www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.700 articoli pubblicati

sabato 22 febbraio 2020

Farmaè sul Sole 24 ore

Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento, a firma di Valeria Novellini, su Farmaè, e-retailer di prodotti per la salute e il benessere quotata sull'AIM Italia.

✅ Farmaè 
✔ Prezzo 7,74 € 
✔ PE 12m 24,1 
✔ PB 3,33 
✔ Fair Value 7,35 € 
✔ Rendimento implicito 10,0% 
✔ Rating C- SPECULATIVO 
Aim Italia Investable Index 

La spac Life Care Capital ha trovato il target: Biogenera

Il CdA di Life Care Capital, spac quotata all'AIM Italia, ha approvato l’operazione di business combination con Biogenera SpA.

Leggi il documento informativo (137 pagine, formato Pdf).

Le due società
Life Care Capital è una spac nata con l’obiettivo di realizzare una business combination con società italiane di medie dimensioni non quotate, posizionate in nicchie di mercato, ad alto potenziale di crescita e di marginalità ed attive sia a livello nazionale sia internazionale in differenti settori, mediante l’utilizzo dei 140 mln di euro raccolti in sede di collocamento.

Biogenera, costituita da:
  • Andrea Pession, Professore Ordinario di Pediatria presso l’Università degli Studi di Bologna, Direttore U.O. di Pediatria Ospedale Sant’Orsola di Bologna e Direttore del Centro Interdipartimentale di ricerche sul cancro “Giorgio Prodi”; 
  • Roberto Tonelli, Ricercatore di Farmacologia all’Università degli Studi di Bologna
è una società biotech specializzata nella ricerca e sviluppo di farmaci biotecnologici a DNA per il trattamento di patologie gravi pediatriche e degli adulti.

In considerazione del fatto che finora l’attività di Biogenera è consistita esclusivamente in ricerca e sviluppo, al 31 dicembre 2019 Biogenera ha riportato un valore della produzione di 389 mila euro e una perdita di esercizio di -410 mila euro.

I dati pro-forma della società risultante dalla fusione presentano, al 31 dicembre 2019 una perdita di esercizio di circa -3,4 mln di euro e un patrimonio netto di circa 115,7 mln di euro, assumendo un recesso nullo da parte degli azionisti di LCC.

MyGenera
Logo di MyGenera
Logo di MyGenera
Biogenera ha sviluppato MyGenera, una piattaforma adibita all’identificazione di potenziali candidati farmaci per cd. target undruggable, ossia potenziali bersagli terapeutici su cui non è possibile utilizzare tecnologie farmacologiche già disponibili, in tutte quelle patologie in cui l’inibizione di un gene target può concretizzarsi in effetti terapeutici.

Biogenera ha portato a termine con successo gli studi pre-clinici del primo candidato farmaco BGA002, per la cura dei tumori dei bambini con alterazioni del gene tumorale MYCN (che conferisce una prognosi negativa).

Tra pochi mesi è previsto l’inizio degli studi clinici di fase 1, in particolare nel Neuroblastoma, tumore infantile maligno delle cellule delle creste neurali, che danno origine al sistema nervoso simpatico.

Il farmaco ha ottenuto la designazione di farmaco orfano sia dall'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) che dalla Food and Drug Administration (FDA).

I principali termini dell'operazione
Life Care Capital e i soci di Biogenera Andrea Pession, Roberto Tonelli e Meta Ventures Srl, rappresentanti circa l'85% del capitale sociale di Biogenera hanno sottoscritto un accordo quadro, con cui hanno disciplinato i tempi, i termini e le modalità di esecuzione della Business Combination, che porterà alla fusione per incorporazione di LCC in Biogenera, previo acquisto da parte di LCC di complessive 471.606 azioni di Biogenera di titolarità dei soci Biogenera.

Il corrispettivo complessivo per la compravendita è di 16,2 mln di euro (ad un prezzo unitario di 34,43 euro per azione), salvo l’acquisto di ulteriori azioni di Biogenera nel caso di esercizio da parte degli azionisti di Biogenera del proprio diritto di seguito.

È previsto che le azioni ordinarie e i warrant della società riveniente dalla fusione vengano quotati sull’AIM Italia.

Ai fini della fusione, ai sensi dell’accordo quadro, è stato attribuito a Biogenera un equity value pari a 70 mln di euro e a LCC un equity value pari a 139 mln di euro circa.

È previsto di sottoporre all’assemblea straordinaria di LCC la modifica del meccanismo di conversione automatica delle azioni speciali in azioni ordinarie, in modo tale da prevedere, tra l’altro, che, ferma la conversione di 60.000 azioni speciali (pari al 20% del loro ammontare) in 360.000 azioni ordinarie al perfezionamento dell’operazione rilevante, tutte le ulteriori 240.000 azioni speciali (pari all’80% del loro ammontare) siano convertite in un'unica tranche (nel rapporto di 6 azioni ordinarie per ciascuna azione speciale convertita) nel caso in cui, entro 60 mesi dalla data di efficacia dell’operazione rilevante, il prezzo ufficiale registrato sull’AIM Italia dall’azione ordinaria della società risultante dalla fusione sia maggiore o uguale a 15,00 euro per almeno 15 giorni su 30 giorni di borsa aperta consecutivi.

È previsto che l’assemblea di Life Care Capital che sarà chiamata ad approvare l’operazione rilevante sia inoltre chiamata a deliberare la distribuzione di un dividendo straordinario per massimi 30 mln di euro a favore dei propri azionisti che non abbiano esercitato il diritto di recesso.

