sabato 20 aprile 2019

AIM ITALIA, previsione tasso di crescita degli utili al 19 aprile 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 19 aprile 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 11,73 (precedente 11,39)
Ottimismo degli analisti: +12,7% (precedente +11,0%)
P/E [utile corretto]: 14,80 (precedente 13,92)
E/P [1 / 14,80]: 6,76% (precedente 7,18%)
Equity cost: 10,92% (precedente 11,28%)
Inflazione prevista: 1,86% (precedente 1,86%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [10,92% - 6,76%]: 4,16% (precedente 4,10%)
Tasso di crescita reale [4,16% - 1,86%]: 2,30% (precedente 2,24%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 10,92%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 19 aprile 2019

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 10,92% (- 0,36%)
Stima aggiornata al 19-04-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 8,99% (- 0,04%)
Stima aggiornata al 19-04-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 1,93% (- 0,32%)

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 19 aprile 2019
Indice: AIM Italia Investable, 8.959,66 (- 0,01%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.837,11 (+ 0,86%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib

Redazione Aim Italia News

venerdì 19 aprile 2019

AIM Italia Investable Index 19-04-2019

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -0,01% 8.959,66 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è salito nella settimana del +0,86% a 8.837,11 punti.

34 titoli su 70 (49%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Culti Milano +8,64%
  • GO internet +5,89%
  • Cellularline +5,02%
  • Abitare In +4,21%
  • Safe Bag +3,83%
I risultati peggiori della settimana:
  • Longino & Cardenal -5,98%
  • CDR Advance Capital -4,94%
  • Grifal -4,62%
  • Digital Value -3,70%
  • SCM SIM -3,70%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Modifica dell'indice AIM Italia Investable: PLT Energia e SMRE

Dalla prossima settimana PLT Energia e SMRE non saranno più negoziate all'AIM Italia in conseguenza delle rispettive OPA.

Logo AIM Italia InvestableLe società escono quindi, a partire da venerdì 19 aprile 2019, dal paniere dell'indice AIM Italia Investable.

Diventano perciò 68 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 113 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

SCM SIM, la trimestrale inverte il trend negativo

Solutions Capital Management SIM, società quotata all'AIM Italia, che si occupa di intermediazione mobiliare, gestione di portafogli e consulenza d'investimento, comunica i risultati trimestrali gestionali al 31 marzo 2019.

Bilancio 1° trimestre
migliaia di euro
2019 vs 2018

Margine di intermediazione
780,4 vs 786,5, -0,8%

Ebitda
-196 vs -375, +179

I costi operativi sono diminuiti grazie al processo di razionalizzazione avviato a partire dalla fine dello scorso anno.

Attività sotto controllo 
mln di euro
886,3 vs 845,8 al 31 dicembre 2018, +4,8% 

Antonello Sanna, amministratore delegato, ha dichiarato: 

“Pur essendo stato il 2018 un anno particolarmente difficile per il nostro settore, abbiamo immediatamente messo in campo una serie di azioni per invertire il trend negativo, che si stanno già rivelando efficaci nella prima parte dell’anno e consentiranno di riprendere il percorso di crescita che ha, da sempre, caratterizzato SCM.

Abbiamo, ancora una volta, puntato sulla espansione della rete commerciale nel nord-est con l’apertura di un nuovo ufficio a Vicenza e con l’acquisizione del professionista di lungo corso Paolo Zancan.”

✅ SCM SIM 
✔ Prezzo 5,20 € 
✔ PE 12m 46,8 
✔ PB 3,46 
✔ Fair Value 5,28 € 
✔ Rendimento implicito 10,3% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

H-Farm, pubblicato studio societario

Studio societario di Intermonte su H-Farm
Studio societario di
Intermonte su H-Farm
Intermonte ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su H-Farm (10 pagine, formato pdf).

La società è valutata col metodo patrimoniale e pertanto le previsioni di fatturato, utile netto e utile per azione non sono rilevanti.

Il prezzo corrente del titolo è 0,556 euro.

Intermonte attribuisce il rating NEUTRAL (precedente OUTPERFORMal titolo.

Il target price assegnato è di 0,70 euro (precedente 1,05) con un premio del 26% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 0,527 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,4%.

Il nostro rating è P - PATRIMONIALE.

Redazione Aim Italia News

✅ H-Farm 
✔ Prezzo 0,556 € 
✔ PE 12m -.- 
✔ PB  2,48 
✔ Fair Value 0,527 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating P - PATRIMONIALE 

Fine Foods, pubblicato studio societario

Studio societario di Banca Akros su Fine Foods
Studio societario di
Banca Akros su Fine Foods
Banca Akros ha pubblicato il suo primo studio societario su Fine Foods (3 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 152 mln di euro nel 2019 (+9,0% rispetto al 2018), 166 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 8,85 mln di euro nel 2019 (+1,9% rispetto al 2018), 9,53 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,39 euro nel 2019 (0,38 euro nel 2018), 0,42 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 10,5 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 26,9 sugli utili del 2019 e 25,0 sugli utili del 2020.

Banca Akros attribuisce il rating BUY al titolo.

Il target price assegnato è di 12,7 euro, con un premio del 22% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 8,03 euro per azione, con un rendimento implicito del 8,4%.

Il nostro rating è C - SPECULATIVO.

Redazione Aim Italia News

✅ Fine Foods 
✔ Prezzo 10,5 € 
✔ PE 12m 27,8 
✔ PB  1,58 
✔ Fair Value 8,03 € 
✔ Rendimento implicito 8,4% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 

giovedì 18 aprile 2019

Ftse Aim Italia 18-04-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,31% 8.837,11 punti.

Ftse Aim Italia 18-04-2019
Ftse Aim Italia 18-04-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 7.590.020 euro.

