sabato 30 marzo 2019

AIM ITALIA: previsione tasso di crescita degli utili, al 29 marzo 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 29 marzo 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 12,02 (precedente 11,82)
Ottimismo degli analisti: +8,5% (precedente +8,0%)
P/E [utile corretto]: 14,19 (precedente 13,75)
E/P [1 / 14,19]: 7,05% (precedente 7,27%)
Equity cost: 11,21% (precedente 11,07%)
Inflazione prevista: 1,86% (precedente 1,86%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,21% - 7,05%]: 4,16% (precedente 3,80%)
Tasso di crescita reale [4,16% - 1,86%]: 2,30% (precedente 1,94%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia sale a 11,21%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 29 marzo 2019

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 11,21% (+ 0,14%)
Stima aggiornata al 29-03-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 9,27% (- 0,09%)
Stima aggiornata al 29-03-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 1,94% (+ 0,23%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 29 marzo 2019
Indice: AIM Italia Investable, 9.009,69 (+ 0,72%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.783,39 (+ 0,46%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.


Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib

Redazione Aim Italia News

venerdì 29 marzo 2019

AIM Italia Investable Index 29-03-2019

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +0,72% a 9.009,69 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è salito nella settimana del +0,46% a 8.783,39 punti.

Il LIMEYARD Finnat AIM Italia 100 ex SPAC è salito nella settimana del +0,63% a 91,09 punti.

38 titoli su 67 (57%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Illa +29,29%
  • Digital360 +14,01%
  • Wiit +8,53%
  • Safe Bag +7,77%
  • Kolinpharma +7,50%
I risultati peggiori della settimana:
  • GO internet -13,29%
  • Portobello -10,40%
  • Expert System -8,69
  • Renergetica -8,63%
  • Prismi -7,50%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 29-03-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,42 8.783,39 punti.

Ftse Aim Italia 29-03-2019
Ftse Aim Italia 29-03-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 12.142.838 euro.


48 titoli su 116 (41%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • DBA Group: 6,57%
  • Comer Industries: 6,30%
  • Intred: 5,33%
  • Siti B&T Group: 5,12%
  • Mondo Tv France: 5,00%
I risultati peggiori della giornata:
  • SosTravel: -10,48%
  • Visibilia Editore: -6,94%
  • Sciuker Frames: -6,64%
  • Portale Sardegna: -5,20%
  • WM Capital: -5,18%

Redazione Aim Italia News

Finlogic: acquisizioni, crescita dell'utile e alto dividendo

Il CdA di Finlogic, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore dell'Information Technology con soluzioni per la codifica e l'identificazione automatica dei prodotti, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
28.430 vs 21.395, +32,9%

   Etichette 16,10; +18,0%
   Prodotti tecnologici 11,78; +58,1%
   Servizi e assistenza 0,55; +77,4%

Ebitda
4.208 vs 3.241, +29,8%

Utile netto
2.012 vs 1.670, +20,5%

Patrimonio netto
13.561 vs 11.727, +1.834

Cassa netta
2.741 vs 4.316, -1.575

Patrimonio netto per azione
1,948 euro

Utile per azione
0,289 euro

Dividendo per azione
0,1437 euro
Data di pagamento 15 maggio 2019

Dino Natale, presidente e amministratore delegato di Finlogic
Dino Natale,
presidente e amministratore
delegato di Finlogic
Dino Natale, presidente e amministratore delegato di Finlogic:

“Siamo lieti di confermare per il secondo anno consecutivo le due principali promesse di creazione di valore fatte in IPO a favore degli azionisti che hanno dato fiducia al nostro progetto di sviluppo: la crescita dei fondamentali, riflessa in ricavi ed ebitda in incremento a doppia cifra e la distribuzione di dividendi con payout ratio del 57% e yield pari al 2,7%.

Nonostante i forti investimenti in M&A, con l’acquisizione di 5 società, abbiamo mantenuto la cassa generata con l’operazione di quotazione, che sarà al servizio di ulteriore crescita per linee esterne e per investimenti finalizzati all’incremento della capacità produttiva a vantaggio dei margini.”

Evoluzione prevedibile della gestione
La politica di M&A si conferma la strada giusta per l’incremento del fatturato e il consolidamento della leadership nel settore, con l’obiettivo di diventare il gruppo di riferimento in Italia nel settore della identificazione automatica.

Le società a cui Finlogic sta guardando possono avere lo stesso modello di business della società oppure essere attive in campi affini.

Ci si attende ottime performance della divisione “Etichette”, che rappresenta il core business del gruppo, grazie soprattutto alla realizzazione di etichette con tecnologia digitale e all’impiego di nuove tecniche di stampa.

A tal fine sono previsti importanti investimenti in attività materiali, mirati all’efficientamento delle tecniche produttive e all’incremento della capacità produttiva di entrambi gli stabilimenti.

L'assemblea degli azionisti è stata convocata per il 29 aprile 2019.

✅ Finlogic 
✔ Prezzo 5,40 € 
✔ PE 12m 16,5 
✔ PB 2,81 
✔ Fair Value 4,87 € 
✔ Rendimento implicito 10,6% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Leone Film Group, un bilancio da "Oscar"

Il CdA di Leone Film Group, società quotata all'AIM Italia, attive nella produzione e distribuzione di film e prodotti audiovisivi, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
mln di euro
2018 vs 2017

Ricavi
122,1 vs 105,8, +15,4%

   Produzione 88,9; +19,7%
   Distribuzione 33,3; +5,1%

Ricavi superiori al consensus delle aspettative degli analisti di 114 mln di euro (+7,1%).

Ebitda
30,5 vs 29,4, +3,7%

Utile netto
6,8 vs 3,9, +74,4%

Utile effettivo superiore al consensus degli analisti di 5,54 mln di euro (+22,7%).

Patrimonio netto
43,7 vs 35,8, +7,9

Debiti finanziari netti
49,5 vs 40,5, +9,0

Patrimonio netto per azione
3,078 euro

Utile per azione
0,479 euro

Dividendo per azione
0,090 euro
Data di pagamento 8 maggio 2019

Andrea e Raffaella Leone, amministratori delegati di Leone Film Group, hanno così commentato:

“Ancora una volta chiudiamo un bilancio in crescita e in linea col piano industriale confermando l’ulteriore consolidamento del gruppo sia nel campo della distribuzione che in quello della produzione.”

