www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

sabato 18 maggio 2019

Alfio Bardolla Training Group, approvato il bilancio 2018

Il CdA di Alfio Bardolla Training Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della formazione finanziaria personale, ha approvato il bilancio annuale 2018.

Bilancio annuale
principi contabili italiani
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
9.572 vs 9.346, +2,4%

   Corsi 41%
   Coaching 36%
   Wake Up Call 9%

Ebitda
602 vs 1.802, -66,6%

La riduzione deriva dai maggiori costi sostenuti per affrontare la prevista crescita dei ricavi, non realizzatasi a causa del ritardo di almeno 3 mesi dell’entrata a regime della struttura commerciale rispetto ai piani anche a seguito della tardiva consegna dei nuovi uffici.

Utile netto
-1.238 vs 419, -1.657

Patrimonio netto
5.439 vs 7.796, -2.357

Flusso di cassa
826 vs 1.040, -20,6%

Posizione finanziaria netta
-490 vs +1.697, -2.187

Patrimonio netto per azione
1,068 euro

Perdita per azione
-0,243 euro

La società ha rinviato l'approvazione del bilancio per cambiare il criterio di contabilizzazione dei ricavi da coach e dei corsi e dei relativi costi correlati.

AIM ITALIA, previsione tasso di crescita degli utili al 17 maggio 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 17 maggio 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 13,08 (precedente 12,24)
Ottimismo degli analisti: +14,3% (precedente +13,0%)
P/E [utile corretto]: 14,79 (precedente 14,89)
E/P [1 / 14,79]: 6,76% (precedente 6,72%)
Equity cost: 10,74% (precedente 10,68%)
Inflazione prevista: 1,86% (precedente 1,86%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [10,74% - 6,76%]: 3,98% (precedente 3,96%)
Tasso di crescita reale [3,98% - 1,86%]: 2,12% (precedente 2,10%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

Abbiamo utilizzato a tale fine la stima del fattore di correzione fornita mensilmente dal sito di analisi fondamentale www.azioni.ml.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
E' stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia sale leggermente a 10,74%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale al 17 maggio 2019

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 10,74% (+ 0,06%)
Stima aggiornata al 17-05-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 9,40% (- 0,10%)
Stima aggiornata al 17-05-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib
Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 1,34% (+ 0,16%)

Spread rendimento implicito indice Aim Italia Investable meno indice FTSE Mib
Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 17 maggio 2019
Indice: AIM Italia Investable, 8.831,83 (- 0,78%)
Indice collegato: FTSE AIM Italia, 8.701,17 (- 0,98%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Redazione Aim Italia News

venerdì 17 maggio 2019

AIM Italia Investable Index 17-05-2019

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -0,78% 8.831,83 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è sceso nella settimana del -0,98% a 8.701,17 punti.

27 titoli su 70 (39%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Maps +32,81%
  • Expert System +15,26%
  • Portobello +9,89%
  • Culti Milano +8,43%
  • Sciuker Frames +6,29%
I risultati peggiori della settimana:
  • Illa -13,95%
  • ICF Group -11,47%
  • SG Company -10,00%
  • Askoll EVA -9,80%
  • Cft -9,06%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 17-05-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,04% 8.701,17 punti.

Ftse Aim Italia 17-05-2019
Ftse Aim Italia 17-05-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 9.665.448 euro.

31 titoli su 115 (27%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Gel: 13,64%
  • AMM: 7,56%
  • 4AIM SICAF: 5,26%
  • Ambromobiliare: 5,26%
  • Grifal: 3,70%
I risultati peggiori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: -6,52%
  • Enertronica: -5,47%
  • Neosperience: -4,38%
  • SCM SIM: -3,35%
  • Renergetica: -3,08%

Redazione Aim Italia News

Modifica dell'indice AIM Italia Investable: Portale Sardegna

Con la pubblicazione del primo studio societario, si attiva la copertura da parte degli analisti finanziari di Portale Sardegna.

Logo AIM Italia InvestableLa società entra quindi, a partire da venerdì 17 maggio 2019, nel paniere dell'indice AIM Italia Investable.

Le sue variazioni di prezzo concorreranno alla variazione dell'indice a partire dal 24 maggio 2019.

Diventano quindi 71 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 115 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

SCM SIM, pubblicati 2 studi societari

Studio societario di EnVent Capital su SCM SIM
Studio societario di
EnVent Capital su SCM SIM
EnVent Capital Markets e IR Top Consulting hanno pubblicato due studi societari di aggiornamento su Solutions Capital Management SIM (12 e 7 pagine, formato pdf).

Il margine di intermediazione previsto è 3,4 / 3,6 mln di euro nel 2019 (+16,0% rispetto al 2018), 4,1 / 4,4 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di -0,20 / -0,24 mln di euro nel 2019 (-1,05 nel 2018), 0,26 / 0,30 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di -0,100 / -0,120 euro nel 2019 (-0,551 euro nel 2018), 0,130 / 0,150 euro nel 2020.

Studio societario di IR Top Consulting su SCM SIM
Studio societario di
IR Top Consulting su SCM SIM
Il prezzo corrente del titolo è 4,62 euro.

Il rapporto prezzo / utili è negativo sugli utili del 2019 e 33,0 sugli utili del 2020.

EnVent Capital Markets attribuisce il rating OUTPERFORM (precedente NEUTRAL) al titolo, mentre IR Top Consulting non attribuisce un rating.

Il target price assegnato è di 6,74 - 7,15 euro (precedenti 8,92 - 9,25 euro), con un premio del 50% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 4,43 euro per azione, con un rendimento implicito del 9,7%.

