www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

sabato 14 settembre 2019

AIM Italia, previsione tasso di crescita degli utili al 13 settembre 2019

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 13 settembre 2019

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti]: 11,93 (precedente 11,81)
Ottimismo degli analisti: +9,8% (precedente +9,9%)
P/E [utile corretto]: 13,61 (precedente 13,82)
E/P [1 / 13,61]: 7,35% (precedente 7,24%)
Equity cost: 11,63% (precedente 11,75%)
Inflazione prevista: 1,72% (precedente 1,72%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,63% - 7,35%]: 4,28% (precedente 4,51%)
Tasso di crescita reale [4,28% - 1,72%]: 2,56% (precedente 2,79%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
È stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

AIM Italia: rating, rendimento e fair value delle società al 13 settembre 2019

      4AIM SICAF w
      finanza

B1 Abitare In r 13,5% fv 42,4
      edilizia
B2 Agatos w r 14,0% fv 0,133
      energia
      Alfio Bardolla Training Group w
      servizi personali
B1 Alkemy r 11,1% fv 10,1
      digitale
      Ambromobiliare w
      finanza
  A AMM w r 11,8% fv 3,31
      digitale
  C Antares Vision w r 8,2% fv 8,30
      industria
      Askoll EVA w
      mobilità elettrica
B1 Assiteca r 10,9% fv 1,96
      assicurazioni
      axélero
      digitale

B1 BioDue r 10,8% fv 5,59
      salute
      Bio-on
      biotecnologie
  A Blue Financial Comm. r 14,4% fv 1,68
      comunicazione

      Caleido Group
      servizi personali
      Capital for Progress 2 w
      spac
B2 Casta Diva Group r 11,4% fv 0,676
      comunicazione
B1 CDR Advance Capital w r 14,6% fv 0,867
      finanza
B2 Cft w r 10,9% fv 3,62
      industria
  A Circle r 12,3% fv 2,82
      servizi aziendali
  A Clabo w r 14,6% fv 2,08
      industria
      CleanBnB w
      servizi personali
B1 Comer Industries w r 11,0% fv 10,7
      industria
      Confinvest
      finanza
      Copernico SIM w
      finanza
  C Costamp Group r 7,3% fv 1,41
      industria
      Cover 50
      abbigliamento
B2 CrowdFundMe w r 11,8% fv 7,64
      finanza
B2 Culti Milano w r 11,6% fv 2,56
      prodotti di consumo

B1 DBA Group w r 13,0% fv 1,80
      digitale
B2 Digital360 r 11,4% fv 0,945
      digitale
  P Digital Magics w r 11,7% fv 5,90
      finanza
B1 Digital Value w r 11,6% fv 16,1
      digitale
  A DigiTouch r 13,6% fv 1,58
      digitale
B2 Dominion Hosting H. w r 11,6% fv 5,67
      digitale

      Ecosuntek
      energia
B1 EdiliziAcrobatica w r 11,3% fv 6,49
      edilizia
      Eles Semiconductor Equipment w
      industria
  A Elettra Investimenti w r 13,4% fv 10,4
      energia
      Energica Motor Company w
      mobilità elettrica
      Energy Lab
      energia
      Enertronica Santerno w
      energia
      EPS Equita PEP 2 w
      spac
  A Esautomotion r 12,3% fv 3,09
      industria
  C Expert System w r 6,4% fv 2,12
      digitale

      Farmaè
      salute
  A Fervi w r 11,7% fv 11,6
      industria
  C Fine Foods NTM w r 9,2% fv 8,57
      salute
B1 Finlogic w r 10,7% fv 5,00
      industria
      Fintel Energia Group
      energia
  C First Capital r 10,4% fv 11,0
      finanza
  A FOPE w r 12,3% fv 7,77
      abbigliamento
      Frendy Energy
      energia
B1 Friulchem w r 12,7% fv 1,95
      salute

      Gabelli Value for Italy w
      spac
      Gambero Rosso
      comunicazione
  A Gel w r 14,6% fv 1,23
      industria
      Gibus
      edilizia
      Giorgio Fedon & Figli
      abbigliamento
  C Go internet r 7,8% fv 1,14
      digitale
B2 Grifal wr 10,5% fv 3,04
      industria
      Green Power
      energia

  P H-Farm r 12,4% fv 0,468
      finanza
  A Health Italia r 12,7% fv 4,56
      salute

B2 ICF Group r 12,6% fv 6,59
      industria
      IdeaMI w
      spac
  A Iervolino Entertainment r 19,2% fv 1,90
      intrattenimento
  A Illa w r 16,0% fv 0,941
      prodotti di consumo
  A Ilpra r 12,0% fv 2,00
      industria
      Imvest
      edilizia
      Industrial Stars of Italy 3 w
      spac
      Iniziative Bresciane
      energia
      Innovatec w
      energia
B1 Intred r 10,7% fv 4,01
      digitale
      Italia Independent Group
      abbigliamento
B1 Italian Wine Brands r 12,1% fv 13,7
      alimentare
      Italy Innovazioni
      Industria - EuroNext

      Ki Group Holding
      alimentare
B1 Kolinpharma r 11,0% fv 8,14
      salute

  A Leone Film Group r 13,5% fv 5,43
      intrattenimento
      Life Care Capital w
      spac
  C Longino & Cardenal r 9,2% fv 3,64
      alimentare
  A Lucisano Media Group r 15,0% fv 2,04
      intrattenimento

  C MailUp Group r 8,8% fv 3,46
      digitale
B1 Maps w r 11,4% fv 3,18
      digitale
B1 Marzocchi Pompe r 11,6% fv 4,45
      industria
      Masi Agricola
      alimentare
      Media Lab
      salute - EuroNext
      Media Maker
      comunicazione - EuroNext
      Mondo TV France
      intrattenimento
      Mondo TV Suisse
      intrattenimento
B2 Monnalisa r 11,3% fv 8,12
      abbigliamento
      MyBest Group
      servizi aziendali - EuroNext