Tra i film distribuiti dalla società, Green Book ha ricevuto 3 premi Oscar (miglior film, miglior sceneggiatura originale, miglior attore non protagonista), Vice ha ricevuto 1 premio Oscar come miglior trucco e acconciatura.

L'assemblea degli azionisti è convocata il 29 aprile 2019.

✅ Leone Film Group 
✔ Prezzo 4,70 € 
✔ PE 12m 8,9 
✔ PB 1,61 
✔ Fair Value 4,68 € 
✔ Rendimento implicito 13,5% 
✔ Rating A2 - VALUE 

EdiliziAcrobatica, l'utile raddoppia e inizia l'espansione internazionale

Il CdA di EdiliziAcrobatica, società quotata all'AIM Italia e all'Euronext Growth di Parigi, specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
25.942 vs 16.276, +59,4%

Risultato migliore delle attese degli analisti finanziari di 24,5 mln di euro (+5,9%).

Ebitda
4.356 vs 2.465, +76,7%

Utile netto
2.224 vs 1.038, +114,3%

Utile effettivo superiore alle attese di 2,14 mln di euro (+3,9%).

Patrimonio netto
9.947 vs 2.003, +7.944

Posizione finanziaria netta
+2.103 vs -2.341+4.444

Patrimonio netto per azione
1,288 euro

Utile per azione
0,288 euro

Dividendo per azione
0

Riccardo Iovino, ceo e founder di EDAC, ha commentato:

“I numeri riportati nel bilancio approvato sono il risultato della nostra strategia che, innanzitutto, si fonda sulla valorizzazione e crescita delle nostre risorse umane.

Il 2018 per noi di EdiliziAcrobatica sarà ricordato come l’anno della svolta, ossia come l’anno nel quale il frutto del nostro lavoro ha portato alla quotazione in borsa lo scorso 19 novembre.

Il 2019 sarà per noi quello della svolta internazionale con la nostra apertura sul mercato francese concretizzatasi poche settimane fa con l’acquisizione di ETAIR – Entreprise de Travaux Aériens et d’Interventions Rapides Méditerranée, società specializzata in lavori di ristrutturazione in doppia fune di sicurezza con sede a Perpignan e, prima ancora, con l’operazione di Dual Listing che ci ha portati a quotarci anche sul mercato Euronext Growth, a Parigi.

Stiamo già guardando ad altre possibilità di crescita anche in altri paesi europei.”

L’esercizio 2018 chiude con 70 sedi operative, registrando una crescita del +43% rispetto alle 49 del 2017 e 4.800 cantieri, con una crescita del +75% rispetto ai 2.742 del 2017.

L'assemblea degli azionisti è convocata il 26 aprile 2019.

✅ EdiliziAcrobatica 
✔ Prezzo 4,78 € 
✔ PE 12m 13,9 
✔ PB 3,47 
✔ Fair Value 3,90 € 
✔ Rendimento implicito 12,6% 
✔ Rating A2 - VALUE 

Somec, un 2018 redditizio e di forte espansione

Il CdA di Somec, società quotata all'AIM Italia, specializzata in grandi progetti di involucri vetrati ad alto contenuto ingegneristico, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
162.752 vs 49.282, +230,2%

Di poco inferiori alle aspettative degli analisti di 167,8 mln di euro (-3,0%)

A parità di perimetro di consolidamento, il valore della produzione aumenta del +49,7%:

   Divisione Seascape 70,6% (+43,0%)
   Divisione Landscape 29,4% (+69,3%)

Ebitda
17.935 vs 4.666, +284,4%

Utile netto
5.708 vs 2.043, +43,4%

Leggermente superiore alle aspettative di 5,6 mln di euro (+1,9%).

Patrimonio netto
33.273 vs 11.480, +21.793

Debiti finanziari netti
5.492 vs 45.311, -39.819

Patrimonio netto per azione
4,822 euro

Utile per azione
0,827 euro

Dividendo per azione
0,500 euro
Data di pagamento 15 maggio 2019.

Oscar Marchetto, presidente di Some ha commentato:

“Siamo molto soddisfatti dei risultati che confermano gli obiettivi di crescita illustrati al mercato in sede di IPO, sia nell’ambito navale, il nostro tradizionale comparto di riferimento, sia in quello civile dove stiamo investendo molto per cogliere le grandi opportunità di crescita offerte dal settore.

Inoltre, l’aumentata visibilità del gruppo a livello internazionale e l’incremento degli ordini ricevuti da inizio anno per 182 milioni di euro - che si sommano ai 431 milioni di euro di ordini in portafoglio a fine 2018 - ci permettono di guardare al futuro con grande ottimismo e di portare avanti con decisione il nostro piano di sviluppo per linee interne ed esterne, che ha già visto in questo inizio 2019 l’ingresso di TSI nel Gruppo”

L'assemblea degli azionisti è convocata il 30 aprile 2019.

✅ Somec 
✔ Prezzo 23,3 € 
✔ PE 12m 18,5 
✔ PB 4,64 
✔ Fair Value 19,4 € 
✔ Rendimento implicito 11,0% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Sesto anno di crescita per Alkemy, con l'utile che più che raddoppia

Il CdA di Alkemy, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della consulenza aziendale, comunicazione e innovazione tecnologica, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
71.629 vs 42.693, +67,8%

Superiore alle aspettative degli analisti finanziari di 64-65 mln di euro (+11%).

Ebitda
6.200 vs 3.912, +58,5%

Utile netto
3.248 vs 1.379, +135,5%

Perfettamente in linea con le aspettative.

Patrimonio netto
34.633 vs 31.008, +3.625

Posizione finanziaria netta
mln di euro
-10,7 vs +12,6, -23,3

Patrimonio netto per azione
6,329 euro

Utile per azione
0,594 euro

Dividendo per azione
0

Duccio Vitali, amministratore delegato di Alkemy
Duccio Vitali,
amministratore delegato
di Alkemy
Commenta Duccio Vitali, amministratore delegato di Alkemy:

“Il 2018 ha segnato il sesto anno consecutivo di crescita per Alkemy, dalla fondazione nel 2012 ad oggi, ed evidenzia un’importante crescita organica alla quale si somma la parte di crescita connessa all’integrazione delle competenze delle società acquisite nel corso dell’esercizio: Nunatac, Kreativa New Formula, Ontwice Interactive Services.