Il nostro rating è B2 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ SCM SIM 
✔ Prezzo 4,62 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB  3,01 
✔ Fair Value 4,43 € 
✔ Rendimento implicito 9,7% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Portale Sardegna, pubblicato il primo studio societario

Studio societario di Integrae su Portale Sardegna
Studio societario di Integrae
su Portale Sardegna
Integrae ha pubblicato il primo studio societario su Portale Sardegna (21 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 11,8 mln di euro nel 2019 (+6,8% rispetto al 2018), 13,2 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 0,10 mln di euro nel 2019 (-0,07 nel 2018), 0,36 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,061 euro nel 2019 (-0,041 euro nel 2018), 0,215 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 3,20 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 52,5 sugli utili del 2019 e 14,9 sugli utili del 2020.

Integrae attribuisce il rating BUY al titolo.

Il target price assegnato è di 4,41 euro, con un premio del 38% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,09 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,2%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Portale Sardegna 
✔ Prezzo 3,20 € 
✔ PE 12m 27,1 
✔ PB  2,55 
✔ Fair Value 3,09 € 
✔ Rendimento implicito 10,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

BioDue, ricavi stabili nel 1° trimestre 2019

Il CdA di BioDue, società quotata all'AIM Italia, che sviluppa, produce e commercializza dispositivi medici, prodotti dermocosmetici e integratori alimentari, comunica i ricavi consolidati del 1° trimestre 2019.

Bilancio consolidato 1° trimestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
9.888 vs 9.748, +1,4%

   Italia 8.908 vs 8.369, +6,4%
   Estero 980 vs 1.379, -28,9%

L'aumento del fatturato italiano deriva principalmente dalla crescita dei marchi propri.

L’andamento della componente estera è dovuto al normale andamento degli ordinativi da parte dei clienti.

Farcoderma Srl, società industriale di produzione conto terzi di cosmetici ed integratori, partecipata al 43,42% non inclusa nel perimetro di consolidamento, ha conseguito ricavi per 2,4 mln di euro (+30,0%), a conferma dell’ottimo trend di crescita dell’ultimo anno.

✅ BioDue 
✔ Prezzo 5,18 € 
✔ PE 12m 14,4 
✔ PB 2,51 
✔ Fair Value 4,59 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Fine Foods & Pharmaceuticals NTM pubblica una "Investor Presentation"

Investor presentation di Fine Foods & Pharmaceuticals NTM
Investor presentation di
Fine Foods & Pharmaceuticals NTM
Fine Foods & Pharmaceuticals NTM, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della produzione in conto terzi di forme solide orali destinate all’industria farmaceutica, ha pubblicato una “Investor Presentation" in inglese (39 pagine, formato pdf).

✅ Fine Foods 
✔ Prezzo 10,00 € 
✔ PE 12m 26,3 
✔ PB 1,50 
✔ Fair Value 7,90 € 
✔ Rendimento implicito 8,9% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 

Renergetica, accordo con Building Energy per impianti fotovoltaici in Italia

Renergetica, società quotata all'AIM Italia, specializzata nello sviluppo di progetti di impianti energetici a fonte rinnovabile, rende noto di aver firmato un accordo pluriennale con la società di diritto inglese Building Energy ltd.

L'accordo prevede la costruzione di impianti fotovoltaici in Italia nei prossimi 3 anni, principalmente in Piemonte, Lazio e Basilicata, per una potenza totale installata fino a 100 MW ed un valore previsto complessivo di 6 mln di euro.

L’operazione segue la vendita delle autorizzazioni per la costruzione di un impianto fotovoltaico in Cile e consolida la collaborazione internazionale con il gruppo Building Energy, società multinazionale, operante in qualità di Global Integrated Independent Power Producer nel settore Renewable Energy.

✅ Renergetica 
✔ Prezzo 3,25 € 
✔ PE 12m 17,3 
✔ PB 4,01 
✔ Fair Value 2,86 € 
✔ Rendimento implicito 11,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Gel apre filiale in Cina

Gel, società quotata all'AIM Italia che opera nel settore del trattamento delle acque in ambito domestico-residenziale e industriale, comunica, in linea con la strategia di internazionalizzazione annunciata in sede di IPO, il proprio ingresso diretto nel mercato cinese attraverso la costituzione e l'avvio della filiale controllata al 100%, Beijing GEL Water Treatment Technology Co. Ltd, con sede a Pechino.

L’insediamento diretto ha luogo a seguito di una esperienza pluriennale nell’attività di distribuzione indiretta, con ricavi annui, al 31 dicembre 2018, pari a circa 0,4 mln di euro.

La filiale, che opererà con personale locale, sarà operativa in alcune delle principali città nella costa del Mar della Cina.

Aroldo Berto, amministratore delegato di Gel ha dichiarato:

“La Cina è un territorio popoloso ma anche ricco e quindi pronto a cogliere la nostra offerta, che sarà concentrata soprattutto su linee di prodotto dove abbiamo un vantaggio tecnologico: prodotti chimici e attrezzature professionali per gli idraulici.

Abbiamo deciso di entrare in modo diretto sul mercato cinese aprendo una nuova filiale controllata al 100%, favoriti anche dalle nuove politiche del Governo cinese a favore dell’ambiente.

Il mercato cinese offre per Gel importanti opportunità.

Ogni anno, infatti, le caldaie vendute e installate superano i 3 mln e ogni caldaia ha un circuito che ha bisogno di un lavaggio con i giusti prodotti chimici.

È uno scenario allettante nel quale noi vogliamo acquisire una posizione di leadership in attesa che normative ancora più stringenti e severe sul rispetto dell’ambiente portino il mercato a ulteriori crescite.

Non escludiamo la possibilità di un avvio di produzione a livello locale, qualora il progetto continui a portare riscontri positivi”.

