sabato 26 gennaio 2019

SMRE, OPA obbligatoria sulla totalità delle azioni da parte di SolarEdge

SolarEdge Investment S.r.l. comunica che si sono verificati i presupposti giuridici per la promozione di un'offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle azioni ordinarie di SMRE, società quotata sull'AIM Italia.

Le compravendite effettuate
L’obbligo di promuovere l’offerta è sorto in conseguenza dell’acquisto da parte dell’offerente (con accordo di compravendita sottoscritto il 7 gennaio 2019 con i venditori M.T.I. Holding S.r.l., Gabriele Amati e Giampaolo Giammarioli) di complessive 11.239.200 azioni ordinarie SMRE, pari al 51,44% del capitale sociale, a un prezzo unitario di 6,00 euro, per un corrispettivo di 67.435.200 euro.

Il 25 gennaio 2019 si sono perfezionati l’acquisizione e il trasferimento della partecipazione di maggioranza.

Sempre il 25 gennaio 2019 l’offerente ha perfezionato l’acquisizione di 1.166.000 azioni da Pisces Holding Ltd. rappresentanti il 5,34% del capitale sociale dell’emittente, a un prezzo unitario di 6,00 euro, per un corrispettivo pari a 6.996.000 euro.

Pertanto le azioni acquistate dall’offerente sono complessivamente 12.405.200, pari al 56,78% del capitale sociale.

Il controvalore complessivo pari a 74.431.200 euro è stato pagato per la metà in contanti e per la restante parte in azioni ordinarie emesse da SolarEdge, negoziate sul NASDAQ.

In particolare, le azioni di SolarEdge sono state valutate 31,17 euro ciascuna, pari al prezzo ufficiale di chiusura NADSAQ registrato il 3 gennaio 2019.

L'OPA obbligatoria
L’Offerente è SolarEdge Investment S.r.l., società con sede legale in Milano, interamente posseduta e controllata da SolarEdge Technologies Inc. con sede legale a Fremont, California (USA), le cui azioni sono negoziate sul NASDAQ.

Per effetto del perfezionarsi dell’accordo per l’acquisto della partecipazione di maggioranza, e dell’acquisto di una partecipazione di entità superiore a quella prevista dello statuto SMRE, l’offerente è tenuto a promuovere l’offerta.

L’offerta ha l’obiettivo di acquisire la totalità delle azioni ordinarie di SMRE, o comunque di conseguire la revoca dell’ammissione alle negoziazioni sull’AIM delle azioni ordinarie dell’emittente (Delisting).

Sono oggetto della offerta complessive massime 9.898.043 azioni ordinarie SMRE:
  • 9.443.861 azioni, pari alla totalità delle azioni ordinarie dell’emittente in circolazione e non possedute dall’offerente, corrispondenti al 43,22% del capitale sociale; 
  • massime 454.182 azioni, pari alla totalità delle azioni ordinarie dell’emittente che potrebbero essere emesse a seguito dell’esercizio dei Warrant SMRE 2016-2019 negoziati su AIM Italia.
L’offerente si riserva il diritto di acquistare azioni ordinarie dell’emittente e Warrant al di fuori dell’offerta.

Le motivazioni dell'acquisizione
L’acquisizione del gruppo facente capo a SMRE si inserisce nel contesto delle strategie SolarEdge di diversificazione dell’attività produttiva.

Logo SolarEdge Technologies
In particolare, l’operazione consente a SolarEdge Technologies di entrare in un mercato, come quello della mobilità  elettrica, in rapida crescita e sinergico, consentendole di diversificare la propria offerta in nuovi settori al di fuori del mercato dell’energia solare.

L’emittente rappresenta uno dei principali operatori nel settore della mobilità elettrica ed è in possesso di tecnologie innovative e di un management team di comprovata esperienza, che potrà consentire a SolarEdge di continuare ad accompagnare la propria clientela verso soluzioni smart energy.

Il prezzo
La normativa prevede che il corrispettivo non sia inferiore al prezzo più elevato pagato dall’offerente per l’acquisto di azioni ordinarie dell’emittente nei 12 mesi anteriori.

Il corrispettivo è stato dunque fissato a 6,00 euro per azione.

Il prezzo ufficiale per azione ordinaria dell’emittente, rilevato alla chiusura del 4 gennaio 2019 era pari a 6,28 euro.

Rispetto a tale valore, il corrispettivo incorpora, pertanto, uno sconto del 4,67%.

In caso di integrale esercizio dei Warrant e adesione alla stessa da parte di tutti i titolari delle azioni, il controvalore dell'offerta sarà di 59.388.258 euro.

L’Offerente intende far fronte alla copertura finanziaria dell’Offerta e dei costi dell’operazione complessiva, mediante il ricorso alle disponibilità liquide messe a disposizione da SolarEdge Technologies Inc. tramite un finanziamento soci e un apporto di capitale.

Il periodo di adesione all’offerta sarà concordato con CONSOB, con una durata compresa tra un minimo di 15 e un massimo di 40 giorni di mercato aperto.

Si segnala che entro il giorno di borsa aperta successivo alla data di pagamento a esito del periodo di adesione, il periodo di adesione sarà riaperto per 5 giorni, qualora l’offerente renda noto di aver già acquistato una partecipazione pari almeno ai due terzi del capitale sociale dell’emittente o di più della metà delle azioni oggetto dell’offerta.