  A Neodecortech r 13,4% fv 4,47
      edilizia
B2 Neosperience w r 10,3% fv 8,24
      digitale
B1 Net Insurance r 11,2% fv 4,76
      assicurazioni
      Neurosoft
      digitale
B1 Notorious Pictures r 11,7% fv 2,80
      intrattenimento

B2 Officina Stellare w r 9,3% fv 6,83
      industria
B1 Orsero r 12,5% fv 7,68
      alimentare

B1 Pattern r 11,2% fv 3,25
      abbigliamento
  C PharmaNutra r 9,0% fv 16,9
      salute
      Poligrafici Printing
      comunicazione
B1 Portale Sardegna r 11,5% fv 3,24
      servizi personali
  A Portobello r 16,1% fv 6,92
      servizi aziendali
B1 Powersoft w r 11,0% fv 4,20
      industria
B1 Prismi w r 10,2% fv 1,75
      digitale

B1 Radici Pietro I&B w r 12,9% fv 3,20
      edilizia
B1 Relatech wr 10,7% fv 2,12
      digitale
  A Renergetica r 12,4% fv 3,42
      energia
      Rosetti Marino
      industria

  C Sciuker Frames w r 10,4% fv 0,889
      edilizia
B2 SCM SIM r 11,0% fv 4,18
      finanza
      Sec
      servizi aziendali - Aim Uk
  A Seif w r 12,5% fv 0,738
      comunicazione
  A SG Company r 13,0% fv 1,78
      comunicazione
B1 Shedir Pharma Group r 11,6% fv 6,36
      salute
B2 Sicit Group w r 11,3% fv 9,05
      industria
B1 Sirio r 11,7% fv 10,3
      alimentare
  A Siti B&T Group w r 15,0% fv 4,93
      industria
      Softec
      digitale
B1 Somec r 11,5% fv 20,8
      industria
  A SosTravel.com w r 15,6% fv 3,40
      servizi personali
      Spactiv w
      spac

      Telesia w
      comunicazione
      TheSpac w
      spac
  A TPS w r 13,1% fv 5,34
      servizi aziendali
  A TraWell Co r 12,1% fv 81,7
      servizi personali

      Vei 1 w
      spac
  A Vetrya w r 13,3% fv 7,63
      digitale
B2 Vimi Fasteners r 10,9% fv 2,23
      industria
      Visibilia Editore
      comunicazione

      WM Capital
      servizi aziendali

 Cliccando sul nominativo si accede alla nostra scheda della società, con i link
  • alla sezione Investor Relations del sito societario,
  • alle ultime ricerche pubblicate dagli analisti finanziari.
Legenda

Il rendimento implicito di AIM Italia scende a 11,63%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale settimanale al 13 settembre 2019

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 11,63% (- 0,12%)
Stima aggiornata al 13-09-2019 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 9,61% (- 0,05%)
Stima aggiornata al 13-09-2019 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib
Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 2,02% (- 0,07%)

Spread rendimento implicito indice Aim Italia Investable meno indice FTSE Mib
Btp a 10 anni: 0,87%

Inflazione attesa: 1,72%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,77%
Ftse Mib: 5,30%
Btp a 10 anni: -0,94%

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 13 settembre 2019
Indice AIM Italia Investable: 8.791,36 (+ 0,20%)
Indice FTSE AIM Italia: 8.066,48 (+ 0,22%)
Indice FTSE Mib: 22.181,41 (+ 1,07%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Redazione Aim Italia News

venerdì 13 settembre 2019

AIM Italia Investable Index 13-09-2019

L'AIM Italia Investable è salito nella settimana del +0,20% 8.791,36 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è salito nella settimana del +0,22% 8.066,48 punti.

36 titoli su 78 (46%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Sciuker Frames 21,20%
  • Illa 12,20%
  • Relatech 8,53%
  • DigiTouch 7,93%
  • FOPE 6,47%
I risultati peggiori della settimana:
  • Agatos -9,70%
  • Orsero -7,52%
  • Ilpra -6,37%
  • First Capital -5,74%
  • DBA Group -5,73%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Redazione Aim Italia News

Ftse Aim Italia 13-09-2019

Il FTSE AIM Italia sale del +0,22% 8.066,48 punti.

Ftse Aim Italia 13-09-2019
Ftse Aim Italia 13-09-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 12.075.999 euro.

62 titoli su 128 (48%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • DigiTouch: 8,40%
  • Fope: 6,21%
  • Neosperience: 5,61%
  • Fintel Energia Group: 5,33%
  • Sirio: 4,81%  
I risultati peggiori della giornata:
  • Visibilia Editore: -6,35%
  • Ki Group: -5,88%
  • CrowdFundMe: -5,71%
  • Enertronica: -5,05%
  • DBA Group: -4,17% 
Redazione Aim Italia News

Modifica dell'indice Aim Italia Investable: Marzocchi Pompe

Con la pubblicazione del primo studio societario si attiva la copertura da parte degli analisti finanziari di Marzocchi Pompe

Logo AIM Italia InvestableLa società entra, a partire da venerdì 13 settembre 2019, nel paniere dell'indice AIM Italia Investable.

Le sue variazioni di prezzo concorreranno alla variazione dell'indice a partire dal 20 settembre 2019.

Diventano quindi 80 le azioni incluse nell'indice, su un totale di 128 negoziate all'AIM Italia.