✅ Gel 
✔ Prezzo 1,10 € 
✔ PE 12m 7,3 
✔ PB 0,84 
✔ Fair Value 1,32 € 
✔ Rendimento implicito 11,8% 
✔ Rating A - VALUE 

giovedì 16 maggio 2019

Ftse Aim Italia 16-05-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,01% 8.697,50 punti.

Ftse Aim Italia 16-05-2019
Ftse Aim Italia 16-05-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 16.433.355 euro.

38 titoli su 115 (33%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Maps: 18,72%
  • Enertronica: 5,79%
  • DigiTouch: 4,64%
  • AMM: 3,93%
  • Gruppo Green Power: 3,33%
I risultati peggiori della giornata:
  • Imvest: -13,64%
  • Neosperience: -13,51%
  • Portobello: -5,31%
  • Gambero Rosso: -4,76%
  • Expert System: -4,76%

Redazione Aim Italia News

Prismi, pubblicato studio societario

Studio societario di IR Top Consulting su Prismi
Studio societario di
IR Top Consulting su Prismi
IR Top Consulting ha pubblicato uno studio societario su Prismi (16 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 26,1 mln di euro nel 2019 (+19,7% rispetto al 2018), 30,0 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 0,5 mln di euro nel 2019 (-1,6 nel 2018), 6,18 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,048 euro nel 2019 (-0,152 euro nel 2018), 0,095 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 2,04 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 42,5 sugli utili del 2019 e 21,5 sugli utili del 2020.

IR Top Consulting non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 2,81 euro, con un premio del 38% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 1,86 euro per azione, con un rendimento implicito del 9,6%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Prismi 
✔ Prezzo 2,04 € 
✔ PE 12m 23,7 
✔ PB  3,51 
✔ Fair Value 1,86 € 
✔ Rendimento implicito 9,6% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Powersoft, pubblicato studio societario

Studio societario di Banca Finnat su Powersoft
Studio societario di
Banca Finnat su Powersoft
Banca Finnat ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Powersoft (23 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 37,8 mln di euro nel 2019 (+12,9% rispetto al 2018), 45,4 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 2,85 mln di euro nel 2019 (+13,3% rispetto al 2018), 3,70 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,262 euro nel 2019 (0,231 euro nel 2018), 0,339 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 4,60 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 17,6 sugli utili del 2019 e 13,6 sugli utili del 2020.

Banca Finnat attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 6,0 euro (precedente 6,1), con un premio del 30% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,97 euro per azione, con un rendimento implicito del 9,3%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Powersoft 
✔ Prezzo 4,60 € 
✔ PE 12m 18,5 
✔ PB  3,05 
✔ Fair Value 3,97 € 
✔ Rendimento implicito 9,3% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Intred, piano d'investimento 2019-2021 per lo sviluppo della rete

Il CdA di Intred, società quotata all'AIM Italia e operatore di telecomunicazioni della Lombardia orientale, ha approvato il Piano di Investimenti per il triennio 2019 –2021 per complessivi 30 mln di euro finalizzato allo sviluppo delle reti infrastrutturali di proprietà sul territorio della Lombardia.

Il nuovo Piano allunga di un anno quello presentato in sede di IPO che prevedeva investimenti per circa 20-25 mln di euro a partire dalla metà del 2018 e di cui 3 mln di euro già realizzati nel secondo semestre del 2018.

Gli investimenti saranno finanziati attraverso l’utilizzo dei proventi dell’aumento di capitale effettuato in sede di IPO pari a circa 10 mln di euro, il cash flow generato dalla gestione operativa ed eventualmente attraverso il ricorso al debito.

Questi investimenti vanno a sommarsi ai circa 28 mln di euro effettuati dalla nascita dell’azienda a fine 2018.

L’azienda investirà principalmente su tecnologie FTTH PTP in modalità attiva (Active Optical Network -AON) e FTTH GPON in modalità passiva (Passive Optical Network – PON).

Le reti ottiche attive (AON) sono reti point-to-point (PTP), nel senso che ogni utente può utilizzare una propria linea ottica in fibra dedicata terminata su un concentratore ottico e sono rivolte principalmente alle aziende medio/grandi.

Le reti FTTH PON,che consentono un’ampiezza di banda elevata e di molto superiore a quella supportata dalle reti in rame, sono rivolte invece principalmente ad utenze residenziali ed imprese medie e/o piccole.

Un’importante quota di investimenti sarà destinata ad apparati di trasmissione di ultima generazione DWDM, che consentono di incrementare ed ottimizzare esponenzialmente le performance della fibra ottica nella trasmissione dati sulle linee di media e lunga distanza.

Tali investimenti consentiranno alla società di adempiere ai programmi di sviluppo di rete comunicati ad Infratel Italia a seguito della consultazione pubblica finalizzata a definire i piani di copertura delle aree cosiddette “grigie” con reti NGAN.

✅ Intred 
✔ Prezzo 3,87 € 
✔ PE 12m 16,5 
✔ PB 2,58 
✔ Fair Value 3,50 € 
✔ Rendimento implicito 10,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

ICF Group, pubblicati i risultati del 1° trimestre

ICF Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nella progettazione, produzione e commercializzazione di adesivi e tessuti ad alto contenuto tecnologico, ha comunicato i risultati consolidati gestionali del primo trimestre 2019.

Bilancio consolidato 1° trimestre
Principi contabili italiani
mln di euro
2019 vs 2018

Ricavi
17,6 vs 21,4, -17,8%

In calo per effetto principalmente della contrazione dei ricavi automotive.