L’importo massimo della distribuzione assume che l’esborso da parte di Life Care Capital per la liquidazione degli azionisti recedenti sia pari a 0 euro.

Diversamente, l’entità della distribuzione Life Care Capital sarà ridotta euro per euro dell’importo utilizzato per la liquidazione degli azionisti recedenti, fino a concorrenza di 30 mln di euro.

Ci si attende che, al momento della Business Combination, la percentuale di flottante rappresentata dagli attuali investitori in Life Care Capital si collocherà tra circa il 66,1% del capitale sociale (in caso di recesso pari al 30% del capitale di Life Care Capital senza distribuzione Life Care Capital) e circa il 68,5% del capitale sociale (in caso di recesso pari a 0 e distribuzione Life Care Capital per 30 mln di euro).

I promotori di LCC e i soci Biogenera hanno sottoscritto un patto parasociale che disciplina la governance della società post fusione per i prossimi 5 anni e stabilisce taluni obblighi di lock-up in capo ai soci Biogenera.

È previsto che il primo Consiglio di Amministrazione della società risultante dalla fusione sarà composto da 9 amministratori, di cui:
  • 6 amministratori di designazione dei Promotori di LCC, tra cui Alessandra Gavirati (in qualità di Presidente), Luigi Colombo (in qualità di Chief Operating Officer) e Alessandro Piga;
  • 2 amministratori di designazione dei soci fondatori, nelle persone di Andrea Pession (in qualità di Vice Presidente, Chief Medical Officer e Chief Scientific Officer) e Stefano Biondi;
  • 1 amministratore indipendente.
Allo scopo di garantire stabilità all’azionariato della combined entity, i soci fondatori hanno assunto un impegno di lock-up per un periodo pari a 36 mesi; il medesimo impegno di lock-up è stato assunto da Meta Ventures per un periodo pari a 24 mesi.

Si ricorda che i promotori di LCC hanno assunto un impegno di lock-up con riferimento alle azioni ordinarie di Life Care Capital rivenienti dalla conversione delle azioni speciali di Life Care Capital, per un periodo di 12 mesi dalla data di conversione.

Tempistica e condizioni della business combination
I termini e le condizioni definitivi in base ai quali la fusione sarà perfezionata saranno indicati nel progetto di fusione, che sarà sottoposto all’approvazione dei CdA di Life Care Capital e di Biogenera orientativamente tra marzo e aprile 2020.

Le assemblee degli azionisti di Life Care Capital e di Biogenera che saranno chiamate ad approvare la fusione e la Business Combination si terranno orientativamente tra aprile e maggio 2020.

L’operazione rilevante è sospensivamente condizionata, tra l’altro, all’approvazione da parte dell’assemblea di LCC e al mancato esercizio del diritto di recesso da parte di un numero di azionisti di LCC che comporti per LCC stessa il rimborso o l’annullamento di un numero di azioni pari o superiore al 30% delle azioni ordinarie di Life Care Capital.

Si prevede che l’atto di fusione possa essere stipulato entro la fine di luglio 2020.

Carlo Castellano, presidente di LCC, ha dichiarato:

"Abbiamo deciso di investire in Biogenera perché rappresenta un esempio di eccellenza italiana nella ricerca e sviluppo di biotecnologie.

Il team di Biogenera ha già raggiunto risultati scientifici di rilevanza internazionale e con il nostro supporto avrà le risorse per portare ai pazienti, innanzitutto in età pediatrica, farmaci innovativi."

Andrea Pession, co-fondatore e azionista di Biogenera, ha dichiarato:

"Passare da un’ipotesi di lavoro e, attraverso la sintesi di una molecola, realizzare un farmaco significa tanto per un ricercatore e per un clinico che deve affrontare con coraggio le sfide dell’oncologia.

Abbiamo realizzato un progetto di terapia traslazionale che la sensibilità di investitori illuminati ci consentirà di portare al letto dei nostri malati."

Equita SIM agisce da Nomad e Specialist di Life Care Capital.

Biogenera è stata assistita da Alantra quale advisor finanziario.

❌ Life Care Capital 
✔ Prezzo 9,85 € 
Nessuna analisi finanziaria disponibile 

AIM Italia: rating, rendimento e fair value delle società al 21 febbraio 2020

      4AIM SICAF w
      finanza

B1 Abitare In r 14,6% fv 50,7
      edilizia
      Agatos w
      energia
      Alfio Bardolla Training Group w
      servizi personali
      Ambromobiliare w
      finanza
  A AMM w r 12,5% fv 3,22
      digitale
  C Antares Vision w r 9,4% fv 9,16
      industria
  C Arterra Bioscience w r 9,3% fv 3,18
      biotecnologie
  C Askoll EVA w r 9,2% fv 1,63
      mobilità elettrica
  C Assiteca r 10,3% fv 2,26
      assicurazioni
      axélero
      digitale

      Bio-on w
      biotecnologie
  A Blue Financial Comm. r 13,8% fv 2,10
      comunicazione

B2 Caleido Group r 13,5% fv 0,866
      servizi personali
      Capital for Progress w
      spac
  C Casta Diva Group r 11,0% fv 0,733
      comunicazione
      CDR Advance Capital w
      finanza
B2 Cft w r 12,0% fv 3,09
      industria
  A Circle r 13,2% fv 3,22
      servizi aziendali
  A Clabo w r 12,9% fv 1,67
      industria
B2 CleanBnB w r 12,1% fv 1,87
      edilizia
B1 Comer Industries w r 11,4% fv 11,4
      industria
B1 Confinvest r 10,4% fv 3,84
      finanza
  C Copernico SIM w r 9,2% fv 5,63
      finanza
  C Costamp Group r 8,9% fv 1,68
      industria
      Cover 50
      abbigliamento
B2 CrowdFundMe w r 10,2% fv 5,57
      finanza
B2 Culti Milano w r 11,7% fv 3,24
      prodotti di consumo
B1 Cyberoo w r 10,6% fv 3,70
      digitale

