www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 4.400 articoli pubblicati

Visualizzazione post con etichetta Approfondimenti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Approfondimenti. Mostra tutti i post

domenica 17 gennaio 2021

L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane

L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane
L'impatto della crisi da Covid-19
sull'accesso al mercato dei capitali
delle PMI italiane
Pubblicata una ricerca delle Banca d'Italia: L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane (26 pagine, formato pdf).

Abstract 
Esaminando le caratteristiche di 88 imprese italiane ammesse al mercato AIM Italia tra il 2013 e il 2019, la nota individua il profilo medio di un'impresa non finanziaria di PMI che decide di quotarsi in borsa. 

Tale profilo viene utilizzato per stimare il numero di PMI potenzialmente più qualificate alla quotazione nella fase precedente alla diffusione del Covid-19. 

I risultati mostrano la presenza di quasi 2.800 PMI non finanziarie con caratteristiche ampiamente idonee alla quotazione prima della diffusione della pandemia. 

Impiegando simulazioni sui bilanci aziendali per il 2020 e tenendo opportunamente conto degli effetti della prima ondata della pandemia, lo stesso tipo di stima viene elaborata per il 2021. 

Sebbene gli effetti della crisi sanitaria riducano tale bacino del 20 o del 25 per cento a seconda dello scenario di riferimento, il numero delle imprese quotabili rimarrebbe molto elevato anche all'inizio del 2021. 

È quindi ipotizzabile che la tendenza alla quotazione in borsa possa riprendere dopo che la crisi da Covid-19 si sarà esaurita

Autori: Giuseppe Buscemi, Simone Narizzano, Francesco Savino, Gianluca Viggiano

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

giovedì 14 gennaio 2021

Report AIM Italia – Speciale anno 2020

Report AIM Italia - Speciale anno 2020 di MIT SIM
Report AIM Italia - Speciale anno 2020 di MIT SIM
Pubblicato il Report AIM Italia - Speciale anno 2020 di MIT SIM del mese di dicembre 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (20 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

Webinar sul Credito di imposta Ipo

IR TOP Consulting ha organizzato per mercoledì 27 gennaio 2020 l'evento virtuale (su Zoom):

Bonus IPO: estensione del Credito di Imposta al 2021. 

Descrizione
La proroga del Credito d’Imposta sui costi di Ipo contenuta nella Finanziaria 2021 permetterà un maggiore incentivo per la quotazione delle Pmi e per la diffusione della cultura del mercato dei capitali.

Consentirà una canalizzazione efficace della liquidità dei fondi, anche Pir, con importanti riflessi sul rilancio del nostro Paese e sulla crescita economica oltre che sulla qualità della struttura finanziaria delle imprese italiane.

Link per iscriversi.

11:00
Introduzione
“Mercati dei capitali ed evoluzione normativa"
Giulio Centemero, Capogruppo Lega presso la Commissione Finanze alla Camera

“Lo SME Growth Market per la crescita delle imprese”
Fabio Brigante, Head of Mid & Small Caps Origination
Borsa Italiana

“La transizione dal sistema bancario al sistema finanziario per le Pmi”
Angelo Deiana, Presidente
Confassociazioni e Ancp 

“Il Bonus Ipo e il processo di quotazione delle Pmi”
Anna Lambiase, Amministratore Delegato
IR TOP Consulting

Le testimonianze delle Pmi quotate che hanno usufruito del Bonus Ipo:
Gibus - Gianfranco Bellin, Ceo
Confinvest - Giacomo Andreoli, Ceo
Matica Fintec - Sandro Camilleri, Ceo

Modera: Lucilla Incorvati, Il Sole24Ore

Partner: 
  • PMI Capital, 
  • Confassociazioni (Confederazione Associazioni professionali), 
  • ANCP (Associazione nazionale consulenti patrimoniali),
  • Mediocredito Trentino Alto Adige.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

lunedì 11 gennaio 2021

Quanto costa fare un'IPO su AIM Italia?

Abbiamo cercato di rispondere a questa domanda analizzando le 21 IPO effettuate su AIM Italia nel 2020.