36 titoli su 115 (31%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Antares Vision: 10,10%
  • Dominion Hosting Holding: 4,96%
  • Neurosoft: 4,17%
  • GO internet: 4,00%
  • H-Farm: 2,96%
I risultati peggiori della giornata:
  • Innovatec: -12,14%
  • Ki Group: -9,46%
  • Telesia: -6,70%
  • Longino & Cardenal: -4,21%
  • Caleido Group: -4,08%

Redazione Aim Italia News

Cellularline ha chiesto l'ammissione al segmento STAR di MTA

Cellularline, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore degli accessori per smartphone e tablet, ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie e dei propri warrant sul Mercato Telematico Azionario e, ove ne ricorrano i presupposti, sul segmento STAR.

La presentazione della domanda di ammissione a Borsa Italiana segue l’avvenuto deposito presso Consob della richiesta di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni su MTA delle azioni ordinarie e dei warrant della società.

La transizione dal Mercato AIM Italia al MTA - a giudizio del management - consentirà alla Società di beneficiare di una maggiore liquidità del titolo e di conseguenza di un maggiore interesse da parte del mercato e degli investitori istituzionali italiani ed internazionali, nonché di una maggiore visibilità sui mercati europei di riferimento con conseguenti ulteriori vantaggi in termini di posizionamento competitivo.

Intermonte SIM agisce in qualità di sponsor ai fini dell’ammissione alle negoziazioni su MTA.

✅ Cellularline 
✔ Prezzo 7,86 € 
✔ PE 12m 6,7 
✔ PB 0,87 
✔ Fair Value 8,39 € 
✔ Rendimento implicito 14,0% 
✔ Rating A - VALUE 

axélero, il Tribunale dice NO al concordato preventivo

axélero, società quotata all'AIM Italia, che offre soluzioni di digital marketing per le PMI, comunica che il Tribunale di Milano ha dichiarato improcedibile la procedura di Concordato avviata dalla società rilevando il tardivo deposito della Relazione di Attestazione, avvenuto in data successiva a quello del Piano e della Proposta Concordataria.

Il Tribunale ha, inoltre, osservato che la mancata approvazione dei bilanci relativi agli esercizi 2017 e 2018 appariva di ostacolo alle verifiche demandate al Giudice in fase di ammissione della domanda di Concordato Preventivo.

La società, preso atto della decisione del Tribunale, darà corso senza indugio alle iniziative ed alle azioni più opportune per tutelare i creditori, nel rispetto dei principi di par condicio ed astenendosi, in particolare, dal compiere atti dispositivi o pagamenti che possano alterare i crediti esistenti e rilevati alla data di avvio della procedura di concordato.

Nella prospettiva del miglior soddisfacimento dei creditori e ricorrendone le condizioni, la società privilegerà soluzioni concorsuali di continuità aziendale.

È stata convocata una riunione del consiglio di amministrazione per il giorno 24 aprile 2019.

La società provvederà tempestivamente ad informare il mercato in merito alle attività che intenderà intraprendere.

DBA Group, pubblicato studio societario

Studio societario di CFO su DBA Group
Studio societario di
CFO su DBA Group
CFO ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su DBA Group (24 pagine, formato pdf).

Il valore della produzione previsto è di 56,5 mln di euro nel 2019 (+20,3% rispetto al 2018), 59,6 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 0,5 mln di euro nel 2019 (+128,3% rispetto al 2018), 1,0 mln di di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,043 euro nel 2019 (0,017 euro nel 2018), 0,087 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 2,28 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 53,0 sugli utili del 2019 e 26,2 sugli utili del 2020.

CFO attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 3,30 euro (precedente 4,20), con un premio del 45% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 2,03 euro per azione, con un rendimento implicito del 9,8%.

Il nostro rating è C - SPECULATIVO.

Redazione Aim Italia News

✅ DBA Group 
✔ Prezzo 2,28 € 
✔ PE 12m 23,4 
✔ PB  1,19 
✔ Fair Value 2,03 € 
✔ Rendimento implicito 9,8% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 

Culti Milano, pubblicato studio societario

Studio societario di EnVent Capital Markets su Culti Milano
Studio societario di
EnVent Capital Markets
su Culti Milano
EnVent Capital Markets ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Culti Milano (13 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 8,8 mln di euro nel 2019 (+33,3% rispetto al 2018), 9,2 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 0,40 mln di euro nel 2019 (-0,16 nel al 2018), 0,60 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,129 euro nel 2019 (-0,051 euro nel 2018), 0,194 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 2,78 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 21,6 sugli utili del 2019 e 14,3 sugli utili del 2020.

EnVent Capital Markets attribuisce il rating OUTPERFORM (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 3,94 euro (precedente 4,67), con un premio del 42% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 2,66 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,8%.

Il nostro rating è B2 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Culti Milano 
✔ Prezzo 2,78 € 
✔ PE 12m 18,8 
✔ PB  1,03 
✔ Fair Value 2,66 € 
✔ Rendimento implicito 10,8% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Neodecortech, pubblicato studio societario

Studio societario di Value Track su Neodecortech
Studio societario di
Value Track su Neodecortech
Value Track ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Neodecortech (20 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 141,7 mln di euro nel 2019 (+8,2% rispetto al 2018), 151,3 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 7,0 mln di euro nel 2019 (+16,1% rispetto al 2018), 7,5 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,534 euro nel 2019 (0,460 euro nel 2018) e 0,573 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 3,90 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 7,3 sugli utili del 2019 e 6,8 sugli utili del 2020.

Value Track non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 5,40 euro (precedente 5,10), con un premio del 39% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 4,14 euro per azione, con un rendimento implicito del 13,5%.

