www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.700 articoli pubblicati

giovedì 3 settembre 2020

Unidata, accordo con "Connecting Europe Broadband Fund" per rete in fibra ottica FTTH

Unidata, operatore di telecomunicazioni con una rilevante presenza a Roma e nel Lazio, comunica che in data odierna è stato sottoscritto un accordo di investimento con il fondo europeo Connecting Europe Broadband Fund (CEBF), finalizzato a disciplinare i termini dell’investimento in una società di nuova costituzione denominata Unifiber per la realizzazione di una rete di accesso in fibra ottica nel Lazio partecipata per il 30% da Unidata e per il restante 70% da CEBF.

Unidata controllerà Unifiber nominando la maggioranza dei componenti del CdA e le principali figure manageriali, con il conseguente consolidamento contabile dei suoi risultati.

L’investimento rappresenta il primo progetto di CEBF in Italia.

Unidata supporterà Unifiber nella gestione della propria attività.

CEBF monitorerà l'operazione ed assisterà Unifiber nell'espansione mettendo a disposizione finanziamenti e l’esperienza maturata attraverso altri investimenti analoghi già realizzati in Europa.

Unifiber potrà contare su un apporto da parte dei due soci pari ad 18,5 mln di euro, di cui 15 mln di euro investiti da CEBF e 3,5 mln di euro da Unidata a fronte di un investimento complessivo previsto di 40 mln di euro.

Al verificarsi di determinate condizioni CEBF potrà effettuare ulteriori apporti in Unifiber fino a complessivi 30 mln di euro.

Nell’ambito dell’esecuzione del Progetto, Unidata sarà incaricata da Unifiber della progettazione, direzione e realizzazione della propria rete in fibra ottica FTTH finalizzata a servire circa 100.000 unità immobiliari residenziali e 5.000 aziende, situate nelle “aree grigie” della Regione Lazio.

Unidata sarà anche responsabile della manutenzione della rete stessa.

Lo sviluppo del Progetto seguirà un business plan predisposto congiuntamente da CEBF ed Unidata che prevede il raggiungimento di obiettivi annuali in termini di penetrazione nel mercato di riferimento e di perfomance.

Unifiber sarà un operatore non verticalmente integrato, realizzando esclusivamente la rete di accesso passiva (primaria e secondaria) e vendendo in modalità wholesale-only, ovvero soltanto ad operatori, fra cui la stessa Unidata.

In tale contesto, vi è un impegno da parte di Unidata ad acquisire (secondo modalità use or pay) una quota della rete realizzata da Unifiber variabile in funzione della tipologia delle aree.

Il perfezionamento dell’operazione è atteso entro il termine del mese di ottobre 2020, con alcune condizioni sospensive.

Alla data del closing Unidata e Unifiber sottoscriveranno un Management Service Agreement ai sensi del quale Unidata fornirà i propri servizi a Unifiber a condizioni di mercato ed un Wholesale Agreement.

L'accordo contiene anche clausole di lock-up e restrizioni sul trasferimento delle quote.

CEBF
Connecting Europe Broadband Fund è un fondo infrastrutturale incentrato sugli investimenti in greenfield con diversi progetti di espansione nel settore delle infrastrutture a banda larga in tutta Europa con 470 mln di euro di capitale impegnato ed una dimensione target di 500-600 mln di euro.

La sua gestione è affidata a Cube IM (Cube Infrastructure Managers), ed è partecipato da Cassa Depositi e Prestiti (Italia), Caisse des Depots (Francia), KFW (Bank aus Verantwortung - Germania), European Investment Bank, European Commission, e da altri investitori Istituzionali privati.

❎ Unidata 
✔ Prezzo 18,8 € 
Titolo coperto da analisi finanziaria 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.