In tale periodo gli azionisti dell’emittente che non avessero ancora aderito all’offerta avranno la possibilità di aderirvi in quella sede.

L’offerta sarà promossa esclusivamente in Italia.

Scenario di mancata adesione totale
Qualora, a esito dell’offerta, l’offerente venisse a detenere una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale, l’offerente dichiara fin da ora di non voler ripristinare un flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle negoziazioni delle azioni ordinarie SMRE. 

Il mancato ripristino del flottante comporterà la revoca delle negoziazioni dei titoli dell’emittente senza previo assenso degli azionisti.

Qualora, a esito dell’offerta, l’offerente venisse invece a detenere una partecipazione complessiva pari o inferiore al 90% del capitale sociale dell’emittente rappresentato da azioni ordinarie, l’offerente considererà l’opportunità di:
  • Chiedere al consiglio di amministrazione che venga convocata un’assemblea dei soci dell’emittente per deliberare in merito al Delisting.
La proposta di Delisting, per poter essere approvata, dovrà ottenere non meno del 90% dei voti espressi dai titolari di azioni ordinarie riuniti in assemblea.
Agli azionisti dell’emittente non competerà il diritto di recesso;
  • Adoperarsi affinché si proceda alla fusione con SolarEdge Investment S.r.l., con conseguente Delisting delle azioni e dei Warrant dell’Emittente; 
Nel caso di fusione per incorporazione dell’emittente in altra società non quotata, agli azionisti dell’emittente che non abbiano concorso alla relativa deliberazione non spetterebbe il diritto di recesso.
Dopo il Delisting
Con il Delisting delle azioni anche i Warrant saranno revocati dalle negoziazioni, venendo meno la quotazione delle azioni sottostanti.

Pertanto, i titolari di Warrant si troveranno titolari di strumenti finanziari non ammessi alla negoziazione su alcun sistema multilaterale di negoziazione con conseguente difficoltà di liquidare in futuro il proprio investimento.

Gli azionisti dell’emittente non aderenti all’offerta, neppure nel contesto della riapertura dei termini, si troveranno titolari di azioni non scambiate su alcun sistema multilaterale di negoziazione, con conseguente difficoltà di liquidare in futuro il proprio investimento.

✅ SMRE 
✔ Prezzo 6,20 € 
✔ PE 12m 87,9 
✔ PB 6,81 
✔ Fair Value 5,10 € 
✔ Rendimento implicito 9,4% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 25 gennaio 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 25 gennaio 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 12,90 (precedente 12,36)
P/E [utile corretto]: 14,25 (precedente 14,01)
E/P [1 / 14,25]: 7,02% (precedente 7,14%)
Equity cost: 11,38% (precedente 11,74%)
Inflazione prevista: 1,85% (precedente 1,85%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,38% - 7,02%]: 4,36% (precedente 4,60%)
Tasso di crescita reale [4,36% - 1,85%]: 2,51% (precedente 2,75%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 11,38%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 25 gennaio 2019

Rendimento Implicito indice: AIM Italia Investable 11,38% (- 0,36%)
Stima aggiornata al 25-01-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice: FTSE MIB 9,94% (- 0,05%)
Stima aggiornata al 25-01-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Premio di rendimento AIM Italia vs. MIB: 1,44% (- 0,31%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 25 gennaio 2019
Indice: AIM Italia Investable, 8.483,57 (+ 0,25%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.557,56 (- 0,38%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.


Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib

Redazione Aim Italia News

venerdì 25 gennaio 2019

AIM Italia Investable Index 25-01-2019

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +0,25% 8.483,57 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è sceso nella settimana del -0,38% a 8.557,56 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è sceso nella settimana del -0,44% a 87,92 punti.

29 titoli su 65 (45%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Gel +17,73%
  • Circle +12,97%
  • Clabo +10,89%
  • Sciuker Frames +9,12%
  • MailUp +5,94%
I risultati peggiori della settimana:
  • GO internet -15,40%
  • Illa -11,37%
  • SosTravel -7,83%
  • Digital360 -7,29%
  • Dominion Hosting Holding -6,20%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 25-01-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,76% 8.557,56 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 13.285.937 euro.

40 titoli su 112 (36%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Renergetica: 9,18%
  • ICF Group: 6,38%
  • EdiliziAcrobatica: 4,87%
  • TPS: 4,29%
  • DBA Group: 4,07%
I risultati peggiori della giornata:
  • Gel: -6,31%
  • Caleido Group: -5,00%
  • Alfio Bardolla Training Group: -4,67%
  • Frendy Energy: -4,47%
  • Longino & Cardenal: -4,30%

Redazione Aim Italia News

SMRE, SolarEdge Technologies ha nominato il nuovo Consiglio d'amministrazione

SMRE, società quotata su AIM Italia, specializzata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori Automation e Smart Mobility, a seguito dell’operazione di acquisto da parte della società israeliana SolarEdge Technologies di una partecipazione nel proprio capitale sociale pari al 51,48%, comunica che l’assemblea degli azionisti, preso atto delle dimissioni rese dai componenti del consiglio di amministrazione il 7 gennaio 2019, ha nominato un nuovo CdA, composto da:
  • Guy Sella, nato a Haifa, Israele, il 22 febbraio 1964, in qualità di presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato;
  • Ronen Faier, nato in Israele il 15 gennaio 1971;
  • Rachel Prishkolnik, nata negli Stati Uniti d’America, il 23 marzo 1968;
  • Samuele Mazzini, nato a Pavia il 9 giugno 1978, in qualità di ceo;
  • Paolo Pietrogrande, nato a Roma il 19 giugno 1957, in qualità di amministratore indipendente;
Tali consiglieri resteranno in carica per una durata di 3 esercizi e quindi fino alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021.

