sabato 12 gennaio 2019

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 11 gennaio 2019

 AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 11 gennaio 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 12,22 (precedente 12,16)
P/E [utile corretto]: 14,02 (precedente 13,90)
E/P [1 / 14,02]: 7,13% (precedente 7,19%)
Equity cost: 11,66% (precedente 11,78%)
Inflazione prevista: 1,85% (precedente 1,85%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,66% - 7,13%]: 4,53% (precedente 4,59%)
Tasso di crescita reale [4,53% - 1,85%]: 2,68% (precedente 2,74%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

venerdì 11 gennaio 2019

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 11,66%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 11 gennaio 2019

Rendimento Implicito indice: AIM Italia Investable 11,66% (- 0,12%)
Stima aggiornata al 11-01-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice: FTSE MIB 10,18% (- 0,15%)
Stima aggiornata al 11-01-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Premio di rendimento AIM Italia vs. MIB: 1,48% (+ 0,03%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 11 gennaio 2019
Indice: AIM Italia Investable, 8.454,44 (+ 1,08%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.490,29 (+ 1,19%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.


Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib

Redazione Aim Italia News

AIM Italia Investable Index 11-01-2019

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +1,08% 8.454,44 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è salito nella settimana del +1,19% a 8.490,29 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è salito nella settimana del +1,64% a 87,23 punti.

35 titoli su 65 (54%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Circle +17,93%
  • Cft +10,97%
  • Casta Diva Group +9,52%
  • Vetrya +8,88%
  • MailUp +8,75%
I risultati peggiori della settimana:
  • Illa -7,58%
  • Sciuker Frames -6,86%
  • Bomi Italia -6,26%
  • Siti B&T Group -5,28%
  • Renergetica -5,13%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 11-01-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,46% 8.490,29 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 6.489.288 euro.

39 titoli su 112 (35%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Neurosoft: 23,33%
  • Alfio Bardolla Training Group: 20,32%
  • Clabo: 10,46%
  • Giorgio Fedon & Figli: 6,06%
  • Cft: 5,90%
I risultati peggiori della giornata:
    • Renergetica: -8,33%
    • Siti B&T Group: -6,74%
    • Circle: -4,62%
    • Sciuker Frames: -4,29%
    • Digital360: -4,17%

    Redazione Aim Italia News

    Prossime entrate all'AIM Italia: CrowdFundMe e Neosperience

    Le prossime matricole attese per gennaio all'AIM Italia sono:
    • CrowdFundMe, società che gestisce una piattaforma di equity crowdfunding. Terminerà il collocamento azionario il 18 gennaio 2019.
    • Neosperience, PMI innovativa italiana che opera come software vendor nel settore della digital customer experience. Attualmente in roadshow.
    Redazione Aim Italia News

    Casta Diva Group, pubblicato studio societario

    Studio societario di Banca Finnat su Casta Diva Group
    Banca Finnat ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Casta Diva Group (31 pagine, formato pdf).

    Il fatturato previsto è di 30,3 mln di euro nel 2018 (+29,0% rispetto al 2017), 34,2 mln di euro nel 2019.

    Il risultato previsto è di -1,12 mln di euro nel 2018 (-1,71 nel al 2017), 0,14 mln di euro nel 2019.

    L'utile per azione previsto è di -0,088 euro nel 2018 (-0,136 euro nel 2017) e 0,011 euro nel 2019.

    Il prezzo corrente del titolo è 0,970 euro.

    Il rapporto prezzo / utili è neg nel 2018 e 86,6 sugli utili del 2019.

    Banca Finnat attribuisce il rating BUY al titolo.

    Il target price assegnato è di 1,60 euro (precedente 2,90), con un premio del 65% sul prezzo corrente.

    La nostra valutazione è di un fair value di 0,816 euro per azione, con un rendimento implicito del 7,4%.

    Il nostro rating è C1 - SPECULATIVO.

    Redazione Aim Italia News

    ✅ Casta Diva Group 
    ✔ Prezzo 0,970 € 
    ✔ PE 12m 83,6 
    ✔ PB  2,83 
    ✔ Fair Value 0,816 € 
    ✔ Rendimento implicito 7,4% 
    ✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

    giovedì 10 gennaio 2019

    Ftse Aim Italia 10-01-2019

    Il FTSE AIM Italia sale del +0,05% 8.451,79 punti.

    Il Controvalore scambiato in giornata è di 6.543.482 euro.