Il nostro rating è A - VALUE.

Redazione Aim Italia News

✅ Neodecortech 
✔ Prezzo 3,90 € 
✔ PE 12m 6,9 
✔ PB  0,85 
✔ Fair Value 4,14 € 
✔ Rendimento implicito 13,5% 
✔ Rating A - VALUE 

mercoledì 17 aprile 2019

Ftse Aim Italia 17-04-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,17% 8.809,37 punti.

Ftse Aim Italia 17-04-2019
Ftse Aim Italia 17-04-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 7.618.872 euro.

40 titoli su 115 (35%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Innovatec: 22,81%
  • Ki Group: 21,31%
  • Caleido Group: 12,64%
  • Culti Milano: 6,11%
  • Kolinpharma: 4,69%
I risultati peggiori della giornata:
  • Neurosoft: -6,80%
  • Assiteca: -3,45%
  • Grifal: -3,44%
  • Portobello: -3,35%
  • DigiTouch: -3,26%

Redazione Aim Italia News

Opa PLT Energia al 96%, il 26 aprile ultimo giorno per vendere agli offerenti

I promotori (azionisti di controllo della società) dell'offerta pubblica di acquisto volontaria riguardante le azioni di PLT Energia, rendono noti i risultati definitivi delle adesioni all’offerta.

Alla chiusura del periodo di adesione risultano portate in adesione all’offerta 1.488.000 azioni, pari al 6,221% del capitale sociale dell’emittente e al 41,733% delle azioni oggetto dell’offerta, per un controvalore complessivo di 4.166.400 euro.

Il pagamento del corrispettivo di 2,80 euro per ogni azione avverrà il 18 aprile 2019.

Si precisa, inoltre, che gli offerenti hanno effettuato acquisti di azioni al di fuori dell’offerta ad un prezzo di 2,80 euro per azione per complessive 1.142.000 azioni, pari al 4,775% del capitale sociale dell’Emittente e al 32,029% circa delle azioni oggetto dell’offerta.

Alla luce di quanto precede, sulla base dei risultati definitivi dell’offerta e della partecipazione azionaria già detenuta dagli offerenti prima dell’inizio del periodo di adesione (pari a complessive 20.353.000 azioni ordinarie, corrispondenti al 85,09% del capitale sociale dell’Emittente), al termine dell’offerta gli offerenti verrebbero a detenere complessive 22.983.000 azioni ordinarie dell’Emittente, pari al 96,089% del capitale sociale dell’emittente.

Gli offerenti eserciteranno il diritto di acquisto e adempiranno l’obbligo di acquisto dando corso a un’unica procedura concordata con Consob e Borsa Italiana, avente ad oggetto la totalità delle 935.500 azioni ancora detenute dal mercato, corrispondenti al 3,911 % del capitale sociale.

La Procedura Congiunta avrà efficacia in data 26 aprile 2019.

Tenuto conto del numero delle azioni residue, il controvalore complessivo della Procedura congiunta è pari a 2.619.400 euro.

Si fa presente che il 23 aprile sarà l'ultimo giorno di negoziazione.

✅ PLT Energia 
✔ Prezzo 2,79 € 
✔ PE 12m 9,1 
✔ PB 1,53 
✔ Fair Value 3,00 € 
✔ Rendimento implicito 13,2% 
✔ Rating A - VALUE 

Ilpra sul Sole 24 ore

Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento, a firma di Valeria Novellini, su Ilpra, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore del packaging.

✅ Ilpra 
✔ Prezzo 2,20 € 
✔ PE 12m 10,1 
✔ PB 1,61 
✔ Fair Value 2,14 € 
✔ Rendimento implicito 11,2% 
✔ Rating B1 - VALUE 

SosTravel, pubblicato studio societario

Studio societario di Banca Finnat su SosTravel
Studio societario di
Banca Finnat su SosTravel
Banca Finnat ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su SosTravel (18 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 4,39 mln di euro nel 2019 (+76,7% rispetto al 2018), 8,49 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 0,535 mln di euro nel 2019 (negativo nel al 2018), 2,209 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,090 euro nel 2019 (negativo nel 2018) e 0,372 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 3,10 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 34,4 sugli utili del 2019 e 8,3 sugli utili del 2020.

Banca Finnat attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 7,8 euro (precedente 8,2), con un premio del 152% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,41 euro per azione, con un rendimento implicito del 12,0%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ SosTravel 
✔ Prezzo 3,10 € 
✔ PE 12m 18,0 
✔ PB  2,68 
✔ Fair Value 3,41 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

DBA Group digitalizza il porto di Rijeke in Croazia

DBA Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della consulenza tecnologica, specializzata nella connettività delle reti, comunica di aver siglato, tramite la sua controllata Actual IT dd, un accordo con l’Autorità Portuale per la realizzazione del sistema di Port Community (PCS) del porto di Rijeka (Fiume) in Croazia.

Il valore della commessa è di circa 1 mln di euro per attività che dureranno 21 mesi nel corso dei quali sarà sviluppato e messo in produzione l’intero sistema informativo che consentirà a tutti gli operatori del principale scalo croato di essere sempre connessi tra loro.

Port-Line, il sistema che sarà implementato a Rijeka, è una piattaforma web-based per la gestione e l’automazione dei processi portuali; permetterà la condivisione delle informazioni tra tutti gli attori della Port Community facilitando le comunicazioni fra Autorità Portuale, forze dell’ordine, terminalisti, ente doganale e consentendo di tracciare e scambiare dati e documenti in tempo reale.

La digitalizzazione e la sincronizzazione dei processi portuali, consente non solo la dematerializzazione dei documenti ma anche la condivisione delle informazioni tra tutti coloro che si occupano dei controlli di sicurezza.

