www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 5.900 articoli pubblicati

martedì 12 ottobre 2021

Intermonte ha iniziato il bookbuilding

Intermonte Partners SIM, investment bank indipendente specializzata in intermediazione istituzionale, ricerca, capital markets, M&A e advisory sul mercato italiano, ha presentato a Borsa Italiana la comunicazione di pre-ammissione, funzionale all'ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni sull' AIM Italia.

La data prevista di inizio delle negoziazioni sull'AIM Italia è il 21 ottobre 2021.

Guglielmo Manetti, AD di Intermonte
Guglielmo Manetti, AD di Intermonte
Ha commentato l'AD Guglielmo Manetti:

"L'IPO è un passo importante nell'evoluzione del nostro modello di partnership che ci consente di rafforzare il posizionamento come operatore di riferimento leader nel segmento delle PMI, e accelerare lo sviluppo del business, in particolare nei servizi digitali e nell'Investment Banking, anche per linee esterne.

La struttura più flessibile del capitale aumenterà il commitment dei partner e favorirà l'attrazione di nuove competenze e talenti indispensabili per continuare il nostro percorso di crescita".

La società effettuerà un collocamento istituzionale di un massimo complessivo di 13.750.000 azioni ordinarie, che saranno offerte da oltre 60 azionisti di Intermonte, ripartite tra: 

  • 13.062.500 azioni in vendita
  • 687.500 oggetto dell'opzione Greenshoe, offerta da alcuni azionisti di Intermonte in favore del Global Coordinator

Le azioni in vendita, incluse quelle oggetto di opzione Greenshoe, sono pari al 38% del capitale sociale costituito da 36.195.500 azioni, 42,8% delle azioni in circolazione.

La forchetta di prezzo è compresa tra 2,60 e 2,90 euro per azione, corrispondente ad una capitalizzazione, incluse le azioni proprie, compresa tra 94,1 e 105 mln di euro

Gli azionisti venditori e gli azionisti Guglielmo Manetti, Fabio Pigorini e Dario Grillo, assumeranno un impegno di lock-up di 12 mesi per il 100% delle azioni possedute.

Il top management (Guglielmo Manetti, Fabio Pigorini, Andrea Lago, Guido Pardini e Dario Grillo) e i soci fondatori (Alessandro Valeri e Gian Luca Bolengo) sottoscriveranno un patto parasociale che prevede un lock-up di 36 mesi con riferimento alle 7.700.000 azioni dagli stessi complessivamente conferite nel patto, pari al 24% circa delle azioni in circolazione.

Nell’ambito della procedura di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia, Intermonte è assistita da:

  • Intesa Sanpaolo (Divisione IMI Corporate & Investment Banking), Global Coordinator, Bookrunner e Specialist;
  • Intermonte SIM, Co-Lead Manager;
  • BPER Banca, Nominated Advisor;
  • Studio legale Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, consulente legale;
  • BC Communication, advisor per la comunicazione.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.