Redazione Aim Italia News

Eles Semiconductor Equipment, precisazioni sulle dimensioni dell'eventuale accordo in Cina

Eles Semiconductor Equipment, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore del testing della microelettronica, con riferimento ad alcune notizie apparse su taluni organi di stampa riguardanti l'imminente formalizzazione di un accordo con un importante partner cinese, precisa che, secondo le proprie valutazioni interne, l’eventuale sottoscrizione di un accordo commerciale potrebbe avere dimensioni, in termini di volumi di affari a regime, nell’ordine del 20% dei ricavi del gruppo.

Italian Wine Brands, fatturato stabile ma cresce la redditività

Italian Wine Brands, società quotata all'AIM Italia, specializzata nella produzione e distribuzione di vini su scala internazionale, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
70.073 vs 69.940, +0,2%

Ebitda
6.670 vs 5.327, +25,2%

Flusso di cassa
-1.846 vs -1.978+132

Utile netto
2.688 vs 2.188, +22,9%

Patrimonio netto
83.661 vs 84.282 al 31 dicembre 2018, -621

Debiti finanziari netti
21.556 vs 11.291, +10.265

Incremento interamente dovuto all'applicazione del principio contabile IFRS 16.

✅ Italian Wine Brands 
✔ Prezzo 13,0 € 
✔ PE 12m 9,5 
✔ PB 1,08 
✔ Fair Value 13,8 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Spactiv, business combination con "Betty Blue"

Il CdA di Spactiv, spac quotata all’AIM Italia, ha approvato l’operazione di Business Combination con Betty Blue SpA, società detentrice del marchio Elisabetta Franchi, dalla stessa già approvata.

Elisabetta Franchi, amministratore unico e socio di Betty Blue
Elisabetta Franchi,
amministratore unico
e socio di Betty Blue
Il 12 settembre 2019 è stato sottoscritto tra Spactiv, Betty Blue e gli azionisti di quest’ultima, Elisabetta Franchi e la sua controllata Gingi Srl, l’accordo quadro disciplinante la Business Combination che porterà alla fusione per incorporazione di Betty Blue in Spactiv, previo acquisto da parte di Spactiv di azioni di Betty Blue fino ad un massimo di 77,5 mln di euro, sulla base di un equity value di Betty Blue di 195 mln di euro.

La società risultante dalla fusione assumerà la denominazione di Elisabetta Franchi SpA.

La Business Combination costituisce un’operazione di reverse take over ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia.

Elisabetta Franchi, amministratore unico e socio di Betty Blue, ha dichiarato:

“Ho sempre cercato di perseguire con coerenza i valori che sento far parte del mio DNA: la creatività italiana, la mia visione di femminilità, l’eredità artigiana, una moda eco-friendly.

Questi sono gli ingredienti essenziali del mio brand che hanno consentito a Elisabetta Franchi di costruire una forte identità e trovare un posizionamento unico.

Ho sempre creduto in strumenti innovativi di comunicazione diretta che mi hanno permesso di avvicinarmi alle persone, oggi il brand Elisabetta Franchi merita di andare lontano e di guardare al futuro con un’ottica di espansione sempre più internazionale.

L’apertura del capitale rappresenta lo strumento più coerente per il perseguimento dei futuri obiettivi aziendali.”

Maurizio Borletti, presidente di Spactiv, ha dichiarato a nome della società e dei promotori della stessa:

“Nel lanciare la nostra spac due anni fa avevamo promesso di individuare come target un’azienda che rappresentasse l’eccellenza imprenditoriale italiana.

Abbiamo trovato in Betty Blue di Elisabetta Franchi l’opportunità ideale da presentare ai nostri azionisti.

Un’azienda di grande successo, caratterizzata da un’importante profittabilità e da un’elevata riconoscibilità del brand ma anche da una produzione Made-in-Italy e da importanti iniziative nel segno dell’eco-sostenibilità.

Le risorse e il supporto di Spactiv forniranno a Elisabetta Franchi gli strumenti necessari per accelerare il suo percorso di sviluppo, anche a livello internazionale.”

Spactiv
Spactiv è una Special Purpose Acquisition Company (SPAC) italiana promossa da Maurizio Borletti, Paolo De Spirt e Gabriele Bavagnoli, tramite le società BG Asset Management SA e Milano Capital Srl, con l’obiettivo di realizzare una business combination con una società del settore lifestyle con forte redditività e potenziale di crescita, mediante l’utilizzo delle risorse raccolte in sede di IPO, pari a 90 mln di euro.

Betty Blue
La società Betty Blue, fondata nel 1998 dalla stilista e imprenditrice Elisabetta Franchi, ha sede a Granarolo Emilia in provincia di Bologna.

È artefice di un pret-à-porter Made-in-Italy che deve il suo successo allo stile e alla particolare strategia produttiva fatta di qualità e cura dei particolari.

La società ha una distribuzione capillare fatta di 84 negozi monomarca, di cui 8 outlet e circa 1.100 negozi multimarca che sono dislocati nelle città più importanti del mondo.

A conferma del posizionamento del brand raggiunto sul mercato, la designer è una presenza consolidata sulle passerelle della fashion week milanese.

Il bilancio di Betty Blue SpA al 31 dicembre 2018, redatto in base ai principi contabili italiani, ha un fatturato di 115,6 mln di euro, un ebitda di 22,3 mln di euro, un utile netto di 15,0 mln di euro, e una cassa netta di 9,3 mln di euro.

Nel periodo 2016-2018 il fatturato è cresciuto a un tasso di crescita medio del 6,5% all’anno, l’utile netto del 16,6% all’anno.

Nello stesso periodo la società ha distribuito dividendi per un totale di 30,0 mln di euro e ha già deliberati altri euro 15,0 mln di euro per l’anno in corso.

