venerdì 30 agosto 2019

I soci Salcef salvano la fusione con Industrial Stars of Italy 3, con recessi sopra il 30%

Industrial Stars of Italy 3, spac quotata all'AIM Italia, rende noto che in data 10 agosto 2019 è scaduto il termine per l’esercizio del diritto di recesso da parte degli azionisti che non abbiano concorso alla delibera di approvazione della fusione per incorporazione di Indstars3 in Salcef Group.

La delibera era stata votata dall'assemblea straordinaria della società l’11 luglio 2019 e approvata all'unanimità dal 46,9% del capitale sociale ordinario presente.

Le azioni ordinarie per le quali è stato esercitato il diritto di recesso sono 5.146.806, pari al 34,312% del capitale sociale ordinario della società.

Ai sensi dello statuto di Indstars3, la delibera assembleare che ha approvato la fusione è soggetta alla condizione risolutiva dell’esercizio del diritto di recesso da parte di tanti soci che comporti per la società un esborso netto complessivo (ad esito della procedura di offerta in opzione e prelazione ai sensi di legge) pari ad almeno il 30% delle somme depositate sul conto corrente vincolato alla data di tale assemblea.

Tuttavia Finhold Srl (socio unico di Salcef Group SpA e titolare di 42.600 azioni ordinarie di Indstars3) ha comunicato alla società l’impegno irrevocabile ad esercitare il proprio diritto di opzione sulle azioni ed esercitare il diritto di prelazione sull’inoptato, se e nella misura in cui ciò sia necessario a far sì che, all’esito dell’offerta in opzione e prelazione, la condizione risolutiva non si verifichi.

Nei prossimi giorni verrà depositato presso il Registro delle Imprese di Milano l’avviso di offerta in opzione delle azioni, in cui verranno indicati i termini e le condizioni dell'offerta.

Il prezzo di offerta sarà di 10,00 euro per azione.