sabato 2 marzo 2019

illimity Bank (Spaxs) dal 5 marzo 2019 al MTA

Banca Interprovinciale e Spaxs, società quotata sull'AIM Italia, comunicano che la Consob ha autorizzato la pubblicazione del Prospetto Informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato Telematico Azionario delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione della banca, come risultante dalla fusione per incorporazione della controllante Spaxs nella banca medesima.

La fusione avrà efficacia dal 5 marzo 2019 e da tale data la banca assumerà la denominazione illimity Bank SpA.

I titoli di illimity bank inizieranno le negoziazioni sull'MTA il 5 marzo 2019, con contestuale esclusione dalla negoziazione sull’AIM Italia delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione di Spaxs, che saranno automaticamente convertiti in azioni ordinarie e in diritti di assegnazione illimity.

Per approfondimenti, potete scaricate il Prospetto informativo (907 pagine, formato pdf).

✅ illimity Bank (Spaxs) 
✔ Prezzo 7,35 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 0,77 
✔ Fair Value 9,26 € 
✔ Rendimento implicito 14,5% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 1 marzo 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 1 marzo 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 12,13 (precedente 11,73)
Ottimismo degli analisti: +7,4% (precedente +7,0%)
P/E [utile corretto]: 14,23 (precedente 13,64)
E/P [1 / 14,23]: 7,03% (precedente 7,33%)
Equity cost: 11,36% (precedente 11,96%)
Inflazione prevista: 1,86% (precedente 1,85%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,36% - 7,03%]: 4,33% (precedente 4,63%)
Tasso di crescita reale [4,33% - 1,86%]: 2,47% (precedente 2,78%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 11,36%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 1 marzo 2019

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 11,36% (-0,60%)
Stima aggiornata al 01-03-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 9,63% (+ 0,03%)
Stima aggiornata al 01-03-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 1,73% (- 0,63%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 1 marzo 2019
Indice: AIM Italia Investable, 8.844,06 (+ 2,29%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.762,97 (+ 1,24%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib

Redazione Aim Italia News

venerdì 1 marzo 2019

AIM Italia Investable Index 01-03-2019

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +2,29% 8.844,06 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è salito nella settimana del +1,24% a 8.762,97 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è salito nella settimana del +1,54% a 90,78 punti.

35 titoli su 68 (51%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Vetrya +25,25%
  • Powersoft: +21,46%
  • Somec: +21,36%
  • EdiliziAcrobatica +20,70%
  • Siti B&T Group +19,40
I risultati peggiori della settimana:
  • Renergetica -7,53%
  • Sciuker Frames -7,41%
  • Expert System -5,98%
  • Illa -4,17%
  • Notorious Pictures -3,30%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 01-03-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,66% 8.762,97 punti.

Ftse Aim Italia 01-03-2019
Ftse Aim Italia 01-03-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 8.619.522 euro.

47 titoli su 115 (41%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Siti B&T Group: 12,22%
  • Vetrya: 8,61%
  • Caleido Group: 8,56%
  • Portobello: 7,46%
  • Gruppo Green Power: 4,79%
I risultati peggiori della giornata:
  • Renergetica: -5,01%
  • Culti Milano: -4,17%
  • Casta Diva Group: -3,23%
  • Telesia: -2,17%
  • Vei 1: -1,88%

Redazione Aim Italia Ne

Maps, inizia le contrattazioni all'AIM Italia il 7 marzo

Maps, PMI Innovativa che svolge l'attività di software solution provider, ha concluso il collocamento.

Il book per la quotazione di Maps si è chiuso con una copertura superiore a 5 volte la domanda.

Il prezzo di debutto, che avverrà il prossimo 7 marzo, sarà fissato a 1,90 euro, valore massimo della forchetta indicata nell'Ipo.

Vi è stato un forte interesse da parte di investitori internazionali, che hanno sottoscritto oltre la metà dell'offerta di titoli.

Net Insurance, accordo pluriennale con Banca Popolare di Puglia e Basilicata

Net Insurance, società assicurativa e riassicurativa quotata all'AIM Italia, comunica che è stato siglato un accordo di distribuzione tra la Banca Popolare di Puglia e Basilicata e Net Insurance.

L'accordo ha una durata di 5 anni ed esprime un progetto di partnership di natura privilegiata, orientata al lungo termine.

La partnership comprende l’offerta di un catalogo dinamico di prodotti assicurativi pensato in maniera specifica per il canale bancario nell’ambito della protezione, in particolare per i rami danni non concernenti il settore auto.

Già nei prossimi mesi verrà messa a disposizione della rete di vendita della banca un’offerta multirischi retail con prodotti modulari completi, cui si affiancheranno, nel secondo semestre, soluzioni dedicate al mondo delle PMI.

I processi che accompagneranno la commercializzazione e lo sviluppo dei nuovi prodotti saranno improntati da una forte connotazione tecnologica, riflesso anche del posizionamento di Net Insurance, strettamente legato al mondo dell’innovazione.

Leonardo Patroni Griffi, presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata
Leonardo Patroni Griffi,
presidente della Banca Popolare
di Puglia e Basilicata
Per la Banca Popolare di Puglia e Basilicata questo accordo rappresenta la concreta volontà di percorrere la strada della diversificazione e della qualità percepita dei servizi alla clientela, rafforzando la consulenza a famiglie e imprese nel segmento della protezione.

Per Net Insurance si tratta del secondo accordo di Bancassicurazione in due mesi dalla fusione con Archimede che ha segnato avvio del progetto, dopo la sigla - nel mese di dicembre 2018 - dell’intesa con la Cassa di Risparmio di Bolzano.

L’accordo è in piena coerenza con il Piano industriale della compagnia che vede lo sviluppo di quattro pilastri principali: il mondo legato alla Cessione del Quinto, lo sviluppo dei canali bancassicurazione danni e retail-broker danni e tutto l’universo legato all’Insurtech e al mondo delle piattaforme digitali.

Vetrya acquisisce Viralize, distributrice di video pubblicitari in rete

Vetrya, società quotata all'AIM italia, che opera nello sviluppo di servizi digital, applicazioni e soluzioni broadband, comunica di aver finalizzato l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Viralize Srl, azienda fiorentina nata nel 2013, operante nel video digital advertising.

Il prezzo concordato va da un minimo di 10 mln di euro, a un massimo di 15,95 mln di euro, con un prezzo provvisorio di 14,3 mln di euro (più o meno la posizione finanziaria netta).