La crescita ha riguardato sia il mercato domestico sia i mercati internazionali, nei quali il gruppo opera attraverso le proprie controllate, ovvero Spagna e Messico e l’area dei Balcani e che incidono oggi per oltre il 20% dei ricavi”

L'assemblea degli azionisti si terrà il 30 aprile 2019.

✅ Alkemy 
✔ Prezzo 11,9 € 
✔ PE 12m 13,9 
✔ PB 1,82 
✔ Fair Value 10,6 € 
✔ Rendimento implicito 10,0% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

Fine Foods NTM, nel 2018 crescita organica a 2 cifre superiore alle aspettative

Il CdA di Fine Foods & Pharmaceuticals NTM, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della produzione in conto terzi di forme solide orali destinate all’industria farmaceutica, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
139.387 vs 119.586, +16,6%

Superiore alle aspettative degli analisti di 129,6 mln di euro (+7,6%).

Espansione solo per crescita organica.

Ebitda
18.679 vs 15.522, +20,3%

Utile netto
8.686 vs 6.187, +40,4%

Superiore alle aspettative degli analisti di 7,3 mln di euro (+19,5%)

Patrimonio netto
149.165 vs 38.861, +110.304

Posizione finanziaria netta
+46.660 vs -20.449+67.109

Patrimonio netto per azione
6,573 euro

Utile per azione
0,383 euro

Dividendo per azione
0,100 euro
Data di pagamento 8 maggio 2019

Giorgio Ferraris, amministratore delegato di Fine Foods NTM
Giorgio Ferraris,
amministratore delegato
di Fine Foods NTM
L’amministratore delegato Giorgio Ferraris, ha commentato:

“Gli eccellenti risultati raggiunti nell'esercizio sono ancora più entusiasmanti perché ottenuti in un anno che ci ha visti impegnati in tre attività straordinarie: l'espansione dello stabilimento di Zingonia (Integratori Alimentari), l'espansione dello stabilimento di Brembate (prodotti Farmaceutici) e la quotazione in Borsa.

L'elevato livello di soddisfazione dei nostri stakeholders, a partire dai nostri dipendenti, è la chiave di lettura dei risultati finanziari.

L'unico neo è che non abbiamo tenuto fede al nostro motto "no surprise", realizzando un risultato molto superiore alle attese!”

Evoluzione prevedibile della gestione
Il 2019 vedrà la conclusione del progetto di espansione dei siti di Zingonia e Brembate iniziati nel corso del 2016.

Il 2019 sta confermando il trend di crescita degli ultimi esercizi.

La società sta valutando le opportunità che il mercato offre in termini di acquisizioni.

L'assemblea degli azionisti è convocata per il 30 aprile 2019.

✅ Fine Foods NTM 
✔ Prezzo 10,7 € 
✔ PE 12m 30,2 
✔ PB 1,64 
✔ Fair Value 8,28 € 
✔ Rendimento implicito 7,1% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

giovedì 28 marzo 2019

Ftse Aim Italia 28-03-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,09 8.746,33 punti.

Ftse Aim Italia 28-03-2019
Ftse Aim Italia 28-03-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 9.096.434 euro.

41 titoli su 116 (35%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Digital360: 11,27%
  • Kolinpharma: 7,45%
  • Longino & Cardenal: 4,12%
  • Lucisano Media Group: 4,05%
  • Neosperience: 3,95%
I risultati peggiori della giornata:
  • GO internet: -7,07%
  • Vetrya: -6,59%
  • Renergetica: -5,82%
  • Monnalisa: -3,64%
  • Clabo: -3,52%

Redazione Aim Italia News

Wiit, ok di Consob al prospetto per MTA

Prospetto informativo Wiit per MTA
Prospetto informativo
Wiit per MTA
Wiit, società quotata all'AIM Italia, operante nel mercato dei servizi di cloud computing per le imprese, rende noto che in data odierna la Consob ha comunicato alla società l’approvazione del prospetto  informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie della società sul Mercato Telematico Azionario.

L'approvazione della Consob fa seguito al provvedimento con il quale Borsa Italiana ha deliberato l’ammissione alla quotazione delle azioni sul MTA

Rimane solo da attendere la comunicazione della data di inizio delle negoziazioni.

Prospetto informativo Wiit per MTA (391 pagine, formato pdf)

✅ Wiit 
✔ Prezzo 48,5 € 
✔ PE 12m 26,2 
✔ PB 5,25 
✔ Fair Value 37,9 € 
✔ Rendimento implicito 9,5% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

SosTravel cresce nel 2018 in linea con le previsioni

Il CdA di SosTravel, società quotata all'AIM Italia, attiva nell'ambito dei servizi digitali di assistenza ai viaggiatori, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
2.481 vs 155, +1500,6%

In linea con le previsioni.

Si riferiscono prevalentemente ai servizi di Lost&found concierge venduti a controllante e collegate e in parte minore alle vendite eseguite tramite l’APP sostravel.

Riguardano l’attività di rintracciamento dei bagagli dei clienti delle società del gruppo Safe Bag che abbiano acquistato il servizio Safe Bag 24, nonché l’assistenza tramite call center ai clienti delle società del gruppo Safe Bag nella raccolta delle denunce di smarrimento, furto e/o danneggiamento dei bagagli.

La ripartizione geografica delle vendite vede una diversificazione geografica con la Francia al primo  posto con il 39% delle vendite, l’Italia al secondo posto con il 31% delle vendite, seguite da Portogallo (12%), Canada (7%), Svizzera (4%), Russia (3%), Grecia (2%) e, Brasile e Polonia (1%).

Ebitda
474 vs 90, +426,7%

Utile netto
-17 vs 69, -86

Inferiore alle previsioni degli analisti di 0,24 mln di euro.

Patrimonio netto
6.751 vs 2.073, +4.764

Cassa netta
3.268 vs 0, +3.268

Patrimonio netto per azione
1,138 euro

Utile per azione
-0,003 euro

Dividendo per azione
0

L'assemblea degli azionisti è convocata per il 29 aprile 2019.