Il fatturato di Betty Blue SpA. di pre-chiusura 2019 è stimato in circa 123,0 mln di euro, con una crescita di circa euro 7,4 mln rispetto all’esercizio precedente, pari al 6,4%.

L'ebitda 2019 è stimato a circa 23,3 mln di euro, l'ebit a circa 21,4 mln di euro.

Principali termini dell'operazione
Subordinatamente all’approvazione della Business Combination da parte delle assemblee di Spactiv e Betty Blue e nel rispetto delle condizioni contenute nell’accordo quadro, Betty Blue sarà incorporata in Spactiv.

La società risultante dalla fusione assumerà la denominazione sociale “Elisabetta Franchi SpA” e sarà quotata sull’AIM Italia, con l’obiettivo di passare successivamente al Mercato Telematico Azionario.

La valutazione di Betty Blue, in termini di equity value per il 100% del suo capitale sociale, è stata determinata in 195 mln di euro.

La valutazione di Spactiv ai fini della fusione è stata determinata in 92,3 mln di euro, a cui verrà sottratto l’esborso che Spactiv dovrà sostenere per la liquidazione dei propri azionisti che avranno esercitato il diritto di recesso e l’eventuale importo che distribuirà in favore dei propri azionisti.

I soci di Spactiv che non concorreranno all’approvazione della fusione potranno recedere dalla società e la società non potrà procedere alla Business Combination nel caso in cui le azioni oggetto di recesso siano almeno pari al 30% del numero delle azioni ordinarie di Spactiv.

La Business Combination verrà realizzata tramite fusione, previo acquisto, da parte di Spactiv, di una partecipazione di minoranza nel capitale sociale di Betty Blue a fronte di un corrispettivo compreso tra un minimo teorico di 63 mln di euro ed un massimo di 77,5 mln di euro.

Il corrispettivo della compravendita e la partecipazione oggetto della stessa saranno determinati in ragione dell’importo da corrispondere per la liquidazione delle azioni oggetto di recesso, dell’ammontare delle eventuali risorse eccedenti detto corrispettivo massimo da distribuire agli azionisti di Spactiv e dei costi operativi della società stessa.

Il rapporto di cambio di fusione è stato determinato nell’accordo quadro in 1 azione ordinaria di nuova emissione della Combined Entity ogni 1 azione ordinaria di Betty Blue.

Sulla sua congruità si esprimerà l’esperto ai sensi di legge.

Ad esito della compravendita e per effetto della fusione, Elisabetta Franchi deterrà una partecipazione nel capitale sociale complessivo della Combined Entity compresa tra un minimo del 58,3% e un massimo del 65,1%.

In ogni caso, anche a seguito di ulteriori eventuali conversioni di azioni speciali e/o esercizi di warrant, Elisabetta Franchi manterrà una partecipazione di controllo nella Combined Entity.

Allo scopo di garantire stabilità all’assetto azionario della Combined Entity, Elisabetta Franchi assumerà impegni di lock up della durata di 36 mesi.

Analogamente, i promotori di Spactiv assumeranno impegni di lock up aventi ad oggetto le azioni ordinarie della Combined Entity, di cui essi saranno titolari per effetto della conversione delle azioni speciali, della durata di 12 mesi successivi alla data della relativa conversione e, in ogni caso, non superiore alla scadenza del 5° anno successivo al perfezionamento della fusione.

Il consiglio di amministrazione della Combined Entity sarà composto da 9 membri, di cui 2 indipendenti; 5 amministratori, tra cui l’amministratore delegato, saranno designati da Elisabetta Franchi, 4 di designazione dei promotori.

Spactiv procederà alla distribuzione di riserve in favore dei propri azionisti ordinari e speciali a condizione che essa disponga di risorse eccedenti:
  • il corrispettivo massimo della compravendita (77,5 mln di euro), 
  • l’eventuale esborso che dovrà sostenere per la liquidazione delle azioni oggetto di recesso,
  • i costi operativi fino alla data di esecuzione.
Ove si verifichino i presupposti per la distribuzione, le azioni ordinarie e speciali di Spactiv saranno raggruppate in un numero tale da far sì che il valore unitario implicito delle stesse sia pari a 9,93 euro cadauna.

In tal caso, la società procederà ad un aumento del capitale sociale mediante emissione di azioni speciali, ad un prezzo unitario di 10 euro (inclusivo di eventuale sovrapprezzo), che saranno sottoscritte dai promotori in misura tale che questi ultimi, all’efficacia della fusione (e quindi anche del raggruppamento ma prima della conversione della prima tranche delle azioni speciali) tornino a
detenere 300.000 azioni speciali.

Ai fini di un maggior allineamento dei propri interessi a quelli degli investitori, i promotori propongono di prevedere (ferma la conversione delle 105.000 azioni speciali alla Business Combination) un’unica soglia di conversione delle restanti azioni speciali a 13,30 euro, con l’estensione a 5 anni del periodo di riferimento, riconoscendo alle azioni speciali il diritto di voto e agli utili.

Tempistica e documentazione
Il progetto di fusione e la relativa relazione illustrativa saranno sottoposti all’approvazione degli organi amministrativi di Spactiv e Betty Blue nelle prossime settimane.

Le situazioni patrimoniali di riferimento della fusione saranno costituite dalle relazioni finanziarie semestrali della società e di Betty Blue al 30 giugno 2019.

Il consiglio di amministrazione di Spactiv sarà altresì chiamato a determinare il valore di liquidazione delle eventuali azioni oggetto di recesso e ad approvare l’ulteriore documentazione relativa e finalizzata alla Business Combination, incluso il Documento Informativo previsto dal Regolamento Emittenti AIM Italia.

Ai sensi di tale regolamento le azioni ordinarie e i warrant di Spactiv saranno sospesi dalle negoziazioni sull’AIM Italia dal 12 settembre 2019 fino alla pubblicazione del Documento Informativo.