Attività svolta
La piattaforma Viralize attua una distribuzione di video pubblicitari basata sulla intelligenza artificiale, che mette in comunicazione diretta editori online, creatori di contenuti video e inserzionisti.

Supporta Publisher e Creator nella distribuzione e monetizzazione di contenuti video e display.

Brand e Media Agencies hanno accesso ad inventory video di qualità, su base internazionale e su audience diversificate.

Viralize conta su una rete di più di 5.000 publisher diretti iscritti alla piattaforma, una library di oltre 500.000 video (qualificati secondo categorie IAB) in 18 lingue e più di 3.000 campagne pubblicitarie veicolate direttamente per i maggiori brand e media agencies italiani ed internazionali.

Greta Gilardi, sales manager coordinator di Viralize, commenta i dati sull'industria digitale esposti nel corso del IAB Forum 2017.
Durata 2:27.

Risultati di bilancio
Viralize nel 2018 ha registrato ricavi superiori a 14,5 mln di euro (dato preliminare soggetto a revisione contabile), in forte crescita rispetto ai 6,7 mln di euro del 2017 e ai 3,9 mln di euro del 2016.

Anche l’Ebitda nello stesso triennio ha registrato una crescita esponenziale, passando dai 116 mila euro del 2016, ai 492 mila euro del 2017, fino a superare i 2,6 mln di euro nel 2018 (da assoggettare a revisione contabile).

Prezzo e pagamento
Il “Prezzo” sarà calcolato sulla base della seguente formula:

Prezzo = (Ebitda 2018 x 5,5) +/- Pfn 2018

sulla base del bilancio consolidato al 31 dicembre 2018 soggetto a certificazione priva di eccezioni, richiami di informativa o altro rilievo da parte della società di revisione EY (che è stessa società di Revisione che certifica i bilanci Vetrya).

Il pagamento avverrà seguendo, con le seguenti modalità:
  • alla data di esecuzione del contratto, e in ogni caso entro quattro mesi: 50% del prezzo;
  • allo scadere del 60° giorno successivo alla data di approvazione da parte del Consiglio di amministrazione di Viralize del bilancio consolidato di esercizio al 31 dicembre 2021 debitamente certificato dalla Società di Revisione: 50% del Prezzo
Il contratto prevede che, ai fini del calcolo del corrispettivo di cui al primo punto, un ebitda 2018 massimo di 2,6 mln di euro.

In occasione del pagamento del corrispettivo di cui al secondo punto, il 100% del prezzo verrà ricalcolato sulla base della seguente formula:

Prezzo ricalcolato = (Ebitda 2021 x 5,5) +/- Pfn 2018

con un prezzo minimo concordato di 10 mln di euro.

Ai fini della definizione del secondo corrispettivo l’Ebitda 2021 non potrà comunque risultare superiore a 2,9 mln di euro.

Nell’ipotesi in cui il prezzo revisionato dovesse risultare inferiore o pari al prezzo minimo, la quota parte del prezzo ancora dovuta dall’acquirente a favore dei venditori, corrispondente alla differenza tra quanto già pagato e il prezzo minimo, sarà corrisposta pro quota in contanti in un’unica soluzione.

Nell’ipotesi in cui il prezzo revisionato dovesse risultare superiore al prezzo minimo, la quota parte residua eccedente l’importo di cui al prezzo minimo potrà essere corrisposta a favore dei venditori a discrezione dell’acquirente:
  • in contanti in un’unica soluzione;
  • per almeno il 30% in contanti e, sino ad un massimo del 70%, mediante assegnazione ai venditori 2021 di azioni ordinarie Vetrya.
Ove il pagamento di quota parte del prezzo dovesse avvenire in azioni Vetrya tale circostanza comporterà un modesto effetto diluitivo sulle partecipazioni detenute dagli altri azionisti della Società.

Tali azioni saranno soggette a look-up sul 100% delle azioni per 12 mesi dall’assegnazione.

Oltre tale data i venditori avranno diritto a cedere 1/12 (un dodicesimo al mese).

Vetrya avrà una prelazione su tali lotti mensili.

Il contratto è sottoposto a diverse condizioni sospensive, tra cui la principale è l’esito positivo della due diligence fiscale e legale che verrà condotta da Vetrya nel periodo compreso tra la data di sottoscrizione e la data di esecuzione.

Il contratto prevede che i venditori rilascino dichiarazioni e garanzie tipiche di operazioni di questa natura.

Persone chiave
Nell’ambito degli accordi relativi all’operazione è previsto che i soci fondatori Marco Paolieri, Maurizio Sambati e Ugo Vespier continuino a gestire la società.

In particolare, Marco Paolieri manterrà il ruolo di amministratore delegato con poteri sostanzialmente invariati rispetto a quelli ad oggi rivestiti e Maurizio Sambati e Ugo Vespier rimarranno in qualità di dirigenti con funzioni, rispettivamente, di chief technology officer e chief product officer.

Luca Tomassini, fondatore, presidente e amministratore del gruppo Vetrya ha dichiarato:

“Vetrya nasceva con la missione di favorire il successo dei clienti grazie alla capacità di abilitare tecnologicamente i cambiamenti offerti dalla Rete.

L’acquisizione di Viralize persegue questa missione e consentirà al gruppo di crescere, forte di un modello di business complementare e della reciproca presenza internazionale.

Questa acquisizione segue la recente partecipazione in Neosperience in ambito intelligenza artificiale”.

✅ Vetrya 
✔ Prezzo 6,74 € 
✔ PE 12m 13,3 
✔ PB 2,24 
✔ Fair Value 6,12 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating A - VALUE 

giovedì 28 febbraio 2019

Ftse Aim Italia 28-02-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,17% 8.705,35 punti.

Ftse Aim Italia 28-02-2019
Ftse Aim Italia 28-02-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 13.457.161 euro.