Campione analizzato
  • Unidata
  • Sebino
  • Cy4gate
  • Fabilia Group
  • Sourcesense
  • Fenix Entertainment
  • Reti
  • Labomar
  • Esi
  • TrenDevice
  • Osai Automation System
  • Euro Cosmetic
  • Tecma Solutions
  • Promotica
  • Comal
  • Tenax International
  • IgeaMed
  • MIT SIM
  • Convergenze
  • Planetel
  • eVISO

Alcune statistiche
Il capitale raccolto in sede di IPO è variato da un minimo di 389.000 euro a un massimo di 29.900.000 euro.

Il valore medio raccolto è stato di 6.449.000 euro, il valore mediano di 3.564.000 euro.

Il costo totale dell'IPO, compreso il collocamento, è variato da un minimo di 495.000 euro a un massimo di 2.500.000 euro.

Il costo medio è stato di 938.000 euro, il valore mediano di 800.000 euro.

Il costo dell'IPO ha inciso sui capitali raccolti, per una percentuale variabile tra un minimo del 8,28% e un massimo del 127,25%.

L'incidenza media è stata del 26,40%, quella mediana è stata del 19,64%.

Rapporto costi - raccolta
Come variano i costi al variare del capitale raccolto?

Per saperlo abbiamo mappato, su un piano cartesiano, le coppie costituite da
  • Capitale raccolto in sede di IPO,
  • Costo totale dell'IPO.
Abbiamo quindi tracciato la retta che meglio descrive il rapporto tra i due dati, utilizzando per la stima il metodo statistico Theil-Sen, più affidabile e robusto del normale metodo dei minimi quadrati.

Costi IPO su AIM Italia (2020)


Costo totale dell'IPO
La formula risultante è la seguente:
  • Importo fisso 575.000 euro,
  • + 6,32% dell'ammontare raccolto sul mercato in fase di IPO.
In un articolo del 5 settembre 2018 avevamo analizzato i costi di quotazione di 23 IPO effettuate sull'AIM Italia tra febbraio 2017 e agosto 2018, in un periodo precedente all'approvazione del credito d'imposta per le spese di quotazione, fino a un limite massimo di 500.000 euro.

La formula risultante era la seguente:
  • Importo fisso 362.000 euro,
  • + 7,15% dell'ammontare raccolto sul mercato in fase di IPO.
Se analizziamo un'ipotetica IPO con una raccolta lorda pari a quella mediana del 2020, di 3,564 mln di euro, l'attuale costo totale standard risulta essere pari a 800.245 euro, con un aumento di +183.419 euro (+29,7%) rispetto al costo precedentemente stimato di 616.826 euro.

Sembra quindi che parte del credito d'imposta sia stato parzialmente assorbito da un aumento dei costi di quotazione, operato dagli intermediari interessati.

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

giovedì 7 gennaio 2021

Classifica 2020 dei Global Coordinator

Pubblichiamo la classifica dei Global Coordinator di AIM Italia, relativa ai collocamenti del 2020:

IMI - Intesa Sanpaolo
1 società, 29,900 mln di euro
05/10/2020 Labomar

Alantra
3 società, 24.007 mln di euro
09/11/2020 Tecma Solutions
16/12/2020 Comal
30/12/2020 Planetel

Integrae SIM 
8 società, 21,380 mln di euro
19/06/2020 Sebino
11/08/2020 Fabilia Group
12/08/2020 Sourcesense
10/09/2020 Reti
26/10/2020 Esi
27/11/2020 Promotica
22/12/2020 IgeaMed
30/12/2020 Convergenze

Equita SIM
1 società, 21,125 mln di euro
24/06/2020 Cy4gate

EnVent Capital Markets
5 società, 14,565 mln di euro
16/03/2020 Unidata
14/08/2020 Fenix Entertainment
27/10/2020 TrenDevice
18/12/2020 Tenax International
28/12/2020 MIT SIM

UBI Banca
1 società, 8.700 mln di euro
30/12/2020 eVISO

Banca Profilo
1 società, 7,998 mln di euro
06/11/2020 Euro Cosmetic

BPER Banca
1 società, 7,749 mln di euro
03/11/2020 Osai Automation System

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

mercoledì 6 gennaio 2021

Agenzia dell’Entrate, ok al beneficio fiscale delle Pmi innovative sull'AIM Italia

L’Agenzia dell’Entrate, con la circolare n. 32 del 23/12/2020, emessa a conclusione della consultazione pubblica relativa alla “Nozione di mercato regolamentato rilevante nella normativa in materia di imposte sui redditi”, conferma il mantenimento delle agevolazioni fiscali delle Pmi innovative quotate su AIM Italia.