A conclusione dell’assemblea, si è riunito il consiglio di amministrazione della società che ha proceduto alla verifica dei requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza dei neonominati consiglieri di amministrazione, accertando il possesso in capo a ciascuno di essi dei suddetti requisiti.

Il consiglio di amministrazione ha quindi confermato Samuele Mazzini nella carica di ceo, conferendogli tutti i poteri per l’amministrazione della stessa, con esclusione di quelli riservati al consiglio di amministrazione dalla legge o dallo Statuto sociale.

Si sono riunite anche le assemblee delle società controllate I.E.T. S.p.A. e Sistematica S.p.A. le quali hanno rinnovato i relativi organi di amministrazione.

✅ SMRE 
✔ Prezzo 6,12 € 
✔ PE 12m 86,8 
✔ PB 6,72 
✔ Fair Value 5,22 € 
✔ Rendimento implicito 9,0% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

SCM SIM, i soci sottoscrivono solo lo 0,2% dell'aumento di capitale

Solutions Capital Management SIM, società quotata all'AIM Italia, che si occupa di intermediazione mobiliare, gestione di portafogli e consulenza d'investimento, con riferimento all’aumento di capitale offerto in opzione agli azionisti della società, comunica che durante il periodo di offerta in opzione (7 gennaio 2019 – 24 gennaio 2019) sono state sottoscritte 297 nuove azioni per un controvalore pari ad 2.123 euro.

Le azioni di nuova emissione sono state sottoscritte al prezzo di 7,15 euro cadauna con rapporto di sottoscrizione pari a 3 nuove azioni ogni 35 diritti posseduti.

Il totale della azioni offerte in opzione era di 163.704, per un controvalore di 1.170.484 euro.

Le azioni rimaste inoptate, pari al 99,82% dell'offerta, potranno essere collocate, a cura dell’organo amministrativo e nel rispetto della normativa vigente, entro il termine del 30 aprile 2019.

✅ SCM SIM 
✔ Prezzo 6,80 € 
✔ PE 12m 160,7 
✔ PB 4,00 
✔ Fair Value 6,15 € 
✔ Rendimento implicito 11,0% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

DBA Group, il contratto con Italtel sale a 18,5 mln

DBA Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della consulenza tecnologica, specializzata nella connettività delle reti,  comunica l’estensione del contratto già in essere tra Italtel e la controllata DBA Lab S.p.A. per le attività di consulenza a supporto della progettazione di reti in fibra ottica in Italia.

Il controvalore complessivo della commessa, già annunciata al mercato in data 11 giugno 2018, era di circa 13 mln di euro.

L’estensione del contratto, relativo ai servizi di consulenza per progettazione della rete a Banda Ultralarga FTTH nelle aree C-D, riguarda l’affidamento di nuovi Comuni, adottando una nuova gestione integrata dell’intera filiera dei servizi di ingegneria a supporto della progettazione.

L’estensione contrattuale fino al 2020 è pari a euro 5,5 mln di euro, per un importo totale di 18,5 mln di euro.

“La fiducia confermataci da Italtel attraverso un ingaggio per la fornitura di servizi di ingegneria sull’intera filiera è motivo di orgoglio per il nostro gruppo, in quanto ci identifica come importante player nell’erogazione di servizi ad alto contenuto di know how nell’ambito delle infrastrutture a rete” - dichiara Francesco De Bettin presidente e cofondatore di DBA Group.”

DBA Group è tra i maggiori fornitori di servizi per la realizzazione di reti a banda larga.

Fornisce servizi relativi alla realizzazione di reti in fibra ottica da 18 anni.

Ha maturato una specifica esperienza nel campo delle reti Ftth (Fiber To The Home, ovvero “fibra fino alla casa”) che raggiungono ogni unità immobiliare.

✅ DBA Group 
✔ Prezzo 2,46 € 
✔ PE 12m 9,6 
✔ PB 1,09 
✔ Fair Value 2,63 € 
✔ Rendimento implicito 12,1% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Energica Motor Company apre filiale commerciale in Germania

Energica Motor Company, società quotata all'AIM Italia, costruttrice di moto elettriche ad alte prestazioni, continua l’espansione commerciale all'estero.

Area espositiva Energica Motor Company
Area espositiva Energica Motor Company
Aprirà a Monaco di Baviera una filiale operativa per la gestione delle attività commerciali in Germania.

La struttura sarà dotata di uffici commerciali e di un’area espositiva in cui saranno presenti tutti i prodotti della gamma Energica.

Livia Cevolini, ceo di Energica Motor Company, ha dichiarato:

“Il mercato tedesco EV è destinato a diventare il più importante d’Europa per la presenza di un ecosistema nazionale volto proprio allo sviluppo dei veicoli elettrici”.

“La Germania è il paese europeo con più punti di ricarica veloce, al momento circa 1500”.

giovedì 24 gennaio 2019

Ftse Aim Italia 24-01-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,09% 8.492,85 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 6.790.727 euro.