    39 titoli su 112 (35%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

    FTSE AIM Italia


    I risultati migliori della giornata:
    • Alfio Bardolla Training Group: 23,03%
    • Italia Independent Group: 6,85%
    • Enertronica: 6,59%
    • MailUp: 5,42%
    • Frendy Energy: 4,55%
    I risultati peggiori della giornata:
      • Visibilia Editore: -9,09%
      • Neurosoft: -8,54%
      • Renergetica: -5,26%
      • Sciuker Frames: -4,11%
      • Health Italia: -3,97%

      Redazione Aim Italia News

      MailUp Group, fatturato annuale in crescita oltre le previsioni

      MailUp Group, società quotata all'AIM Italia, attiva nel campo delle marketing technologies, ha annunciato il fatturato consolidato dell'anno 2018, sia a livello di gruppo che a livello di business unit.

      I dati consolidati, non sottoposti a revisione, mostrano un fatturato annuale 2018 di 39,7 mln di euro, con una crescita organica del +48,2% rispetto a quello precedente.

      Si segnala che i dati sulle vendite 2018 sopra riportati includono anche contratti di competenza pluriennale, e pertanto sono superiori a quanto verrà riportato nel bilancio consolidato definitivo.

      I risultati non includono il consolidamento di Datatrics, innovativa società olandese attiva nel campo dell’intelligenza artificiale a servizio dei team di marketing, la cui acquisizione si è conclusa nel dicembre scorso.

      I risultati superano del 12% le previsioni degli analisti finanziari, che ipotizzavano un fatturato 2018 attorno ai 35,0 - 35,3 mln di euro.

      Fatturato Business Unit 
      migliaia di euro
      2018 vs 2017

      Agile Telecom 
      23.332 vs 12.966, +79,9%

      MailUp 
      13.361 vs 11.550, +15,7%

      BEE 
      1.419 vs 503, +182,1%

      Acumbamail 
      993 vs 717, +38,5%

      Globase 
      558 vs 1.034, -46,0%

      Totale 
      39.663 vs 26.770, +48,2%

      Nazzareno Gorni, amministratore delegato di MailUp Group
      Nazzareno Gorni, amministratore
      delegato di MailUp Group
      Nazzareno Gorni, amministratore delegato di MailUp Group, ha dichiarato:

      "Le vendite e tassi di crescita confermano l’efficacia delle nostre azioni imprenditoriali di crescita organica, in particolare per effetto della riorganizzazione messa in atto a partire dalla seconda metà del 2017 e della strategia di focalizzazione delle due business unit principali. 

      MailUp è infatti sempre maggiormente orientata al segmento di clientela mid-large enterprise.

      In questo contesto il 2018 ha visto il lancio della nuova linea di business Professional Services ed un incremento del ricavo medio per cliente grazie, tra l’altro, alle nuove Messaging Apps e alla revisione del listino, tuttora in corso. 

      Nella business unit Agile Telecom gli ottimi risultati sono frutto della focalizzazione degli investimenti sul mercato wholesale (reseller, sms aggregators, telecom providers), dove i vantaggi competitivi sono più significativi rispetto al mercato retail (clienti finali). ”

      ✅ MailUp 
      ✔ Prezzo 2,47 € 
      ✔ PE 12m 19,4 
      ✔ PB 2,25 
      ✔ Fair Value 2,14 € 
      ✔ Rendimento implicito 9,4% 
      ✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

      Enertronica Santerno, contratto da 1,5 mln di euro in Vietnam

      Enertronica Santerno, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, ha sottoscritto, attraverso la propria controllata di Singapore Santerno Asia, un contratto con la società vietnamita Nova Energy per la  fornitura di sistemi di conversione e sistemi di controllo e monitoraggio per un impianto fotovoltaico di 39 MW.

      Nova Energy è un EPC (Engineering, Procurement Construction) contractor, cioè un’azienda che si occupa di realizzare chiavi in mano progetti fotovoltaici realizzati e gestiti per conto del titolare dell’impianto fotovoltaico.

      La fornitura sarà effettuata utilizzando il prodotto con la massima densità di potenza mai realizzato dalla Enertronica Santerno: Sunway Skid 8000 e Sunway Skid 4000.

      L’aumento della densità di potenza, che con questi prodotti arriva a circa 8 MW, permetterà di aumentare la competitività economica delle forniture Santerno, consentendo una forte riduzione dei tempi di installazione.

      L’intera fornitura sarà assemblata in Italia integrando in una soluzione trasportabile: inverter, trasformatori, quadri di media tensione e sistemi di controllo.

      La fornitura, del valore di oltre 1,5 mln di euro, si completerà nella prima parte del 2019.

      Logo di Nova Energy
      Questo contratto si inserisce all'interno dell'accordo quadro che Santerno ha stipulato con Nova Energy nel 2018 per la fornitura di sistemi di conversione FV nei paesi del sud est asiatico: Vietnam, Laos, Cambogia e Thailandia.