Il c.d. Decreto Rilancio ha introdotto una ulteriore detrazione, per i soli soggetti Irpef, pari al 50% dell’importo investito a titolo di capitale e sovrapprezzo in Pmi innovative, direttamente ovvero per il tramite di Oicr che investano prevalentemente in Pmi innovative. 

Il tutto nei limiti del regime c.d. “de minimis”. 

L’investimento massimo detraibile al 50% è pari a 300.000 euro all’anno e la disciplina della c.d. “detrazione maggiorata”, di cui si attende il decreto ministeriale attuativo, si applicherà in via prioritaria rispetto a quella ordinaria del 30%. 

Per importi investiti oltre tale soglia si applicherà la detrazione ordinaria del 30% (fino a un massimo annuo di 1 mln di euro), operante anche per le persone giuridiche mediante deduzione Ires per un ammontare massimo annuo di 1,8 mln di euro.

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

martedì 5 gennaio 2021

Classifica 2020 dei Nominated Adviser

Pubblichiamo la classifica, per numerosità degli incarichi, dei Nomad di AIM Italia, aggiornata al 31 dicembre 2020:

Integrae SIM 36

EnVent Capital Markets 31

Banca Finnat 19

BPER Banca 9

Alantra 7
CFO SIM 7

Banca Profilo 6
Intesa Sanpaolo – UBI Banca 6

Banca Akros 4
Equita SIM 4

Banca Intermobiliare 3
Banca Mediolanum 3

Baldi Finance 1
Fidentis Equities 1
MPS Capital Services 1

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

venerdì 18 dicembre 2020

IR Top Consulting esprime parere favorevole al mantenimento di AIM Italia quale sistema multilaterale di negoziazione

IR Top Consulting, in risposta alla consultazione pubblica avviata dall’Agenzia dell’Entrate relativa alla bozza di circolare esplicativa della “Nozione di mercato regolamentato rilevante nella normativa in materia di imposte sui redditi”, ha presentato il proprio parere esprimendo l’esigenza di conservare la qualifica di AIM Italia quale “sistema multilaterale di negoziazione” e quindi di “mercato non regolamentato”.

Il tutto, tra l’altro con la finalità di garantire e confermare l’attuale ecosistema che favorisce la quotazione in Borsa delle PMI innovative, senza che ciò comporti alcuna decadenza dagli incentivi fiscali previsti per le PMI innovative in capo agli investitori. 

Nell’ottica di sviluppo delle imprese italiane di eccellenza è auspicabile conservare un contesto che faciliti la quotazione delle PMI attraverso canali alternativi come AIM Italia, e in tale contesto, agevolare l’accesso delle PMI innovative a tale mercato, garantendone l’opportunità di continuare a godere degli incentivi fiscali che la legge attualmente prevede per tali soggetti.

Anna Lambiase, fondatore e ceo di IR Top Consulting
Anna Lambiase,
fondatore e ceo di IR Top Consulting
Commenta Anna Lambiase, fondatore e ceo di IR Top Consulting:

“Riteniamo di fondamentale importanza distinguere le caratteristiche dei mercati non regolamentati per garantire un ecosistema di sviluppo delle PMI innovative, con un accesso semplificato al mercato dei capitali, senza che queste ultime decadano da tale regime. 

Nel parere avanzato all’Agenzia abbiamo evidenziato come gli stessi operatori finanziari abbiano da sempre considerato i sistemi multilaterali di negoziazione, dal punto di vista fiscale, distinti dai mercati regolamentati. 

L’interesse crescente degli investitori per le PMI innovative è fortemente collegato all’appeal fiscale, riproposto dal Decreto Rilancio che ha inserito una nuova detrazione dall’Irpef pari al 50% dell’importo investito a titolo di capitale e sovrapprezzo in uno o più start-up innovative o PMI innovative direttamente o per il tramite di organismi collettivi di investimento del risparmio. 

Secondo l’Osservatorio AIM, le PMI innovative AIM rappresentano un ampio potenziale target di investimento dei PIR Alternativi.

Nel periodo 2020-2024 sulla base delle ipotesi del Governo, abbiamo stimato un afflusso di risorse per 5,2 mld di euro su AIM Italia da questi strumenti che presentano un maggior focus sull’economia reale e sono rivolti a investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo

Nell’ultimo triennio AIM Italia ha attratto numerose PMI Innovative (55% del totale IPO) raccogliendo capitali da investitori anche grazie ad incentivi fiscali. 