  A DBA Group w r 13,1% fv 1,86
      digitale
B2 Digital360 r 11,9% fv 0,840
      digitale
      Digital Magics w
      finanza
B1 Digital Value w r 11,8% fv 19,7
      digitale
  A DigiTouch r 14,3% fv 1,63
      digitale
  C Dominion Hosting H. w r 10,1% fv 7,66
      digitale
  A Doxee w r 11,9% fv 3,62
      digitale

      Ecosuntek
      energia
B1 EdiliziAcrobatica w r 11,7% fv 6,42
      edilizia
  C Eles Semiconductor Eq. w r 8,9% fv 3,70
      industria
B1 Elettra Investimenti w r 11,5% fv 8,44
      energia
      Energica Motor Company w
      mobilità elettrica
      Energy Lab
      energia
      Enertronica Santerno w
      energia
B1 Esautomotion r 11,5% fv 2,57
      industria
  C Expert System w r 8,9% fv 2,02
      digitale

  C Farmaè r 10,0% fv 7,35
      salute
  A Fervi w r 12,7% fv 11,9
      industria
  C Fine Foods NTM w r 9,5% fv 10,9
      salute
B1 Finlogic w r 11,1% fv 6,26
      industria
      Fintel Energia Group
      energia
      First Capital
      finanza
B1 FOPE w r 11,6 fv 8,85
      gioielli
B1 FOS w r 10,9% fv 2,99
      digitale
      Frendy Energy
      energia
  A Friulchem w r 12,4% fv 1,75
      salute

      Gabelli Value for Italy w
      spac
      Gambero Rosso
      comunicazione
B1 Gel w r 12,1% fv 1,04
      industria
  A Gibus r 13,0% fv 6,49
      edilizia
      Giorgio Fedon & Figli
      abbigliamento
B2 Gismondi 1754 w r 10,6% fv 3,01
      gioielli
      Go internet
      digitale
B1 Grifal wr 11,5% fv 3,60
      industria
      Green Power
      energia

      H-Farm
      finanza
  A Health Italia r 13,5% fv 3,55
      salute


B2 ICF Group r 12,4% fv 7,29
      industria
B1 Iervolino Entertainment r 13,5% fv 3,66
      intrattenimento
  C Illa w r 9,0% fv 0,525
      prodotti di consumo
  A Ilpra r 13,0% fv 2,29
      industria
      Imvest
      edilizia
      Industrial Stars of Italy 3 w
      spac
      Iniziative Bresciane
      energia
      Innovatec w
      energia
      innovative-RFK
      finanza - EuroNext
  C Intred r 9,6% fv 5,48
      digitale
      Italia Independent Group
      abbigliamento
B1 Italian Wine Brands r 11,7% fv 14,8
      alimentare
      Italy Innovazioni
      Industria - EuroNext

      Ki Group Holding
      alimentare
B1 Kolinpharma r 10,6% fv 9,62
      salute

  A Leone Film Group r 13,1% fv 4,54
      intrattenimento
      Life Care Capital w
      spac
  C Longino & Cardenal r 9,5% fv 3,29
      alimentare
  A Lucisano Media Group r 12,9% fv 1,99
      intrattenimento

  C MailUp Group r 9,0% fv 3,96
      digitale
B1 Maps w r 11,4% fv 2,71
      digitale
  A Marzocchi Pompe r 12,7% fv 4,59
      industria
      Masi Agricola
      alimentare
B2 Matica Fintec w r 10,8% fv 1,94
      industria
      Media Lab
      salute - EuroNext
      Media Maker
      comunicazione - EuroNext
      Mondo TV France
      intrattenimento
      Mondo TV Suisse
      intrattenimento
B2 Monnalisa r 13,9% fv 5,86
      abbigliamento
      MyBest Group
      servizi aziendali - EuroNext

  A Neodecortech r 12,67% fv 3,92
      edilizia
B1 Neosperience w r 10,3% fv 6,79
      digitale
  A Net Insurance r 12,7% fv 5,44
      assicurazioni
      Neurosoft
      digitale
  A Notorious Pictures r 12,9% fv 2,96
      intrattenimento
      NVP
      comunicazione

B2 Officina Stellare w r 9,7% fv 7,02
      industria

  C Pattern r 10,7% fv 4,53
      abbigliamento
  C PharmaNutra r 9,3% fv 20,1
      salute
      Poligrafici Printing
      comunicazione
  A Portale Sardegna r 12,5% fv 2,81
      servizi personali
  A Portobello r 12,2% fv 9,31
      servizi aziendali
  C Powersoft w r 10,4% fv 4,73
      industria
      Prismi w
      digitale

B1 Radici Pietro I&B w r 12,5% fv 3,04
      edilizia
  C Relatech w r 10,0% fv 2,95
      digitale
  A Renergetica r 12,6% fv 3,59
      energia
      Rosetti Marino
      industria