      Il contratto testimonia la capacità di Enertronica Santerno di operare in un mercato estremamente competitivo, ma dalle fortissime potenzialità di crescita, perseguendo gli obiettivi del nuovo piano industriale, che prevedono una forte focalizzazione sul prodotto ed una particolare attenzione alla crescita nei mercati internazionali.

      Notorious Pictures si espande nella gestione di sale cinematografiche

      Notorious Pictures, società quotata sull'AIM Italia, che opera nella produzione, acquisizione e commercializzazione di diritti di film, annuncia la costituzione di Notorious Cinema srl, con sede operativa a Milano, controllata al 100% da Notorious Pictures, capitale sociale versato di 100.000 euro, dedicata alla gestione diretta di sale cinematografiche condotte esclusivamente in affitto.

      Attraverso il lancio di Notorious Cinemas, Notorious Pictures entra nel business della gestione di sale cinematografiche, un’area di attività contigua al core business aziendale, con l’obiettivo di offrire al mercato italiano un nuovo modello di intrattenimento esperienziale, attraverso l’offerta di un innovativo format di sale cinematografiche.

      Il progetto viene sviluppato con la guida di Andrea Stratta, top manager di provata esperienza nel panorama dei circuiti cinematografici a livello nazionale e internazionale.

      I piani di Notorious Cinemas si prefiggono come obiettivo la gestione di circa 20 multiplex in 5 anni ed un obiettivo di circa 5 mln di spettatori nel 2023.

      Si prevede che l’avvio di questo nuovo business non richiederà il ricorso ad aumenti di capitale dedicati in quanto il favorevole profilo del capitale circolante tipico di questa attività consente di autofinanziare per la gran parte lo sviluppo della società.

      Il modello di business di Notorious Cinemas pone al centro dell’attenzione l’esperienza per l’utente, proponendo una nuova offerta fondata su:

      • elevati standard tecnici in termini di audio e video,
      • comfort di altissimo livello delle poltrone
      • accoglienza e personale qualificato, 
      • cura delle location,
      • qualità e varietà del food & beverage,
      • informatizzazione e automazione dell’area ticketing e ingresso alle sale atta a garantire una maggiore velocità di accesso.

      L’avvio di questo progetto gode di un contesto particolarmente favorevole:

      • la nuova legge sul cinema, che prevede risorse finanziarie per la ristrutturazione e l’ammodernamento delle sale (tax credit),
      • una visibilità di medio periodo sull’offerta di prodotto filmico di significativo potenziale commerciale,
      • un offerta di titoli blockbuster nel periodo estivo da parte delle Major e Indipendenti, a partire dall’estate 2019 (c.d. destagionalizzazione), con un numero importante di film di enorme richiamo per il pubblico,
      • la nuova legge sulle finestre di sfruttamento tra i diversi media (c.d. Windows), per i film di nazionalità italiana, che protegge le sale cinematografiche dalla concorrenza delle nuove piattaforme digitali.

      Guglielmo Marchetti, presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures e presidente di Notorious Cinemas, ha così commentato:

      “Con la creazione di Notorious Cinemas, intendiamo avviare una nuova realtà integrata e competitiva nel settore della gestione cinematografica.

      La società nasce dalla concomitanza di un favorevole contesto generale e soprattutto da un’idea condivisa con Andrea Stratta, top manager di indiscussa esperienza nel settore, che negli ultimi 18 anni ha sviluppato il più importante circuito cinematografico nazionale.

      Andrea fa il suo ingresso in Notorious Cinemas nel ruolo di amministratore delegato apportando la propria esperienza più che ventennale per sostenere un progetto innovativo per l’industria del cinema italiano, proponendo un nuovo modello esperienziale che arricchisce l’offerta per il pubblico.

      Il suo contributo nel settore Entertainment sarà fondamentale e determinante.

      Siamo entusiasti di questa nuova opportunità e proseguiremo con determinazione nel nostro percorso di crescita, rafforzando la presenza sul mercato cinematografico in maniera ancora più strutturata.

      Il nostro claim sarà Notorious Cinemas “Experience”.

      Andrea Stratta, amministratore delegato di Notorious Cinemas
      Andrea Stratta, amministratore
      delegato di Notorious Cinemas
      Andrea Stratta, amministratore delegato di Notorious Cinemas, ha così commentato:

      “Sono particolarmente felice ed orgoglioso di poter intraprendere questa nuova avventura professionale a fianco di Guglielmo Marchetti e di tutto il team di Notorious Pictures.

      Guglielmo, nella sua lunga carriera nel settore dell’Audiovisivo, ha dimostrato di essere un imprenditore di altissimo profilo portando in breve tempo la sua società a risultati straordinari.