✅ SosTravel 
✔ Prezzo 3,43 € 
✔ PE 12m 19,6 
✔ PB 2,82 
✔ Fair Value 3,74 € 
✔ Rendimento implicito 12,6% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Renergetica, nel 2018 il fatturato cresce del 43%, il doppio del previsto

Il CdA di Renergetica, società quotata all'AIM Italia, e specializzata nello sviluppo di progetti di impianti energetici a fonte rinnovabile, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Valore della produzione
6.650 vs 4.623, +43,8%

I risultati sono superiori al consensus delle attese degli analisti finanziari di 5,5 mln di euro (+21%).

Ebitda
2.941 vs 1.727, +70,3%

Utile netto
855 vs 964, -11,3%

In linea con il consensus delle attese degli analisti finanziari.

Patrimonio netto
5.243 vs 2.070, +3.173

Debiti finanziari netti
6.873 vs 4.563, +2.310

Patrimonio netto per azione
0,713 euro

Utile per azione
0,116 euro

Dividendo per azione
0

Evoluzione prevedibile della gestione
Il management ritiene che nei prossimi anni continuerà il trend positivo manifestatosi nel corso del 2018 con la realizzazione di nuovi accordi internazionali nei paesi in cui il gruppo è già presente: Cile e Stati Uniti.

Prosegue l’espansione in nuovi paesi dell’America del Sud, in Colombia in particolare, insieme a una ripresa dei progetti relativi a impianti a energia rinnovabile anche sul territorio italiano.

L'assemblea dei soci si terrà il 30 aprile 2019.

✅ Renergetica 
✔ Prezzo 3,20 € 
✔ PE 12m 12,1 
✔ PB 4,09 
✔ Fair Value 2,88 € 
✔ Rendimento implicito 14,5% 
✔ Rating A2 - VALUE 

Kolinpharma, nel 2018 forte crescita di ricavi ed ebitda

Il CdA di Kolinpharma, società quotata all’AIM Italia e attiva nella nutraceutica (nutrizione e farmaceutica), ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
7.170 vs 4.063, +76,5%

In linea con le aspettative.

Ebitda
1.382 vs 603, +129,2%

Utile netto
275 vs -66+341

Inferiore alle aspettative degli analisti finanziari di 0,5 mln di euro.

Patrimonio netto
4.650 vs 1.246, +3.404

Cassa netta
2.496 vs 139, +2.357

Patrimonio netto per azione
2,836 euro

Utile per azione
0,168 euro

Dividendo per azione
0

Rita Paola Petrelli, presidente e amministratore delegato di Kolinpharma
Rita Paola Petrelli,
presidente e ad
di Kolinpharma
Rita Paola Petrelli, presidente e amministratore delegato di Kolinpharma, ha commentato:

“Siamo estremamente soddisfatti dei risultati raggiunti nel 2018, che segnano una crescita generata da un forte presidio dei fattori di successo e in particolare dell’attività di ricerca scientifica, tra i principali punti di forza su cui si fonda la strategia aziendale.

Le performance di quest’anno, raggiunte in particolare grazie ai prodotti Milesax e Xinepa, rappresentano uno stimolo importante per proseguire nell’attività di ricerca e innovazione di prodotti nutraceutici e dispositivi medici.

La società si è dotata delle più elevate certificazioni di prodotto e aziendali, a conferma della qualità dei processi scientifici, industriali e organizzativi.

Sotto il profilo commerciale, amplieremo ulteriormente la rete degli informatori medico-scientifici (IMS).

Prosegue la collaborazione con le Università di Pavia, e la Sapienza di Roma - Dipartimento di Chimica e Tecnologie del Farmaco.

Nell’ambito del piano di internazionalizzazione, stiamo analizzando e valutando un panel di Paesi europei ed extra-europei, con regolamentazione favorevole ed elevato potenziale di mercato, su cui poter registrare e inserire progressivamente i prodotti e quindi ricercare eventuali partner o dealer locali per la distribuzione”

L'assemblea dei soci si terrà il 30 aprile 2019.

✅ Kolinpharma 
✔ Prezzo 6,57 € 
✔ PE 12m 10,4 
✔ PB 2,19 
✔ Fair Value 6,04 € 
✔ Rendimento implicito 14,4% 
✔ Rating A2 - VALUE 

Modifica dell'indice AIM Italia Investable: Gel

La differenza tra i risultati conseguiti nel 2018 da Gel e le stime degli analisti finanziari è così rilevante da non rendere più utilizzabili, ai fini di una valutazione della società, le previsioni emesse precedentemente alla chiusura dell'esercizio.

Logo AIM Italia InvestableLa società esce, a partire da venerdì 29 marzo 2019, dal paniere dell'indice AIM Italia Investable, in attesa di uno studio aggiornato del titolo per potervi rientrare.

Diventano quindi 66 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 116 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

Digital360, nel 2018 il fatturato cresce del 21% a parità di perimetro

Il CdA di Digital360, società quotata all'AIM Italia, che accompagna imprese e pubbliche amministrazioni nella trasformazione digitale, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
21.876 vs 13.459, +62,5%

La crescita è dovuta sia al consolidamento di tre nuove società, sia ad un consistente aumento, pari al +21%, dei ricavi a parità di perimetro.

La Business unit Advisory (consulenza e affiancamento alle imprese e alle pubbliche amministrazioni a supporto della loro trasformazione digitale) incrementa i ricavi del +78%, grazie soprattutto alla crescita organica.

La Business unit Demand Generation (attività di comunicazione, marketing e generazione di opportunità di business per le aziende tecnologiche, fornitrici di innovazione digitale) mostra una crescita del +45%, riconducibile essenzialmente alle acquisizioni fatte nel periodo.

Ebitda
2.569 vs 1.640, +56,6%

Utile netto
-436 vs 50, -486

Patrimonio netto
8.598 vs 7.779, +819

Debiti finanziari netti
mln di euro
-4,6 vs -2,6+2,0

Patrimonio netto per azione
0,534 euro

Utile per azione
-0,027 euro

Il fatturato e l'utile sono in linea e poco al di sotto delle previsioni degli analisti finanziari.

