www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

venerdì 4 ottobre 2019

Cyberoo, la domanda inevasa e l'underpricing del collocamento prospettano un brillante inizio di negoziazioni

Cyberoo, Pmi innovativa specializzata in cyber security per le imprese, ha ricevuto da Borsa Italiana l'avviso di ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni e dei warrant 2019-2023 sull'AIM Italia.

La data di inizio delle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei warrant della società è lunedì 7 ottobre 2019.

L'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento, interamente in aumento di capitale, rivolto a investitori istituzionali, professionali e retail, di complessive 2.500.000 azioni.

Il prezzo di offerta è stato fissato a 2,86 euro per azione, per un controvalore totale di 7,15 mln di euro.

Nel corso del collocamento, la società ha avuto richieste per 40 mln di euro, oltre 5 volte l'obiettivo di raccolta prefissato di 7 mln di euro.

Le richieste pervenute, al prezzo di offerta, derivano per il 55% da 47 investitori istituzionali, per il 39% da 88 investitori professionali e per il 6% da 256 investitori retail.

Gli ordini sono pervenuti per circa il 25,8% da investitori esteri.

Il book definitivo è composto per oltre l'84% da investitori istituzionali e per il restante da selezionati investitori professionali.

Il flottante della società post quotazione sarà pari al 26,32% del capitale sociale ammesso a negoziazione.

In base al prezzo di offerta e alle 9,5 mln di azioni in circolazione post collocamento, la capitalizzazione totale prevista è di 27,17 mln di euro.

Alle azioni di nuova emissione sono abbinati warrant assegnati gratuitamente nel rapporto di 1 warrant per 1 azione ordinaria (50% dei warrant in IPO e 50% dopo un periodo di 6 mesi – Loyalty Period).

Il rapporto di conversione è di 1 azione ogni 2 warrant posseduti e il prezzo di conversione è calcolato sul prezzo di IPO (maggiorato del 10% per ogni periodo di esercizio).

Ha dichiarato Fabio Leonardi, ceo di Cyberoo:

"Anche al prezzo massimo della forchetta, fissato a 3,57 euro, abbiamo avuto ordini per oltre 27 mln di euro.

Ci scusiamo con quegli investitori che non hanno potuto partecipare all'IPO, augurandoci che possano comunque seguirci dopo la quotazione acquistando le nostre azioni sul mercato secondario".

Documento di ammissione (187 pagine, formato pdf).