Si prevede che la fusione possa giungere a completamento nel primo trimestre 2020.

Con l’accordo odierno la durata della società è prorogata di 6 mesi ai sensi di statuto.

UBI Banca agisce da Nomad e Specialist di Spactiv e, insieme a Mediobanca, è stata Joint Global Coordinator dell’IPO di Spactiv.

H-Farm, il 17 settembre posa della prima pietra del progetto H-Campus

H-Farm, società quotata all'AIM Italia, piattaforma d’innovazione per la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione delle aziende italiane in un’ottica digitale, comunica che il 17 settembre 2019 si terrà la cerimonia per la posa della prima pietra per l’intervento edilizio legato al progetto H-Campus.

Lo scorso giugno la Commissione di Valutazione di Impatto ambientale (VIA) della Regione Veneto aveva già accertato la compatibilità ambientale del progetto e ieri la Regione Veneto ha formalmente emanato provvedimento unico regionale immediatamente efficace ed esecutivo per la realizzazione del progetto.

Il progetto consiste nella realizzazione del più importante polo della formazione e dell’innovazione europeo che si rivolge a studenti, professionisti, imprese e startup, destinato a diventare un bacino di talenti a cui attingere per lo sviluppo economico e culturale del Paese.

Per la sua realizzazione, Finint Investments SGR, nel febbraio del 2017, ha istituito il fondo Ca’ Tron H-Campus, quindi avviato nel novembre del medesimo anno con la raccolta di patrimonio per 80 mln di euro e un attivo di oltre 100 mln di euro.

Il fondo è sostenuto in maggioranza da Cattolica Assicurazioni, che ne detiene il 56% del patrimonio e dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, sottoscrittore e gestore del fondo “FIA2”, che ne detiene una quota del 40%, e quindi da Ca’ Tron Real Estate (la società dei fondatori di H-Farm), con una quota del 4%.

✅ H-Farm 
✔ Prezzo 0,449 € 
✔ PE 12m -,- 
✔ PB 2,19  
✔ Fair Value 0,472 € 
✔ Rendimento implicito 12,3% 
✔ Rating P - PATRIMONIALE 

Marzocchi Pompe, pubblicato primo studio societario

Studio societario di Mainfirst Bank su Marzocchi Pompe
Studio societario di Mainfirst Bank
su Marzocchi Pompe
Mainfirst Bank ha pubblicato il primo studio societario su Marzocchi Pompe (44 pagine, in inglese, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 44,5 mln di euro nel 2019 (-1,9% rispetto al 2018), 46,0 mln di euro nel 2020.

L'utile netto reported previsto è di 1,31 mln di euro nel 2019 (-55,3% rispetto al 2018), 2,22 mln di euro nel 2020.

L'utile netto adjusted previsto è di 2,58 mln di euro nel 2019 (-10,6% rispetto al 2018), 3,55 mln di euro nel 2020.

L'utile adjusted per azione previsto è di 0,395 euro nel 2019 (0,578 euro nel 2018), 0,542 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 4,80 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 12,2 sugli utili del 2019 e 8,9 sugli utili del 2020.

Mainfirst Bank attribuisce il rating OUTPERFORM al titolo.

Il target price assegnato è di 5,80 euro, con un premio del 21% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 4,47 euro per azione, con un rendimento implicito del 11,6%.

Il nostro rating è B1 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Marzocchi Pompe 
✔ Prezzo 4,8 € 
✔ PE 12m 10,4 
✔ PB 1,79 
✔ Fair Value 4,47 € 
✔ Rendimento implicito 11,6% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

EdiliziAcrobatica apre una seconda sede in Francia e continua la forte crescita

EdiliziAcrobatica, società quotata all'AIM Italia e all'Euronext Growth di Parigi, specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, conferma nei primi 8 mesi 2019 il trend di crescita.

Valore del venduto consolidato, primi 8 mesi
mln di euro
2019 vs 2018

39,0 vs 27,2, +43,4%

     Sedi dirette 29,5 vs 18,9, +56,0%
     Sedi in franchising 9,5 vs 8,3, +14,5%

Sedi operative
81 vs 70 al 31 dicembre 2018, +11

     Sedi dirette 46 vs 39, +7
     Sedi in franchising 35 vs 31, +2

È stata aperta una seconda sede operativa in Francia, a Toulouse.

✅ EdiliziAcrobatica 
✔ Prezzo 7,80 € 
✔ PE 12m 19,7 
✔ PB 4,79 
✔ Fair Value 6,51 € 
✔ Rendimento implicito 11,2% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Ki Group Holding, continua la crisi commerciale

Ki Group Holding, società quotata all’AIM Italia e attiva nel settore della distribuzione all'ingrosso, produzione e vendita al dettaglio di prodotti biologici, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
17.735 vs 21.158, -16,2%

Ebitda
-204 vs 329, -533

Flusso di cassa
1.379 vs 762, +81,0%

Risultato netto
-946 vs -202-744

Patrimonio netto
-6.626 vs -5.683-943

Debiti finanziari netti
7.500 vs 6.100, +1.400

Il gruppo sta subendo la continua crisi di consumi dei canali “Erboristeria” e “Specializzato”, conseguenza del forte sviluppo degli assortimenti BIO nel Canale “GDO”.

Una recente ricerca di Nomisma ha evidenziato un calo del canale “Specializzato” del -2%, a fronte di una “GDO” (Iper + Super) che cresce del +4,6%.

Il gruppo sta predisponendo un portafoglio prodotti idoneo alla grande distribuzione.

Sono stati inoltri avviati progetti di innovazione sia a livello di brand che di prodotto.