Andrea Rangone, amministratore delegato di Digital360
Andrea Rangone,
amministratore delegato
di Digital360
Dichiara Andrea Rangone, amministratore delegato di Digital360:

"La crescita del gruppo riflette non solo l’acquisizione di nuove società, avvenuta grazie ai proventi della quotazione, ma anche un’importante accelerazione delle attività sui servizi più innovativi, digitali, caratterizzati da ricavi ricorsivi a tariffazione mensile.

In un mercato in forte crescita come quello dei servizi a supporto della trasformazione digitale, stiamo trasformando la nostra offerta, grazie all’applicazione di innovativi modelli “As-A-Service” (denominati Engine), che ci consentono non solo di aumentare la quota dei ricavi ricorsivi, ma anche di scalare più facilmente verso le PMI"

Operazioni di M&A
Digital360 nel corso del 2018 ha acquisito la totalità delle quote di partecipazione di Effettodomino Srl e la maggioranza delle quote di IQ Consulting Srl e ServicePro Italy Srl.
  • Effettodomino è un’innovativa agenzia di marketing digitale operativa dal 2015 con l’obiettivo di supportare le aziende nell’evoluzione dei processi di marketing e vendita, attraverso l’implementazione di strategie innovative di Inbound Marketing
È tra le prime società in Italia a specializzarsi nella Marketing Automation, la frontiera del marketing digitale, che consente, attraverso sofisticate piattaforme software, di gestire tutti i processi di direct marketing on line fino alla generazione di nuovi lead;
  • IQ Consulting è una società spin-off accademica attiva nel campo dell’Industria 4.0 e del Supply Chain Management
IQC supporta l’innovazione e la gestione strategica delle filiere che progettano, forniscono, producono e distribuiscono prodotti e servizi, mettendo a disposizione competenze integrate di natura logistica, tecnologica, organizzativa ed informatica;
  • ServicePro opera come marketing agency full service specializzata nella realizzazione di eventi complessi e nella gestione di campagne di demand e lead generation
Si rivolge in particolare ai grandi vendor di soluzioni tecnologiche e per alcuni di essi svolge il ruolo di preferred agency, gestendo componenti importanti del loro budget di marketing.
L'assemblea degli azionisti si terrà il 30 aprile 2019.

✅ Digital360 
✔ Prezzo 1,18 € 
✔ PE 12m 19,1 
✔ PB 2,20 
✔ Fair Value 0,932 € 
✔ Rendimento implicito 9,9% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

DigiTouch, nel 2018 fatturato in crescita ma cala l'utile

Il CdA di DigiTouch, società quotata all'AIM Italia, attiva nel digital marketing, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
29.884 vs 26.476, +12,9%

   Advertising services
   21.330.219 vs 19.385.334, +10,0%
   Performance marketing services
   8.199.648 vs 6.585.326, +24,5%
   Data services
   354.222 vs 505.008, -29,9%

Ebitda
4.500 vs 4.060, +10,8%

Utile netto
245 vs 416, -41,1%

Utile molto inferiore alle attese degli analisti di 1,3 - 1,5 mln di euro.

Patrimonio netto
14.066 vs 14.083, -17

Posizione finanziaria netta
-1.486 vs +2.136, -3.622

Patrimonio netto per azione
1,012 euro

Utile per azione
0,018 euro

Dividendo per azione
0,02 euro
Data di pagamento 26 giugno 2019

L'assemblea dei soci si terrà il 30 aprile 2019.

✅ DigiTouch 
✔ Prezzo 1,35 € 
✔ PE 12m 7,9 
✔ PB 1,29 
✔ Fair Value 1,53 € 
✔ Rendimento implicito 13,5% 
✔ Rating A2 - VALUE 

GO internet, valutazione sostenuta dalla proroga delle frequenze

Il CdA di GO internet, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore dell’Internet Mobile, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
6.628 vs 6.582, +0,7%

   Canoni 4G-LTE
   6.438 vs 6.532, -1,4%
   Canoni Fibra "FTTH"
   182 vs 40, +355,0%2

Ebitda
2.632 vs 2.767, -4,9%

Utile netto
-1.177 vs -255-922

Patrimonio netto
10.967 vs 8.230, +2.737

Debiti finanziari netti
2.871 vs 4.479, -1.608

Patrimonio netto per azione
0,557 euro

Utile per azione
-0,060 euro

Giuseppe Colaiacovo, presidente di GO internet
Giuseppe Colaiacovo,
presidente di GO internet
Ha dichiarato Giuseppe Colaiacovo, presidente di GO internet:

“Il 2018 è stato caratterizzato da un mercato particolarmente competitivo e ha visto la società, in virtù
della partnership con Linkem, avviare il processo di trasformazione della porzione di rete Wimax in una rete 5G ready.

Grazie alla proroga delle frequenze, possiamo pianificare la migrazione dell’intera rete in 5G, la tecnologia che caratterizzerà il prossimo decennio, con l’obbiettivo di offrire un servizio sempre innovativo e competitivo”

L'assemblea degli azionisti è stata convocata per il 29 aprile 2019.

✅ GO internet 
✔ Prezzo 1,43 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 2,42 
✔ Fair Value 1,13 € 
✔ Rendimento implicito 5,6% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO 

SCM SIM, nel 2018 contrazione delle attività e aumento delle perdite

Il CdA di Solutions Capital Management SIM, società quotata all'AIM Italia, che si occupa di intermediazione mobiliare, gestione di portafogli e consulenza d'investimento, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Commissioni attive 
6.360 vs 7.937, -19,9%

Margine di intermediazione 
3.016 vs 4.107, -26,6% 

Inferiore alle previsioni degli analisti, di 3,9 mln di euro (-22,7%)

Perdita d'esercizio 
-1.052 vs -315, -737

Perdita superiore alle previsioni degli analisti, di -0,5 mln di euro.

Attività sotto controllo 
mln di euro
846 vs 1083, -21,9%

     Attività Gestione 
     168 vs 169, -0,4%
     Consulenza 
     578 vs 852 -32,2%
     Polizze 
     83 vs 62, +35,4%

Patrimonio netto
2.857 vs 3.754, -897

Patrimonio netto per azione
1,496 euro

Utile per azione
-0,551 euro

Antonello Sanna, amministratore delegato di SCM
Antonello Sanna,
amministratore delegato di SCM
Antonello Sanna, amministratore delegato di SCM, ha dichiarato:

"Il 2018 è stato un anno complesso per l’intero settore.