      Notorious Cinemas porrà al centro della propria attenzione lo spettatore, con l’obiettivo strategico di riuscire a creare il miglior luogo dove poter vedere un film garantendo la miglior “Experience” cinematografica.

      Il mio obiettivo principale sarà quello di far diventare Notorious Cinemas uno dei più importanti player del settore cinematografico italiano.”

      Andrea Stratta vanta un’esperienza pluriennale nel mercato Entertainment.

      Dal 2000 ad aprile 2018, ha ricoperto l'incarico di amministratore delegato di Uci Cinemas Italy Group, sviluppando il più grande circuito del cinema in Italia.

      Dal 2014 ha svolto il ruolo di consigliere esecutivo di Gruppo.

      Il CdA di Notorious Cinemas vedrà Guglielmo Marchetti, presidente, Andrea Stratta, amministratore delegato, Stefano Di Giuseppe, consigliere, Ugo Girardi, consigliere, Leonardo Pagni, consigliere.

      ✅ Notorious Pictures 
      ✔ Prezzo 2,92 € 
      ✔ PE 12m 12,4 
      ✔ PB 2,69 
      ✔ Fair Value 3,02 € 
      ✔ Rendimento implicito 12,3% 
      ✔ Rating A - VALUE 

      mercoledì 9 gennaio 2019

      Ftse Aim Italia 09-01-2019

      Il FTSE AIM Italia sale del +0,55% 8.447,20 punti.

      Il Controvalore scambiato in giornata è di 8.753.387 euro.

      44 titoli su 112 (39%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

      FTSE AIM Italia


      I risultati migliori della giornata:
      • Innovatec: 23,26%
      • Alfio Bardolla Training Group: 15,19%
      • Enertronica: 5,00%
      • Expert System: 4,70%
      • Circle: 4,56%
      I risultati peggiori della giornata:
        • DBA Group: -6,57%
        • Sciuker Frames: -3,95%
        • Digital Magics: -3,08%
        • MailUp: -2,83%
        • SosTravel: -2,67%

        Redazione Aim Italia News

        L’analisi di 1.200 imprese manifatturiere target corporate

        Si terrà il prossimo 17 gennaio a Milano alla "Fondazione Stelline" il workshop Leanus-BeBeez sull’analisi di 1.200 imprese italiane con ricavi compresi tra 50 mln e 1 mld di euro.

        L’analisi rivela tendenze e profili di grande interesse per finanziatori e investitori, spesso in controtendenza rispetto all’economia del Paese.

        Una parte rilevante della nostra economia analizzata e segmentata accuratamente per identificare chi sono le migliori imprese target per gli operatori economico-finanziari.

        Che profilo di rischio hanno?

        Quali nascondono potenziali opportunità?

        Quali hanno successo senza far ricorso al credito?

        Con quale modello di business?

        E ancora: quali segmenti crescono maggiormente e quali hanno le migliori marginalità operative?

        Che potenziale hanno in termini di ritorno economico per gli investitori e di nuovi impieghi per le banche?

        Il workshop è gratuito

        Per registrarti, clicca qui.

        Monitor AIM Italia, pubblicato il report speciale anno 2018

        Monitor AIM Italia, report speciale anno 2018
        Monitor AIM Italia, report speciale anno 2018
        Cristian Frigerio, analista finanziario di Delphos Assets Management SA, ha pubblicato il Report AIM Italia speciale 2018 (12 pagine, formato pdf).

        Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

        martedì 8 gennaio 2019

        Abitare In sul Sole 24 ore

        Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento a, firma di Valeria Novellini, su Abitare In, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore dello sviluppo immobiliare residenziale nella città di Milano.

        ✅ Abitare In 
        ✔ Prezzo 29,0 € 
        ✔ PE 12m 318,3 
        ✔ PB 2,29 
        ✔ Fair Value 23,7 € 
        ✔ Rendimento implicito 8,4% 
        ✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

        Ftse Aim Italia 08-01-2019

        Il FTSE AIM Italia sale del +0,28% 8.401,39 punti.

        Il Controvalore scambiato in giornata è di 6.578.777 euro.

        40 titoli su 112 (36%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

        FTSE AIM Italia


        I risultati migliori della giornata:
        • Energica Motor Company: 19,15%
        • Caleido Group: 10,54%
        • Gruppo Green Power: 7,93%
        • Circle: 6,98%
        • Poligrafici Printing: 6,00%
        I risultati peggiori della giornata:
        • Giorgio Fedon: -7,86%
        • Visibilia Editore: -7,32%
        • Renergetica: -7,31%
        • Enertronica: -5,11%
        • Mondo Tv France: -3,64%

        Redazione Aim Italia News

        Gli effetti dei PIR su domanda e offerta di capitale nel mercato borsistico italiano

        I Piani Individuali di Risparmio (PIR): gli effetti su domanda e offerta di capitale nel mercato borsistico italiano
        Intermonte SIM, in collaborazione col Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano ha pubblicato una approfondita ricerca intitolata:

        I Piani Individuali di Risparmio (PIR): gli effetti su domanda e offerta di capitale nel mercato borsistico italiano (formato pdf, 36 pagine).