43 titoli su 112 (38%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: 13,21%
  • Clabo: 12,57%
  • Visibilia Editore: 10,89%
  • Innovatec: 7,20%
  • Sciuker Frames: 7,03%
I risultati peggiori della giornata:
  • Ecosuntek: -9,18%
  • Ki Group: -5,77%
  • Enertronica: -4,92%
  • Prismi: -3,95%
  • Renergetica: -3,59%

Redazione Aim Italia News

Longino & Cardenal sbarca negli USA

Longino & Cardenal, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore della ristorazione di qualità, comunica, in linea con la strategia di internazionalizzazione annunciata in sede di IPO, il proprio ingresso nel mercato USA, attraverso la costituzione e l’avvio di Longino & Cardenal USA Corp., società controllata al 100%.

Catalogo Longino & Cardenal
Catalogo Longino & Cardenal
Andrea Bertali, già country manager della controllata Longino & Cardenal Ltd, con sede a Hong  Kong, di cui ha gestito anche la fase di start up, è stato nominato responsabile della neocostituita Longino & Cardenal USA Corp., trasferendosi in USA dopo 5 anni di permanenza ad Hong Kong.

Riccardo Uleri, presidente e amministratore delegato di Longino & Cardenal:

“Siamo molto lieti di aver avviato l’attività sul mercato USA, che consideriamo strategico per consolidare il nostro posizionamento anche sul mercato americano quali selezionatori esperti di eccellenze gastronomiche.

Puntiamo a far conoscere le migliori materie prime e i prodotti a ristoranti stellati, luxury hotel e player specializzati sul territorio USA, forti del know-how in Italia e della presenza nei mercati esteri di Hong Kong e Dubai”.

✅ Longino & Cardenal 
✔ Prezzo 4,40 € 
✔ PE 12m 15,3 
✔ PB 4,26 
✔ Fair Value 3,95 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating A - VALUE 

Clabo, fatturato superiore alle aspettative

Clabo, società quotata sull'AIM Italia, che opera nel settore delle vetrine espositive professionali, comunica che il fatturato 2018 ha quasi raggiunto i 56 mln di euro (+25% rispetto al 2017), l'ebitda è di 6,2 mln di euro e la posizione finanziaria netta (PFN) è a 23,7 mln di euro.

Gli analisti prevedevano un fatturato 2018 di 51,2 mln di euro.

Il presidente di Clabo, Pierluigi Bocchini, ha dichiarato:

"Siamo molto fiduciosi che i numeri previsti dal piano per il 2019 saranno raggiunti grazie soprattutto al buon andamento delle nostre controllate sui mercati asiatici e americani."

✅ Clabo 
✔ Prezzo 1,85 € 
✔ PE 12m 9,2 
✔ PB 0,83 
✔ Fair Value 1,79 € 
✔ Rendimento implicito 11,9% 
✔ Rating A - VALUE 

mercoledì 23 gennaio 2019

Ftse Aim Italia 23-01-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,39% 8.485,30 punti.

Il Controvalore scambiato in giornata è di 8.730.191 euro.

32 titoli su 112 (29%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia


I risultati migliori della giornata:
  • Ecosuntek: 12,64%
  • Innovatec: 4,76%
  • Prismi: 4,59%
  • Gruppo Green Power: 4,40%
  • Imvest: 3,61%
I risultati peggiori della giornata:
    • Visibilia Editore: -9,82%
    • Gel: -7,10%
    • WM Capital: -6,78%
    • Agatos: -5,37%
    • Renergetica: -5,00%

    Redazione Aim Italia News

    Monitor AIM Italia, pubblicato il report speciale PIR 2019

    Monitor AIM Italia, report speciale PIR 2019
    Monitor AIM Italia, report speciale PIR 2019
    Cristian Frigerio, analista finanziario di Delphos Assets Management SA, ha pubblicato il Report AIM Italia Speciale PIR 2019 (10 pagine, formato pdf).

    La prima parte è dedicata all'analisi del testo della nuova normativa PIR, mentre la seconda parte è dedicata al segmento AIM Italia ed alla lista dei titoli eligible, con qualche approfondimento.

    GO internet, Linkem sottoscrive l'aumento di capitale

    GO internet, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore dell’Internet Mobile, comunica che Linkem SpA, azionista della società con una quota del 21,22%, in data odierna ha esercitato totalmente i diritti di opzione ad essa spettanti dell’aumento di capitale di GO internet, per un controvalore totale di 1.054.944 euro.

    Alessandro Frizzoni, amministratore delegato di GO internet, ha commentato:

    “L’esercizio dei diritti di opzione da parte di Linkem conferma l’importanza della partnership industriale siglata l’anno scorso con GO internet per la condivisione dello spettro.

    Grazie a questo accordo, stiamo già trasformando la nostra porzione di rete Wimax in una rete commerciale in overlay 5G ready

    ✅ GO internet 
    ✔ Prezzo 0,922 € 
    ✔ PE 12m neg 
    ✔ PB 1,10 
    ✔ Fair Value 1,01 € 
    ✔ Rendimento implicito 6,7% 
    ✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

    martedì 22 gennaio 2019

    Ftse Aim Italia 22-01-2019

    Il FTSE AIM Italia scende del -0,71% 8.518,34 punti.