I processi diventano automatici e più veloci ma anche più trasparenti, accelerando le operazioni di gestione della merce da e per il porto.

Oltre ai due porti croati di Ploce e Rijeka, i sistemi di DBA sono già presenti negli scali di Slovenia, Montenegro, Mar Caspio (Baku in Azerbaijan) e in Italia.

“Un porto informatizzato è più competitivo e più sicuro.

Siamo lieti di aver vinto questo importante bando di gara con cui la Croazia intende iniziare la creazione di un unico sistema informatico che metta in rete tutti i suoi scali, iniziando proprio dal più rilevante, Rijeka, che nel 2018 ha movimentato un traffico record di 13,4 mln di tonnellate di merci in crescita del 6,3%.

Stiamo partecipando anche ad alcuni bandi per installare i nostri sistemi nei porti del Mar Nero”,

ha dichiarato il presidente di DBA Group, Francesco De Bettin.

✅ DBA Group 
✔ Prezzo 2,28 € 
✔ PE 12m 12,6 
✔ PB 1,11 
✔ Fair Value 2,57 € 
✔ Rendimento implicito 11,5% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Casta Diva Group si aggiudica la gestione della Universiade 2019

Casta Diva Group, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore della comunicazione, annuncia di essersi aggiudicata, attraverso la sua controllata indiretta G.2 Eventi Srl, (società partecipata direttamente da District Srl, il cui 51% è di titolarità di Casta Diva Group), nell’ambito di una gara internazionale indetta da ARU - Agenzia Regionale Universiadi, un contratto da 1,2 mln di euro per l’organizzazione della 30th Summer Universiade Napoli 2019.

La Summer Universiade è un evento sportivo internazionale secondo solo alle Olimpiadi, che coinvolge gli studenti universitari di tutto il mondo.

Nell’ambito della kermesse G.2 Eventi si occuperà dei servizi di progettazione, organizzazione, allestimento e gestione «chiavi in mano» di tutti gli eventi in programma (convegni, eventi sportivi, meeting, forum e dei servizi connessi e funzionali al pieno svolgimento della manifestazione.

✅ Casta Diva Group 
✔ Prezzo 1,02 € 
✔ PE 12m 64,1 
✔ PB 2,89 
✔ Fair Value 0,819 € 
✔ Rendimento implicito 7,3% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 

Longino & Cardenal, pubblicato studio societario

Studio societario di Integrae su Longino & Cardenal
Studio societario di Integrae
su Longino & Cardenal
Integrae ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Longino & Cardenal (11 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 35,5 mln di euro nel 2019 (+10,9% rispetto al 2018), 41,0 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 1,32 mln di euro nel 2019 (+10,5% rispetto al 2018), 1,67 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,211 euro nel 2019 (0,191 euro nel 2018) e 0,219 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 4,28 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 20,3 sugli utili del 2019 e 19,5 sugli utili del 2020.

Integrae attribuisce il rating HOLD (precedente BUY) al titolo.

Il target price assegnato è di 4,51 euro (precedente 5,84), con un premio del 5% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,37 euro per azione, con un rendimento implicito del 8,9%.

Il nostro rating è B2 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Longino & Cardenal 
✔ Prezzo 4,28 € 
✔ PE 12m 22,9 
✔ PB  4,03 
✔ Fair Value 3,37 € 
✔ Rendimento implicito 8,9% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

FOPE, pubblicato studio societario

Studio societario di Integrae su FOPE
Studio societario
di Integrae su FOPE
Integrae ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su FOPE (12 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 34,4 mln di euro nel 2019 (+10,0% rispetto al 2018), 37,5 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 3,88 mln di euro nel 2019 (+15,9% rispetto al 2018), 4,48 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,776 euro nel 2019 (0,669 euro nel 2018) e 0,896 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 7,90 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 10,2 sugli utili del 2019 e 8,8 sugli utili del 2020.

Integrae attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 10,24 euro (precedente 9,0), con un premio del 30% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 7,28 euro per azione, con un rendimento implicito del 11,3%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ FOPE 
✔ Prezzo 7,9 € 
✔ PE 12m 12,5 
✔ PB  2,30 
✔ Fair Value 7,28 € 
✔ Rendimento implicito 11,3% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

martedì 16 aprile 2019

Ftse Aim Italia 16-04-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,16% 8.794,29 punti.

Ftse Aim Italia 16-04-2019
Ftse Aim Italia 16-04-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 10.955.928 euro.

39 titoli su 115 (34%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Ki Group: 6,09%
  • Italia Independent Group: 4,76%
  • Neosperience: 4,33%
  • Frendy Energy: 4,29%
  • FOPE: 3,92%
I risultati peggiori della giornata:
  • Caleido Group: -3,33%
  • Kolinpharma: -3,03%
  • CDR Advance Capital: -2,48%
  • PharmaNutra: -2,03%
  • Safe Bag: -1,98%

Redazione Aim Italia News

Ki Group, nel 2018 la crisi distributiva porta a un patrimonio netto negativo

Il CdA di KI Group, società quotata all’AIM Italia e attiva nel settore della distribuzione all'ingrosso, produzione e vendita al dettaglio di prodotti biologici, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
mln di euro
2018 vs 2017

Ricavi
39,2 vs 45,8, -14,4%

Ebitda
0,8 vs -0,9+1,7

Utile netto
-1,0 vs -2,5+1,5

Patrimonio netto
-5,7 vs -5,2-0,5

Sulla base di una situazione contabile infrannuale al 28 febbraio 2019, gli amministratori hanno accertato che a tale data il patrimonio netto della società capogruppo risulta ricostituito nell’ammontare di 6,9 mln di euro, dovendosi di fatto ritenere integralmente ripianate le perdite pregresse consuntivate al 31 dicembre 2018 e che, pertanto, allo stato non sia necessario intraprendere alcuna ulteriore iniziativa finalizzata al risanamento della gestione o al mantenimento della continuità aziendale.