B1 Salcef Group w r 11,4% fv 10,7
      industria
B2 Sciuker Frames w r 11,1% fv 1,15
      edilizia
B2 SCM SIM r 11,3% fv 4,37
      finanza
      Sec Newgate
      servizi aziendali - Aim Uk
B1 Seif w r 9,6% fv 0,443
      comunicazione
  A SG Company r 14,4% fv 1,76
      comunicazione
  A Shedir Pharma Group r 12,1% fv 5,39
      salute
B1 Sicit Group w r 11,7% fv 10,0
      industria
B1 Sirio r 11,8% fv 11,8
      alimentare
  A Siti B&T Group w r 14,2% fv 3,31
      industria
      Softec
      digitale
B1 Somec r 11,9% fv 27,0
      industria
B1 SosTravel.com w r 11,9% fv 2,00
      servizi personali
      Spactiv w
      spac

      Telesia w
      comunicazione
      TheSpac w
      spac
B1 TPS w r 11,4% fv 4,99
      servizi aziendali
B1 TraWell Co r 13,1% fv 47,8
      servizi personali

      UCapital24 w
      comunicazione

      Vei 1 w
      spac
B1 Vetrya w r 12,0% fv 4,94
      digitale
B2 Vimi Fasteners r 11,7% fv 1,92
      industria
      Visibilia Editore
      comunicazione

B1 Websolute w r 11,7% fv 2,08
      digitale
      WM Capital
      servizi aziendali

Cliccando sul nominativo si accede alla nostra scheda della società, con i link
  • alla sezione Investor Relations del sito societario,
  • alle ultime ricerche pubblicate dagli analisti finanziari.
Legenda

AIM Italia, previsione tasso di crescita degli utili al 21 febbraio 2020

AIM Italia: previsione tasso di crescita degli utili
Valutazione fondamentale al 21 febbraio 2020

Tasso di crescita degli utili delle imprese dell'AIM Italia, implicito nella loro quotazione.

Dati
P/E [utile previsto dagli analisti, mediana]: 12,74 (precedente 12,88)
Ottimismo degli analisti: +9,7% annuale (precedente +11,0%)
Orizzonte di investimento: 14,3 anni (precedente 15,4)
P/E [utile corretto, mediana]: 13,97 (precedente 14,30)
E/P [1 / 13,97]: 7,16% (precedente 6,99%)
Equity cost [mediana]: 11,68% (precedente 11,20%)
Inflazione prevista: 1,68% (precedente 1,68%)

Calcoli
Tasso di crescita nominale [11,68% - 7,16%, mediana]: 4,52% (precedente 4,21%)
Tasso di crescita reale [4,52% - 1,68%, mediana]: 2,84% (precedente 2,53%)

Dati utilizzati e procedura:

1.
Per singolo titolo, l'utile per azione (Eps) previsto nei successivi 12 mesi, corretto dell'intrinseco ottimismo degli analisti finanziari.

2. 
Per singolo titolo, l'ultimo prezzo di mercato disponibile.

3. 
Il tasso di inflazione previsto per i prossimi 10 anni, calcolato facendo la media tra le stime fornite da Survey of Professional Forecasters (SPF), Consensus Economics e Euro Zone Barometer.

4.
È stato utilizzato il valore mediano, invece del più comune valore medio, del rapporto prezzo - utili delle società analizzate.

Ciò consente di ottenere una stima di mercato robusta: non influenzata da singole valutazioni azionarie estreme.

Redazione Aim Italia News

Il rendimento implicito di AIM Italia sale a 11,68%

AIM Italia: tasso di rendimento implicito
Valutazione fondamentale settimanale al 21 febbraio 2020

Rendimento Implicito indice AIM Italia Investable: 11,68% (+ 0,48%)
Stima aggiornata al 21-02-2020 (mediana)

Rendimento Implicito indice FTSE MIB: 8,97% (+ 0,02%)
Stima aggiornata al 21-02-2020 (mediana)
Fonte: www.azioni.ml

Trend rendimento implicito indici Aim Italia Investable e FTSE Mib
Premio di rendimento AIM Italia vs MIB: 2,71% (+ 0,46%)

Spread rendimento implicito indice Aim Italia Investable meno indice FTSE Mib
Btp a 10 anni: 0,91%

Inflazione attesa: 1,68%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,85%
Ftse Mib: 4,87%
Btp a 10 anni: -0,87%

Analisi: fondamentale
Orizzonte temporale: medio/lungo periodo
Parametro: mediana
Stima: campionaria
Calcolo: al lordo di imposte e inflazione
Aggiornamento: 21 febbraio 2020
Indice AIM Italia Investable: 8.918,28 (- 0,74%)
Indice FTSE AIM Italia: 7.766,43 (- 0,37%)
Indice FTSE Mib: 24.773,15 (- 0,38%)
Elaborazione: "Aim Italia News"

N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Redazione Aim Italia News

AIM Italia Investable Index 21-02-2020

L'AIM Italia Investable è sceso nella settimana del -0,74% a 8.918,28 punti.

Logo AIM Italia InvestableIl FTSE AIM Italia è sceso nella settimana del -0,37% 7.766,43 punti.

33 titoli su 87 (38%) hanno chiuso la settimana con una variazione positiva.

I risultati migliori della settimana:
  • Abitare In: +8,59%
  • Confinvest: +7,85%
  • FOPE: +6,39%
  • Digital360: +6,29%
  • Relatech: +6,05%
I risultati peggiori della settimana:
  • Askoll EVA: -12,53%
  • Websolute: -9,86%
  • Casta Diva Group: -6,57%
  • TraWell Co: -6,42%
  • Maps :-6,42%
L'AIM Italia Investable (AII) è un indice di mercato azionario che comprende le azioni delle società quotate all'Aim Italia coperte da un analista finanziario.