Parallelamente con la finalità di altri strumenti finanziari di favorire lo sviluppo dell’economia reale nazionale semplificando l’accesso delle PMI al mercato azionario.

Riteniamo necessario il mantenimento dello status di mercato non regolamentato per AIM Italia ai fini del riconoscimento degli incentivi in capo agli investitori di PMI innovative anche con l’obiettivo, post Covid-19 di ricapitalizzare le imprese.”

Per garantire un accesso facilitato delle PMI al mercato dei capitali, IR Top Consulting ha ritenuto importante sottolineare nel parere l’importanza di preservare le peculiarità degli MTF come AIM Italia, evidenziando come il livello di flessibilità regolamentare, la documentazione e i tempi richiesti per la quotazione, la disciplina dell’informativa al pubblico siano costruiti e calibrati sulle esigenze delle PMI favorendone il processo di quotazione. 

Secondo il parere di IR Top Consulting, anche nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate qualificasse l’AIM quale “mercato regolamentato”, deve essere preservata la possibilità che le società quotate sul sistema multilaterale di negoziazione possano qualificarsi come “PMI innovative”.

Inoltre, l’eventuale qualificazione, da parte dell’Agenzia delle Entrate, dell’AIM quale “mercato regolamentato” non deve in nessun caso pregiudicare i comportamenti sinora assunti da Emittenti, investitori e operatori, e pertanto si è richiesta una “clausola di salvaguardia” per eventuali comportamenti pregressi. 

Il tema della distinzione di AIM Italia dai mercati regolamentati è di primaria importanza poiché numerose PMI innovative sono presenti sul listino AIM e il mantenimento stesso della qualifica e delle disposizioni agevolative è di primaria importanza per lo sviluppo del mercato dei capitali.

L’ipotesi di classificare AIM quale mercato regolamentato potrebbe inficiare il quadro dei benefici di IPO, per la quotazione delle PMI Innovative. 

Con riferimento al tema generale del mercato AIM come “sistema multilaterali di negoziazione”, IR Top Consulting ha evidenziato nel parere come, finora, gli operatori finanziari, all’unanimità, abbiano ritenuto che i sistemi multilaterali di negoziazione fossero distinti dai mercati regolamentati dal punto di vista fiscale. 

Inoltre, nell’ordinamento tributario italiano, alcune norme fanno riferimento agli MTF equiparandoli ai mercati regolamentati mentre altre richiamano solo questi ultimi.

Ciò ha indotto a ritenere che il legislatore non ponesse sullo stesso piano le due tipologie di mercato.

Sia sul sito della Consob sia su quello dell’ESMA, i mercati regolamentati e i sistemi multilaterali sono indicati in elenchi diversi. 

Esistono differenze fra le due tipologie di mercato.

La prima riguarda l’autorizzazione della Consob per i mercati regolamentati, che è rilasciata al “sistema” e può essere ottenuta esclusivamente dalle società di gestione del mercato, mentre quella per i sistemi multilaterali può essere rilasciata anche alle banche ed imprese di investimento.

Lato emittenti, inoltre, nel processo di ammissione a quotazione su AIM, né Consob né Borsa italiana esaminano né approvano il contenuto del documento di ammissione, differenziando di fatto l’iter procedurale rispetto al Mercato Regolamentato.

Secondo le analisi dell’Osservatorio AIM, centro di ricerca finanziaria dell’Ufficio Studi di IR Top Consulting, sono 55 le PMI innovative quotate sul mercato AIM Italia e rappresentano il 41% in termini di numero di società e il 26% in termini di capitalizzazione di mercato (pari a 1,6 mld di euro). 

Registrano una capitalizzazione media di 29 mln di euro e una raccolta media di 5 mln di euro

I principali settori in cui le PMI innovative quotate su AIM operano sono Tecnologia (35%), Media (16%), Industria (15%), Servizi (13%) ed Healthcare (7%). 