38 titoli su 115 (33%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Siti B&T Group: 7,22%
  • Wiit: 6,96% 
  • Softec: 6,12%
  • Energica Motor Company: 5,93%
  • Mondo Tv Suisse: 5,85%
I risultati peggiori della giornata:
  • Powersoft: -8,68%
  • Illa: -7,48%
  • Neurosoft: -5,39%
  • Innovatec: -4,64%
  • Poligrafici Printing: -4,22%

Redazione Aim Italia Ne

Culti Milano, 2018 in rosso per l'apertura anticipata dei nuovi punti vendita

Il Consiglio di amministrazione di Culti Milano, società quotata all’AIM Italia e specializzata nella produzione e distribuzione di fragranze d’ambiente e cosmesi, ha approvato i risultati dell’esercizio 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
6.600 vs 6.200, +6,4%

Mercato estero 4.700
Mercato italiano 1.900

Ebitda
503 vs  1.053, -52,2%

Comprende 580 mila euro di oneri di start up per l’avvio dei nuovi punti vendita mono-marca di Napoli, Bari, Forte dei Marmi, Torino e Roma.

Risultato netto
-157 vs 401, -558

Cassa netta
3.000 vs 3.700, -18,9%

Patrimonio netto
8.300 vs 8.700, -4,6%

I risultati sono inferiori alle attese degli analisti, che prevedevano per il 2018 un fatturato di 7,0 mln di euro e un utile netto di 0,3 mln di euro.

Andamento dell'anno
Nel 2018 la società ha proseguito nella strategia di espansione, definita nell’anno precedente in occasione dell’IPO, volta al rafforzamento del marchio Culti Milano.

La società ha deciso di anticipare il piano strategico triennale, accelerando gli investimenti retail e allo stesso tempo iniziando l’ampliamento della sua offerta commerciale in nuove categorie di prodotto.

Tali iniziative hanno richiesto investimenti significativi, con incremento dei costi operativi correlati .

I ricavi in Italia sono aumentati del 33% rispetto al 2017, frutto del potenziamento distributivo al dettaglio (5 nuove Culti House) e dell'acquisizione di nuovi clienti all'ingrosso.

Le vendite all’estero sono rimaste invariate ma è stata rafforzata la distribuzione nel Medio oriente ed è stato firmato un nuovo accordo distributivo negli Stati Uniti.

La gamma dei prodotti registra una crescita significativa nel core business dei diffusori con vendite pari a 4.9 mln di euro (+9,5% rispetto al 2017).

È stata estesa la gamma delle collezioni, che da giugno scorso includono le nuove declinazioni, rivolte al benessere della persona (profumi persona, lozioni corpo e viso, shampoo e bagno schiuma).

Prospettive
Nel corso del 2019 la società proseguirà nel rafforzamento dello sviluppo commerciale, sia sul mercato italiano che su quello internazionale, andando quest’ultimo, a valorizzare le nuove relazioni concretizzate nel trascorso esercizio.

Dividendo
Il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea ordinaria degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,08 euro, prelevato dalla riserva sovrapprezzo azioni, in pagamento a partire dal 17 Aprile 2019.

Liquidità azioni
Il Consiglio di amministrazione chiederà all’assemblea ordinaria degli azionisti l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione delle azioni della società, per sostenere la liquidità delle azioni negoziate sull'AIM Italia.

Pierpaolo Manes, amministratore delegato di Culti Milano
Pierpaolo Manes,
amministratore delegato
di Culti Milano
Pierpaolo Manes, amministratore delegato di Culti Milano, ha dichiarato:

"Abbiamo deciso di intensificare l’attuazione del piano di sviluppo commerciale triennale, focalizzando gli investimenti nel 2018.

Prevediamo di poter mantenere gli attuali tassi di crescita dei ricavi anche negli anni a venire e poter beneficiare degli sforzi compiuti nel 2018 già nel corso dell’esercizio corrente."

L'assemblea dei soci è prevista (in prima convocazione) il 5 aprile 2019.

✅ Culti Milano 
✔ Prezzo 2,3 € 
✔ PE 12m 16,5 
✔ PB 0,82 
✔ Fair Value 2,37 € 
✔ Rendimento implicito 9,2% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

axélero, depositato progetto di concordato preventivo (incompleto)

axélero, società quotata all'AIM Italia, che offre soluzioni di digital marketing per le PMI, rende noto che il Consiglio di amministrazione ha approvato e depositati presso il Tribunale di Milano il piano e la proposta di concordato preventivo, seppure privi di alcuni documenti che potrebbero comportare l’improcedibilità del ricorso presentato.

La Società ha quindi depositato contestualmente una memoria integrativa per richiedere un ulteriore termine utile al completamento della produzione documentale, richiesta ai sensi di legge, per la valutazione in merito all’accoglimento della proposta da parte del Tribunale.

mercoledì 27 febbraio 2019

Ftse Aim Italia 27-02-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,17% 8.690,80 punti.

Ftse Aim Italia 27-02-2019
Ftse Aim Italia 27-02-2019











Il Controvalore scambiato in giornata è di 13.123.700 euro.

34 titoli su 115 (30%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Vetrya: 26,35%
  • Powersoft: 17,78% 
  • Ambromobiliare: 10,42%
  • Somec: 8,24%
  • WM Capital: 7,03%
I risultati peggiori della giornata:
  • Mondo Tv Suisse: -6,82%
  • Alfio Bardolla Training Group: -6,54%
  • Net Insurance: -6,00%
  • Culti Milano: -4,96%
  • Neodecortech: -4,87%

Redazione Aim Italia News

Conad sceglie Illa per il catalogo premi 2019

Illa, società quotata all'AIM Italia, che opera nella produzione e commercializzazione di pentole e padelle in alluminio con rivestimento antiaderente, annuncia che Conad ha scelto la raffinata linea Agata di Illa per il nuovo catalogo Mi Premio 2019 riservato ai possessori di carte Conad e in vigore da gennaio 2019.

L’operazione coinvolgerà gli oltre 950 punti vendita del consorzio Conad PAC2000A, presenti su gran parte del centro e sud Italia.

La società stima, anche sulla base delle performance storiche dei prodotti cookware in questo tipo di raccolte premio, rappresenterà un fatturato di circa 3 mln di euro.

La linea Agata di Illa sarà quindi protagonista nella sezione Desideri in Cucina del catalogo, che sarà distribuito nei punti vendita a partire da fine febbraio, a disposizione delle oltre due milioni e mezzo di famiglie che possiedono le carte Conad.

Agata di Illa è una padella dal design moderno, con una forma e manici eleganti ed esclusivi di altissima qualità, 100% Made in Italy perché realizzata nella modernissima fabbrica di Noceto (PR), uno dei centri produttivi più moderni del settore.