Abbiamo subito una contrazione del fatturato, che si è riflessa sui risultati della società, non in linea  con la crescita degli anni passati.

Abbiamo virato rapidamente, con un taglio dei costi, proseguendo a rafforzare la rete di consulenti, driver principale del nostro business, per recuperare l’andamento dell’anno passato.

 Abbiamo una view molto positiva perché la MiFID 2 sta costringendo il mercato a una contrazione delle commissioni, con conseguente riduzione dei margini.

In SCM, al contrario, le commissioni sono sempre state in linea con le Best Practices internazionali e il dialogo con la clientela è sempre stato improntato alla trasparenza, come richiesto dalle Authorities, e riteniamo che tale scelta oggi diventa un fattore competitivo.

Riteniamo che in un contesto di maggiore trasparenza, il mercato premierà un modello contraddistinto dalla massima attenzione al pricing e ai grandi temi sociali che caratterizzano il nostro paese quali la previdenza, il passaggio generazionale, la conservazione della ricchezza."

Andamento dell’esercizio 2018
È proseguita l’attività di riorganizzazione della struttura aziendale con un ulteriore efficientamento del sistema informativo aziendale.

La normativa MIFID II è stata completamente recepita nel corso dell’anno 2018, fin dalle prime scadenze normative.

Il 2018 è stato un anno particolare per il settore del risparmio gestito con circa il 95% delle asset class che hanno registrato performance negative.

La componente obbligazionaria dei portafogli è stata influenzata in particolare dalla presenza di titoli High Yield e, nell’ultima parte dell’anno, dalla limitata presenza di governativi.

Durante l’anno si è deciso di incrementare la diversificazione di portafoglio inserendo una maggiore componente di ETF.

Sulle linee bilanciate è stata gradualmente incrementata la componente azionaria fino a realizzare pesi in linea con quelli dei rispettivi benchmark.

La diversificazione valutaria (sia in dollari che in valute emergenti) ha consentito di attenuare le perdite, visto l’andamento positivo nei confronti dell’euro.

Evoluzione prevedibile della gestione
La vision dell’azienda prevede uno sviluppo nel prossimo triennio basata principalmente sui seguenti driver:
  • Reclutamento tradizionale di nuovi consulenti finanziari provenienti da altre reti/istituti bancari;
  • Reclutamento di nuovi consulenti finanziari con la prosecuzione del progetto Young Talent;
  • Reclutamento di private banker dipendenti di altre reti;
  • Implementazione della detenzione degli asset per il controllo dell’intero processo;
  • Downsizing ufficio Roma e apertura Vicenza;
  • Operazioni di consulenza strategica alle imprese;
  • Nuovi servizi fee-only di pianificazione finanziaria.
Il piano industriale prevede il ritorno al break-even nel prossimo anno attraverso:
  • Miglioramento della redditività delle masse in gestione e consulenza, realizzata attraverso il monitoraggio delle deroghe commissioni sugli attuali clienti e la rimodulazione della scontistica prevista per i nuovi contratti;
  • Razionalizzazione del pay-out della rete commerciale, realizzato attraverso la definizione di un sistema incentivante che permette di correlare l’esborso provvigionale all’obiettivo di fatturato definito per ciascun consulente finanziario;
  • Verifiche sulle attività delle risorse coinvolte nel progetto Young Talent, alle quali sono state assegnati degli obiettivi di fatturato monitorati trimestralmente;
  • Efficientamento e monitoraggio dei costi operativi.
La società ha predisposto un piano finanziario che prevede un recupero di redditività tale da consentire il recupero del credito per imposte anticipate.

✅ SCM SIM 
✔ Prezzo 6,70 € 
✔ PE 12m 71,0 
✔ PB 4,46 
✔ Fair Value 6,21 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

H-Farm, nel 2018 forte crescita e primo ebitda positivo

Il CdA di H-Farm, società quotata all'AIM Italia, piattaforma d’innovazione per la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione delle aziende in un’ottica digitale, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Valore della produzione
61.139 vs 44.344, +37,9%

Ebitda
1.109 vs -2.097+3.206

Utile netto
-4.857 vs -6.239+1.842

Patrimonio netto
21.303 vs 24.704, -3.401

Debiti finanziari netti
5.717 vs 4.088, +1.629

Patrimonio netto per azione
0,239 euro

Utile per azione
-0,054 euro

Dividendo per azione
0

Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-FARM, ha commentato:

“Il 2018 è stato per noi l’anno della svolta e il più significativo della fase post IPO.

Abbiamo raggiunto risultati economici importanti e prima di quanto avevamo previsto in fase di quotazione.

Abbiamo superato i 61 mln di euro di valore della produzione, con una crescita del 38% e abbiamo raggiunto per la prima volta nella nostra storia un ebitda positivo.

Il nostro modello di business composto di tre unit fortemente sinergiche tra loro, è oramai collaudato ed è entrato a tutti gli effetti in una fase di sviluppo e scalabilità.

Education e Innovation hanno registrato una crescita significativa in mercati in forte accelerazione che attestano possibilità di ulteriore sviluppo.

Anche il nostro Portfolio attraversa una fase di particolare dinamicità.

In questi anni abbiamo investito oltre 28,7 mln di euro in imprese innovative e concluso 11 exit, di cui 2 molto importanti quest'anno, con un ritorno complessivo di oltre 16 mln.

Il nostro Portfolio è maturo ed entro i prossimi tre anni porteremo a copertura gli investimenti fatti.

Molti player stanno guardando con interesse alle nostre startup e confidiamo di valorizzarle in un orizzonte temporale di breve termine.

Non posso non menzionare i ritardi sull’avvio dei lavori del nostro Campus, che secondo i nostri piani iniziali doveva essere inaugurato per l’autunno del 2018, slittato però di un biennio con un inevitabile impatto su costi, focus, tempo, molto più ampi di quanto inizialmente preventivato.

La nuova procedura di approvazione è stata presentata lo scorso autunno e segue i tempi previsti.

Confidiamo di ottenere una risposta definitiva entro l’estate.

La fortissima crescita nel numero di studenti, complessivamente oltre 1.200, conferma ancora una volta la bontà delle nostre scelte e la correttezza della nostra visione.