La presenza di uno o più analisti finanziari consente di attivare una modalità di investimento basata sui fondamentali delle società: l'unica adeguata ad un mercato poco liquido come l'Aim Italia.

L'indice è ricalcolato settimanalmente, alla chiusura di venerdì.

Maggiori dettagli sull'AIM Italia Investable Index.

Statistiche aggregate AII
  • Capitalizzazione: 5.463 mln di euro
  • Flottante: 1.535 mln di euro
  • Patrimonio Netto: 2.528 mln di euro
  • Utile netto, previsto a 12 mesi: 378 mln di euro
  • Utile netto, previsto 2021-22: 453 mln di euro

Redazione Aim Italia News

venerdì 21 febbraio 2020

Ftse Aim Italia 21-02-2020

Il FTSE AIM Italia scende del -0,71% 7.766,43 punti.

Ftse Aim Italia 21-02-2020
Ftse Aim Italia 21-02-2020
Il controvalore scambiato in giornata è di 11.331.266 euro.

26 titoli su 132 (20%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Italia Independent Group: +25,00%
  • FOPE: +10,84%
  • WM Capital: +6,21%
  • Confinvest: +3,24%
  • Portale Sardegna: +2,48%  
I risultati peggiori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: -9,72%
  • Mondo Tv France: -8,93%
  • Powersoft: -8,52%
  • Siti B&T Group: -7,27%
  • CleanBnB: -6,63% 
Redazione Aim Italia News

FOPE, cessione del controllo e OPA totalitaria a 9,25 euro per azione

FOPE, società quotata sull'AIM Italia che opera nel settore della gioielleria di alta gamma, comunica che CoMo Srl, società di investimento italiana facente capo a Claudio Costamagna e Andrea Morante, ha sottoscritto contratti per l’acquisto di una partecipazione complessiva del 71,2%, nel capitale sociale di FOPE SpA.

Il prezzo concordato è di 9,25 euro per azione.

CoMo ha sottoscritto un contratto con Ines ed Umberto Cazzola, eredi del fondatore Umberto Cazzola, titolari complessivamente del 59,16% del capitale sociale di FOPE, i quali hanno traghettato con successo la FOPE da azienda orafa italiana ad un marchio internazionale di gioielleria unico nel suo genere.

Il completamento dell’operazione è soggetto a talune condizioni sospensive.

CoMo ha altresì sottoscritto un contratto per l’acquisto della partecipazione degli eredi di Giulia Cazzola, complessivamente pari al 12,04% del capitale sociale di FOPE, al medesimo prezzo subordinatamente al rilascio delle autorizzazioni di legge.

La continuità ed il rilancio della FOPE verranno garantiti, oltre che dalle competenze dei nuovi soci, dalla presenza di Diego Nardin, che i nuovi soci intendono confermare nel suo ruolo di amministratore delegato.

A seguito del perfezionamento dell’operazione, CoMo promuoverà un’offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle residue azioni FOPE al corrispettivo di 9,25 euro per azione.

CoMO non ha comunicato alcuna decisione circa l’eventuale volontà di revocare le azioni di FOPE dalle negoziazioni sul mercato AIM Italia a esito dell’OPA.

La famiglia Cazzola afferma:

"Ines e Umberto Cazzola cedono una società, una storia ed un marchio al quale hanno dedicato tutta la loro vita lavorativa con l’obiettivo di dare alla FOPE continuità manageriale e sviluppo economico."

Una decisione difficile ma necessaria nell’interesse dell’azienda, dei suoi dipendenti e del territorio in cui opera.

Claudio Costamagna ha dichiarato:

"Ci impegneremo insieme al CEO Diego Nardin per valorizzare gli eccellenti risultati conseguiti dalla famiglia Cazzola in questi anni. Il nostro obiettivo come nuovi soci è di garantire la continuità e accelerare la crescita grazie alle competenze finanziarie e di business dei nuovi soci."

Andrea Morante ha dichiarato:

"FOPE è una realtà molto particolare nel panorama della gioielleria italiana.

È l’unica che è riuscita a coniugare perfettamente vocazione tecnologica, perizia artigianale ed estetica raffinata.

Una bella storia industriale italiana che sarà un onore per noi poter aiutare a progredire.

Avremo anche il gran vantaggio di potere continuare a contare sul sostegno e sulle competenze delle famiglie Cazzola."

✅ FOPE 
✔ Prezzo 9,20 € 
✔ PE 12m 12,2 
✔ PB 2,71 
✔ Fair Value 8,62 € 
✔ Rendimento implicito 11,4% 
✔ Rating A - VALORE 
Aim Italia Investable Index 

4AIM SICAF, nel 2019 il valore unitario delle azioni cresce del +42%

Il CdA di 4AIM SICAF, società quotata all'AIM Italia, focalizzata su investimenti in società quotate e quotande su AIM Italia, ha approvato il progetto di bilancio 2019.

Bilancio annuale
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Gestione investimenti
539 vs -533+1.072

Utile netto
-435 vs -1.641+1.206

Patrimonio netto
21.996 vs 3.980, +18.016

NAV Valore unitario delle azioni
euro
443,0 vs 312,2, +41,9%

Utile per azione
euro
-8,77 vs -33,05, +24,28

Ha dichiarato Giovanni Natali, presidente di 4AIM SICAF:

“L’esercizio si è caratterizzato per il significativo miglioramento del risultato della gestione investimenti.