Il logo aziendale è stato rinnovato, così come i packaging, sono create nuove linee di prodotto, ed altre sono state innovate, e presentate al SANA di Bologna. 

Da evidenziare nello sviluppo di questa attività di restyling, la creazione di un nuovo packaging per il settore pasta, con confezione riciclabile al 100% nella carta, innovativo nel mondo del retail biologico.

Nel primo semestre del 2019 il numero di clienti serviti dal gruppo ha mantenuto un trend negativo, con un -5,3% verso il pari periodo 2018 (236 clienti circa in meno).

Il fenomeno è riscontrabile in tutti i canali di vendita, con situazioni peggiori nel canale “Specializzato”. 

La forte competizione della “GDO” che ha comportato la riduzione delle vendite dei clienti del canale “Specializzato” facendo insorgere difficoltà di pagamento e, nei casi più gravi, determinando la chiusura dei punti vendita. 

Anche il numero di ordini spediti ha subito una riduzione che si attesta attorno al -14,9%, diretta conseguenza della riduzione di consumatori che frequentano i punti vendita del canale “Specializzato”, e del loro scontrino medio.

Somec, prima commessa Seascape in Cina

Somec, società quotata all'AIM Italia, specializzata in grandi progetti di involucri vetrati ad alto contenuto ingegneristico, ha acquisito la prima commessa in Cina, per un valore complessivo di circa 7 mln di euro, nella divisione Seascape - segmento Marine Glazing.

L’ordine riguarda la progettazione e la fornitura delle vetrate per le cabine e le aree pubbliche di una nuova nave da crociera del gruppo Carnival destinata al mercato cinese, commissionata da Shanghai Waigaoqiao Shipbuilding Co. Ltd.

La consegna è prevista entro il 2023.

La commessa rappresenta un importante passo nell’ambito della strategia di espansione internazionale del gruppo, condivisa con il mercato in sede di IPO.

A conferma della concreta attuazione di tale strategia, che includeva la Cina quale mercato di sviluppo per il Seascape, nel marzo 2019 è stata costituita la filiale Somec Shanghai Co. Ltd. anticipando le esigenze del mercato e le opportunità di crescita dell’industria crocieristica cinese.

La presenza di Somec in Cina consentirà di ampliare l’attività navale, sfruttando il potenziale di crescita nelle nuove costruzioni di navi da crociera nei porti cinesi, offrendo altresì servizi tecnici in loco di refitting e manutenzione per le navi che operano nelle rotte asiatiche.

Nell’ambito della propria strategia di espansione in Asia, il gruppo Somec intende rafforzare la propria presenza con un’offerta allargata, comprensiva di tutti i servizi attinenti alla divisione Seascape, promuovendo attivamente, in aggiunta al Marine Glazing, l’offerta di servizi nel Marine Cooking Equipment e Public Areas,

Un importante appuntamento in tale direzione è rappresentato dalla partecipazione di Somec, dal 3 al 6 dicembre 2019, al Marintec China, presso lo Shanghai New International Expo Centre, la fiera più importante per l’industria navale e crocieristica asiatica.

Dati di mercato confermano le crescenti opportunità di business sul mercato Asiatico per il settore navale.

Nel 2018 le rotte asiatiche delle crociere hanno rappresentato circa il 9% delle rotte globali.

Gli studi di settore prevedono per il 2030 tra le 80 e le 100 navi da crociera nel mercato cinese, che porterebbe ad una stima prudenziale di 20 mln di passeggeri all’anno.

✅ Somec 
✔ Prezzo 20,8 € 
✔ PE 12m 17,0 
✔ PB 3,88 
✔ Fair Value 20,1 € 
✔ Rendimento implicito 11,7% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Fervi sponsorizza la squadra di hockey su ghiaccio di Cortina d'Ampezzo

Fervi, società quotata all'AIM Italia, attiva nel settore della fornitura di attrezzature professionali per officine, ha concluso un accordo di sponsorizzazione con la Sportivi Ghiaccio Cortina - la squadra di hockey su ghiaccio di Cortina d'Ampezzo (BL).

È una delle più antiche e titolate società di hockey su ghiaccio italiane fondata nel 1924 ed è inoltre la squadra che vanta il maggior numero di presenze in Serie A e la conquista di 16 scudetti.

L’accordo di collaborazione prevede la presenza del logo Fervi sulle divise da gara per le stagioni 2019-2020 e 2020-2021, la proiezione di uno spot durante le partite casalinghe e la visibilità del marchio nella circonvallazione di Cortina d’Ampezzo.

Questa iniziativa si colloca nell’ambito del processo di consolidamento della brand awareness tramite supporto alle iniziative sportive, affiancandosi alle altre partnership in corso (fra le quali si ricordano Vanoli Basket Cremona e Team Ducati Aruba) per sfruttare la visibilità che avrà il comprensorio ampezzano nei prossimi anni grazie all’organizzazione dei Mondiali di sci alpino del 2021 e delle Olimpiadi del 2026.

✅ Fervi 
✔ Prezzo 11,6 € 
✔ PE 12m 9,2 
✔ PB 1,37 
✔ Fair Value 11,8 € 
✔ Rendimento implicito 11,8% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

giovedì 12 settembre 2019

Situazione mercati finanziari al 12 settembre 2019

Rendimento implicito nominale lordo
Aim Italia Investable: 11,75%
Ftse Mib: 9,63%
Btp a 10 anni: 0,86%

Inflazione attesa: 1,72%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,86%
Ftse Mib: 5,31%
Btp a 10 anni: -0,95%

Fonte: elaborazione "Aim Italia News"

Ftse Aim Italia 12-09-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,15% a 8.049,15 punti.

Ftse Aim Italia 12-09-2019
Ftse Aim Italia 12-09-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 7.132.372 euro.

