www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

giovedì 27 giugno 2019

Relatech, disponibile il documento di ammissione

Relatech, Pmi innovativa che opera come digital solution provider, comunica di aver ricevuto da Borsa Italiana l’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni e dei warrant Relatech 2019-2022 sul mercato AIM Italia.

La data di inizio delle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei warrant della società è stata fissata per venerdì 28 giugno 2019.

La società ha reso disponibile il documento di ammissione (175 pagine, formato pdf).

Bilancio consolidato
Principi contabili nazionali
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
13.218 vs 11.058, +19,5%

Ebitda
2.034 vs 1.366, +48,9%

Flusso di cassa
781 vs 940, -16,9%

Utile netto
1.444 vs 907, +59,2%

Patrimonio netto
2.838 vs 1.533, +1.305

Posizione finanziaria netta
-1.114 vs +738, -1.852

Patrimonio netto per azione
0,381 euro

Utile per azione
0,194 euro

Patrimonio netto post-money
mln di euro
6,0

Patrimonio netto per azione post-money
euro
0,644

Capitalizzazione
mln di euro
20,07

Titoli della società
Azioni in circolazione pre-collocamento: 7.447.000
Nuove azioni collocate: 1.887.900
Azioni in circolazione ad oggi: 9.333.900
Warrant Relatech 2019-2022: 9.733.900

Il collocamento
Logo Relatech
Logo Relatech
L'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento privato rivolto a investitori istituzionali, professionali e privati, di complessive 1.887.900 azioni di nuova emissione, ad un prezzo d’offerta pari a 2,15 euro per azione, per un controvalore totale di circa 4,1 mln di euro (di cui 81,6% da investitori istituzionali).

Il prezzo si colloca al minimo della forchetta inizialmente prevista tra 2,15 e 2,82 euro per azione.

Il rapporto prezzo utile 2018 è di 11,1.

La domanda è stata superiore del 43% dell'offerta.

Il flottante della società post quotazione sarà pari a circa il 20,2% del capitale sociale.

L’operazione prevede l’assegnazione gratuita di di 1 warrant per 1 azione a favore di tutti coloro i quali risulteranno titolari delle azioni ordinarie alla data di inizio delle negoziazioni, ivi inclusi coloro i quali hanno sottoscritto le azioni nell’ambito del collocamento privato.

È prevista inoltre la facoltà per il consiglio di amministratore di emettere ulteriori 400.000 warrant da assegnare gratuitamente ad amministratori, dipendenti, collaboratori e consulenti della società.

I titolari dei warrant avranno la facoltà di sottoscrivere le azioni di compendio nel rapporto di 1 azione di compendio ogni 2 warrant posseduti.

Nell’ambito dell’IPO, gli azionisti e la società assumono un impegno di lock-up per un periodo di 18 mesi.