Vincenzo Orlando, amministratore delegato di Illa
Vincenzo Orlando,
amministratore delegato di Illa
Il fondo ad alto spessore consente una perfetta distribuzione del calore per una cottura ottimale dei cibi ed il rivestimento antiaderente tre strati rinforzato la rende altamente resistente a graffi ed usura.

“Siamo orgogliosi del fatto che la nostra linea sia stata scelta da Conad, leader italiano della grande distribuzione” ha dichiarato Vincenzo Orlando, amministratore delegato della società.

Questo riconoscimento premia gli sforzi di un’azienda come la nostra che, realizzando all’estero più del 75% del fatturato, si pone l’obiettivo di una crescita a doppia cifra sul mercato italiano”.

✅ Illa 
✔ Prezzo 1,07 € 
✔ PE 12m 11,0 
✔ PB 1,54 
✔ Fair Value 1,10 € 
✔ Rendimento implicito 11,8% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Esautomotion, raddoppio del fatturato in Cina dopo l'apertura della filiale di Shanghai

Esautomotion, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore della componentistica meccatronica ad alta precisione, comunica che i ricavi di vendita in Cina nel 2018 sono raddoppiati rispetto ai 1,3 mln di euro registrati nel 2017.

L’incremento è stato reso possibile grazie agli investimenti effettuati dal gruppo nella propria filiale di Shanghai, dai quali è derivata, in linea con gli indirizzi di sviluppo strategico, l’acquisizione di nuovi clienti di grandi dimensioni.

Per fronteggiare il rallentamento dell’economia a livello globale riscontrato a partire dal secondo semestre del 2018, la strategia della società è stata quella di rafforzare la propria presenza in mercati ancora in forte crescita, conquistando nuove quote di tali mercati.

Ciò ha consentito ottenere dei ricavi nel 2018 in linea con il piano industriale.

Gianni Senzolo, amministratore delegato del gruppo al momento in Cina ha commentato:

“Confermiamo la nostra strategia di crescere sempre di più nei mercati esteri.

I nuovi rilevanti clienti acquisiti, anche in ragione del possibile rallentamento della domanda nel settore delle macchine industriali, hanno richiesto l’esecuzione di maggiori investimenti di medio periodo non soltanto nelle attività di prototipazione ma anche in termini di offerta economica.

L’eventuale possibilità di una riduzione di vendite nel mercato europeo deve essere compensata dalla crescita nel resto del mondo”.

✅ Esautomotion 
✔ Prezzo 3,10 € 
✔ PE 12m 12,4 
✔ PB 2,54 
✔ Fair Value 3,05 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating A - VALUE 

Prismi, il piano industriale punta su aumento di redditività e riduzione di debiti

Il Consiglio di amministrazione di Prismi, società quotata all'AIM Italia che opera nei servizi di digital marketing e posizionamento sui motori di ricerca, ha approvato il Piano industriale 2019-2023 comprendente al suo interno il budget per l’anno 2019.

Linee guida del piano industriale 2019-2023
Le linee strategiche aggiornate del Piano Industriale prevedono:
  • aggiornamento dei prodotti più richiesti e lancio di nuovi prodotti;
  • rafforzamento del Customer care;
  • rafforzamento quantitativo della rete di vendita;
  • fusione di InGrandiMenti in Prismi;
  • rafforzamento di Wellnet, anche tramite acquisizioni;
  • crescita dell’Ebitda per economie di scala e razionalizzazione di costi;
  • miglioramento del rapporto Pfn/Ebitda che passa dagli attuali 7,00 del 2018 ai 4,12 del 2019 fino ai 1,27 del 2023.
Acquisizioni
Le aziende target devono avere:
  • clientela di medio-grande dimensione;
  • offerta innovativa;
  • sede in nord Italia;
  • fatturato superiore agli 2,5 mln di euro.
L'obbiettivo è di aumentare la dimensione di Wellnet, implementare il cross selling e attivare sinergie aziendali.

“Il Piano Industriale 2019/2013 – ha commentato Alessandro Reggiani, presidente e ceo del gruppo – prevede una crescita media superiore al 20% annuo in virtù della collocazione del gruppo nell’ambito dei segmenti del mercato a maggiore sviluppo.

Questo percorso comporterà necessariamente un incremento dei costi di struttura.

E' prevista una crescita dell’Ebitda di circa 9 punti percentuali nel quinquennio.

Un altro esplicito obiettivo di periodo è rappresentato da una forte riduzione della Posizione finanziaria netta.”

Cartolarizzazione di crediti commerciali
La società intende sottoscrivere di un contratto per la cartolarizzazione di crediti commerciali, pro soluto, per un massimale rotativo di 20 mln di euro, con lo scopo di ridurre la Pfn.

✅ Prismi 
✔ Prezzo 2,40 € 
✔ PE 12m 21,6 
✔ PB 4,13 
✔ Fair Value 2,15 € 
✔ Rendimento implicito 11,1% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Gear 1, la valutazione assegnata a Comer Industries sembra "prudenziale"

Nell'ambito della fusione tra la spac Gear 1, quotata all'AIM Italia, e Comer Industries, quest'ultima è stata valutata 157,617 mln di euro.

Modalità di calcolo
Dopo la fusione, i vecchi azionisti di Gear 1, ora azionisti di Comer Industries, detengono 3.170.000 azioni su 20.170.000 totali, pari a circa il 15,72% del capitale sociale di Comer Industries, quota che costituisce il flottante della società. (pagina 270 del documento di ammissione).

Gamma prodotti Comer Industries
Gamma prodotti Comer Industries
Gear 1 ha apportato complessivamente liquidità per 29.391.000 euro (pagina 87 del documento di ammissione).

Dividendo 29,391 mln di euro per 15,72%, si ottiene un valore post-fusione di 187 mln di euro.

Sottraendo a tale valore i 29,391 mln apportati da Gear 1, si ottiene la valutazione pre-fusione di Comer industries di 157,617 mln di euro.

Valutazione provvisioria
Abbiamo cercato di capire, in base ai dati inseriti nel documento informativo, se il prezzo concordato sia ragionevole.

In particolare, rielaborando i dati presenti nel documento di ammissione, abbiamo calcolato il:

Bilancio consolidato annuale al 30 giugno 2018
(1° semestre 2018 + 2° semestre 2017)
migliaia di euro

Fatturato 365.808
Ebitda 35.161
Utile netto 14.965

Posizione finanziaria netta 40.035
Patrimonio netto 82.776

Prezzo / Utile 10,5
Prezzo / patrimonio netto 1,90

In base a questi dati abbiamo applicato la nostra usuale modalità di valutazione e siamo arrivati alla seguente valutazione provvisoria, in attesa della pubblicazione della prima ricerca finanziaria relativa alla società derivante dalla business combination.