L'aumento di capitale per 18.450.000 euro, ha consentito alla SICAF di dotarsi di un patrimonio investibile adeguato alle possibilità offerte dal mercato AIM Italia che presenta interessanti prospettive di sviluppo.

La positiva relazione tra i due fattori ha fatto si che il valore unitario delle azioni (NAV) al 31 dicembre 2019 si sia incrementato del +42% circa rispetto all’anno precedente”.

Partecipazioni in portafoglio al 31 dicembre 2019

Abitare In
Agatos
Alkemy
Amm

Borgosesia

CdR Advance Capital
Clabo
CleanBnB
Copernico SIM
Costamp Group
Cover 50
CrowdfundMe
Culti Milano
Cyberoo

DBA Group
Digital360
Digital Value
Digitouch
Dominion Hosting Holding

Eles Semiconductor Equipment
Esautomotion
Fervi
Finlogic

Gibus
Gismondi 1754
Grifal

Health Italia

Ilpra
Italian Wine Brands

Kolinpharma

Lucisano Media Group

Maps
Marzocchi Pompe

Neodecortech
Neosperience

Officina Stellare

Pharmanutra
Powersoft

Radici Pietro I&B
Relatech

SEC
SEIF
SG Company
SOSTravel.com

Telesia
TraWell Co

UCapital24

Vetrya

❌ Abc 
✔ Prezzo 340,0 € 
Nessuna analisi finanziaria disponibile 

AMM acquista la quota di minoranza di I-Contact

AMM, società quotata all'AIM Italia, operante nella messaggistica aziendale e nel web marketing, ha perfezionato l’acquisto di una quota pari al 40% del capitale sociale di I-Contact Srl, a un prezzo di 385.000 euro, con pagamento rateale in 24 mesi.

Per effetto dell’operazione, AMM acquista il controllo totalitario di I-Contact.

✅ AMM 
✔ Prezzo 2,74 € 
✔ PE 12m 8,4 
✔ PB 2,12 
✔ Fair Value 3,26 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating A - VALORE 
Aim Italia Investable Index

giovedì 20 febbraio 2020

Situazione mercati finanziari al 20 febbraio 2020

Rendimento implicito nominale lordo
Aim Italia Investable: 11,18%
Ftse Mib: 8,91%
Btp a 10 anni: 0,92%

Inflazione attesa: 1,68%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,48%
Ftse Mib: 4,83%
Btp a 10 anni: -0,86%

Fonte: elaborazione "Aim Italia News"

Ftse Aim Italia 20-02-2020

Il FTSE AIM Italia sale del +0,13% a 7.821,85 punti.

Ftse Aim Italia 20-02-2020
Ftse Aim Italia 20-02-2020
Il controvalore scambiato in giornata è di 10.864.782 euro.

44 titoli su 132 (33%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Alfio Bardolla Training Group: +12,50%
  • Go internet: +10,00%
  • Mondo Tv France: +8,11%
  • Mondo Tv Suisse: +7,63%
  • Vetrya: +6,35%  
I risultati peggiori della giornata:
  • WM Capital: -11,30%
  • Frendy Energy: -7,74%
  • Agatos: -6,38%
  • Siti B&T Group: -5,98%
  • CleanBnB: -5,41% 
Redazione Aim Italia News

Intred, analisi fondamentale dell'analista Cristian Frigerio su Class Cnbc

Puntata di lunedì 17 febbraio 2020 della rubrica che l'emittente televisiva Class Cnbc dedica all'AIM Italia.

Puntata dedicata all'analisi fondamentale di Intred, operatore di telecomunicazioni della Lombardia.

Conduce Emerick De Narda, commenta in studio l'analista finanziario Cristian Frigerio di 4AIM SICAF.


Fonte: Class Cnbc, durata 10:35.

✅ Intred 
✔ Prezzo 6,74 € 
✔ PE 12m 23,8 
✔ PB 3,98 
✔ Fair Value 5,44 € 
✔ Rendimento implicito 9,3% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 
Aim Italia Investable Index 

Unidata, parte il bookbuilding per l'AIM Italia

Unidata, operatore di telecomunicazioni con una rilevante presenza a Roma e nel Lazio, ha comunicato che ha preso il via il bookbuilding relativo all’operazione di quotazione delle azioni ordinarie e dei warrant della società, sull'AIM Italia.

Logo di Unidata
Logo di Unidata
La società
Fondata nel 1985 da tre soci tuttora in azienda, Unidata opera attraverso una rete in fibra ottica di oltre 2 mila chilometri, una rete wireless e un data center proprietario.

La società fornisce ad oltre 6.500 clienti business, wholesale e residenziali servizi di connettività Ftth (fiber to the home) e connettività wireless.

Unidata ha chiuso il 2019 con ricavi per 13,3 mln di euro (+15,1% rispetto al 2018) e un ebitda di 4,7 mln di euro (+21,5%).

L’indebitamento finanziario netto è passato da 1,07 mln di euro a fine 2018 a 0,59 mln di euro al 31 dicembre 2019.

Il collocamento
L’offerta prevede l’emissione di nuove azioni Unidata e di warrant denominati “Warrant Unidata 2020-2022”, in aumento di capitale per un importo massimo complessivo di 8 mlni di euro, con collocamento privato destinato a investitori professionali e privati.

A seguito della quotazione, il flottante sarà compreso tra un minimo del 20,0% ed un massimo del 23,5% del capitale sociale.

È previsto un minimo importo garantito per gli investitori retail di 150.000 euro.

I warrant saranno assegnati gratuitamente alle azioni di nuova emissione nel rapporto di 1:1.

