venerdì 8 novembre 2019

Illa, piano industriale per riprendere a crescere (senza Ikea)

Il CdA di Illa, società quotata all'AIM Italia, che opera nella produzione di pentole e padelle in alluminio con rivestimento antiaderente, ha approvato il piano industriale 2020-2023.

Il piano tiene conto della decisione del principale cliente Ikea di spostare gli approvvigionamenti verso fornitori asiatici più economici.

L'obiettivo è trasformare completamente la società da azienda monocliente ad azienda più competitiva e in grado di confrontarsi sul mercato con una clientela diversificata e, pertanto, meno rischiosa.

Gli interventi elaborati per il rilancio della società poggiano principalmente su:
  • riposizionamento di prodotto con focus su prodotti di fascia di prezzo entry-level (pentolame rullato a induzione) per una migliore copertura dei costi fissi, una maggiore saturazione della capacità produttiva e un ulteriore allineamento ai più recenti trend di mercato;
  • riposizionamento di mercato con espansione internazionale e maggiore penetrazione del mercato europeo;
  • investimenti e recupero di marginalità, grazie a maggiore efficienza produttiva e minori scarti/sfridi;
  • riduzione costi fissi e di overhead costs.
Anno                       2018    2019    2020      2023
migliaia di euro

Fatturato                33.427  28.600  29.600    35.000
  di cui Ikea            20.500           7.000         0
Ebitda                    1.012    -500             2.100
Utile netto                -750  -1.700
Patrimonio netto          5.450   3.600
Debiti finanziari netti  10.100  12.100

Il piano prende in considerazione l’eventualità prudenziale di un’uscita completa del cliente Ikea già a partire dal 2021.