Rendimento implicito provvisorio: 15,3%
Rating provvisorio: A - VALUE 

Per confronto, il rendimento mediano delle società quotate all'AIM Italia (componenti dell'indice AIM Italia Investable) è attualmente del 11,96% annuo e quello del settore industria è del 12,00%.

Possiamo quindi ritenere la valutazione attribuita al target di Gear 1 "prudenziale".

Redazione Aim Italia News

martedì 26 febbraio 2019

Ftse Aim Italia 26-02-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,04% 8.705,73 punti.

Ftse Aim Italia 26-02-2019
Ftse Aim Italia 26-02-2019











Il Controvalore scambiato in giornata è di 10.571.342 euro.

26 titoli su 115 (23%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Neodecortech: 12,58%
  • Cover 50: 8,42% 
  • Powersoft: 7,14%
  • Caleido Group: 4,61%
  • Vimi Fasteners: 4,50%
I risultati peggiori della giornata:
  • Mondo Tv Suisse: -12,00%
  • Neosperience: -11,41%
  • Mondo Tv France: -9,60%
  • Giorgio Fedon & Figli: -5,19%
  • Expert System: -4,47%

Redazione Aim Italia News

Circle sul Sole 24 ore

Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento, a firma di Valeria Novellini, su Circle, società quotata all'AIM Italia, specializzata nell’analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione dei settori portuale e della logistica intermodale.

✅ Circle 
✔ Prezzo 3,03 € 
✔ PE 12m 13,8 
✔ PB 2,74 
✔ Fair Value 2,84 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating A - VALUE 

Il CdA di axélero approva il (secondo) progetto di bilancio 2017

axélero, società quotata all'AIM Italia, che offre soluzioni di digital marketing per le PMI, comunica che in data sabato 23 febbraio il CdA ha approvato all’unanimità il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2017, redatto secondo i principi contabili internazionali IFRS.

Il Consiglio di amministrazione ha ritenuto opportuno, in via prudenziale, procedere ad un aumento del fondo di svalutazione dei crediti di 10,5 mln di euro rispetto a quanto appostato nel precedente progetto di bilancio, approvato in data 2 ottobre 2018 (e revocato in data 25 ottobre 2018), in linea con le previsioni di incasso recepite nel piano concordatario.

Bilancio consolidato
mln di euro
2017 vs 2016

Ricavi
28,7 vs 46,0, -37,6%

Il calo è riconducibile principalmente alla riorganizzazione e consolidamento della rete commerciale di axélero e alla contrazione del mercato.

Ebitda
-9,3 vs 8,3, -17,6

Calo dovuto alla diminuzione delle vendite e a una una struttura dei costi ancora calibrata per un volume di produzione superiore a quello effettivo.

Risultato netto
-39,8 vs 1,3, -41,1

Tale risultato è riconducibile principalmente alla svalutazione di crediti commerciali per 26,8 mln di euro, alla svalutazione della partecipazione in Privategriffe Srl per circa 1 mln di euro, oltre che alla contrazione dei ricavi.

Debiti finanziari netti
32,1 vs 19,0, +13,1

Aumento dovuto principalmente all’incremento dei finanziamenti bancari a medio lungo termine per 4,9 mln di euro e dei finanziamenti correnti per 7 mln di euro.

Patrimonio netto
-15,6 vs 24,2, -39,8

Il patrimonio netto di axélero SpA è negativo pari a -6,7 mln di euro, in considerazione della rivalutazione della partecipazione in Arreeba (di cui axélero detiene il 51%) società che opera, attraverso Ristoranti.it nel mercato del food delivery.

Deloitte Financial Advisory ha valutato il 100% di Arreeba pari a 18 mln di euro.

Ai fini della determinazione del valore del capitale economico di Arreeba, Deloitte Financial Advisory ha proceduto attraverso l'applicazione del metodo finanziario dei flussi di cassa unlevered, nella formulazione dell’Expected Value Approach.

Alfio Bardolla Training Group entra nel marcato russo

Alfio Bardolla Training Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della formazione finanziaria personale, ha firmato un accordo di collaborazione con MeetPartner, gruppo internazionale con forte presenza in Russia, con oltre 1.000 eventi organizzati negli ultimi 6 anni.

Dice Gil Petersil, fondatore di MeetPartner.ru:

“Il mercato russo è particolarmente attento alle novità del mercato della formazione ed è allo stesso tempo molto esigente.

Abbiamo ritenuto importante proporre i corsi di Alfio Bardolla ai nostri clienti, perché il livello di preparazione del team è molto elevato e il contenuto di grande interesse.”

Gil Petersil e il suo team sono promotori dei più grandi eventi al mondo di formazione per speaker internazionali.

“Siamo molto felici di aver siglato questo accordo che permetterà ai clienti russi di partecipare al prossimo Wake Up Call che si terrà a Rimini, con la traduzione simultanea dall’italiano alla loro lingua madre.

Questo è l’inizio di un percorso che porterà ad ampliare l’offerta dei corsi adattandola alle esigenze del mercato russo.”

L’obiettivo della collaborazione tra MeetPartner e Alfio Bardolla Training Group è quello di portare clientela russa ai Wake Up Call italiani e di organizzare corsi ad hoc per la stessa clientela sui temi che sono da sempre i punti di forza della società di Alfio Bardolla, quali gli investimenti immobiliari, il trading e il business.

La Spac Gear 1 debutta oggi all'AIM Italia

La Special Purpose Acquisition Company (SPAC) Gear 1 ha iniziato oggi le contrattazioni su AIM Italia.

È la prima Spac del 2019 su AIM Italia.

Gear 1 ha già stipulato l’atto di fusione per incorporazione col target: Comer Industries.

La relativa business combination avverrà successivamente all’iscrizione della fusione presso il competente ufficio del registro delle imprese.

Il primo giorno di quotazione di Comer Industries sarà probabilmente il 13 marzo 2019.

In fase di collocamento Gear 1 ha raccolto 30 mln di euro.

Il flottante al momento dell’ammissione è del 80,47%.