    Il Controvalore scambiato in giornata è di 9.139.260 euro.

    22 titoli su 112 (20%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

    FTSE AIM Italia


    I risultati migliori della giornata:
    • Visibilia Editore: 28,74%
    • WM Capital: 25,95%
    • Ecosuntek: 18,64%
    • Gel: 14,08%
    • Agatos: 10,45%
    I risultati peggiori della giornata:
      • Illa: -6,77%
      • Caleido Group: -5,79%
      • Gruppo Green Power: -5,36%
      • Bomi Italia: -4,76%
      • Grifal: -4,53%

      Redazione Aim Italia News

      SITI B&T Group consolida al 100% la partecipazione in Projecta Engineering

      SITI B&T Group, società quotata all'AIM Italia, produttore di impianti completi per l’industria ceramica, comunica che ha acquisito il residuo 48% del capitale della società Projecta Engineering, l’azienda del gruppo attiva nelle tecnologie di decorazione digitale, consolidando la propria partecipazione al 100%.

      Projecta Engineering è inoltre detentrice della partecipazione del 62,5% di Digital Design, la società dedicata al design ed ai servizi di ricerca grafica. 

      La transazione è stata effettuata per un valore di 4,7 mln di euro, dei quali 3,375 mln di euro pagabili in tre rate annuali da 1,125 mln cadauna.

      “Consolidiamo oggi la proprietà di una Società – commenta Fabio Tarozzi, presidente e amministratore delegato di SITI B&T Group – che costituisce uno dei capisaldi del nostro gruppo.

      Projecta Engineering da quando è stata acquista, praticamente una start-up nel 2010, è divenuta una delle aziende di riferimento per le tecnologie di decorazione digitale nel mercato ceramico.

      La costante innovazione tecnologica dei prodotti e l’introduzione di idee e soluzioni all’avanguardia  ci permette di offrire l’eccellenza nel conferimento dell’estetica a prodotto finale”.

      Projecta Engineering nel 2017 ha sviluppato un fatturato di 35,6 mln di euro conseguendo un ebitda di 3,7 mln di euro.

      La posizione finanziaria netta al 31.12.2017 era di 5,2 mln di euro ed il patrimonio netto di 11,5 mln di euro (dati comprensivi della quota di pertinenza di Digital Design).

      Projecta Engineering ha uno staff di 74 addetti di cui 22 nel solo reparto di ricerca e sviluppo ed è titolare di 17 brevetti con investimenti in R&D di oltre 1 mln di euro annui.

      Recentemente Projecta Engineering ha lanciato sul mercato numerosi prodotti innovativi, quali la linea Full Digital Decoration, progettata con tecnologia ecocompatibile water based (con inchiostri a base acqua efficienti ed ecocompatibili), l’unità di supervisione Industry 4.0 nonché la famiglia Innova® di stampanti digitale per grandi formati.

      Nel 2018 è stato aperto un centro di sviluppo interno dedicato alla decorazione di superfici non ceramiche (vetro, legno, plastica, mattoni, cementi, etc...) che ha consentito il lancio sul mercato nel gennaio 2019 dei primi prodotti.

      ✅ SITI B&T Group 
      ✔ Prezzo 4,1 € 
      ✔ PE 12m 6,6 
      ✔ PB 0,66 
      ✔ Fair Value 5,03 € 
      ✔ Rendimento implicito 12,8% 
      ✔ Rating A - VALUE 

      Abitare In, venduti tutti gli appartamenti di Milano City Village con 1 anno di anticipo

      Abitare In, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore dello sviluppo immobiliare residenziale nella città di Milano, comunica che si è conclusa con largo anticipo, e con la vendita di tutti gli appartamenti, la seconda  campagna  promozionale  di Milano  City  Village.

      Appartamento a Milano City Village
      Appartamento a Milano City Village
      Milano City Village comprende 210 appartamenti che comporranno due edifici di nuova costruzione: City Plaza e City Garden, situati in via Tacito, a pochi passi da viale Umbria e da Porta Romana.

      Il progetto verrà completato entro luglio 2021 e prevede anche la realizzazione di un parco-giardino di oltre 6.000 mq.

      Complessivamente, il controvalore dei contratti preliminari sottoscritti nell’ambito dell’iniziativa è pari a oltre 78 mln di euro.

      A questi aggiungeranno, nel corso del 2019, i ricavi provenienti dalle vendite delle esclusive Penthouse e dei box auto previsti dal progetto, per le quali Abitare In si è riservata l’opportunità di prevedere una campagna di commercializzazione dedicata.

      Tutte le abitazioni sono state vendute in soli sei mesi, con un anno di anticipo rispetto alle previsioni.

      Le vendite del progetto Milano City Village si sono concluse al termine della secondacampagna promozionale, rispetto alle quattro generalmente previste per ogni progetto.

      Sono state infine raccolte 14 proposte irrevocabili in cosiddetto overbooking da parte di alcuni clienti in lista di attesa.

      Complessivamente, nel corso delle due campagne, il progetto Milano City Village ha realizzato risultati particolarmente significativi:
      • Sold out delle unità messe in vendita in soli 6 mesi di commercializzazione,
      • 78,1 mln di euro di controvalore dei contratti preliminari sottoscritti (con esclusione della penthouse dell’edificio City Plaza),
      • 23,9 mln di euro di anticipi da clienti contrattualizzati, di cui 9,6 mln già incassati,
      • Il sito internet dedicato, www.milanocityvillage.com, ha registrato più di 80.000 prime visite in sei mesi,
      • Si sono svolti circa 2.000 appuntamentie sono stati raccolti i contatti di quasi 6.000 mila potenziali clienti.