Ci siamo focalizzati anche nella messa a terra della strategia di internazionalizzazione che vede come protagonista la nostra divisione Innovation, già realtà di riferimento per clienti come Adidas, Henkel, Audi e grandi gruppi del mondo della moda come Lvmh e Kering.

Nei primi mesi del 2019 vi è stata l’inaugurazione della nostra nuova sede a Barcellona, da cui attendiamo un significativo apporto di fatturato.

Siamo entrati definitivamente nella fase dello scale up del progetto.

Nei prossimi due anni siamo determinati a far crescere e conoscere il nostro valore a livello internazionale, raccogliendo i risultati del grande lavoro svolto in questi primi 14 anni”.

Prospettive 2019
Nei prossimi mesi è prevista un’ulteriore crescita della SBU Innovation sia in termini di ricavi che
di marginalità oltre che di sviluppo internazionale, mentre per la SBU Education è atteso l’ottenimento delle autorizzazioni amministrative per dar seguito al progetto H-CAMPUS.

✅ H-Farm 
✔ Prezzo 0,598 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 2,65  
✔ Fair Value 0,649 € 
✔ Rendimento implicito 15,2% 
✔ Rating P - PATRIMONIALE 

Gel, redditività 2018 molto inferiore alle previsioni

Il CdA di Gel, società quotata all'AIM Italia che opera nel settore del trattamento delle acque in ambito domestico-residenziale e industriale, ha approvato il progetto di bilancio 2018.

Bilancio annuale
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
16.966 vs 15.843, +7,1%

Ebitda
2.791 vs 3.792, -26,4%

Molto inferiore alla previsione degli analisti di 4,3 mln di euro (-35,2%)

Il calo è attribuibile (1) a un diverso mix di vendite per la divisione industriale con prevalenza di vendite di macchinari rispetto alla vendita di servizi a marginalità più elevata, (2) a investimenti in capitale umano per il rafforzamento della struttura tecnica e della R&S, (3) a un incremento dei costi operativi, in particolar modo ai costi per servizi, che includono spese legali relative alla risoluzione definitiva di un contenzioso in essere.

Utile netto
280 vs 995, -71,9%

Molto inferiore alla previsione degli analisti di 1,49 mln di euro (-81,1%)

Patrimonio netto
9.011 vs 8.689, +322

Debiti finanziari netti
8.279 vs 8.670, -391

Patrimonio netto per azione
1,253 euro

Utile per azione
0,039 euro

Dividendo per azione
0

Aroldo Berto, amministratore delegato di Gel:

“Siamo positivi per le numerose attività e per gli investimenti realizzati nel 2018 cosa che ha portato ad un incremento dei ricavi e rafforzato ulteriormente la nostra presenza sul mercato italiano.

Il miglioramento della tecnologia e della capacità produttiva genererà benefici già a partire dall’esercizio in corso.

In termini di marginalità, il 2018 ha mostrato una flessione principalmente ascrivibile ad un diverso mix delle vendite nonché ad investimenti volti a rafforzare la struttura tecnica con particolare attenzione all’area di R&S.

L’andamento dei primi mesi dell’esercizio in corso ci consente di guardare a un 2019 di ulteriore
crescita di volumi e risultati positivi.

Siamo convinti che la strategia perseguita ci permetterà di raggiungere gli obiettivi strategici del piano industriale 2019-2021 approvato dal Consiglio di Amministrazione.”

Piano industriale 2019-2021
La Società punta a raggiungere i seguenti obiettivi industriali per il 2021:
  • rafforzare la posizione di leadership nel mercato italiano mantenendo una crescita costante e accrescere la quota di vendite all’estero, sia della divisione domestica che della divisione industriale (Ricavi Netti, tasso di crescita annua +4,4%);
  • potenziare le vendite della divisione industriale grazie agli investimenti implementati nel 2018 e al piano commerciale che prevede la vendita di apparecchiature in Full service sia di manutenzione che di prodotti chimici;
  • incrementare la competitività e la profittabilità aziendale continuando a fare leva sui costi di produzione di una serie di prodotti maturi ma fondamentali per coprire il mercato e indirizzando alcune risorse verso attività percepite a maggior valore aggiunto dalla clientela;
  • investire il risparmio consolidato in termini di interessi e oneri finanziari sulla clientela per aumentare i volumi di vendita ed ottenere maggiori economie di scala.
Secondo quanto comunicato in fase di IPO, alla realizzazione degli investimenti continuerà lo sviluppo di una politica di crescita per linee esterne (M&A e/o Joint Ventures) volta a consolidare la posizione della società in determinati segmenti di mercato ed inserirsi in segmenti non ancora presidiati ma fortemente complementari a quelli già esistenti (quali, a esempio, Cina, India, Iran) nonché penetrare in maniera strutturata alcuni mercati internazionali ritenuti strategici.

Di seguito l'evoluzione prevista di alcuni indicatori finanziari:

2018 vs 2021
mln di euro

Ricavi
17,0 vs 19,3

Ebitda
2,8 vs 3,7

Debiti finanziari netti
8,3 vs 0,3

L'assemblea degli azionisti è stata convocata il 18 aprile 2019.

✅ Gel 
✔ Prezzo 01,29 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 0,99 
✔ Fair Value -,- € 
✔ Rendimento implicito -,-% 
✔ Rating X - NON VALUTABILE 

La differenza tra i risultati conseguiti e le stime degli analisti finanziari è così rilevante da non rendere più utilizzabili, ai fini di una valutazione della società, le previsioni emesse precedentemente alla chiusura dell'esercizio.

mercoledì 27 marzo 2019

Ftse Aim Italia 27-03-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,28% 8.738,35 punti.

Ftse Aim Italia 27-03-2019
Ftse Aim Italia 27-03-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 29.488.709 euro.

42 titoli su 116 (36%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Powersoft: 8,16%
  • Telesia: 6,50%
  • Illa: 4,04%
  • SosTravel: 3,92%
  • Cover 50: 3,45%
I risultati peggiori della giornata:
  • Caleido Group: -8,93%
  • Go internet: -7,19%
  • DigiTouch: -5,92%
  • Expert System: -5,47%
  • Blue Financial Communication: -5,45%

Redazione Aim Italia News

Neodecortech, ottima annata anche se sotto le attese

Il CdA di Neodecortech, società quotata all'AIM Italia e operante nella produzione di carte decorative per interior design, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017 proforma

Ricavi
130.943 vs 123.497, +6,0%

Inferiori alle aspettative, comprese tra 133 e 145 mln di euro (-1,5% / -9,7%).