Gear 1 è stata assistita da EnVent Capital Markets Ltd in qualità di Global Coordinator e Nomad e da Banca Akros in qualità di Specialist.

Per approfondimenti, è possibile scaricare il Documento di ammissione (351 pagine, formato pdf).

In occasione dell’inizio delle negoziazioni Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, ha commentato:

“La quotazione di Gear 1, la prima SPAC del 2019, mostra come questo strumento sia in continua evoluzione e rappresenti una soluzione efficace per accompagnare le società che vogliono accelerare il loro processo di crescita ed accedere ai mercati dei capitali”.

Matteo Nobili, presidente del Cda di Gear 1 SpA, anche a nome degli altri promotori, ha dichiarato:

“Siamo molto soddisfatti per l’obiettivo raggiunto, ottenuto in uno scenario caratterizzato da un’alta volatilità dei mercati finanziari negli ultimi sei mesi.

Abbiamo voluto proporre un modello di operazione finanziaria che consentisse agli investitori di conoscere già all’atto della sottoscrizione dell’offerta la destinazione dei proventi dell’aumento di capitale.

L’auspicio è che le accelerated business combination possano aiutare a portare sul mercato altre aziende con uno schema semplice, veloce e trasparente sia per investitori che per emittenti.

Abbiamo individuato una società multinazionale con una storia di successo, non solo patrimonialmente e finanziariamente solida, ma, soprattutto, col pregio e la lungimiranza di aver già completato il passaggio generazionale, guidata da un management giovane, competente, coraggioso e ambizioso che saprà cogliere senz’altro le opportunità di crescita che presenta il mercato globale”.

Video di presentazione di Comer Industries


Durata 4:02

lunedì 25 febbraio 2019

Ftse Aim Italia 25-02-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,62% 8.709,63 punti.

Ftse Aim Italia 25-02-2019
Ftse Aim Italia 25-02-2019











Il Controvalore scambiato in giornata è di 12.409.752 euro.

46 titoli su 114 (40%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Mondo Tv Suisse: 20,48%
  • Clabo: 18,07% 
  • Mondo Tv France: 14,19%
  • Net insurance: 8,70%
  • EdiliziAcrobatica: 5,66%
I risultati peggiori della giornata:
  • WM Capital: -5,20%
  • Giorgio Fedon & Figli: -4,94%
  • Ambromobiliare: -4,46%
  • Vimi Fasteners: -4,09%
  • Cover 50: -3,81%

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia settimana 22-02-2019

Il FTSE AIM Italia sale in settimana del +0,70% a 8.655,62 punti.

Il Controvalore scambiato in settimana è di 41,7 mln di euro.

57 titoli su 114 (50%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia



I risultati migliori della settimana:
  • Neosperience: 80,76%
  • Mondo TV Suisse: 69,39% 
  • Gambero Rosso: 30,72% 
  • Giorgio Fedon & Figli: 18,25% 
  • Vetrya: 13,73% 
I risultati peggiori della settimana:
  • Caleido Group: -18,52%
  • CDR Advance Group: -11,00%
  • Notorious Pictures: -8,78%
  • Costamp Group: -8,33%
  • Illa: -8,15%

Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

4AIM SICAF: 4,17%

Abitare In: 3,36%
Agatos: -1,43%
Alfio Bardolla Training Group: -4,10%
Alkemy: 0,58%
Alp.I: -0,20%
Ambromobiliare: -3,45%
Askoll EVA: -1,88%
Assiteca: -2,07%
axélero: sosp.

BioDue: -2,93%
Bio-on: 0,67%
Blue Financial Communication: -3,00%
Bomi Italia: 5,48%

Caleido Group: -18,52%
Capital For Progress 2: 1,04%
Casta Diva Group: -1,83%
CdR Advance Capital: -11,00%
Cellularline: -0,68%
CFT: -2,16%
Circle: 1,28%
Clabo: -7,78%
Costamp Group: -8,33%
Cover 50: 3,45%
Culti Milano: 4,35%

DBA Group: -2,68%
DHH: 5,36%
Digital Magics: 0,66%
Digital Value: -0,39%
Digital360: -2,86%
DigiTouch: 8,64%

Ecosuntek: 0,00%
Ediliziacrobatica: 12,47%
Elettra Investimenti: 3,09%
Energica Motor Company: -0,40%
Energy Lab: sosp.
Enertronica: 4,29%
EPS Equita PEP 2: 0,00%
Esautomotion: -1,27%
Expert System: 10,15%

Fervi: 1,60%
Fine Foods NTM: 2,51%
Finlogic: 3,20%
Fintel Energia Group: 0,00%
First Capital: -1,79%
FOPE: 0,00%
Frendy Energy: -0,86%

Gabelli Value For Italy: -0,86%
Gambero Rosso: 30,72%
Gel: 1,75%
Giorgio Fedon & Figli: 18,25%
GO Internet: 0,84%
Grifal: -2,89%
Gruppo Green Power: 1,18%

Health Italia: 1,46%
H-FARM: -0,65%

Icf Group: -1,38%
IdeaMI: 1,27%
Illa: -8,15%
Ilpra: 9,76%
Imvest: 0,00%
Industrial Stars of Italy 3: 0,00%
Iniziative Bresciane: 0,00%
Innovatec: -1,65%
Intred: 8,81%
Italia Independent Group: -2,99%
Italian Wine Brands: -3,08%

Ki Group: 1,80%
Kolinpharma: 2,79%

Leone Film Group: -2,98%
Life Care Capital: 0,14%
Longino & Cardenal: -1,90%
Lucisano Media Group: -0,55%

MailUp: 2,91%
Masi Agricola: 1,06%
Mondo TV France: 10,71%
Mondo TV Suisse: 69,39%
Monnalisa: -0,67%

Neodecortech: 3,33%
Neosperience: 80,76%
Net Insurance: -6,12%
Neurosoft: 0,00%
Notorious Pictures: -8,78%

Orsero: 0,14%

Pharmanutra: 1,81%
PLT Energia: 0,72%
Poligrafici Printing: -1,61%
Portale Sardegna: 3,87%
Portobello: 1,01%
Powersoft: 9,09%
Prismi: 7,62%

Renergetica: -0,08%
Rosetti Marino: 0,00%

S.M.R.E.: 2,28%
Safe Bag: 2,08%
Sciuker Frames: 1,85%
SCM SIM: 9,09%
SG Company: -0,42%
SITI B&T Group: -1,08%
Softec: -3,92%
Somec: -2,14%
Sostravel.com: 0,41%
Spactiv: 0,21%
Spaxs: 1,17%
Sprintitaly: 0,20%

Telesia: -3,49%
TheSpac: 1,47%
TPS: 0,26%

Vei 1: 3,00%
Vetrya: 13,73%
Vimi Fasteners: -6,35%
Visibilia Editore: -7,00%

WIIT: 9,31%
WM Capital: 0,87%

Redazione Aim Italia News

Digital Value, terza conversione (su cinque) di azioni speciali in ordinarie

Digital Value, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle soluzioni e servizi IT, rende noto che il prezzo ufficiale delle azioni ordinarie negoziate sull’AIM Italia è risultato maggiore o uguale a 12,00 euro per almeno 15 giorni su 30 di borsa aperta consecutivi.