      ✅ Abitare In 
      ✔ Prezzo 29,28 € 
      ✔ PE 12m 64,6 
      ✔ PB 2,33 
      ✔ Fair Value 27,1 € 
      ✔ Rendimento implicito 11,1% 
      ✔ Rating B2 - GROWTH 

      La "roadshow presentation" di Antares Vision è online

      La spac ALP.I e Antares Vision informano che la Roadshow Presentation, relativa all’operazione di integrazione societaria tra le società annunciata il 19 dicembre 2018, è scaricabile online (43 pagine, formato pdf, testo in inglese).

      Di seguito le principali informazioni finanziarie esposte nel documento:

      Bilancio consolidato
      mln di euro
      2018 vs 2017

      Ricavi
      +110 vs 89,6, +23%

      Utile netto
      +20 vs 16,2, +23%

      Flusso di cassa (ebitda - capex)
      +30 vs 22,1, +36%

      Grifal, gli imballaggi ecocompatibili spingono la crescita

      Grifal, società quotata all'AIM Italia, che opera nel packaging industriale, comunica alcuni risultati preliminari dell’esercizio 2018, non sottoposti a revisione legale.

      Bilancio consolidato 
      mln di euro
      2018 vs 2017

      Ricavi
      19,1 vs 17,6, +8,5%

      Ebitda
      2,1 vs  1,8, +12,2%

      I risultati sono leggermente inferiori a quanto indicato nel piano.

      Il piano prevedeva un valore della produzione di 19,5 mln di euro (-2%) e un ebitda di 2,4 mln di euro (-25%).

      I risultati positivi conseguiti derivano dall’offerta di tecnologie e prodotti innovativi ecocompatibili della società, in particolare dal nuovo cartone ondulato a marchio cArtù, in grado di sostituire il polistirolo e gli altri prodotti chimici per l’imballaggio.

      In controtendenza rispetto ai segnali di rallentamento del ciclo economico, l’attenzione sempre maggiore del mercato nei confronti dell’ecosostenibilità e della progettazione corretta degli imballi, rappresenta per Grifal una spinta alla crescita.

      Ulteriori impulsi provengono dal fenomeno dell’e-commerce e dalle nuove normative europee in materia di packaging; il mercato degli imballaggi “green” (come cArtù) cresce ad un ritmo maggiore rispetto al comparto a livello globale.

      ✅ Grifal 
      ✔ Prezzo 5,06 € 
      ✔ PE 12m 46,0 
      ✔ PB 6,45 
      ✔ Fair Value 4,11 € 
      ✔ Rendimento implicito 10,6% 
      ✔ Rating B2 - GROWTH 

      Modifica dell'indice AIM Italia Investable: Fine Foods NTM

      Con la pubblicazione del primo studio societario, si attiva la copertura da parte degli analisti finanziari di Fine Foods NTM.

      Logo AIM Italia InvestableLa società entra quindi, a partire da venerdì 25 gennaio 2019, nel paniere dell'indice AIM Italia Investable.

      La sua variazione di prezzo concorrerà alla variazione dell'indice a partire dal 01 febbraio 2019.

      Diventano quindi 66 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 112 negoziate all'AIM Italia.

      Redazione Aim Italia News

      lunedì 21 gennaio 2019

      Ftse Aim Italia 21-01-2019

      Il FTSE AIM Italia scende del -0,12% 8.579,44 punti.

      Il Controvalore scambiato in giornata è di 6.575.848 euro.

      36 titoli su 112 (32%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

      FTSE AIM Italia


      I risultati migliori della giornata:
      • Gel: 17,84%
      • Visibilia Editore: 17,57%
      • FOPE: 6,56%
      • H-Farm: 6,42%
      • Telesia: 5,22%
      I risultati peggiori della giornata:
        • Caleido Group: -6,15%
        • Enertronica: -4,46%
        • EdiliziAcrobatica: -3,77%
        • Neurosoft: -3,60%
        • SosTravel: -3,54%

        Redazione Aim Italia News

        Vimi Fasteners sul Sole 24 ore

        Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento, a firma di Valeria Novellini, su Vimi Fasteners, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della meccanica di alta precisione.

        ✅ Vimi Fasteners 
        ✔ Prezzo 2,93 € 
        ✔ PE 12m 10,2 
        ✔ PB 1,47 
        ✔ Fair Value 2,72 € 
        ✔ Rendimento implicito 12,0% 
        ✔ Rating A - VALUE 

        Fine Foods NTM, pubblicato primo studio societario

        Studio societario di Banca IMI su Fine Foods NTM
        Banca IMI ha pubblicato il primo studio societario su Fine Foods NTM (28 pagine, formato pdf).

        Il fatturato previsto è di 129,6 mln di euro nel 2018 (+8,4% rispetto al 2017), 140,4 mln di euro nel 2019.

        L'utile netto previsto è di 7,27 mln di euro nel 2018 (+3,0% rispetto al 2017), 7,84 mln di euro nel 2019.

