www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 4.200 articoli pubblicati

venerdì 30 ottobre 2020

Caleido Group ha chiesto la revoca dalle negoziazioni sull'AIM Italia

Il CdA di Caleido Group, società quotata all'AIM Italia e attiva nel settore del turismo di fascia alta per tour operator ed agenzie di viaggio, ha convocato l’assemblea ordinaria degli azionisti per deliberare la revoca dalle negoziazioni sull'AIM Italia.

La data dell’assemblea è prevista per il 7 dicembre 2020, in prima convocazione e per il 9 dicembre 2020, occorrendo, in seconda convocazione.

Si ricorda che nel corso dell’attuale 2020 l’emittente ha registrato un notevole calo dei ricavi dovuto sostanzialmente alla brusca interruzione delle attività aziendale legata alle conseguenze del diffondersi dell’epidemia da Covid-19 che ha generato su scala internazionale, oltre che una crisi sanitaria senza precedenti, un impatto negativo sulla maggior parte dei settori economici e, in modo particolare, sul comparto del turismo duramente colpito dalle restrizioni alla circolazione. 

Ciò ha comportato un improvviso calo delle nuove prenotazioni di viaggi per tutte le linee di business aziendale. 

Le restrizioni imposte e le nuove, prevedibili, abitudini di consumo, definite e imposte dal distanziamento sociale, stanno facendo registrare una drastica contrazione di tutte le attività economiche e tra queste, quelle del comparto turistico tutto e della società in particolare, con un ridimensionamento di fatturati e delle marginalità sia per il semestre chiuso al 30 giugno 2020 sia per il prevedibile immediato futuro.

La società ha quindi avviato una ridefinizione strategica del business aziendale, volto a meglio comprendere e prevedere le diverse modalità d'intercettazione dei flussi turistici futuri adottando le specifiche strategie commerciali. 

L’emittente procederà, inoltre, ad implementare ulteriori strategie di medio/lungo periodo: 

  • completamento della nuova infrastruttura tecnologica
  • ricerca di nuovi mercati e nuove rotte turistiche (intercettando flussi provenienti dal mercato turistico domestico) nell’ottica di incrementare la propria quota di mercato; 
  • miglioramento dei processi e dell’efficienza aziendale con attente politiche di riduzione di costi gestionali.

Tra le altre azioni individuate dal consiglio di amministrazione per ridurre i costi gestionali a fronte della eccezionale e drastica riduzione dei ricavi vi è la revoca dalle negoziazioni su AIM Italia delle azioni di Caleido. 

La revoca garantirebbe:

  • una razionalizzazione e conseguente contenimento dei costi e degli oneri legati allo status di società con azioni negoziate su un sistema multilaterale di negoziazione che, si precisa, seppur in situazione di normalità non avrebbero pesato sulla situazione economica e finanziaria della società, risultano allo stato incidenti anche in considerazione della particolare situazione di tensione finanziaria che Caleido sta affrontando; 
  • una maggiore flessibilità operativa per perseguire obiettivi di riorganizzazione aziendale che permettano di ridurre i costi ordinari della gestione sociale e ottimizzare la ricerca di sinergie con realtà diverse da quella di Caleido, operanti in settori affini e rilanciare l’attività della società. 

A tal proposito si sottolinea che il CdA valuterà eventuali opportunità di integrazione con la controllante Oltremare Tour Operator Srl, la quale svolge le medesime attività di Tour Operating, con dimensioni e volumi superiori, ed è dotata di licenza Iata. 

Tale integrazione consentirebbe, ove realizzata, di condividere le strategie commerciali e le attività di sviluppo tecnologico già avviate, e, inoltre, di unire le professionalità nel reparto dia emissione della biglietteria (queste ultime fino ad ora gestite in service) per conseguire economie di scala, riduzioni di costi e sinergie (costi di marketing, consulenze fiscale, societaria, legale e amministrativa, oltre che condivisione di spazi web, domini, attività e canoni di manutenzione tecnica).

Sulla base delle suddette motivazioni, la permanenza delle azioni della Società sul mercato AIM Italia e i connessi rilevanti costi di compliance non appaiono attualmente rispondere al miglior interesse della società.

Si evidenzia che la revoca è subordinata all’approvazione della proposta da parte dell’assemblea ordinaria degli azionisti che dovrà avvenire con non meno del 90% dei voti degli azionisti riuniti in assemblea. 

Il che significa che, raggiunto il quorum costitutivo in assemblea ordinaria (che si ricorda consistere, per la prima convocazione, in almeno nella metà del capitale sociale), qualora il 90% dei soci presenti in assemblea voti favorevolmente alla presente proposta, si instaurerà il predetto processo di revoca, con rilevanti conseguente anche per quegli azionisti che non si siano presentati per esercitare il loro diritto di voto in assemblea.

Si informa che in data odierna è stata richiesta a Borsa Italiana la predetta revoca specificando le ragioni e le motivazioni della scelta.

Ferma restando quanto precede la revoca ricorrerà dal 9 dicembre 2020 e potrà essere efficace solo dopo che saranno trascorsi almeno 5 giorni di mercato aperto dal momento in cui sia stata ottenuta l’approvazione con la percentuale richiesta.

Si evidenzia che successivamente alla revoca le azioni emesse dalla società non saranno negoziate su alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione italiano ed europeo ma potranno essere comunque compravendute.

Inoltre il CdA proporrà di offrire agli azionisti di minoranza una possibilità di disinvestimento, nel caso in cui si verificasse un cambio di controllo successivamente alla revoca prevedendo, ad esempio, l'introduzione di una clausola statutaria che, in caso di trasferimento a terzi da parte dell'azionista di maggioranza di una quota superiore al 50% del capitale, attribuisca ai soci di minoranza un proporzionale diritto di co-vendita. 

La delibera sarà risolutivamente condizionata al (o sospensivamente condizionata) al mancato esercizio del diritto di recesso da parte anche di un solo socio.

Ad esito della revoca la società continuerà, in via volontaria, da una parte, a mantenere attiva la sezione Investor del sito internet al fine di garantire agli azionisti la massima informativa possibile ove saranno pubblicati: 

  • le comunicazioni in merito ai fatti non di pubblico dominio concernenti direttamente la società e che, se resi pubblici, potrebbero avere un effetto significativo sul valore delle azioni di Caleido;
  • i documenti contabili di periodo;
  • le informazioni necessarie affinché gli azionisti di Caleido possano esercitare i propri diritti.

Infine, sono allo studio da parte della società alcune iniziative volte a proporre agli attuali azionisti di Caleido la possibile compensazione del valore delle azioni dagli stessi detenuto ad esito della revoca con alcuni servizi turistici offerti dalla società stessa sotto forma di voucher viaggio o altri servizi turistici similari.

Ciò, al fine di dare agli attuali azionisti la possibilità di monetizzare la loro partecipazione nel più ampio ventaglio di possibilità esistenti con l’intento di tutelare la posizione di lungo periodo degli stessi e fornire una valida e innovativa alternativa al loro disinvestimento.

✅ Caleido Group 
✔ Prezzo 0,367 € 
✔ PE 12m neg 
✔ PB 0,65 
✔ Fair Value 0,602 € 
✔ Rendimento implicito 10,5% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 
Aim Italia Investable Index 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.