Ai sensi dello Statuto della società, è avvenuta la conversione automatica della terza di cinque tranche, ciascuna di 12.000 azioni speciali detenute dai soci promotori di Digital Value (pari al 20% delle complessive n. 60.000 azioni speciali emesse in sede di costituzione della società) in 84.000 azioni ordinarie di nuova emissione, senza modifica alcuna del capitale sociale, come previsto dello Statuto.

Per effetto di quanto precede, il capitale sociale di Digital Value – pari ad 1.490.223,30 euro – risulta suddiviso in 9.178.233 (precedenti 9.106.233) azioni di cui:
  • 6.483.562 (precedenti 6.399.562) azioni ordinarie,
  • 24.000 (precedenti 36.000) azioni speciali,
  • 2.670.671 (precedenti 2.670.671) price adjustment shares
tutte prive di indicazione del valore nominale.

✅ Digital Value 
✔ Prezzo 12,8 € 
✔ PE 12m 9,1 
✔ PB 1,87 
✔ Fair Value 13,5 € 
✔ Rendimento implicito 13,7% 
✔ Rating A - VALUE 

Illimity bank (Spaxs) ammessa sul MTA

Spaxs, società quotata sull'AIM Italia, comunica che Borsa Italiana ha disposto, l’ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario (MTA) delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione di Banca Interprovinciale, come risultante dalla fusione per incorporazione di Spaxs nella Banca.

Ad esito della fusione, la Banca assumerà la denominazione illimity Bank SpA.

Con lo stesso provvedimento Borsa Italiana ha disposto la contestuale esclusione dalle negoziazioni sull’AIM Italia delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione di Spaxs.

In data odierna, la Banca ha presentato domanda di ammissione alle negoziazioni sul MTA delle azioni ordinarie e dei diritti di assegnazione.

La data di inizio delle negoziazioni degli strumenti finanziari sul MTA e della esclusione dalla negoziazione sull’AIM Italia degli strumenti finanziari di Spaxs sarà stabilita da Borsa Italiana con successivo avviso, subordinatamente al rilascio da parte di Consob dell’autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo.

✅ illimity Bank (Spaxs) 
✔ Prezzo 6,97 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 0,73 
✔ Fair Value 8,67 € 
✔ Rendimento implicito 14,0% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Cellularline acquista il 60% di Systemaitalia

Il gruppo Cellularline, operante nel settore degli accessori per smartphone e tablet, annuncia la firma di un accordo vincolante per l’acquisto del controllo di Systemaitalia srl, società attiva nel mercato degli accessori per telefonia mobile nel canale Telco.

Il closing dell’operazione è previsto entro l’inizio del secondo trimestre 2019.

Accessori Systemaitalia per Vodafone
Accessori Systemaitalia per Vodafone
Fondata nel 2005 a Reggio Emilia, Systemaitalia collabora da oltre 10 anni con Vodafone, per la categoria accessori, nel centro e nel sud Europa.

Systemaitalia potrà beneficiare dell’ampliamento dell’offerta di prodotti e servizi resa possibile dall’appartenenza al gruppo, oltre che delle sinergie derivanti dalla presenza, nei mercati europei di riferimento, della rete commerciale e distributiva di Cellularline, con conseguenti opportunità di sviluppo per entrambe le società e per i loro clienti, stante la complementarietà dei rispettivi business.

Con questa operazione Cellularline rafforza il proprio posizionamento europeo nel canale Telco in  linea con i piani di sviluppo comunicati in occasione della quotazione al mercato AIM Italia.

L’operazione contribuirà a veicolare l’offerta del gruppo nei principali mercati presidiati da Systemaitalia e permetterà il rafforzamento di specifiche competenze nel canale tramite investimenti mirati a livello di prodotti e servizi.

Nell’esercizio 2018 Systemaitalia ha realizzato un fatturato adjusted di circa 11 mln di euro - di cui poco meno del 50% all’estero - ed un’ebitda adjusted di circa 1 mln di euro.

Il controvalore stimato dell’acquisizione del 60% del capitale è pari a circa 2,5 mln di euro, stante una posizione finanziaria netta adjusted a fine 2018 prossima allo zero, e sarà pagato per cassa.

Gli imprenditori-fondatori manterranno il proprio ruolo in azienda e lavoreranno al fianco del management di Cellularline per raggiungere gli obiettivi di crescita.

Cellularline ha concordato, a tal fine, un meccanismo incentivante attraverso valorizzazioni incrementali nel corso del triennio 2019-2021, nel quale le parti avranno facoltà di esercitare opzioni put & call sulla partecipazione di minoranza pari complessivamente al 40%, suddivisa in 3 tranche.

L’importo da corrispondere per ciascuna tranche sarà calcolato tenendo conto di alcuni parametri economico-finanziari registrati da Systemaitalia nel corso dei prossimi 3 esercizi.

Il corrispettivo per l’acquisto della seconda e terza tranche di minoranza potrà essere pagato, in tutto o in parte, con azioni Cellularline.

Christian Aleotti, ceo di Cellularline, ha dichiarato:

“Siamo particolarmente soddisfatti di poter annunciare, a distanza di meno di un anno dalla quotazione, la nostra prima acquisizione, che è in linea con la strategia di  crescita - anche per linee  esterne - comunicata dal gruppo nel 2018.

Questo accordo ci permette di accrescere la nostra presenza in un canale con interessanti prospettive di sviluppo a livello europeo.

