Reclutamento tradizionale di nuovi consulenti finanziari provenienti da altre reti/istituti bancari;
  • Reclutamento di nuovi consulenti finanziari con la prosecuzione del progetto Young Talent;
  • Reclutamento di private banker dipendenti di altre reti;
  • Implementazione della detenzione degli asset per il controllo dell’intero processo;
  • Downsizing ufficio Roma e apertura Vicenza;
  • Operazioni di consulenza strategica alle imprese;
  • Nuovi servizi fee-only di pianificazione finanziaria.
Il piano industriale prevede il ritorno al break-even nel prossimo anno attraverso:
  • Miglioramento della redditività delle masse in gestione e consulenza, realizzata attraverso il monitoraggio delle deroghe commissioni sugli attuali clienti e la rimodulazione della scontistica prevista per i nuovi contratti;
  • Razionalizzazione del pay-out della rete commerciale, realizzato attraverso la definizione di un sistema incentivante che permette di correlare l’esborso provvigionale all’obiettivo di fatturato definito per ciascun consulente finanziario;
  • Verifiche sulle attività delle risorse coinvolte nel progetto Young Talent, alle quali sono state assegnati degli obiettivi di fatturato monitorati trimestralmente;
  • Efficientamento e monitoraggio dei costi operativi.
La società ha predisposto un piano finanziario che prevede un recupero di redditività tale da consentire il recupero del credito per imposte anticipate.

✅ SCM SIM 
✔ Prezzo 6,70 € 
✔ PE 12m 71,0 
✔ PB 4,46 
✔ Fair Value 6,21 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating B2 - GROWTH