Ebitda
17.951 vs 15.169, +18,3%

Utile netto
6.030 vs 4.063, +48,4%

Inferiore alle attese degli analisti finanziari di 7,0 mln di euro (-13,9%).

Patrimonio netto
58.603 vs 54.029, +4.574

Debiti finanziari netti
44.314 vs 46.910, -2.596

Patrimonio netto per azione
4,474 euro

Utile per azione
0,460 euro

Dividendo per azione
0,153 euro
Data di pagamento 22 maggio 2019

L’amministratore  delegato  Luigi  Cologni ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi per questi  risultati, i migliori della storia del gruppo, in un anno che ha mostrato qualche calo a livello di settore.

La nostra performance va misurata anche in termini relativi a quello che ha fatto la concorrenza europea, che ha avuto in generale una contrazione di marginalità e cali di fatturato.

Contiamo di proseguire con questa strategia anche nel 2019 e di migliorare grazie anche all’acquisizione del ramo d’azienda di CorbettaFia, completata a fine agosto 2018, che ci consentirà di entrare più a fondo del mondo dei materiali resilienti per il flooring.

Siamo stati in linea con gli obiettivi anche per quanto riguarda la riduzione dell’indebitamento, nonostante gli importanti investimenti  effettuati.

Stiamo lavorando al nuovo piano industriale, la cui approvazione è prevista entro giugno, in vista del possibile passaggio sul mercato regolamentato, che potrà dare ulteriore impulso e ragione di una crescita anche per linee esterne.”

L'assemblea degli azionisti è convocata il 30 aprile 2019.

✅ Neodecortech 
✔ Prezzo 3,73 € 
✔ PE 12m 6,3 
✔ PB 0,81 
✔ Fair Value 4,05 € 
✔ Rendimento implicito 14,1% 
✔ Rating A1 - VALUE 

Frendy Energy, produzione in crescita ma forte svalutazione degli impianti

Il CdA di Frendy Energy, società quotata all'AIM Italia, attiva nella produzione di energia elettrica da impianti mini-idro, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
2.178 vs 1.854, +17,5%

Ebitda
1.054 vs 722, +46,0%

Il gruppo Frendy Energy ha chiuso il 2018 con un incremento dei ricavi di vendita di energia elettrica e del risultato industriale, grazie alla piena continuità d’esercizio della centrale di Carrù e all’entrata in piena produzione degli impianti di Chiusa della Città e di Brida dei Cavalletti cui sono stati nel corso dell’anno riconosciuti anche gli incentivi.

L’anno è stato caratterizzato da produzioni pari a 10,5 GWh, in crescita rispetto al 2017 di circa 1.7 GWh, principalmente dovuta alla centrale di Carrù.

Perdita netta
-4.477 vs -968-3.509

Sul risultato hanno pesato essenzialmente svalutazioni lorde per 5,9 mln di euro a seguito della riconsiderazione delle produzioni attese degli impianti.

L’impairment test ha evidenziato inoltre le difficoltà di alcuni impianti a recuperare l’intero valore dell’investimento effettuato negli esercizi precedenti in conseguenza di fattori esogeni, quali il cambio di alcune tipologie di colture nel bacino dell’Est Sesia che influenzano negativamente la portata dell’acqua nei canali, nonché dei costi legati alla tutela dell’ambiente e della sicurezza per l’esercizio delle centrali elettriche.

Patrimonio netto
13.377 vs 17.720, -4.343

Debiti finanziari netti
2.376 vs 2.738, -362

Il gruppo Frendy Energy prevede risultati 2019 su cui influiranno positivamente la messa in marcia commerciale della centrale di Nicorvo nella seconda parte dell’anno e l’ottimizzazione dei costi operativi e di manutenzione, in un contesto meteorologico difficile per via della siccità record registrata nei primi mesi dell’anno.

Expert System, redditività in deciso miglioramento

Il CdA di Expert System, società quotata all'AIM Italia, e attiva nel software del cognitive computing e della text analytics, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
28.697 vs 26.136, +9,8%

In linea col fatturato atteso di 29,0 / 29,1 mln di euro

Ebitda
4.638 vs 1.046, +343,4%

Risultato netto
-3.781 vs -8.339+4.558

Meglio delle attese di -4,0 / -4,3 mln di euro

Patrimonio netto
15.077 vs 19.276, -4.199

Debiti finanziari netti
12.405 vs 8.789, -3.616

Patrimonio netto per azione
0,420 euro

Perdita per azione
-0,105 euro

Stefano Spaggiari, amministratore delegato di Expert System, ha dichiarato:

“Per Expert System il 2018 è stato un anno di grande soddisfazione sia sul fronte tecnologico, con la conferma della leadership mondiale di Cogito, sia sul fronte commerciale.

Abbiamo rispettato le guidance relative a fatturato ed ebitda, in un mercato in progressiva maturazione in cui l’intelligenza artificiale si sta sempre più affermando come leva strategica per la competitività e lo sviluppo.

Nel segmento enterprise, abbiamo avuto una buona crescita in Italia, Spagna e UK con l’acquisizione di nuove importanti commesse e negli Stati Uniti in ambito governativo.

Abbiamo consolidato il processo di evoluzione del modello di business legato alla vendita di licenze ricorrenti rispetto a quelle perpetue (le prime ora si attestano al 72%), registrando su questo importante un tasso di crescita 2016-2018 pari al +61,2%.

Questi eccellenti risultati sono stati raggiunti anche incrementando i margini sulle attività di Professional Services e, contestualmente, effettuando un’ottimizzazione dei costi pur lasciando spazio ad importanti investimenti in R&D e allo sviluppo di nuovi canali commerciali che rappresentano asset imprescindibili nella strategia dell’azienda.”

✅ Expert System 
✔ Prezzo 1,64 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 3,98 
✔ Fair Value 1,23 € 
✔ Rendimento implicito 4,9% 
✔ Rating C2 - SPECULATIVO