Debiti finanziari netti
6,1 vs 8,1, -2,0

La spac "Industrial Stars of Italy 3" ha trovato il target: Salcef

Industrial Stars of Italy 3, spac quotata all'AIM Italia, e Salcef Group SpA, azienda attiva nel settore Railway Systems and Technology in Italia e all’estero, hanno firmato un accordo per l’integrazione delle due società (Business Combination).

Salcef si occupa di manutenzione ordinaria e straordinaria, messa in sicurezza e progettazione di infrastrutture ferroviarie, reti tramviarie e metropolitane.

Il gruppo Salcef è composto da 7 società localizzate in Italia e all’estero ed ha realizzato nel 2018:

Bilancio consolidato
mln di euro
2018 vs 2017

Ricavi
312,3 vs 306,7, +1,8%

Ebitda
64,6 vs 51,6, +25,2%

Utile netto
29,4 vs 28,3, +3,9%

Patrimonio netto
137,5 vs 111,4, +26,1

L’equity value di Salcef ai fini della fusione viene valorizzato a 286,5 mln di euro.

Tenuto conto di una posizione finanziaria netta adjusted al 31.12.2018 di 40 mln di euro, il multiplo ev/ebitda adjusted è di 5,22 volte.

Il rapporto price/earnings, calcolato sulla base dell’utile netto 2018, è pari a 9,7.

Il backlog del gruppo Salcef, pari a oltre 2,3 volte il fatturato 2018, è alla base di una elevata prevedibilità dei risultati futuri.

Negli ultimi 4 anni, il gruppo Salcef ha avuto una crescita media annua del valore della produzione del 23% e dell’ebitda del 53%.

Salcef, officina riparazioni speciali
Salcef, officina riparazioni speciali
La manutenzione ferroviaria è un settore industriale di sempre maggiore attualità ed è caratterizzato da investimenti crescenti a livello globale.

Il settore in cui il gruppo Salcef opera è caratterizzato da significative barriere all’entrata, legate alla complessità tecnica e organizzativa dei progetti da svolgere e dagli elevati standard qualitativi e di sicurezza richiesti.

Inoltre il settore è caratterizzato da una oggettiva complessità nel reperire e gestire macchinari rotabili molto costosi e sofisticati.

Il gruppo Salcef è leader in Italia nel settore e player di riferimento all’estero, potendo vantare un track record di successo in svariati paesi.

Il gruppo impiega direttamente circa 880 persone nelle varie divisioni operative.

Nell’ottobre 2018 il gruppo Salcef ha acquisito in Germania un operatore dell’armamento ferroviario, completando così la settima acquisizione negli ultimi 20 anni.

Tale acquisizione permetterà al gruppo di entrare in uno dei mercati più importanti ed in crescita nel settore a livello mondiale.

Salcef è detenuta, direttamente e indirettamente dai soci Gilberto e Valeriano Salciccia, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Salcef

L’Accordo Quadro prevede che Salcef, a seguito delle assemblee che si terranno entro il mese di luglio 2019, incorpori Indstars 3 e contestualmente si quoti sul mercato AIM Italia.

Successivamente alla business combination, Salcef prevede di accedere al MTA, indicativamente entro 18 mesi.

L’operazione di business combination prevede, tra l’altro:
  • La distribuzione di parte delle riserve di Indstars 3 a favore dei soggetti che saranno azionisti di Indstars 3 il giorno antecedente la data di efficacia della Fusione (ad eccezione di coloro che abbiano esercitato il diritto di recesso e intendendosi inclusi coloro che si siano resi acquirenti delle azioni ordinarie Indstars 3 in relazione alle quali sia stato esercitato il recesso), ivi compresi i soci titolari di azioni speciali Indstars 3, da effettuarsi immediatamente prima della data di efficacia della Fusione. 
L’ammontare massimo della distribuzione di riserve è pari a 51,6 mln di euro e sarà definitivamente determinato deducendo dal predetto ammontare massimo l’importo complessivo di liquidazione delle azioni di Indstars 3, funzione degli eventuali recessi netti relativi all’operazione di Fusione.
  • Il raggruppamento delle azioni ordinarie Indstars 3 e delle azioni speciali Indstars 3 in modo tale che il valore teorico delle azioni di Indstars 3, sia riportato a 10,00 euro cadauna.
Salcef darà attuazione alla fusione attraverso i seguenti principali passaggi:
  • emissione di 10.000.000 azioni ordinarie da assegnare in concambio agli azionisti ordinari Indstars 3 che ne abbiano diritto (ossia che non abbiano esercitato il diritto di recesso);
  • emissione di 480.000 azioni speciali, in parte da assegnare alle società promotrici in concambio delle azioni speciali Indstars 3 post raggruppamento e in parte da emettersi al servizio di un aumento di capitale in Salcef riservato ai promotori, che questi sottoscriveranno e libereranno mediante integrale utilizzo delle predette riserve loro distribuite;
  • emissione di 7.500.000 warrant Salcef, da assegnare in concambio ai titolari di warrant Indstars 3 che ne abbiano diritto. 
Tali warrant hanno le stesse caratteristiche dei warrant Indstars 3 attualmente in circolazione e quotati su AIM Italia;
  • emissione di massimi 7.500.000 warrant Salcef integrativi, da assegnare agli azionisti Indstars 3 che ne abbiano diritto per effetto del perfezionamento della business combination ai sensi dello statuto di Indstars 3. 
Tali warrant hanno le stesse caratteristiche dei warrant Indstars 3 attualmente in circolazione e quotati su AIM Italia. 
  • la trasformazione in Performance Shares di 2.000.000 di azioni ordinarie Salcef già di proprietà degli attuali soci di Salcef; dette Performance Shares potranno convertirsi in azioni ordinarie con un moltiplicatore di 5 volte al raggiungimento di determinati obiettivi di prezzo dell’azione ordinaria Salcef;
  • emissione di 7.500.000 warrant Salcef nuovi, da assegnare: quanto a 2,5 mln agli attuali soci di Salcef e quanto a 5 mln ai soggetti che saranno azionisti di Indstars 3 il giorno antecedente la data di efficacia della fusione (ad eccezione dei promotori e di coloro che abbiano esercitato il diritto di recesso e intendendosi inclusi coloro che si siano resi acquirenti delle azioni ordinarie Indstars 3 in relazione alle quali sia stato esercitato il recesso).
Lo strumento dei warrant Salcef nuovi, permetterà agli investitori di partecipare ad un nuovo aumento di capitale nel gruppo Salcef (a pagamento), da realizzarsi entro il 30 aprile 2023.