        Gli argomenti trattati sono:
        • La normativa sui Piani Individuali di Risparmio (PIR) e il mercato
        • Il confronto con i paesi esteri 
        • Gli effetti dei PIR sui mercati borsistici azionari italiani

        Autori: Giancarlo Giudici, Fabio Fallovo.

        Prismi inizia programma di emissioni obbligazionarie

        Il consiglio di amministrazione di Prismi, società quotata all'AIM Italia che opera nei servizi di digital marketing e posizionamento sui motori di ricerca, ha approvato un programma di emissione di obbligazioni, fino ad un massimo di 12 mln di euro.

        Le obbligazioni verranno essere emesse in più tranches e verranno offerte in sottoscrizione esclusivamente ad investitori qualificati.

        Le obbligazioni avranno una durata di 9 anni e pagheranno un tasso lordo fisso annuo del 5 %.

        Le cedole verranno pagate con cadenza mensile.

        Le obbligazioni saranno rimborsate pro quota, mensilmente, sulla base di uno specifico meccanismo indicato nelle condizioni definitive di ogni tranche.

        La Società provvederà ad informare il mercato con anticipo antecedentemente all’emissione delle varie tranches.

        L’Emittente si riserva la facoltà di fare richiesta di ammissione alle negoziazioni su un mercato regolamentato o un sistema multilaterale di negoziazione.

        Prima tranche
        Il consiglio di amministrazione ha deliberato di procedere all’emissione, il prossimo 16 gennaio, della prima tranche per massimi 1.500.000 euro.

        ✅ Prismi 
        ✔ Prezzo 2,38€ 
        ✔ PE 12m 22,8 
        ✔ PB 4,23 
        ✔ Fair Value 2,13 € 
        ✔ Rendimento implicito 11,1% 
        ✔ Rating B2 - GROWTH 

        Energica Motor Company estende la rete commerciale a New York

        Energica Motor Company, società quotata all'AIM Italia, costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, continua l’espansione commerciale all'estero.

        Ha siglato un nuovo accordo commerciale con Hudson Valley Motorcycles.

        Il concessionario avrà una rappresentanza esclusiva non solo nello stato di New York ma anche per l'intera regione del nord-est, che comprende lo stato del Connecticut, Maine, Massachusetts, New Hampshire, Rhode Island e Vermont.

        New York è al quinto posto negli Stati Uniti per numero di motociclisti.

        Nel 2017 sono state registrate 392.771 moto.

        New York è anche il secondo mercato EV, con circa 30.645 veicoli elettrici registrati e un tasso di crescita del 67% nell'ultimo anno.

        All’interno dello stato vi sono oltre 2.400 stazioni di ricarica già installate, che lo pongono al quarto posto dietro a California, Texas e Florida, dove Energica ha già una rappresentanza di concessionari.

        Il Governatore Cuomo ha annunciato piani per aggiungere oltre 10.000 stazioni di ricarica.

        "Le nostre moto viaggiano per oltre 100 miglia con una singola carica, quindi la prima sfida è il numero di punti di ricarica, in particolare fast charge che solo le moto Energica sono in grado di utilizzare", ha dichiarato Stefano Benatti, ceo di Energica Motor Company Inc.

        SMRE, comprata da SolarEdge, acquista il 100% della controllata Sistematica

        Il consiglio di amministrazione di SMRE, società quotata su AIM Italia, specializzata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori Automation e Smart Mobility, nell’ambito dell’operazione di acquisto da parte della società israeliana SolarEdge Technologies Inc. di una partecipazione nel proprio capitale sociale pari al 51,48% in vista di una successiva offerta pubblica di acquisto totalitaria, ha approvato un’operazione di riorganizzazione societaria volta all’acquisizione del 100% del capitale di Sistematica S.p.A.

        L'operazione prevede la contestuale dismissione da parte di Sistematica a favore di Sistematica Consulting S.r.l di partecipazioni di minoranza ritenute di natura non strategia.

        In particolare, ad esito dell’operazione oggi approvata SMRE diverrà proprietaria di un ulteriore partecipazione nel capitale di Sistematica acquistando da Sistematica Consulting, in 2 operazioni distinte, 935.053 azioni ordinarie rappresentative del 31,10% del capitale sociale.

        Il corrispettivo per l’operazione è stato determinato in complessivi 3.500.000 euro.