Ebitda
2.2 vs 2.4, -8,3%

Debiti finanziari netti
9,3 vs 9,7, al 31 dicembre 2018 -0,4

✅ ICF Group 
✔ Prezzo 5,70 € 
✔ PE 12m 8,9 
✔ PB 0,60 
✔ Fair Value 7,14 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Masi Agricola, pubblicati i risultati del 1° trimestre 2019

Il CdA di Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha approvato i risultati consolidati del 1° trimestre 2019.

Bilancio consolidato 1° trimestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
13.320 vs 14.014, -5,0%

Ebitda
2.469 vs 2.664, -7,3%

Utile netto
683 vs 476, +43,4%

Debiti finanziari netti
7.876 vs 9.054, al 31 dicembre 2018 -1.178
Non include le poste contabili emergenti a seguito dell’adozione del principio IFRS 16.

mercoledì 15 maggio 2019

Ftse Aim Italia 15-05-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,37% 8.698,5 punti.

Ftse Aim Italia 15-05-2019
Ftse Aim Italia 15-05-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 16.213.470 euro.

28 titoli su 115 (24%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Portobello: 20,30%
  • Expert System: 10,00%
  • Maps: 7,16%
  • GO internet: 3,89%
  • ICF Group: 3,64%
I risultati peggiori della giornata:
  • Neosperience: -17,78%
  • Caleido Group: -6,88%
  • WM Capital: -6,67%
  • Enertronica: -6,20%
  • Illa: -5,77%

Redazione Aim Italia News

Illa rischia di perdere il cliente Ikea

Illa, società quotata all'AIM Italia, che opera nella produzione e commercializzazione di pentole e padelle in alluminio con rivestimento antiaderente, comunica che Ikea, suo maggior cliente dal 1976 che ha generato nel 2018 un fatturato di 20,4 mln di euro, pari a circa il 62% del fatturato complessivo, ha comunicato una rilevante modifica nella propria politica di prodotto e commerciale.

La nuova politica prevede la sostituzione, a partire da aprile 2020, delle attuali linee in “alluminio antiaderente” prodotte da Illa per Ikea, accorpandole in un’unica linea coordinata con i suoi prodotti similari in acciaio e in ghisa, al fine poter utilizzare gli stessi coperchi su tutte le tipologie di prodotto.

Nell’ottica di razionalizzazione della produzione i differenti fornitori europei, inclusa Illa, e asiatici verranno invitati da Ikea nelle prossime settimane a quotare la propria offerta per l’affidamento di tale nuova linea che dal 2020 sostituirà tutte le precedenti sino ad oggi prodotte storicamente anche da Illa.

Considerata la rilevanza della fornitura IKEA, il CdA di Illa si riunirà in via urgente in settimana per valutare l’impatto organizzativo ed economico della decisione di Ikea di sostituire le linee esistenti sulla produzione Illa e per valutare altresì tutte le azioni e misure da porre in essere a fronte di tale situazione.

✅ Illa 
✔ Prezzo 0,735 € 
✔ PE 12m 7,0 
✔ PB 1,07 
✔ Fair Value 0,994 € 
✔ Rendimento implicito 12,9% 
✔ Rating A - VALUE 

Neodecortech, nessuna Remedy Share assegnata perché ebitda e utile sopra il target

Neodecortech, società quotata all'AIM Italia e operante nella produzione di carte decorative per interior design, comunica che l’agente per il calcolo Epyon Consulting Srl ha confermato, ai fini del meccanismo c.d. “Remedy Shares” adottato in sede di IPO, il raggiungimento degli obiettivi minimi di ebitda utile netto consolidato anche per l’esercizio 2018.

Perciò le Remedy Shares non saranno assegnate.

In conseguenza della mancata assegnazione delle Remedy  Shares, tutte le 13.101.500 azioni ordinarie Neodecortech (incluse le 9.538.000 azioni ordinarie Neodecortech non quotate  detenute dagli azionisti non aventi diritto alle Remedy Shares) saranno quotate.

✅ Neodecortec 
✔ Prezzo 3,90 € 
✔ PE 12m 6,8 
✔ PB 0,84 
✔ Fair Value 4,26 € 
✔ Rendimento implicito 13,4% 
✔ Rating A - VALUE 

Bomi Italia, ultimi acquisti delle azioni residue e da lunedì revoca delle negoziazioni

In riferimento all'offerta pubblica di acquisto su Bomi Italia, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della logistica biomedicale, promossa da ArchiMed, fondo paneuropeo di private equity specializzato nel settore sanitario, in considerazione dell’avvenuto  raggiungimento da parte dell’offerente di una partecipazione superiore al 95% del capitale sociale dell’emittente si sono verificati i presupposti per l’esercizio da parte dell’offerente del Diritto di acquisto delle azioni residue, avendo l’offerente già dichiarato nel Documento di offerta di volersene avvalere.

La procedura congiunta di acquisto avrà ad oggetto le 244.195 azioni ancora in circolazione, pari al 1,445% del capitale sociale dell’emittente, riconoscendo un corrispettivo di 4,00 euro per ogni azione residua.

La procedura congiunta avrà efficacia il 20 maggio 2019.

Borsa Italiana disporrà che le azioni e, conseguentemente, le obbligazioni convertibili Bomi Italia, siano sospese dalle negoziazioni sull’AIM Italia nelle sedute del 16 e 17 maggio 2019 e revocate dalle negoziazioni a partire dalla seduta del 20 maggio 2019.

✅ Bomi Italia 
✔ Prezzo 3,99 € 
✔ PE 12m 24,3 
✔ PB 6,11 
✔ Fair Value 3,17 € 
✔ Rendimento implicito 10,4% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

EdiliziAcrobatica, il meccanismo PAS non scatta perché l'ebitda supera il target

Il CdA di EdiliziAcrobatica, società quotata all'AIM Italia e all'Euronext Growth di Parigi, specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, ha approvato il “Prospetto PAS”.