In questo modo si darà a Salcef la possibilità di allocare in modo più efficiente nel tempo i capitali necessari per la crescita, ed al mercato la possibilità di valutare, in base alle performance future della società, l’opportunità di reinvestire in tutto o in parte il capitale restituito al momento della Fusione.

Il termine ultimo per l’esercizio dei warrant Salcef nuovi è il 30 aprile 2023 o una data antecedente, qualora il prezzo dell’azione ordinaria di Salcef sia almeno pari a 13,00 euro.

A fronte dell’esercizio di ciascun warrant potrà essere sottoscritta un’azione di compendio Salcef (derivante da apposito aumento di capitale) al prezzo di sottoscrizione di 10,50 euro.

I warrant Salcef nuovi saranno negoziabili su AIM Italia separatamente a partire dalla data di efficacia della fusione.

I promotori subordineranno la conversione di un terzo delle loro azioni speciali alla duplice condizione della sottoscrizione dell’aumento di capitale a servizio dell’esercizio dei warrant Salcef nuovi (in proporzione fino a 5 mln di warrant Salcef nuovi) e del raggiungimento di una soglia di prezzo del titolo di 11,50 euro.

Gli altri due terzi prevedono una soglia di 13,5 euro (ossia ad un prezzo superiore a quello necessario per la conversione obbligatoria dei warrant Salcef e dei warrant Salcef nuovi).

Allo stesso modo, anche un terzo delle Performance Shares potrà essere convertito in azioni ordinarie Salcef subordinatamente alla sottoscrizione dell’aumento di capitale a servizio dell’esercizio dei warrant Salcef nuovi (in proporzione fino a 5 mln di warrant Salcef nuovi) e del raggiungimento di un prezzo del titolo di 11,50 euro.

Alla luce di quanto sopra descritto, in uno scenario di assenza di recessi e fully diluted, la quota di capitale sociale non di titolarità degli attuali azionisti Salcef sarà pari a circa il 30%.

L’operazione è risolutivamente condizionata, tra l’altro da:
  • mancata approvazione da parte dell’assemblea di Indstars 3, 
  • esercizio del recesso da parte di un numero di soci comportante per la società un esborso netto complessivo di almeno il 30% delle somme depositate sul conto corrente vincolato. 
È previsto che l’operazione di fusione si perfezioni entro il mese di novembre 2019.

Per maggiori approfondimenti è disponibile il Documento informativo (166 pagine, formato pdf.)

Antares Vision, da giovedì 18 aprile titoli negoziati all'AIM Italia

Con riferimento all’operazione di integrazione societaria tra ALP.I e Antares Vision, da realizzarsi mediante fusione per incorporazione di ALP.I in Antares Vision, Borsa Italiana ha disposto l’ammissione alle negoziazioni su AIM Italia delle azioni ordinarie e dei warrant Antares Vision.

La data di efficacia della fusione e il contestuale avvio delle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei warrant Antares Vision sono confermate per il giorno 18 aprile 2019.

lunedì 15 aprile 2019

Ftse Aim Italia 15-04-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,21% 8.780,19 punti.

Ftse Aim Italia 15-04-2019
Ftse Aim Italia 15-04-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 8.726.130 euro.

48 titoli su 115 (42%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Caleido Group: 34,33%
  • Neurosoft: 12,22%
  • Safe Bag: 5,57%
  • Telesia: 4,50%
  • ALP.I: 4,00%
I risultati peggiori della giornata:
  • Neosperience: -4,15%
  • Frendy Energy: -4,12%
  • Lucisano Media Group: -3,91%
  • Net Insurance: -3,70%
  • Casta Diva Group: -3,32%

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia settimana 12-04-2019

Il FTSE AIM Italia sale in settimana del +0,52% a 8.761,45  punti.

Il Controvalore scambiato in settimana è di 43,2 mln di euro.

51 titoli su 115 (44%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia



I risultati migliori della settimana:
  • Neurosoft: 50,00%
  • Caleido Group: 32,67%
  • Blue Financial Communication: 29,21%
  • Ki Group: 7,48%
  • Neosperience: 7,07%
I risultati peggiori della settimana:
  • CrowdFundMe: -16,00%
  • SG Company: -8,93%
  • Illa: -7,78%
  • Seif: -6,02%
  • Ilpra: -5,71%

Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

4AIM SICAF: 4,88%

Abitare In: 1,44%
Agatos: -0,36%
Alfio Bardolla Training Group: 4,08%
Alkemy: -0,83%
Alp.I: -2,91%
Ambromobiliare: 0,48%
Askoll EVA: 2,33%
Assiteca: -1,69%
axélero: sosp.