        Il prezzo verrà corrisposto a favore di Sistematica Consulting per un importo massimo di 2.100.000 euro alla data del closing dell’operazione di acquisto prevista entro le prossime settimane.

        Nel contesto della predetta operazione è inoltre prevista la cessione da parte di Sistematica a favore di Sistematica Consulting di partecipazioni detenute in 5 società ritenute non più strategiche per un corrispettivo complessivamente pari a 1.000.000 euro.

        Il residuo importo di 400.000 euro dovuto a Sistematica Consulting verrà saldato mediante utilizzo da parte di SMRE dei dividendi generati da Sistematica e che SMRE si è impegnata a far distribuire nella misura del 70% degli stessi in occasione della chiusura dei prossimi 7 esercizi sociali fermo restando che, ove alla scadere del 7° esercizio i dividendi distribuiti non risultassero sufficienti al fine di estinguere il debito nei confronti di Sistematica Consulting. l’importo residuo si intenderà da questa irrevocabilmente rinunciato.

        La società comunica inoltre le dimissioni da parte di tutti i membri del consiglio di amministrazione della società e e delle controllate I.E.T. S.p.A e Sistematica S.p.A.

        Il nuovo consiglio di amministrazione verrà nominato alla prossima assemblea convocata per il 24 gennaio 2019.

        ✅ SMRE 
        ✔ Prezzo 6,12 € 
        ✔ PE 12m 85,8 
        ✔ PB 6,70 
        ✔ Fair Value 4,70 € 
        ✔ Rendimento implicito 9,3% 
        ✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

        lunedì 7 gennaio 2019

        Ftse Aim Italia 07-01-2019

        Il FTSE AIM Italia scende del -0,15% 8.377,80 punti.

        Il Controvalore scambiato in giornata è di 8.044.906 euro.

        35 titoli su 112 (31%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

        FTSE AIM Italia


        I risultati migliori della giornata:
        • Visibilia Editore: 28,13%
        • Alfio Bardolla Training Group: 10,89%
        • Casta Diva Group: 7,87%
        • Energica Motor Company: 6,33%
        • Renergetica: 6,18%
        • I risultati peggiori della giornata:
        • Neurosoft: -14,04%
        • Clabo: -6,09%
        • Notorious Pictures: -4,67%
        • Powersoft: -4,22%
        • ICF Group: -4,00%

        Redazione Aim Italia News

        Nel 2018 6 società quotate all'AIM Italia sono passate sui mercati ufficiali

        Nel corso del 2018 6 società quotate all'AIM Italia sono passate sui mercati borsistici MTA e STAR.

        28.12.2018 Gpi
        trasferita su MTA

        28.11.2018 SIT 
        trasferita su MTA

        23.10.2018 Equita Group 
        trasferita su STAR

        25.09.2018 Piteco 
        trasferita su MTA

        29.06.2018 Triboo
        trasferita su MTA

        21.03.2018 Giglio Group
        trasferita su MTA

        Redazione Aim Italia News

        Aim Conference 2019, Milano e Londra

        Borsa Italiana nel corso del 2019 organizzerà due eventi dedicati ad una selezione di società quotate sul mercato AIM Italia per incontrare investitori italiani e internazionali:

        AIM Italia Conference 2019, Milan
        Lunedì 27 maggio 2019
        Palazzo Mezzanotte, Borsa Italiana
        Piazza degli Affari 6 Milano

        AIM Italia Conference 2019, London 
        Lunedì 21 ottobre 2019
        Etc.venues, 155 Bishopsgate
        Liverpool Street, EC2M 3YD London

        Ftse Aim Italia settimana 04-01-2019

        Il FTSE AIM Italia sale in settimana del +0,70% a 8.390,63 punti.

        Il Controvalore scambiato in settimana è di 16,3 mln di euro.

        31 titoli su 112 (28%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

        FTSE AIM Italia



        I risultati migliori della settimana:
        • Renergetica: 35,71% 
        • Alfio Bardolla Training Group: 34,67% 
        • Grifal: 13,92% 
        • Mondo TV France: 8,84% 
        • Spaxs: 6,49% 
        I risultati peggiori della settimana:
        • Visibilia Editore: -24,71%
        • WM Capital: -16,75%
        • Caleido Group: -16,24%
        • Illa: -11,18%
        • Innovatec: -7,49%

        Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

        4AIM SICAF: 0,00%

        Abitare In: -3,33%
        Agatos: 1,56%
        Alfio Bardolla Training Group: 34,67%
        Alkemy: -1,53%
        Alp.I: -1,00%
        Ambromobiliare: 0,00%
        Askoll EVA: 0,95%
        Assiteca: 6,19%
        axélero: sosp.