La società si era impegnata in sede di IPO a raggiungere un obiettivo di ebitda 2018 pari a 4,2 mln di euro, al netto degli effetti del processo di quotazione.

In caso di mancato raggiungimento della soglia, il meccanismo azioni PAS (Price Adjustment Share) prevedeva la progressiva cancellazione fino al 20% delle azioni detenute dagli azionisti storici.

L’esercizio 2018 si è chiuso con il superamento di tale target registrando un ebitda normalizzato pari a circa 4,5 mln di euro.

Non vi sarà quindi nessuna cancellazione e le 1.200.000 azioni PAS verranno convertite in altrettante azioni ordinarie.

A seguito della conversione, il capitale sociale della società risulterà costituito da 7.725.300 azioni ordinarie.

✅ EdiliziAcrobatica 
✔ Prezzo 5,20 € 
✔ PE 12m 16,0 
✔ PB 3,55 
✔ Fair Value 4,26 € 
✔ Rendimento implicito 11,4% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Poligrafici Printing torna in crescita nel 1° trimestre 2019

Il CdA di Poligrafici Printing, società del gruppo Monrif, quotata all'AIM Italia, che opera sul mercato nazionale della stampa industriale di tipo poligrafico,

Bilancio consolidato 1° trimestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
6.408 vs 5.660, +13,2%

Ebitda
1.643 vs 1.089, +50,9%

Utile netto
778 vs 454, +71,4%

Patrimonio netto
28.112 vs 27.333, al 31 dicembre 2018 +779

Il gruppo Poligrafici Printing ha realizzato nel primo trimestre del 2019 risultati gestionali in miglioramento rispetto l’analogo periodo del 2018 anche grazie alle commesse non captive iniziate a stampare nel corso dell’esercizio 2018.

martedì 14 maggio 2019

Ftse Aim Italia 14-05-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,52% 8.730,51 punti.

Ftse Aim Italia 14-05-2019
Ftse Aim Italia 14-05-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 9.388.276 euro.

45 titoli su 115 (39%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Neosperience: 20,00%
  • Expert System: 16,34%
  • Caleido Group: 7,39%
  • Vetrya: 7,10%
  • Blue Financial Communication: 6,73%
I risultati peggiori della giornata:
  • Italia Independent Group: -11,81%
  • DigiTouch: -9,47%
  • Imvest: -8,78%
  • Ki Group: -4,44%
  • AMM: -4,34%

Redazione Aim Italia News

Digital Value, crescita a 2 cifre nel primo trimestre 2019

Digital Value, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle soluzioni e servizi IT, comunica che i ricavi consolidati del primo trimestre 2019 sono stati pari a circa 72 mln di euro, in crescita di oltre il 10% rispetto al primo trimestre del 2018.

Tali risultati confermano il trend di crescita di tutti i servizi offerti trainato da una sempre crescente domanda di trasformazione digitale nel mercato di riferimento (Large Account).

Digital Value prosegue, inoltre, con l’acquisizione di ordini pluriennali strategici per il supporto della crescita futura, di cui di seguito i più rilevanti:
  • Siglato un contratto triennale 2019-2021 di complessivi 7.5 mln di euro, da parte della controllata ITD Solutions, per la manutenzione, l’evoluzione dei sistemi di vendita EMEA di una realtà italiana leader mondiale in ambito Healthcare retail (diagnosi, applicazione e commercializzazione di soluzioni per la persona). 
  • Aggiudicata in RTI la gara "Servizi e Forniture Workplace Management per il periodo 01.05.2019 / 30.04.2023” del maggiore operatore italiano del settore petrolchimico.
Il valore stimato di questo contratto per la controllata ITD Solutions è di oltre 20 mln di euro.
  • Sottoscritto, attraverso la controllata Italware, un contratto per la virtualizzazione dei sistemi informativi di Sogei (società di gestione dei sistemi informativi del Ministero dell’Economia), per un valore complessivo di 18 mln di euro.
  • Aggiudicato un contratto per la fornitura di tecnologia cloud based verso un primario operatore di telecomunicazioni nazionale di importo pari ad oltre 5 mln di euro.
  • Contrattualizzata, attraverso la controllata Italware, la fornitura di soluzioni IT in ambito datacenter a favore del Ministero dell’Interno, del valore di oltre 15 mln di euro.
In relazione ai risultati consolidati del primo trimestre, Massimo Rossi, presidente esecutivo di Digital Value, commenta:

“Questi risultati confermano il nostro focus su un segmento di mercato con grandi potenzialità per aziende come la nostra, in grado di generare valore.”

✅ Digital Value 
✔ Prezzo 14,00 € 
✔ PE 12m 12,6 
✔ PB 2,48 
✔ Fair Value 13,2 € 
✔ Rendimento implicito 11,1% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

DigiTouch acquista Meware e punta sulla Digital Transformation

DigiTouch, società quotata all'AIM Italia, attiva nel digital marketing, ha sottoscritto un accordo vincolante finalizzato all’acquisto di Meware srl, azienda di progettazione e realizzazione di soluzioni informatiche.

Meware è attiva sul mercato italiano dal 2010 e vanta un importante portafoglio di clienti operanti in ambito Finance, Energy, Utilities e PA.

Il mercato digitale italiano
Gli investimenti in Digital Transformation di aziende medie e grandi in Italia hanno superato i 7,5 mld di euro nel 2018: tale cifra salirà a 10 solo nel 2020.