        L'utile per azione previsto è di 0,320 euro nel 2018 e 0,346 euro nel 2019.

        Il prezzo corrente del titolo è 9,65 euro.

        Il rapporto prezzo / utili è di 30,2 sugli utili del 2018 e 27,9 sugli utili del 2019.

        Banca IMI attribuisce il rating ADD al titolo.

        Il target price assegnato è di 10,9 euro, con un premio del 13% sul prezzo corrente.

        La nostra valutazione è di un fair value di 8,21 euro per azione, con un rendimento implicito del 7,4%.

        Il nostro rating è C2 - SPECULATIVO.

        Redazione Aim Italia News

        ✅ Fine Foods NTM 
        ✔ Prezzo 9,65 € 
        ✔ PE 12m 27,7 
        ✔ PB  1,49 
        ✔ Fair Value 8,21 € 
        ✔ Rendimento implicito 7,4% 
        ✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

        EdiliziAcrobatica si quoterà anche a Parigi

        Logo Euronext
        EdiliziAcrobatica, società quotata all'AIM Italia, specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, quali manutenzioni e ristrutturazioni di palazzi ed altre strutture architettoniche, comunica che il consiglio di amministrazione ha  deliberato di convocare l’assemblea dei soci, in sede ordinaria, per deliberare circa il progetto di ammissione alla negoziazione delle azioni della Società  sul mercato Euronext  Growth, sistema multilaterale di negoziazione dedicato alle PMI europee, gestito da Euronext Paris S.A..

        Nello specifico, essendo le azioni della Società già negoziate su AIM Italia, la società potrà avvalersi  della procedura di ammissione diretta prevista da Euronext.

        La procedura di ammissione diretta non richiede l’esecuzione di un’offerta pubblica né la raccolta di ordini da parte di investitori terzi.

        Nell’ambito dell’operazione di Dual Listing la società sarà assistita, oltre che dal proprio advisor  Emintad Italia S.r.l., anche dalla società francese Invest Corporate Finance, la quale fungerà da Listing Agent (ossia soggetto coordinatore dell’operazione) e da sponsor (ossia da soggetto che vigila sull’adempimento della normativa).

        Attualmente sono quotate sull'Euronext Growth 237 società.

        Riccardo Iovino, amministratore delegato di EdiliziAcrobatica ha così commentato:

        “Abbiamo deciso di intraprendere il percorso di quotazione anche sul mercato Euronext Growth e dare così seguito alle strategie di crescita aziendale nell’ottica di espansione anche verso paesi europei.

        Per noi la Francia rappresenta un mercato interessante e che, con questa operazione, iniziamo ad approcciare in maniera decisa”.

        Notorious Pictures entra nella produzione di Web Series

        Notorious Pictures, società quotata sull'AIM Italia, che opera nella produzione, acquisizione e commercializzazione di diritti di film e nella gestione di sale cinematografiche, ha sottoscritto un accordo per la produzione esecutiva internazionale di 10 Web Series con il produttore statunitense AMBI Distribution Corp.

        Il valore complessivo della commessa è pari a 7,0 mln di dollari.

        Notorious Pictures realizzerà nel corso del 2019 le seguenti serie web:
        • Andron, 
        • 2047, 
        • All Roads lead to Rome, 
        • Black Butterfly, 
        • Bent, 
        • Future World, 
        • Rupture, 
        • In Dubious Battle, 
        • The Music of Silence, 
        • Beyond the Edge.
        Guglielmo Marchetti, presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures ha così commentato:

        “Siamo orgogliosi di collaborare con AMBI Distribution Corp. player di punta con progetti mainstream sia per gli studios che per le maggiori società di distribuzione cinematografica indipendenti nel mondo.

        Con questo accordo entriamo nel vivo del settore delle Web Series proseguendo l’attività di produzione esecutiva internazionale, diventata strategica per il nostro modello di business e che ci permetterà di rafforzare il nostro posizionamento.”.

        Con sede a Beverly Hills, AMBI Distribution Corp. è la società di distribuzione mondiale di AMBI Pictures, gruppo integrato vericalmente per lo sviluppo cinematografico, produzione, finanza e distribuzione di film commerciali di fascia alta, per un pubblico globale, guidata da Andrea Iervolino e Monika Bacardi.

        ✅ Notorious Pictures 
        ✔ Prezzo 3,37 € 
        ✔ PE 12m 14,6 
        ✔ PB 3,40 
        ✔ Fair Value 2,82 € 
        ✔ Rendimento implicito 12,1% 
        ✔ Rating A - VALUE 

        Ftse Aim Italia settimana 18-01-2019

        Il FTSE AIM Italia sale in settimana del +1,17% a 8.589,85 punti.

        Il Controvalore scambiato in settimana è di 43,4 mln di euro.

        51 titoli su 112 (46%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

        FTSE AIM Italia



        I risultati migliori della settimana:
        • Renergetica: 39,39% 
        • Ki Group: 26,19% 
        • Neurosoft: 20,00% 
        • Caleido Group: 15,04% 
        • Innovatec: 14,29% 
        I risultati peggiori della settimana:
        • Alfio Bardolla Training Group: -30,05%
        • Culti Milano: -14,05%
        • Giorgio Fedon & Figli: -9,29%
        • 4AIM SICAF: -7,08%
        • Prismi: -6,72%

        Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

        4AIM SICAF: -7,08%

        Abitare In: 0,40%
        Agatos: 3,85%
        Alfio Bardolla Training Group: -30,05%
        Alkemy: 1,35%
        Alp.I: 0,61%
        Ambromobiliare: 0,00%
        Askoll EVA: -2,29%
        Assiteca: -2,54%
        axélero: sosp.