Siamo convinti che questa operazione, che si aggiunge ai nuovi accordi distributivi siglati a fine 2018 e agli altri rilevanti progetti recentemente intrapresi, rappresenti un ulteriore elemento per garantire un 2019 in crescita a livello italiano ed internazionale, nei differenti canali”.

Gianni Pietranera e Pietro Uva, attuali proprietari di Systemaitalia, hanno dichiarato:

“L’operazione rappresenta per Systemaitalia una grande opportunità di sviluppo.

L’appartenenza al gruppo ci permetterà di ampliare la proposta commerciale, di prodotto e di servizi, e di beneficiare della reputazione e competenza di Cellularline nei mercati internazionali”.

✅ Cellularline 
✔ Prezzo 7,25 € 
✔ PE 12m 6,4 
✔ PB 1,26 
✔ Fair Value 9,04 € 
✔ Rendimento implicito 15,3% 
✔ Rating A - VALUE 

Gambero Rosso, l'81% del capitale controllato da Class Editori

Con riferimento all'Offerta pubblica di scambio promossa sulla totalità delle azioni ordinarie di Gambero Rosso, escluse le azioni già detenute, Class Editori rende noti i risultati provvisori delle adesioni all’offerta nel periodo di adesione iniziato il 4 febbraio 2019 e terminato il 22 febbraio 2019.

N. azioni portate in adesione all’offerta
1.978.750

In % delle massime n. 4.699.000 azioni oggetto di offerta
42,1%

Gambero Rosso, società quotata all'AIM Italia, è una casa editrice operante nel settore enogastronomico e del lifestyle attraverso la pubblicazione di guide, riviste e trasmissioni televisive.

Tenuto conto delle azioni Gambero Rosso detenute da Class Editori prima dell’esecuzione dell’offerta, pari al 67,5% circa del capitale sociale di Gambero Rosso, Class Editori verrà a detenere n. 11.728.750 azioni Gambero Rosso, pari a circa l’81,2% del capitale sociale di Gambero Rosso.

Nel periodo intercorrente dalla data di pubblicazione del Documento di offerta, Class Editori non ha acquistato azioni Gambero Rosso.

Come indicato nel Documento di Offerta, il pagamento del corrispettivo dell’offerta sarà effettuato  il giorno 28 febbraio 2018.

EdiliziAcrobatica, dal 28 febbraio quotata anche al Euronext Growth di Parigi

EdiliziAcrobatica, società quotata all'AIM Italia, specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, annuncia di avere ottenuto la decisione favorevole del comitato di Euronext per una prossima ammissione sul mercato Growth su cui le azioni verranno scambiate a partire dal 28 febbraio.

EdiliziAcrobatica sarà la prima società italiana ad avere contemporaneamente titoli quotati su Euronext Growth e AIM Italia, su quest’ultimo è presente dal 19 Novembre 2018.

Logo di EuronextEuronext è una borsa paneuropea che comprende le borse di Amsterdam, Bruxelles, Dublino, Lisbona e Parigi.

Ospita circa 1.300 emittenti che rappresentano una capitalizzazione di mercato di circa 3.400 mld di euro.

Euronext Growth è il mercato dedicato alle piccole e medie imprese che consente di accedere ad una platea di investitori di taglio internazionale offrendo una maggiore visibilità alla società.

”La quotazione su Euronext Growth - ha commentato Riccardo Iovino, amministratore delegato e fondatore di EdiliziAcrobatica - fa parte della nostra politica di europeizzazione, che è un punto chiave della nostra strategia, specialmente in vista di una presenza futura in Francia.

Nel processo di ammissione a Euronext Growth, EdiliziAcrobatica è stata assistita da ALL-INVEST nel ruolo di Listing Sponsor e Listing Agent.

✅ EdiliziAcrobatica 
✔ Prezzo 4,21 € 
✔ PE 12m 12,6 
✔ PB 3,15 
✔ Fair Value 4,16 € 
✔ Rendimento implicito 13,2% 
✔ Rating A - VALUE 

domenica 24 febbraio 2019

5° report Italiano sui mini-bond

Mercoledì 27 febbraio si terrà la presentazione del 5° report annuale sui mini-bond, realizzato dal Politecnico di Milano.

Giancarlo Giudici, Direttore scientifico Osservatorio Mini-Bond
Giancarlo Giudici,
Direttore scientifico
Osservatorio Mini-Bond
Il 2018 ha segnato un nuovo record per il numero di emissioni di mini-bond in Italia.

Cresce il numero di PMI che si avvicina a questo strumento e crescono gli intermediari e gli investitori che lo prendono in considerazione.

La presentazione del report annuale sui mini-bond del Politecnico è ormai un appuntamento irrinunciabile per fare il punto della situazione sul mercato.

Quest’anno la tavola rotonda sarà dedicata alle diverse opportunità di collocamento dei mini-bond e alle diverse tipologie di investitori coinvolti anche alla luce delle recenti novità normative che coinvolgono i portali autorizzati di equity crowdfunding.

Ci chiederemo se si tratta di un preludio verso l’apertura del mercato ai piccoli risparmiatori e se questa novità potrà davvero creare valore per l’ecosistema.

Programma

10.30 Apertura dei lavori

Presentazione del report
  • Giancarlo Giudici, Direttore scientifico Osservatorio Mini-Bond
Tavola rotonda: “Le modalità di collocamento dei mini-bond. Internet sarà il futuro?”
Partecipano:
  • Stefania Peveraro, BeBeez.it (Moderatrice)
  • Massimo Bianchi, EPIC SIM
  • Simone Brugnera, Banca Finint
  • Diomidis Dorkofikis, Foresight Group
  • Leonardo Frigiolini, F&P Frigiolini & Partners Merchant
  • Anna Marucci, Borsa Italiana
  • Franca Belli, Mediocredito Trentino-Alto Adige
  • Roberto Percoco, Orrick
  • Emilio Troiano, ADB Corporate Advisory
Light lunch e networking


Promemoria
  • Cosa: Presentazione e tavola rotonda sul 5° Report Italiano sui Mini-Bond
  • Quando: 27 febbraio 2019, dalle 10.30 alle 13:30
  • Dove: Aula Magna Carassa-Dadda, Via Lambruschini, 4 - Building 28 - Campus Bovisa 20156 Milano
  • Come aderire: Il modulo online di partecipazione non è funzionante, in alternativa potete contattare l'osservatorio mini-bond della School of Management del Politecnico di Milano all'indirizzo info@osservatoriominibond.it.