Nel 2019 il 71% delle aziende italiane investirà in Digital Transformation, tale percentuale era il 52% nel 2015.

Meware srl
Meware ha un’elevata specializzazione nei servizi sulle piattaforme di middleware, sulle architetture Services Oriented Architecture (SOA) e sulle soluzioni di Business Analytics.

Le principali aree di competenza di Meware sono:
  • Integrazione e architetture a servizio (Soluzioni SOA, Messaging, Architetture a Microservizi, Motori a regole, BPM, BAM, SOA Governance, Cloud); 
  • Test e test automation (Analisi statica, test di performances, metodologie di test); 
  • Digital Transformation (UX/UI, Customer experiences, DevOps, Sviluppo user interface e Gamif); 
  • Analytics (ETL, Data quality, Data governance, Data virtualization, BIGDATA, Modelli di ottimizzazione e di ricerca operativa, Predictive business, Machine learning).
La società Meware nel 2018 ha generato ricavi per 6,6 mln di euro con un ebitda di circa 0,72 mln di euro.

La crescita del 2018 rispetto al 2017 si attesta al 12%.

L’esercizio 2019 prevede un fatturato pari a circa 7,5 mln di euro con un ebitda pari a circa 0,95 mln di euro.

Il team conta 90 risorse con competenze su 3 principali ambiti:
  • integrazione e sviluppo software; 
  • moderni paradigmi della User Interface
  • big data e analytics
Meware ha creato una piattaforma per consentire ai propri clienti di tutti i settori di sfruttare il potenziale dell’Intelligenza Artificiale.

MCP (Meware Cognitive Platform) accelera e amplifica il passaggio delle informazioni all’Intelligenza Artificiale attraverso l’uso dei propri dati e degli Analytics.

Meware nel corso degli ultimi anni ha sviluppato accordi di partnership strategiche nel segmento della Business Intelligence e nel segmento Cloud (Google Cloud, AWS, SAS, TIBCO, Oracle, Red Hat, Entando).

Il gruppo DigiTouch
DigiTouch si presenta quindi da oggi come Full Digital Platform Company, sorretta da 6 pillastri attorno a cui si sviluppa la propria offerta:
  • Strategia, 
  • Business Intelligence
  • e-Commerce
  • Process Automation
  • Creatività,
  • Digital Marketing.
Tale offerta integrata si sposa con le emergenti tendenze di mercato che vedono le aziende italiane impegnate a cercare partner sempre più capaci di affiancarli in tutte le fasi della Digital Transformation, dalla strategia, all’implementazione della tecnologia, alla creazione di interfacce digitali web e mobile, fino al marketing consumer-centrico.

L'operazione
L’operazione prevede l’acquisto del 60% del capitale sociale per un equity value pari a 1,2 mln di euro, con pagamento in contanti di 725 mila euro, attraverso linee bancarie a disposizione della società, previsto nel prossimo mese al completamento di alcune condizioni sospensive, e i rimanenti 475 mila euro pagati 12 mesi dopo.

Il restante 40% verrà acquistato in due tranche rispettivamente entro il 2021 e 2022 la cui valutazione è in funzione di un moltiplicatore di quattro volte il Margine Operativo Lordo con dei massimali previsti contrattualmente.

Roberto Di Giulio mantiene la carica di amministratore unico.

«Dopo l’acquisizione di Purple Ocean, che ha permesso all’emittente di offrire soluzioni di sviluppo e infrastrutture dati per e-commerce, il gruppo realizza oggi la più grande operazione della propria storia, rafforzando il proprio posizionamento nel mercato della Digital Transformation, allargando il proprio perimetro rispetto al solo Marketing Digitale.

L'attività di Meware costituirà una nuova linea di business per il nostro gruppo e offrirà opportunità di upselling e cross-selling che concorreranno al raggiungimento dei risultati previsti dal piano industriale 2018-2020.

Da oggi il Gruppo DigiTouch è una Full Digital Platform Company», afferma Simone Ranucci Brandimarte, presidente del gruppo DigiTouch.

Roberto Di Giulio, fondatore e amministratore unico di Meware
Roberto Di Giulio, fondatore e
amministratore unico di Meware
Roberto Di Giulio, fondatore e amministratore unico di Meware, dichiara:

«Entrare a far parte del Gruppo DigiTouch, uno dei principali player indipendenti nella Digital Transformation in Italia, è per Meware una grande opportunità.

Meware ha maturato negli anni grandi competenze tecnologiche e, come parte del gruppo DigiTouch, saremo in grado di proporre ai clienti soluzioni che possano coniugare la strategia marketing con il supporto di tecnologie analitiche avanzate. ».

✅ DigiTouch 
✔ Prezzo 1,23 € 
✔ PE 12m 8,2 
✔ PB 1,19 
✔ Fair Value 1,40 € 
✔ Rendimento implicito 12,8% 
✔ Rating A - VALUE 

Antares Vision, bilancio 2018 con forte crescita di fatturato e redditività

Il CdA di Antares Vision, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore dei sistemi di ispezione visiva e soluzioni di tracciatura, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
Principi contabili italiani
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
118.764 vs 89.392, +32,9%

Ebitda
33.560 vs 23.165, +44,9%

Utile netto
22.568 vs 14.970, +50,8%

Risultato superiore ai 20,7 mln di euro previsti nel documento informativo.

Patrimonio netto
70.882 vs 38.960, +31.922

Cassa netta
28.742 vs 8.212, +20,530

Patrimonio netto per azione
1,195 euro

Utile per azione
0,380 euro

Nel 2018 Antares Vision ha proseguito nella realizzazione del piano di sviluppo per posizionarsi tra i leader mondiali nella fornitura di sistemi di ispezione visiva (Inspection), nelle soluzioni di tracciatura (Track & Trace) e nella gestione intelligente dei dati (Smart Data Management) per il settore farmaceutico e per i settori ad esso collegati, oltre che per altri settori industriali quali i dispositivi biomedicali, l’alimentare, il beverage ed il cosmetico.