        BioDue: -0,79%
        Bio-on: 0,53%
        Blue Financial Communication: 0,00%
        Bomi Italia: -2,68%

        Caleido Group: -16,24%
        Capital For Progress 2: -1,07%
        Casta Diva Group: -0,67%
        CdR Advance Capital: 0,00%
        Cellularline: -1,90%
        CFT: -1,87%
        Circle: 1,94%
        Clabo: -6,50%
        Costamp Group: -2,08%
        Cover 50: -1,84%
        Culti Milano: -4,23%

        DBA Group: 0,00%
        DHH: 0,00%
        Digital Magics: -1,56%
        Digital Value: 0,00%
        Digital360: -5,46%
        DigiTouch: -0,39%

        Ecosuntek: 0,00%
        Ediliziacrobatica: 3,37%
        Elettra Investimenti: 0,00%
        Energica Motor Company: -5,15%
        Energy Lab: sosp.
        Enertronica: -4,29%
        EPS Equita PEP 2: 0,53%
        Esautomotion: -1,28%
        Expert System: -0,86%

        Fervi: 0,00%
        Fine Foods NTM: 2,16%
        Finlogic: -0,38%
        Fintel Energia Group: 0,00%
        First Capital: 0,00%
        FOPE: 0,00%
        Frendy Energy: 4,60%

        Gabelli Value For Italy: -1,60%
        Gambero Rosso: 0,00%
        Gel: -5,38%
        Giorgio Fedon & Figli: -2,86%
        GO Internet: -2,69%
        Grifal: 13,92%
        Gruppo Green Power: 1,28%

        Health Italia: 0,00%
        H-FARM: 0,00%

        Icf Group: 0,00%
        IdeaMI: 0,64%
        Illa: -11,18%
        Imvest: 0,00%
        Industrial Stars of Italy 3: 1,51%
        Iniziative Bresciane: 0,00%
        Innovatec: -7,49%
        Intred: -5,35%
        Italia Independent Group: 2,01%
        Italian Wine Brands: -2,95%

        Ki Group: 2,40%
        Kolinpharma: 0,00%

        Leone Film Group: 0,00%
        Life Care Capital: 0,00%
        Longino & Cardenal: 0,00%
        Lucisano Media Group: -0,63%

        MailUp: 2,16%
        Masi Agricola: 2,98%
        Mondo TV France: 8,84%
        Mondo TV Suisse: -1,85%
        Monnalisa: 0,00%

        Neodecortech: -2,74%
        Net Insurance: 3,10%
        Neurosoft: 0,00%
        Notorious Pictures: -6,25%

        Orsero: -2,28%

        Pharmanutra: 2,65%
        PLT Energia: 0,00%
        Poligrafici Printing: 6,07%
        Portale Sardegna: 0,00%
        Portobello: -6,10%
        Powersoft: 4,40%
        Prismi: -1,63%

        Renergetica: 35,71%
        Rosetti Marino: 0,00%

        S.M.R.E.: 2,95%
        Safe Bag: -0,51%
        Sciuker Frames: -5,68%
        SCM SIM: 0,00%
        SG Company: -4,19%
        SITI B&T Group: -3,00%
        Softec: 0,00%
        Somec: 0,60%
        Sostravel.com: -0,99%
        Spactiv: 0,00%
        Spaxs: 6,49%
        Sprintitaly: 0,63%

        Telesia: -0,45%
        TheSpac: 2,28%
        TPS: 3,70%

        Vei 1: -0,21%
        Vetrya: 0,63%
        Vimi Fasteners: -1,32%
        Visibilia Editore: -24,71%

        WIIT: 2,82%
        WM Capital: -16,75%

        Redazione Aim Italia News

        Enertronica, nuova formula commerciale porta contratto da 1 mln di euro

        Enertronica, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, ha sottoscritto un contratto per la fornitura di 10MW di inverter fotovoltaici per n.10 impianti operativi in Conto Energia con una società facente riferimento al gruppo Platina Energy Partners LLP.

        Il contratto ha un valore di circa 1 mln di euro e sarà integralmente eseguito nel 2019. 

        L'accordo prevede, oltre alla fornitura degli inverter, un pagamento dilazionato in 5 anni, servizi di manutenzione e garanzie di disponibilità

        Con questa tipologia di contratto, il cliente diluisce nel tempo l’impatto finanziario della manutenzione straordinaria (revamping), beneficia di interventi di manutenzione programmata e ha per 5 anni la garanzia di un elevato livello di funzionamento delle macchine. 

        L’accordo si inserisce nel nuovo modello di business del gruppo che prevede una maggiore focalizzazione sui servizi ad elevato valore aggiunto e la costruzione di relazioni consolidate con la propria clientela. 

        Platina è una società indipendente di investimento europea fondata nel 2002. 