34 titoli su 128 (27%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Sciuker Frames: 14,45%
  • Blue Financial Communication: 6,96%
  • Ki Group: 5,70%
  • Caleido Group: 5,03%
  • Monnalisa: 4,58%  
I risultati peggiori della giornata:
  • Circle: -6,52%
  • Costamp Group: -5,45%
  • Bio-on: -4,83%
  • Visibilia Editore: -4,55%
  • Agatos: -4,28% 
Redazione Aim Italia News

Portale Sardegna lancia il progetto "Portale Sardegna Point"

Portale Sardegna, online travel agency quotata su AIM Italia, specializzata nel segmento incoming turistico per la Sardegna, ha presentato l’innovativo progetto Portale Sardegna Point nato con l’obiettivo di ridefinire la strategia di sviluppo turistico della destinazione Sardegna e offrire al Turista un’esperienza completa a 360 gradi.

Portale Sardegna Point è un progetto che punta sui nuovi trend del turismo, quali l’Extra-Alberghiero ed il Turismo Esperienziale, attraverso un modello basato su una rete di servizi turistici ad alto valore aggiunto, diversificati e complementari tra loro, selezionati da professionisti della destinazione Sardegna e, quindi, strettamente aderenti al territorio in cui si trovano, accessibili al turista in modo semplice e immediato; in tal modo Portale Sardegna crea un ulteriore elemento di differenziazione rispetto a potenziali nuovi competitors.

L’obiettivo del progetto è interconnettere, digitalizzare, standardizzare e classificare gli attrattori turistici presenti in Sardegna al fine di creare le condizioni per allungare la stagionalità dei flussi turistici, attraverso azioni di marketing aggregate e maggiormente incisive.

In tale contesto il presidio capillare nel territorio assume una doppia valenza: rafforzare il prodotto turistico e contestualmente ottimizzare il processo distributivo, differenziandosi ulteriormente rispetto agli altri competitors generalisti come Booking, Expedia e Airbnb mediante l’offerta di un servizio personalizzato e completo, dotato di un’assistenza in loco, selezionato e costruito ad hoc per rispondere al meglio alle esigenze di ogni singolo cliente.

Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna ha dichiarato:

“Il network di Portale Sardegna Point rappresenterà un unicum nel panorama turistico italiano, grazie all’innovazione di processo e ad un modello di business bottom up che traccia un ulteriore solco rispetto ai player generalisti di settore e che contribuirà a differenziare ulteriormente i prodotti e servizi offerti del nostro gruppo.

Con questo progetto e grazie alla partnership con Italianway ci inseriamo anche nel segmento delle seconde case con lo scopo di intercettare un trend in forte ascesa.

Completano il progetto la partnership con Siendas, giovanissima società locale che funge da aggregatore di fornitori del settore agroalimentare e quella con Escursì, società specializzata nel turismo esperienziale.”

Marco Celani, amministratore delegato di Italianway ha dichiarato:

"Siamo felici di mettere a disposizione di Portale Sardegna tutto il nostro know how nell’ambito dell’extra alberghiero che ci ha portati a diventare in soli quattro anni la prima azienda di ospitalità diffusa a Milano con oltre 500 appartamenti gestiti e a lanciare a fine gennaio il primo franchising italiano del vacation rental.

Stiamo selezionando imprenditori del turismo in tutto il Paese per attrarre viaggiatori di fascia medio alta nelle seconde case degli Italiani.

Per questo la nostra filosofia si sposa perfettamente con il progetto dei Sardinia Local Expert che siamo pronti a formare per diventare Property Manager 4.0 secondo il modello di successo espresso da Italianway.

Si tratta di un modello che anche in Sardegna, come nel resto d’Italia, consente di avere un buon tasso di rendimento non solo grazie al valore della cedola che arriva dalla gestione del patrimonio immobiliare a cura di Italianway ma anche dall’opportunità di acquistare in Sardegna immobili a prezzi interessanti che, una volta immessi nel canale virtuoso dell’extra alberghiero, vedono aumentare il proprio valore”.

L’iniziativa consentirà di presidiare il territorio regionale con l’obiettivo di svolgere un’azione sistemica ed intercettare i nuovi trend turistici:
  • forte sviluppo del mercato extra-alberghiero, che ha registrato, nel mercato Italia anno 2017 una forte crescita sia in termini di presenze (145,5 milioni +7,5% sul 2016) che di arrivi (29,4 milioni, +10,2% sul 2016) (fonte: ISTAT);
  • sostanziale incremento del turismo esperienziale, il Piano Strategico del Turismo italiano 2017-2022, documento stilato dal Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, afferma che il trend di maggior rilievo nell’anno 2019 è rappresentato dall’interesse del turista di provare esperienze autentiche e indimenticabili durante il proprio viaggio;
  • considerevole crescita del turismo enogastronomico: secondo il Rapporto sul turismo enogastronomico italiano la spesa dei turisti relativa all'agroalimentare è stata di oltre 12 miliardi di euro nel 2018, di cui circa 5 miliardi di euro spesi da stranieri e 7,3 miliardi di euro da Italiani segnando una crescita pari a +48% nel 2019 (fonte: Osservatorio Nazionale Turismo).
✅ Portale Sardegna 
✔ Prezzo 3,30 € 
✔ PE 12m 19,6 
✔ PB 2,61 
✔ Fair Value 3,10 € 
✔ Rendimento implicito 11,6% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

CleanBnB, nel 2° trimestre crescita a 3 cifre di soggiorni e immobili gestiti

CleanBnB, società quotata all'AIM Italia, che offre servizi di property management nel mercato degli affitti a breve termine, ha registrato una significativa crescita del proprio portafoglio immobili, incrementato nel trimestre di 121 unità, superando il traguardo delle 600 unità gestite in esclusiva e con la formula del “pacchetto FULL”, operando in 40 località italiane.