Il settore farmaceutico rappresenta oltre il 90% del fatturato di Antares Vision.

L’implementazione delle soluzioni integrate di hardware e software rappresenta la maggior parte delle vendite (circa  il 67%).

Si è rafforzata la capacità produttiva con un nuovo sito produttivo e di testing, per coprire il polo industriale farmaceutico del centro/sud Italia, mediante l’affitto di un immobile ad Aprilia.

Si registra una forte crescita del settore delle soluzioni di tracciatura, che beneficia dell’entrata in vigore delle normative di tracciatura a livello mondiale nel settore farmaceutico.

In particolare l’entrata in vigore della normativa europea FMD, con una prima scadenza il 9 febbraio 2019, ha avuto effetti positivi sul 2018.

L'assemblea degli azionisti è convocata per il 13 giugno 2019.

lunedì 13 maggio 2019

Ftse Aim Italia settimana 10-05-2019

Il FTSE AIM Italia scende in settimana del -1,16% a 8.787,04 punti.

Il Controvalore scambiato in settimana è di 50,7 mln di euro.

26 titoli su 115 (23%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

FTSE AIM Italia



I risultati migliori della settimana:
  • Neosperience: 30,55%
  • Illa: 26,76%
  • AMM: 8,07%
  • Vimi Fasteners: 6,43%
  • Neodecortech: 5,88%
I risultati peggiori della settimana:
  • Imvest: -45,33%
  • SosTravel: -11,19%
  • WM Capital: -9,67%
  • Neurosoft: -8,70%
  • Sciuker Frames: -7,50%

Risultati settimanali di tutte le società AIM Italia

4AIM SICAF: 5,54%

Abitare In: -1,40%
Agatos: -1,83%
Alfio Bardolla Training Group: 0,82%
Alkemy: -1,67%
Ambromobiliare: -3,18%
AMM: 8,07%
Antares Vision: -0,02%
Askoll EVA: -0,72%
Assiteca: -3,64%
axélero: sosp.

BioDue: 0,00%
Bio-on: -4,25%
Blue Financial Communication: 0,93%
Bomi Italia: 0,00%

Caleido Group: -7,37%
Capital For Progress 2: 0,00%
Casta Diva Group: -2,63%
CdR Advance Capital: -1,75%
Cellularline: -1,85%
CFT: -6,24%
Circle: -2,40%
Clabo : -8,09%
Comer Industries: -3,91%
Costamp Group: -1,89%
Cover 50: -0,94%
Crowdfundme: -1,04%
Culti Milano: -5,93%

DBA Group: -4,55%
DHH: -4,62%
Digital Magics: -0,34%
Digital Value: 2,21%
Digital360: 2,75%
DigiTouch: -5,73%

Ecosuntek: -5,11%
Ediliziacrobatica: -1,89%
Elettra Investimenti: 0,00%
Energica Motor Company: -4,12%
Energy Lab: sosp.
Enertronica: -7,22%
EPS Equita PEP 2: -1,03%
Esautomotion: 0,96%
Expert System: -0,26%

Fervi: -2,42%
Fine Foods NTM: -3,85%
Finlogic: -2,52%
Fintel Energia Group: -4,37%
First Capital: -0,84%
FOPE: -1,32%
Frendy Energy: 0,00%

Gabelli Value For Italy: -0,52%
Gambero Rosso: 0,68%
Gel: -4,10%
Giorgio Fedon & Figli: 4,05%
GO Internet: 0,00%
Grifal: -2,02%
Gruppo Green Power: -6,60%

Health Italia: 3,19%
H-FARM: 1,42%

Icf Group: -3,88%
IdeaMI: 0,52%
Illa: 26,76%
Ilpra: 1,90%
Imvest: -45,33%
Industrial Stars of Italy 3: -0,51%
Iniziative Bresciane: -3,37%
Innovatec: -1,65%
Intred: 1,27%
Italia Independent Group: -3,95%
Italian Wine Brands: 0,00%

Ki Group: -0,37%
Kolinpharma: -2,99%

Leone Film Group: -4,60%
Life Care Capital: 1,05%
Longino & Cardenal: -2,01%
Lucisano Media Group: 2,30%

MailUp: 2,56%
Maps: -2,62%
Masi Agricola: 0,00%
Mondo TV France: -3,76%
Mondo TV Suisse: -2,83%
Monnalisa: 0,00%

Neodecortech: 5,88%
Neosperience: 30,55%
Net Insurance: -0,54%
Neurosoft: -8,70%
Notorious Pictures: 0,00%

Orsero: 1,36%

Pharmanutra: -2,30%
Poligrafici Printing: -2,14%
Portale Sardegna: -1,20%
Portobello: -4,95%
Powersoft: -4,55%
Prismi: -1,44%

Renergetica: -0,61%
Rosetti Marino: 0,00%

Safe Bag: -3,53%
Sciuker Frames: -7,50%
SCM SIM: 0,00%
SEIF: -5,01%
SG Company: 0,00%
SITI B&T Group: -5,24%
Softec: 0,00%
Somec: 1,85%
Sostravel.com: -11,19%
Spactiv: 0,00%
Sprintitaly: 2,75%

Telesia: -1,47%
TheSpac: 0,53%
TPS: -3,23%

Vei 1: 0,52%
Vetrya: -2,84%
Vimi Fasteners: 6,43%
Visibilia Editore: -5,59%

WM Capital: -9,67%

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 13-05-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -1,16% 8.684,97 punti.