BioDue: 0,40%
Bio-on: 2,48%
Blue Financial Communication: 29,21%
Bomi Italia: 0,00%

Caleido Group: 32,67%
Capital For Progress 2: 0,51%
Casta Diva Group: 6,78%
CdR Advance Capital: -2,38%
Cellularline: 2,48%
CFT: 0,60%
Circle: 6,37%
Clabo: -2,08%
Comer Industries: -1,23%
Costamp Group: -5,36%
Cover 50: -3,64%
Crowdfundme: -16,00%
Culti Milano: 0,00%

DBA Group: 4,76%
DHH: 5,13%
Digital Magics: -2,63%
Digital Value: 0,00%
Digital360: 0,00%
DigiTouch: -1,48%

Ecosuntek: -4,67%
Ediliziacrobatica: 0,83%
Elettra Investimenti: 2,59%
Energica Motor Company: -2,07%
Energy Lab: sosp.
Enertronica: -3,50%
EPS Equita PEP 2: 0,00%
Esautomotion: 0,96%
Expert System: 1,98%

Fervi: 2,56%
Fine Foods NTM: -0,95%
Finlogic: 0,00%
Fintel Energia Group: 2,81%
First Capital: 4,20%
FOPE: 2,00%
Frendy Energy: -2,86%

Gabelli Value For Italy: 0,00%
Gambero Rosso: -1,33%
Gel: 2,33%
Giorgio Fedon & Figli: 0,00%
GO Internet: -1,80%
Grifal: 0,61%
Gruppo Green Power: 4,90%

Health Italia: 1,16%
H-FARM: -4,47%

Icf Group: 3,12%
IdeaMI: 0,00%
Illa: -7,78%
Ilpra: 5,71%
Imvest: -0,67%
Industrial Stars of Italy 3: -0,51%
Iniziative Bresciane: 0,00%
Innovatec: -0,87%
Intred: 4,84%
Italia Independent Group: -2,04%
Italian Wine Brands: -0,43%

Ki Group: 7,48%
Kolinpharma: -0,78%

Leone Film Group: -0,43%
Life Care Capital: 0,00%
Longino & Cardenal: 0,00%
Lucisano Media Group: -1,10%

MailUp: 4,10%
Maps: 6,54%
Masi Agricola: -1,01%
Mondo TV France: -4,14%
Mondo TV Suisse: 0,99%
Monnalisa: 0,63%

Neodecortech: 3,19%
Neosperience: 7,07%
Net Insurance: -5,50%
Neurosoft: 50,00%
Notorious Pictures: -0,32%

Orsero: 0,81%

Pharmanutra: 1,18%
PLT Energia: 0,00%
Poligrafici Printing: -2,19%
Portale Sardegna: -2,98%
Portobello: 2,32%
Powersoft: -1,90%
Prismi: 0,00%

Renergetica: -1,86%
Rosetti Marino: 0,00%

S.M.R.E.: 0,00%
Safe Bag: 1,17%
Sciuker Frames: -1,33%
SCM SIM: -3,57%
SEIF: -6,02%
SG Company: -8,93%
SITI B&T Group: 0,00%
Softec: 3,17%
Somec: -1,71%
Sostravel.com: 0,33%
Spactiv: 0,52%
Sprintitaly: 3,00%

Telesia: 2,56%
TheSpac: 0,54%
TPS: 5,69%

Vei 1: -1,56%
Vetrya: 0,29%
Vimi Fasteners: -0,85%
Visibilia Editore: 0,00%

WM Capital: -1,63%

Redazione Aim Italia News

Portobello, pubblicati 2 studi societari

Studio societario di Banca Finnat su Portobello
Studio societario di
Banca Finnat su Portobello
Banca Finnat e Integrae hanno pubblicato due studi societari di aggiornamento su Portobello (18 e 12 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è 35,0 mln di euro nel 2019 (+62,8% rispetto al 2018), 45,2 - 46,0 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 2,00 - 2,07 mln di euro nel 2019 (+13,3% rispetto al 2018), 3,06 - 3,11 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,736 - 0,762 euro nel 2019 (0,661 euro nel 2018), 1,128 - 1,145 euro nel 2020.

Studio societario di Integrae su Portobello
Studio societario di
Integrae su Portobello
Il prezzo corrente del titolo è 5,38 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 7,2 sugli utili del 2019 e 4,7 sugli utili del 2020.

Sia Banca Finnat che Integrae attribuiscono il rating BUY al titolo.

Il target price assegnato è di 7,8 - 11,4 euro (precedenti 6,0 - 8,8 euro), con un premio del 78% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 5,65 euro per azione, con un rendimento implicito del 15,0%.

Il nostro rating è A - VALUE.

Redazione Aim Italia News

✅ Portobello 
✔ Prezzo 5,38 € 
✔ PE 12m 8,7 
✔ PB  2,10 
✔ Fair Value 5,65 € 
✔ Rendimento implicito 15,0% 
✔ Rating A - VALUE 

Renergetica, pubblicato studio societario

Studio societario di IRTop Consulting su Renergetica
Studio societario di
IRTop Consulting su Renergetica
IRTop Consulting ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Renergetica (10 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 9,6 mln di euro nel 2019 (+44,4% rispetto al 2018), 11,6 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 2,4 mln di euro nel 2019 (+180,7% rispetto al 2018), 3,1 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,326 euro nel 2019 (0,116 euro nel 2018) e 0,422 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 3,17 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 9,7 sugli utili del 2019 e 7,5 sugli utili del 2020.

IRTop Consulting non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 4,70 euro (precedente 3,28), con un premio del 48% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 2,87 euro per azione, con un rendimento implicito del 12,3%.