Il rapporto di conversione sarà di 1 azione ogni 4 warrant, con strike price fissato a +30% rispetto al prezzo di collocamento.

Attualmente il capitale di Unidata è composto da 2 mln di azioni.

L’intervallo di prezzo delle azioni Unidata è stato fissato tra un minimo di 13 euro e un massimo di 16 euro, per una capitalizzazione ante aumento di capitale compresa tra 26 e 32 mln di euro.

Nel processo di Ipo EnVent Capital Markets agisce in qualità di nomad e global coordinator, Directa SIM è il collocatore online e retail e Banca Finnat è il research provider.

La chiusura dell’offerta è prevista per il 4 marzo 2020.

mercoledì 19 febbraio 2020

Situazione mercati finanziari al 19 febbraio 2020

Rendimento implicito nominale lordo
Aim Italia Investable: 11,18%
Ftse Mib: 8,84%
Btp a 10 anni: 0,94%

Inflazione attesa: 1,68%

Rendimento implicito reale netto
Aim Italia Investable: 6,49%
Ftse Mib: 4,78%
Btp a 10 anni: -0,84%

Fonte: elaborazione "Aim Italia News"

Ftse Aim Italia 19-02-2020

Il FTSE AIM Italia sale del +0,47% 7.811,69 punti.

Ftse Aim Italia 19-02-2020
Ftse Aim Italia 19-02-2020
Il controvalore scambiato in giornata è di 14.427.739 euro.

45 titoli su 132 (34%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Enertronica Santerno: +20,33%
  • Abitare In: +11,11%
  • CleanBnB: +8,99%
  • Agatos: +5,11%
  • Iervolino Entertainment: +4,24%  
I risultati peggiori della giornata:
  • Casta Diva Group: -8,36%
  • Culti Milano: -5,10%
  • Poligrafici Printing: -4,07%
  • Ki Group: -4,03%
  • Ambromobiliare: -3,74% 
Redazione Aim Italia News

Neodecortech, pubblicato studio societario

Studio societario di ValueTrack su Neodecortech
Studio societario di
ValueTrack su Neodecortech
ValueTrack ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Neodecortech (19 pagine in inglese, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 135,9 mln di euro nel 2019 (+1,8% rispetto al 2018), 142,9 mln di euro nel 2020 e 149,3 mln di euro nel 2021.

L'utile netto previsto è di 4,0 mln di euro nel 2019 (-33,7% rispetto al 2018), 6,1 mln di euro nel 2020 e 7,4 mln di euro nel 2021.

L'utile per azione previsto è di 0,305 euro nel 2019 (0,458 euro nel 2018), 0,452 euro nel 2020 e 0,549 euro nel 2021.

Il prezzo corrente del titolo è 3,54 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 11,6 sugli utili del 2019, 7,8 sugli utili del 2020 e 6,4 sugli utili del 2021.

ValueTrack non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 5,0 euro (precedente 5,20), con un premio del 41% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 3,87 euro, con un rendimento implicito del 12,7%.

Il nostro rating è A - VALORE.

Redazione Aim Italia News

✅ Neodecortech 
✔ Prezzo 3,54 € 
✔ PE 12m 8,1 
✔ PB 0,76 
✔ Fair Value 3,87 € 
✔ Rendimento implicito 12,7% 
✔ Rating A - VALORE 
Aim Italia Investable Index 

Enertronica Santerno, 2 nuovi contratti in Cile per 20 mln di $

Enertronica Santerno, società quotata all'AIM Italia, operante nel settore delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, comunica che la società e la controllata al 100% Enertronica Santerno Inc hanno sottoscritto due contratti per la produzione e consegna di inverter fotovoltaici per una potenza complessiva di circa 360 MW.

Gli inverter saranno destinati ad impianti che saranno realizzati in Cile.

Il totale degli ordini sottoscritti nel 2020 supera i 400 MW.

Tali ordini porteranno il totale installato di Enertronica Santerno in America Latina ad oltre 1,2 GW entro la fine del 2020.

Il controvalore complessivo della commessa, sottoscritta con il principale operatore mondiale del settore, è pari a circa 20 mln di dollari.

L’inizio delle produzioni è previsto nel primo semestre di quest’anno, con una previsione di conclusione delle consegne entro i primi mesi del 2021.

La competenza economica della commessa sarà distribuita principalmente sull’esercizio 2020.

❌ Enertronica Santerno 
✔ Prezzo 1,48 € 
Nessuna analisi finanziaria disponibile

Sirio, 2 nuovi punti vendita “Zako – sushi experience”

Sirio, società quotata all'AIM Italia, attiva in Italia nel settore della ristorazione commerciale, ha firmato due contratti di affitto di ramo di azienda per l’apertura di 2 punti vendita con il nuovo format ZAKO – Sushi Experience.

I contratti sono stati sottoscritti con IGD SIIQ presso il Centro Commerciale Punta di Ferro a Forlì, e con Grandi Stazioni Retail presso la stazione di Genova Brignole.

“Zako – sushi experience” è un format di casual dining a tema sushi nato nel 2019.

Si posiziona come un’offerta di ristorazione etnica di qualità pensata per un pubblico ampio e trasversale, incuriosito dalla cucina esotica. I piatti vengono preparati quotidianamente e serviti al tavolo o in comodo formato “to go” dal ridotto impatto ambientale sempre accompagnati da salse homemade.

Forlì
Il punto vendita presso il Centro commerciale Punta di Ferro a Forlì ha un’area di 170 mq e un contratto della durata di 7 anni.

