www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 4.400 articoli pubblicati

mercoledì 2 dicembre 2020

Sourcesense, prima acquisizione post-IPO

Sourcesense, fornitore di soluzioni software Open Source che supporta le imprese nella loro evoluzione digitale, ha firmato un contratto definitivo per l’acquisto del 100% di MMUL Srl, società italiana specializzata nella realizzazione e gestione automatica di infrastrutture cloud di nuova generazione.

Il corrispettivo per l’acquisizione di MMUL è stato pari a 640.000 euro ed è stato corrisposto integralmente per cassa.

L’accordo prevede un meccanismo di aggiustamento del prezzo che consiste nella possibilità di riconoscere alla società target un ulteriore corrispettivo, entro il 31 ottobre 2021 e fino ad un massimo di 240.000 euro, al verificarsi di definiti obiettivi di fatturato 2021.

Questa operazione, per la quale sono stati utilizzati parte dei proceeds della recente Ipo, è significativa per la strategia di crescita di Sourcesense, in quanto consentirà alla società di rafforzare il proprio posizionamento nella realizzazione di soluzioni cloud native.

Tutto ciò si inquadra nella linea guida strategica generale di prevedere una accelerazione del rafforzamento delle service line a maggiore profittabilità.

Marco Bruni, presidente e amministratore delegato di Sourcesense, ha commentato: 

“Questa operazione è il primo tassello della strategia che prevede l'impiego delle risorse finanziarie ottenute dall'Ipo per la crescita del gruppo anche attraverso operazioni di M&A

Con l’acquisizione di MMUL, azienda leader nella realizzazione e gestione automatica di infrastrutture cloud di nuova generazione, possiamo consolidare i servizi offerti dalla nostra service line Cloud Services

Siamo anche contenti che il fondatore di MMUL, Raoul Scarazzini, già membro dell’ingegneria worldwide di Red Hat, e tutto il suo team andranno a completare la nostra squadra con le loro esperienze in questo ambito”.

Il target
Fondata nel 2010, MMUL è una società con sede a Rho (MI) che nasce per offrire servizi di consulenza, formazione e documentazione su sistemi Linux ed altre tecnologie open-source

Da questo background e dall’evoluzione delle tecnologie cloud, MMUL si focalizza nella realizzazione e gestione automatica di infrastrutture cloud di nuova generazione specializzandosi poi nella commercializzazione di servizi cloud per clienti di classe enterprise nei mercati Telco e Finance.

MMUL ha chiuso i primi nove mesi del 2020 con ricavi pari a 423.000 euro, un ebitda margin pari al 18,4% del fatturato e una cassa netta di 424.000 euro.

✅ Sourcesense 
3 motivi per investire nel titolo
✔ Prezzo 2,57 € 
✔ PE 12m 21,8 
✔ PB 4,00 
✔ Fair Value 2,50 € 
✔ Rendimento implicito 8,8% 
✔ Rating B1 - CRESCITA MODERATA 
Aim Italia Investable Index 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.