www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 7.400 articoli riguardanti l'Euronext Growth Milan

giovedì 24 febbraio 2022

AssoNEXT chiede l'estensione del beneficio fiscale "DL energia" anche per le azioni EGM

AssoNEXT, l'associazione di categoria delle società quotate su Euronext Growth Milan, ha scritto una lettera aperta al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, al ministro dell'Economia e delle Finanze Daniele Franco e al ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.

Nella lettera si fa riferimento all'approvazione del cosiddetto DL energia, che ha riproposto le agevolazioni fiscali (di cui agli all'art. 5 della L. 448/2001) in merito alla rivalutazione partecipazioni così da consentire, anche per il 2022, a persone fisiche di rivalutare il costo o il valore di acquisto delle partecipazioni alla data del 1° gennaio 2022, affrancando in tutto o in parte le plusvalenze conseguite, allorché le partecipazioni vengano cedute a titolo oneroso.

AssoNEXT chiede di includere nelle partecipazioni soggette al beneficio fiscale anche le azioni o altri strumenti finanziari emessi da società ammesse alle negoziazioni su sistemi multilaterali di negoziazione come Euronext Growth Milan, di cui sono titolari persone fisiche.

AssoNEXT ha avanzato la suddetta richiesta per fugare ogni dubbio circa l'applicabilità della disciplina di favore a tali emittenti i cui soci fondatori, secondo una recente Circolare dell'Agenzia dell’Entrate (Circolare 1/E/2021 del 22 gennaio 2021), non possono più accedere alla rivalutazione delle partecipazioni. 

La lettera, firmata dal presidente Giovanni Natali e dalla vicepresidente Anna Lambiase, evidenzia che:

"L'economia è in momento critico e occorre fare chiarezza per evitare ingiustificate e gravi penalizzazioni per i soci fondatori delle PMI che hanno deciso accedere al mercato dei capitali al fine di assicurare alla propria impresa una robusta fonte complementare di finanziamento per la crescita.

La posizione della Agenzia delle Entrate penalizza ingiustamente il mercato dei capitali rispetto al mercato del private equity, il che comporta una serie di non trascurabili costi sociali, tra cui il più rilevante è la mancata democratizzazione della creazione di valore. 

Le PMI vanno incoraggiate verso la quotazione al fine di ampliare quanto più possibile la platea degli investitori. 

Le PMI debbono poter scegliere quale strada percorrere per sostenere la crescita senza penalizzazioni fiscali qualora optino per i mercati alternativi per le PMI."

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.