        Tramite Platina Energy Partners è focalizzata su progetti di infrastrutture nel settore delle energie rinnovabili, principalmente impianti eolici e solari.

        Tramite Platina Equity Solutions effettua investimenti di private equity in piccole e medie imprese, tramite 

        SMRE acquistata da SolarEdge Technologies, con sconto

        Gli azionisti, M.T.I. Holding, Gabriele Amati, Giampaolo Giammarioli Samuele Mazzini, hanno siglato un accordo vincolante per cedere l’intera partecipazione detenuta in SMRE pari al 51,48% del capitale, a favore di SolarEdge Technologies, società israeliana con sede a Tel Aviv, quotata sul NASDAQ americano.

        SMRE, società quotata su AIM Italia, è specializzata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori Automation e Smart Mobility.

        Il corrispettivo dell’operazione prevede un prezzo di 6 euro per ciascuna azione.

        Il corrispettivo, alla data del closing, sarà pagato per 3 euro in contanti e per i restanti 3 euro in azioni di nuova emissione di SolarEdge. 

        Il prezzo dell'azione SMRE nelle ultime 52 settimane è variato da un minimo di 4,38 ad un massimo di 6,96 euro.

        A differenza della maggior parte delle acquisizioni il prezzo concordato, invece di prevedere un premio significativo sul prezzo di mercato, presenta uno sconto del 4,5% sull'ultimo prezzo registrato prima dell'offerta di 6,28 euro.

        A seguito del closing, in base alla disciplina del mercato AIM Italia e delle previsioni statutarie di SMRE, SolarEdge promuoverà un’offerta pubblica di acquisto totalitaria rivolta agli azionisti di minoranza, tutta in contanti e comunque ad un prezzo non inferiore al prezzo di acquisto, con l’obiettivo, sulla base di quanto dichiarato dall’acquirente, di acquisire il controllo totalitario di SMRE.

        L’accordo è condizionato alla acquisizione da parte di SMRE dell’intero capitale sociale di Sistematica S.p.A. (di cui la società già detiene il 68,9% circa) e la contestuale dismissione delle partecipazioni di minoranza non strategiche da questa detenute.

        Samuele Mazzini, principale azionista di MTI Holding Srl nonché presidente e amministratore delegato di SMRE continuerà a guidare la società nei prossimi 4 anni.

        SolarEdge Technologies
        SolarEdge ha sviluppato una soluzione intelligente per invertitori che ha cambiato il modo in cui l'energia elettrica viene generata e gestita negli impianti fotovoltaici.

        L'invertitore ottimizzato per la CC di SolarEdge è inteso a massimizzare la generazione di energia elettrica riducendo al tempo stesso i costi dell'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico.

        SolarEdge opera in un'ampia gamma di segmenti del settore energetico per mezzo delle sue soluzioni per impianti fotovoltaici, immagazzinamento, ricarica di veicoli elettrici, batterie, alimentazione non interrompibi e servizi per reti elettriche.

        Il fatturato previsto per il 2018 è di 923 mln di dollari, con un utile di 144 mln di dollari.

        La capitalizzazione di borsa è di 1.704 mln di dollari.

        La società ha un roe (rendimento del capitale azionario) del 31,7%, non ha debiti ed è cresciuta negli ultimi 4 anni ad un ritmo del 41% annuo.

        Guy Sella, ceo, presidente e fondatore di SolarEdge Technologies
        Guy Sella, ceo, presidente e
        fondatore di SolarEdge Technologies
        Guy Sella, ceo, presidente e fondatore di SolarEdge ha affermato:

        “L'acquisizione di SMRE costituisce un ulteriore passo avanti verso la concretizzazione della nostra strategia di crescita sostenibile mediante l'accesso a un altro mercato in rapida crescita e sinergico sotto il profilo tecnologico e la diversificazione delle nostre attività addentrandoci in nuovi segmenti al di fuori di quello dell'energia solare" ha affermato

        “Le innovative tecnologie sviluppate da SMRE e il suo personale esperto e altamente competente dotano SolarEdge di un accesso preferenziale al mercato ad elevata crescita dell'elettromobilità.

        Riteniamo che l'abbinamento tra la vasta esperienza e le tecnologie per l'intero gruppo propulsore di SMRE e le innovative tecnologie per l'alimentazione e le batterie, la comprovata eccellenza operativa e la portata globale di SolarEdge, ci permetterà di affermarci quale leader del settore in questo importante mercato.”

        ✅ SMRE 
        ✔ Prezzo 6,12 € 
        ✔ PE 12m 85,8 
        ✔ PB 6,70 
        ✔ Fair Value 4,70 € 
        ✔ Rendimento implicito 9,3% 
        ✔ Rating C1 - SPECULATIVO