14 società AIM hanno ottenuto la qualifica nel 2019, 4 nel 2020.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

lunedì 14 dicembre 2020

Report AIM Italia di novembre 2020

Report AIM Italia di MIT SIM del mese di novembre 2020
Report AIM Italia di MIT SIM
del mese di novembre 2020
Pubblicato il Report AIM Italia di MIT SIM del mese di novembre 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (15 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 22 novembre 2020

Retail Investors’ Trading and Stock Market Liquidity

Retail Investors’ Trading and Stock Market Liquidity
Retail Investors’ Trading
and Stock Market Liquidity
Pubblicata in rete una interessante ricerca: Retail Investors’ Trading and Stock Market Liquidity (37 pagine, in inglese, formato pdf).

Abstract
The paper investigates the relation between retail investors’ participation in trading and aggregate stock market liquidity. 

The findings show a positive and significant relation between retail investors’ trading and stock market liquidity

Examination of the determinants of retail investors’ trading reveals that, on average, retail investors with more diversified trading activity tend to trade when liquidity is higher, the frequency of their arrival to the market is not affected by the level of liquidity, and retail investors are willing to trade at a lower liquidity level as sellers than as buyers. 

Moreover, retail investors’ trading does not create price noise at the aggregate market level. 

Overall, the evidence suggests that retail investors contribute to market quality

Autore: Menachem Abudy

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

martedì 10 novembre 2020

Report AIM Italia di ottobre 2020

Report AIM Italia di MIT SIM del mese di ottobre 2020
Report AIM Italia di MIT SIM
del mese di ottobre 2020
Pubblicato il Report AIM Italia di MIT SIM del mese di ottobre 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (16 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

mercoledì 14 ottobre 2020

Report AIM Italia di settembre 2020

Report AIM Italia di MIT SIM del mese di settembre 2020
Report AIM Italia di MIT SIM
del mese di settembre 2020
Pubblicato il Report AIM Italia di MIT SIM del mese di settembre 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (19 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

In questo numero focus sulle relazioni semestrali. Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

giovedì 8 ottobre 2020

L'analista Cristian Frigerio spiega come investire sull'AIM Italia

Puntata di lunedì 5 ottobre 2020 della rubrica che l'emittente televisiva Class Cnbc dedica all'AIM Italia.

Puntata dedicata a come investire sull'AIM Italia.

L'analista finanziario Cristian Frigerio di 4AIM SICAF e MIT SIM spiega trucchi e segreti dei professionisti.

Conduce Emerick De Narda.

Fonte: Class Cnbc, durata 22:54.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

giovedì 24 settembre 2020

IR Top Consulting: 1-2 ottobre appuntamento con l’AIM Investor Day

L’Investor Day annuale di IR Top Consulting dedicato al confronto tra 30 società AIM e Investitori Istituzionali si fa virtuale. 

Appuntamento su Zoom, l’1 e il 2 ottobre 2020, a partire dalle 9, con l’AIM Investor Day.


