venerdì 5 aprile 2019

Net Insurance, possibile frode ai danni della società

Il CdA di Net Insurance, società assicurativa e riassicurativa quotata all'AIM Italia, si è riunito sotto la presidenza di Luisa Todini, dopo la recente decisione di revocare le convocazioni delle assemblee dei soci davanti all’emergere di una possibile frode ai danni della società.

Si tratterebbe di una sottrazione di titoli presenti nei portafogli delle compagnie, per un ammontare complessivo massimo potenziale pari a 26,6 mln di euro, al lordo dell’effetto fiscale e di qualsivoglia recupero legale.

Il consiglio è stato informato dall’amministratore delegato dell’avvenuto avvio del Forensic Audit sull’accaduto, il cui incarico è stato attribuito a una primaria società di Audit.

Il consiglio ha altresì deliberato di effettuare l’Independent Review di tutti i processi fondamentali dell’azienda (underwriting, sinistri, recupero crediti, investimenti), al fine di confermare a partner e investitori la qualità dei processi aziendali, individuando al contempo gli eventuali miglioramenti di procedure e controlli.

Anche tale attività sarà svolta da una primaria società di Audit e le risultanze verranno messe a disposizione anche degli azionisti della società.

“Abbiamo immediatamente avviato i necessari interventi sull’assetto manageriale, sulla struttura organizzativa e sui processi aziendali, che saranno svolti rapidamente e all’insegna della massima discontinuità”,

ha affermato Andrea Battista, amministratore delegato di Net Insurance.

“Ciò al di là delle attività, in pieno svolgimento, finalizzate al recupero legale delle somme e all’individuazione delle responsabilità, nonché della situazione patrimoniale che in termini di Solvency Ratio rimane in ogni caso in linea con i requisiti regolamentari”, ha concluso Battista.