Il nostro rating è A - VALUE.

Redazione Aim Italia News

✅ Renergetica 
✔ Prezzo 3,17 € 
✔ PE 12m 14,0 
✔ PB  3,93 
✔ Fair Value 2,87 € 
✔ Rendimento implicito 12,3% 
✔ Rating A - VALUE 

Tps, pubblicato studio societario

Studio societario di Integrae su Tps
Studio societario
di Integrae su Tps
Integrae ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Tps (10 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 34,7 mln di euro nel 2019 (+44,2% rispetto al 2018), 38,2 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 2,37 mln di euro nel 2019 (+16,6% rispetto al 2018), 2,61 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,328 euro nel 2019 (0,281 euro nel 2018) e 0,361 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 4,48 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 13,7 sugli utili del 2019 e 12,4 sugli utili del 2020.

Integrae attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 8,48 euro (precedente 9,40), con un premio del 89% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 4,50 euro per azione, con un rendimento implicito del 12,1%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Tps 
✔ Prezzo 4,48 € 
✔ PE 12m 13,3 
✔ PB  1,36 
✔ Fair Value 4,50 € 
✔ Rendimento implicito 12,1% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Safe Bag si prepara alla doppia quotazione sul Nasdaq

Il CdA di Safe Bag, società quotata all'AIM Italia, attiva nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali, ha conferito mandato al presidente per avviare le attività propedeutiche al double listing presso il mercato statunitense Nasdaq, mediante l’adesione ai programmi American Depositary Receipt – Sponsored Level I (ADRs) e Nasdaq International Designation, funzionali a permettere che i titoli Safe Bag vengano negoziati, con l’avallo e la sponsorizzazione della Nasdaq International Company, sul mercato statunitense.

Gli ADR sono titoli rappresentativi di azioni di società non statunitensi, che vengono negoziati nei mercati finanziari Usa.

Si presume che il processo di double listing possa durare circa 90 giorni e, dunque, possa concretizzarsi entro fine luglio.

“In seguito ad un incontro con i vertici del Nasdaq ci siamo convinti che il double listing su questo mercato possa essere la strada giusta per aumentare la liquidità sul titolo e favorire le operazione di M&A che abbiamo allo studio negli USA – dichiara Rudolph Gentile, presidente di Safe Bag”.

✅ Safe Bag 
✔ Prezzo 4,62 € 
✔ PE 12m 18,3 
✔ PB 2,38 
✔ Fair Value 3,79 € 
✔ Rendimento implicito 9,9% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 

Agatos cede impianto fotovoltaico per 1,6 mln di euro

Agatos, società quotata all'AIM Italia, che ingegnerizza e costruisce impianti per il consumo efficiente dell’energia e per la produzione di energia rinnovabile, comunica che, in esecuzione del piano industriale e di deleveraging annunciato in settembre 2018 e confermato nel gennaio 2019, la controllata Agatos Energia Srl ha siglato un contratto preliminare con un investitore industriale per la cessione dell’impianto fotovoltaico da 957.60 Kw ad inseguitori biassiali sito nel comune di Carbonia in Sardegna.

L’utilizzo dell’impianto, in leasing, era stato acquisito da Agatos Energia Srl nell’ottobre 2017.

L’impianto si trovava in pessime condizioni funzionali ed in questo periodo Agatos Enegia ha effettuato attività di manutenzione straordinaria riportando l’impianto al raggiungimento delle performances target.

Il prezzo di base pattuito ammonta a circa 1.1 mln di euro di cui circa 0,4 mln di euro verranno pagati al closing, previsto nel secondo trimestre 2019, mentre il saldo pari a circa 0,7 mln di euro, che rappresenta alcuni conguagli GSE non ancora incassati, entro 5 giorni dall’incasso degli stessi, prevedibilmente entro il terzo trimestre 2019.

Oltre al prezzo di base è previsto un premio (“earn-out”) in base alle produzioni effettive dell’impianto nell’anno 2019, che è stimato in 0,55 mln di euro.

Il pagamento dell’earn out è previsto nel secondo trimestre 2020.

I pagamenti previsti dopo il closing vengono garantiti mediante due depositi effettuati al closing in un conto bloccato c.d. “escrow”, per complessivi 0,575 mln di euro, che Agatos potrà incassare entro il 31-07-2020 a titolo di anticipo qualora vi siano dei ritardi nel corrispondere questi pagamenti.

Contestualmente al closing, Agatos siglerà con l’acquirente un contratto di operation & maintenance riguardante l’impianto.

Il closing è principalmente condizionato al nulla osta da parte della società di leasing al subentro nel contratto di leasing.

Inseguitori fotovoltaici biassiali
Inseguitori fotovoltaici biassiali
Inseguitori fotovoltaici biassiali
Gli inseguitori fotovoltaici biassiali, a differenza di quelli monoassiali, hanno due assi di rotazione - uno principale e uno secondario - solitamente perpendicolari fra loro.

Grazie ad essi, e con l'ausilio di una strumentazione elettronica più o meno sofisticata, è possibile puntare perfettamente e in tempo reale i pannelli verso il Sole via via che si sposta sulla volta celeste e seguirne quindi il moto diurno, massimizzando l'efficienza dei pannelli solari.

Permettono di avere un incremento della produzione di energia del 35-40% rispetto agli impianti fissi, e di almeno il 5% in più rispetto ai migliori inseguitori monoassiali, a fronte però di una maggiore complessità costruttiva.

✅ Agatos 
✔ Prezzo 0,136 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 1,29 
✔ Fair Value 0,153 € 
✔ Rendimento implicito 11,5% 
✔ Rating B2 - GROWTH