Il centro commerciale, con un’ottima visibilità e una catchment area di circa 400.000 residenti, rappresenta un punto di riferimento per la città di Forlì.

Genova
Il punto vendita, presso la stazione Genova Brignole, ha un’area di 111 mq e un contratto della durata di 5 anni.

La stazione è composta da 3.300 mq commerciali con una densità di traffico pari a 65.800 visitatori al giorno e 24 mln l’anno rappresenta un nodo del trasporto locale e regionale nel centro della città.

Stefania Atzori, amministratore delegato di Sirio, ha così commentato:

“Con queste aperture arriviamo a gestire 3 punti vendita a brand Zako, un format in house dall’elevato potenziale perché rivolta ad una clientela ad ampio spettro tra cui le nuove generazioni alla ricerca di cibo esotico e sempre più healthy”.

✅ Sirio 
✔ Prezzo 12,4 € 
✔ PE 12m 12,1 
✔ PB 2,19 
✔ Fair Value 12,2 € 
✔ Rendimento implicito 11,3% 
✔ Rating B1 - CRESCITA MODERATA 
Aim Italia Investable Index 

Portale Sardegna, sottoscritto l'intero prestito obbligazionario

Portale Sardegna, online travel agency quotata su AIM Italia, specializzata nel segmento incoming turistico per la Sardegna, comunica che si è concluso il terzo periodo di sottoscrizione del prestito obbligazionario denominato “Portale Sardegna 2019-2024 – 5,00%”.

Nel corso di questa finestra temporale, sono state sottoscritte obbligazioni, per un ammontare complessivo pari a 1,2 mln di euro.

Le obbligazioni sono ammesse alle negoziazioni sul segmento professionale del mercato ExtraMOT PRO.

Con la chiusura del terzo periodo, il controvalore complessivo del prestito obbligazionario sottoscritto ed emesso ammonta ad un totale di 4,0 mln di euro, pari all'importo massimo previsto.

✅ Portale Sardegna 
✔ Prezzo 2,46 € 
✔ PE 12m 11,4 
✔ PB 1,90 
✔ Fair Value 2,73 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating A - VALORE 
Aim Italia Investable Index 

Abitare In dà mandato esplorativo a Mediobanca

Abitare In, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore dello sviluppo immobiliare residenziale nella città di Milano, con riferimento alle notizie diffuse dalla testata giornalistica Il Sole 24 Ore Radiocor Plus relative al presunto interesse per l’acquisto di Abitare In manifestato da alcuni fondi nazionali e internazionali, in accordo con i soci fondatori Luigi Gozzini e Marco Grillo, intende offrire alcuni chiarimenti. 

La situazione estremamente positiva del mercato residenziale milanese ha spinto moltissimi operatori a concentrare i propri investimenti nel capoluogo lombardo. 

Grazie al suo focus e alla sua specializzazione, Abitare In rappresenta un modello in grado di trarre il maggior vantaggio da tali circostanze. 

In questo contesto è stato conferito a Mediobanca un mandato esplorativo finalizzato a sondare il mercato per una valutazione preliminare di quelle che potrebbero essere le sue potenzialità, anche in considerazione di un potenziale di crescita ancora inespresso, a vantaggio di tutti i suoi azionisti. 

Il supporto di un’istituzione del calibro di Mediobanca in tali valutazioni rappresenta una scelta dettata proprio dalla volontà di tutelare sempre gli interessi degli azionisti di Abitare In, senza distogliere il management dall’attività operativa di sviluppo del business, che continua ad essere la priorità, anche alla luce dei recenti aggiornamenti sulle prospettive future. 

A commento di quanto riportato da Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, la società e i suoi soci fondatori smentiscono che sussistano trattative di alcun tipo in merito a qualsivoglia operazione straordinaria avente ad oggetto Abitare In.

✅ Abitare In 
✔ Prezzo 50,0 € 
✔ PE 12m 6,7 
✔ PB 2,46 
✔ Fair Value 48,7 € 
✔ Rendimento implicito 14,0% 
✔ Rating A - VALORE 
Aim Italia Investable Index 

Intred acquista la partecipazione di minoranza di Qcom

Intred, società quotata all'AIM Italia e operatore di telecomunicazioni della Lombardia, rende noto che ha portato il perimetro dell’operazione di acquisizione di Qcom SpA al 100%, acquisendo il rimanente 25,222% del capitale sociale, dopo l’accordo dell’8 gennaio 2020 per il 74,778%.

L’operazione prevede nel suo complesso la cessione di complessive 1.320.000 azioni di Qcom (rappresentanti il 100% del relativo capitale sociale) da parte dei soci Fabio Massimo Erri, Franca Tarantino e Fiorenzo Erri, Sergio Mazzoleni, Pietro Marcassoli, Aurelio Agnelli, Gianfranco Pezzoli, Diego Mazzoleni, Elios Ruggeri, Graziella Breviario e Francesco Ruggeri.

Il corrispettivo complessivo provvisorio è di circa 10,2 mln di euro, da pagarsi per circa 8,3 mln di euro al closing previsto per il 27 febbraio 2020 e per la residua parte a seguito della chiusura del procedimento di aggiustamento prezzo, che sarà eseguito a valle dell’approvazione del bilancio di esercizio di Qcom al 31 dicembre 2019.

✅ Intred 
✔ Prezzo 6,64 € 
✔ PE 12m 23,5 
✔ PB 3,92 
✔ Fair Value 5,44 € 
✔ Rendimento implicito 9,3% 
✔ Rating C - SPECULATIVO 
Aim Italia Investable Index