I soggiorni gestiti da CleanBnB nel secondo trimestre del 2019 sono stati inoltre pari a 4.397, con un incremento del 169% rispetto al secondo trimestre del 2018.

Ha commentato Francesco Zorgno, presidente di CleanBnB:

«Il secondo trimestre di quest’anno ha confermato il trend di fortissima crescita di CleanBnB fin da gennaio.

L’incremento del flusso di prenotazioni, del portafoglio gestito e delle località coperte sono in linea con i nostri piani di sviluppo. ».

Maps, apertura del 1° periodo di esercizio dei warrant

Maps, Pmi innovativa quotata sull'AIM Italia, che svolge attività di software solution provider, informa che i portatori dei “Warrant Maps 2019-2024” potranno richiederne l’esercizio a decorrere dal 1 ottobre 2019 fino al 31 ottobre 2019.

I titolari dei warrant hanno la facoltà di sottoscrivere 1 azione di compendio per ogni warrant posseduto, a un prezzo di 2,00 euro per azione.

Le richieste di sottoscrizione dovranno essere presentate all’intermediario aderente a Monte Titoli presso cui sono depositati i warrant.

✅ Maps 
✔ Prezzo 3,69 € 
✔ PE 12m 15,6 
✔ PB 3,53 
✔ Fair Value 3,09 € 
✔ Rendimento implicito 11,5% 
✔ Rating B1 - GROWTH 

Clabo e Simest ricapitalizzano la controllata cinese

Clabo, società quotata sull'AIM Italia, che opera nel settore delle vetrine espositive professionali, e Simest, società che costituisce insieme a Sace il polo dell'export e dell'internazionalizzazione del gruppo Cassa Depositi e Prestiti, hanno eseguito, alla fine di luglio un aumento del capitale della sub-holding di Hong Kong, Clabo Pacific Holding Ltd .

L'aumento, di 2 mln di euro, è stato sottoscritto per il 51% da Clabo (1.020.000 euro) e per il 49% da Simest, anche in qualità di gestore per conto del MISE del fondo di venture capital di cui alla L. 296/2006 (980.000 euro), in proporzione alle quote di capitale sottoscritte in sede di costituzione della sub-holding nel 2017.

L'accordo prevede l'impegno di Clabo a riacquistare la partecipazione di Simest nel 2024.

A sua volta Clabo Pacific Holding Ltd ha aumentato il capitale della controllata cinese Qingdao Clabo Easy Best Refrigerated Equipment Ltd allo scopo di supportare gli investimenti e gli impieghi di circolante richiesti dal progetto Starbucks, dallo sviluppo di nuovi prodotti per il mercato "bakery" ed in generale dal piano di espansione del business del gruppo Clabo in Cina e sui mercati asiatici.

Commenta il presidente di Clabo, Pierluigi Bocchini:

"Il polo Sace Simest continua a dimostrarsi un partner affidabile ed attento al nostro piano di crescita nel mondo.

L'aumento di capitale nella nostra controllata asiatica ci consentirà di dare ulteriore impulso allo sviluppo del nostro business in estremo oriente che richiede investimenti sia finanziari che in capitale umano.

È molto importante per noi avere la conferma che Sace Simest crede nei nostri progetti ed è pronta a sostenerli come ha già ampiamente dimostrato anche in passato".

✅ Clabo 
✔ Prezzo 1,62 € 
✔ PE 12m 6,2 
✔ PB 0,76 
✔ Fair Value 2,07 € 
✔ Rendimento implicito 14,7% 
✔ Rating A - VALUE 

mercoledì 11 settembre 2019

Situazione mercati finanziari al 11 settembre 2019

Rendimento implicito nominale lordo
Aim Italia Investable: 11,74%
Ftse Mib: 9,67%
Btp a 10 anni: 0,98%

Inflazione attesa: 1,72%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,85%
Ftse Mib: 5,34%
Btp a 10 anni: -0,85%

Fonte: elaborazione "Aim Italia News"

Ftse Aim Italia 11-09-2019

Il FTSE AIM Italia scende del -0,16% 8.061,36 punti.

Ftse Aim Italia 11-09-2019
Ftse Aim Italia 11-09-2019











Il controvalore scambiato in giornata è di 6.647.295 euro.

39 titoli su 128 (30%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Copernico SIM: 14,29%
  • Pattern: 7,05%
  • Maps: 4,68%
  • CDR Advance Capital: 4,67%
  • Portale Sardegna: 4,64%  
I risultati peggiori della giornata:
  • Illa: -6,72%
  • Monnalisa: -6,13%
  • Visibilia Editore: -5,04%
  • Gel: -3,95%
  • Enertronica: -3,45% 
Redazione Aim Italia News

SosTravel.com emette "bonus share"

SosTravel.com, società quotata all'AIM Italia, attiva nell'ambito dei servizi digitali di assistenza ai viaggiatori, ha ricevuto richieste di assegnazione di c.d. Bonus Share per complessive 47.225 azioni ordinarie.

In conseguenza dell'emissione, il capitale sociale di SosTravel.com sarà suddiviso in 5.981.225 azioni ordinarie.

Dopo gli opportuni controlli, l’emittente provvederà ad assegnare gratuitamente, entro il 17 settembre 2019, le suddette azioni ordinarie accreditandole, per il tramite di Monte Titoli SpA.,sui conti titoli degli intermediari finanziari che hanno trasmesso l’attestazione di titolarità.

✅ SosTravel.com 
✔ Prezzo 1,87 € 
✔ PE 12m 8,1 
✔ PB 1,56 
✔ Fair Value 3,34 € 
✔ Rendimento implicito 15,5% 
✔ Rating A - VALUE