Ftse Aim Italia 13-05-2019
Ftse Aim Italia 13-05-2019

Il controvalore scambiato in giornata è di 8.294.795 euro.

16 titoli su 115 (14%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Neosperience: 12,50%
  • Ki Group: 6,30%
  • Culti Milano: 6,30%
  • Sciuker Frames: 4,63%
  • Siti B&T Group: 4,61%
I risultati peggiori della giornata:
  • Imvest: -9,76%
  • ICF Group: -9,68%
  • Illa: -9,44%
  • Askoll EVA: -6,50%
  • Notorious Pictures: -6,44%

Redazione Aim Italia News

Monnalisa, pubblicato studio societario

Studio societario di CFO su Monnalisa
Studio societario di
CFO su Monnalisa
CFO ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Monnalisa (24 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 53,0 mln di euro nel 2019 (+7,9% rispetto al 2018), 57,8 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 1,6 mln di euro nel 2019 (+23,8% rispetto al 2018), 2,3 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,305 euro nel 2019 (0,247 euro nel 2018), 0,439 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 8,50 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 27,9 sugli utili del 2019 e 19,4 sugli utili del 2020.

CFO attribuisce il rating BUY (invariato) al titolo.

Il target price assegnato è di 12,0 euro (precedente 15,5), con un premio del 41% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 9,47 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,7%.

Il nostro rating è B2 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Monnalisa 
✔ Prezzo 8,5 € 
✔ PE 12m 24,0 
✔ PB  0,93 
✔ Fair Value 9,47 € 
✔ Rendimento implicito 10,7% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

Fintel Energia Group, il calo delle rinnovabili riduce la redditività 2018

Il CdA di Fintel Energia Group, società quotata all'AIM Italia, che opera nel mercato dell'energia e gestisce impianti eolici e fotovoltaici, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
25.147 vs 24.251, +3,7%

   Energia elettrica e gas 17.911 vs 15.782, +13,5%
   Renewables - Italia 3.427 vs 4.356, -21,3%
   Renewables - Serbia 3.809 vs 4.112, -7,4%

La minore produzione di energia elettrica degli impianti fotovoltaici è dovuta alle condizioni climatiche più sfavorevoli del 2018 rispetto al 2017.

Ebitda
4.923 vs 5.894, -16,5%

Utile netto
91 vs 272, -66,5%

Patrimonio netto
10.749 vs 5.877, +4.872

Debiti finanziari netti
99.193 vs 37.183, +62.010

Patrimonio netto per azione
0,420 euro

Utile per azione
0,004 euro

L'assemblea degli azionisti è convocata per il 14 giugno 2019.

Askoll EVA, nominato nuovo amministratore delegato

Askoll EVA, società quotata all'AIM Italia, che opera nel mercato della mobilità elettrica sviluppando, producendo e commercializzando e-bike e escooter, ha attuato una riorganizzazione della struttura manageriale dalla società.

Al fine di consentire una semplificazione organizzativa, ha deciso di eliminare la funzione di direttore generale, comunicando all'attuale direttore generale Giancarlo Oranges l’interruzione del rapporto di lavoro.

Giancarlo Oranges ha inoltre rassegnato le dimissioni dalla carica di componente esecutivo del consiglio di amministrazione della società.

Il CdA ringrazia il dott. Oranges per l’impegno profuso.

Il CdA di Askoll EVA ha nominato per cooptazione Gian Franco Nanni in sostituzione dell’amministratore Giancarlo Oranges.

Il nuovo consigliere resterà in carica fino alla prossima assemblea.

Giancarlo Oranges
Gian Franco Nanni, ad di Askoll EVA
Gian Franco Nanni,
ad di Askoll EVA
Il CdA ha conferito a Gian Franco Nanni le deleghe precedentemente attribuite a Giancarlo Oranges, diventando il nuovo amministratore delegato della società.

Gian Franco Nanni, nell’ambito della suddetta riorganizzazione che prevede il potenziamento dell’area marketing, è stato inoltre nominato direttore marketing e comunicazione.

Gian Franco Nanni, già direttore marketing in Askoll Holding Srl (ruolo che non ricopre alla data odierna), può contare su oltre 15 anni di esperienze in relazione all’intero processo di sviluppo del prodotto, all’ottimizzazione del placement sui mercati, alla comunicazione e alla promozione, nonché alle attività di pianificazione strategica di marketing sia in ambito B2B, sia B2C, in diversi settori industriali.

Il nuovo amministratore delegato, che lavora al progetto mobilità elettrica di Askoll sin dalle prime fasi, potrà contribuire con la sua esperienza e professionalità all’attuazione delle strategie di crescita della società.

In particolare si occuperà del rafforzamento del brand e del posizionamento strategico sui mercati di riferimento, e dello sviluppo dei prodotti destinati ai segmenti business e consumer sui quali si basano i progetti di crescita di Askoll EVA nei prossimi anni.

✅ Askoll EVA 
✔ Prezzo 2,77 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 1,83 
✔ Fair Value 2,72 € 
✔ Rendimento implicito 10,1% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

AMM, nel 2018 crescita del 60% del fatturato e risultato netto positivo

Il CdA di AMM, società quotata all'AIM Italia, operante nella messaggistica aziendale e nel web marketing, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
11.586 vs 7,218, +60,5%

Ebitda
1.410 vs 934, +51,0%

Utile netto
348 vs -49+497

Patrimonio netto
5.298 vs 4.467, +831

Posizione finanziaria netta
+30 vs -880+910

Patrimonio netto per azione (post aumento)
1,044 euro

Utile per azione
0,048 euro