        BioDue: -1,21%
        Bio-on: 7,04%
        Blue Financial Communication: 4,21%
        Bomi Italia: 6,81%

        Caleido Group: 15,04%
        Capital For Progress 2: 0,54%
        Casta Diva Group: 2,67%
        CdR Advance Capital: -6,48%
        Cellularline: 1,30%
        CFT: 2,09%
        Circle: 2,05%
        Clabo: 0,12%
        Costamp Group: 0,74%
        Cover 50: -2,64%
        Culti Milano: -14,05%

        DBA Group: -1,16%
        DHH: 0,00%
        Digital Magics: 3,63%
        Digital Value: 0,45%
        Digital360: 0,87%
        DigiTouch: -1,53%

        Ecosuntek: 1,15%
        Ediliziacrobatica: 2,99%
        Elettra Investimenti: -1,84%
        Energica Motor Company: -5,96%
        Energy Lab: sosp.
        Enertronica: 3,97%
        EPS Equita PEP 2: 0,00%
        Esautomotion: -4,75%
        Expert System: 6,45%

        Fervi: 1,64%
        Fine Foods NTM: 0,00%
        Finlogic: -0,35%
        Fintel Energia Group: -3,00%
        First Capital: -2,02%
        FOPE: 1,67%
        Frendy Energy: 3,24%

        Gabelli Value For Italy: 0,00%
        Gambero Rosso: 4,23%
        Gel: 2,12%
        Giorgio Fedon & Figli: -9,29%
        GO Internet: -2,78%
        Grifal: -4,23%
        Gruppo Green Power: -1,72%

        Health Italia: -4,84%
        H-FARM: 7,64%

        Icf Group: 3,40%
        IdeaMI: -0,43%
        Illa: 0,00%
        Imvest: 2,03%
        Industrial Stars of Italy 3: 0,43%
        Iniziative Bresciane: 0,00%
        Innovatec: 14,29%
        Intred: 0,00%
        Italia Independent Group: -2,63%
        Italian Wine Brands: -5,11%

        Ki Group: 26,19%
        Kolinpharma: -1,72%

        Leone Film Group: -5,96%
        Life Care Capital: -0,01%
        Longino & Cardenal: 0,00%
        Lucisano Media Group: 8,98%

        MailUp: -0,39%
        Masi Agricola: -1,03%
        Mondo TV France: -9,82%
        Mondo TV Suisse: -3,27%
        Monnalisa: -4,07%

        Neodecortech: -2,44%
        Net Insurance: 0,46%
        Neurosoft: 20,00%
        Notorious Pictures: 6,56%

        Orsero: 6,03%

        Pharmanutra: 0,98%
        PLT Energia: 1,54%
        Poligrafici Printing: -3,14%
        Portale Sardegna: -2,00%
        Portobello: -1,87%
        Powersoft: -2,48%
        Prismi: -6,72%

        Renergetica: 39,39%
        Rosetti Marino: -0,49%

        S.M.R.E.: 0,94%
        Safe Bag: 3,16%
        Sciuker Frames: -5,37%
        SCM SIM: -5,56%
        SG Company: 0,00%
        SITI B&T Group: 13,89%
        Softec: 0,00%
        Somec: 2,77%
        Sostravel.com: -5,12%
        Spactiv: -0,22%
        Spaxs: -0,68%
        Sprintitaly: 2,51%

        Telesia: 4,13%
        TheSpac: 1,89%
        TPS: -6,38%

        Vei 1: 0,43%
        Vetrya: -2,72%
        Vimi Fasteners: -2,97%
        Visibilia Editore: 5,71%

        WIIT: 2,81%

        WM Capital: -2,50%

        Redazione Aim Italia News

        Expert System, pubblicato studio societario

        Studio societario di Midcap Partners su Expert System
        Midcap Partners ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Expert System (32 pagine, formato pdf).

        Il fatturato previsto è di 29,1 mln di euro nel 2018 (+11,5% rispetto al 2017), 33,2 mln di euro nel 2019.

        Il risultato netto previsto è di -4,3 mln di euro nel 2018 (-8,3 nel 2017), -2,2 mln di euro nel 2019.

        L'utile per azione previsto è di -0,120 euro nel 2018 (-0,231 euro nel 2017) e -0,061 euro nel 2019.

        Il prezzo corrente del titolo è 1,32 euro.

        Il rapporto prezzo / utili è di neg sugli utili del 2018 e del 2019.

        Midcap Partners attribuisce il rating BUY al titolo.

        Il target price assegnato è di 1,78 euro, con un premio del 35% sul prezzo corrente.

        La nostra valutazione è di un fair value di 1,21 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,9%.

        Il nostro rating è C1 - SPECULATIVO.

        Redazione Aim Italia News

        ✅ Expert System 
        ✔ Prezzo 1,32 € 
        ✔ PE 12m neg 
        ✔ PB  3,12 
        ✔ Fair Value 1,21 € 
        ✔ Rendimento implicito 10,9% 
        ✔ Rating C1 - SPECULATIVO