AGENDA 1 OTTOBRE

9:00

BENVENUTO Barbara Lunghi, Head of Primary Markets BORSA ITALIANA

“PIR ALTERNATIVI: STIMA DELL’IMPATTO SU AIM ITALIA” IR TOP CONSULTINGAnna Lambiase

9:30 B2 FOPE Diego Nardin (CEO) gioielli r 10,2% fv 6,99

9:45 A GIBUS Gianfranco Bellin (CEO) edilizia r 12,1% fv 5,31

10:00 C MAILUP Nazzareno Gorni (CEO) digitale r 8,4% fv 4,06

10:15 FABILIA GROUPMattia Bastoni (CEO) servizi personali

10:30 C DHH Giandomenico Sica (Presidente esecutivo) digitale r 9,2% fv 10,5

10:45 B1 CONFINVEST Giacomo Andreoli (CEO) finanza r 10,8% fv 4,06

11:00 A ILPRA Maurizio Bertocco (CEO) industria r 11,9% fv 1,90

11:15 B1 FINLOGIC Dino Natale (CEO) industria r 10,9% fv 5,44

11:30 B1 CIRCLE Luca Abatello (CEO) servizi aziendali r 10,9% fv 2,88

11:45 ENERGICA MOTOR COMPANYLivia Cevolini (CEO) mobilità elettrica

12:00 B1 KOLINPHARMA Rita Paola Petrelli (CEO) salute r 10,4% fv 8,33

12:15 RETI Bruno Paneghini (CEO) digitale

12:30  B1 PORTOBELLO Roberto Panfili (COO) servizi aziendali r 10,0% fv 12,3

12:45 C ANTARES VISIONEmidio Zorzella (CEO) industria r 8,6% fv 8,77

Intervallo 

15:00 B1 ASSITECA Gabriele Giacoma (CEO) assicurazioni r 10,9% fv 2,08

15:15 B1 COMER INDUSTRIESMatteo Storchi (CEO) industria r 10,8% fv 10,6

15:30 B1 MAPSMarco Ciscato (Presidente) digitale r 10,7% fv 2,21

15:45 C SALCEF GROUP  – Valeriano Salciccia  (CEO) industria r 10,3% fv 11,6


AGENDA 2 OTTOBRE

9:00 “IR TOP RESEARCH & CREDIT RISK ASSESSMENT” Luisa Primi, IR Top Research - Gabriele Sabato, Wiserfunding Ltd

TAVOLA ROTONDA INVESTITORI AIM

Algebris, Luca Mori

Amaranto Sim, Gianpaolo Rivano

Banca Finnat, Emanuele Bonabello

First Capital, Vincenzo Polidoro


10:00 B2 INDUSTRIE CHIMICHE FORESTALIGuido Cami (CEO) industria r 13,4% fv 5,63

10:15 B1 DIGITOUCH Simone Ranucci Brandimarte (Presidente esecutivo) digitale r 10,9% fv 1,30

10:30 A BFC MEDIADenis Masetti (CEO) comunicazione r 12,9% fv 1,93

10:45 B2 DIGITAL 360Andrea Rangone (CEO) digitale r 10,0% fv 1,23

11:00 B1 DOXEE Sergio Muratori Casali (CEO) digitale r 10,8% fv 3,44

11:15 B1 RENERGETICA Davide Sommariva (CEO) energia r 11,1% fv 4,22

11:30 B2 LONGINO & CARDENALRiccardo Uleri (CEO) alimentare r 9,7% fv 2,20

11:45 B1 CLABO Pierluigi Bocchini (CEO) industria r 11,7% fv 1,06

12:00 C RELATECH Pasquale Lambardi (CEO) digitale r 9,4% fv 4,61

12:15 B1 PORTALE SARDEGNAMassimiliano Cossu (CEO) servizi personali r 13,3 fv 1,90

12:30 INNOVATEC Roberto Maggio (CEO) energia

12:45 B1 MATICA FINTECSandro Camilleri (CEO) industria r 11,0% fv 1,58


PER ISCRIVERSI: ZOOM

Per maggiori informazioni: info@irtop.com – 02 45.47.38.84

lunedì 14 settembre 2020

4AIM Monthly Report di agosto 2020

4AIM Monthly Report di agosto 2020
4AIM Monthly Report di agosto 2020
Pubblicato il 4AIM Monthly Report del mese di agosto 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (16 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

lunedì 17 agosto 2020

4AIM Monthly Report di luglio 2020

4AIM Monthly Report del mese di luglio 2020
4AIM Monthly Report
del mese di luglio 2020
Pubblicato il 4AIM Monthly Report del mese di luglio 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (16 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

venerdì 24 luglio 2020

Pubblicato l'Osservatorio AIM

Anna Lambiase, fondatore e ceo di IR Top Consulting, advisor finanziario per la quotazione su AIM Italia, ha presentato i risultati e i trend dell’Osservatorio AIM,

L'Osservatorio è stato elaborato dall’ufficio studi della società e fornisce una fotografia dell’evoluzione del mercato AIM negli ultimi 5 anni.

Anna Lambiase, fondatore e ceo di IR Top Consulting
Anna Lambiase, fondatore e ceo
di IR Top Consulting
Analisi, 7 pagine, formato pdf.

Settori, 9 pagine, formato pdf.

Governance, 8 pagine, formato pdf.

Investitori istituzionali, 5 pagine, formato pdf.

ESG (environmental, social, governance), 5 pagine, formato pdf.

Liquidità, 5 pagine, formato pdf.

Guida IPO su AIM Italia, 16 pagine, formato pdf.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

giovedì 16 luglio 2020

AssoAIM sentita dalla Commissione Finanza della Camera

Commissione Finanze della Camera dei Deputati.

Indagine conoscitiva sui mercati finanziari al servizio della crescita economica.

Audizione in videoconferenza con rappresentanti dell’Associazione emittenti Aim Italia (AssoAIM).

Partecipano all'audizione:
  • Vincenzo Polidoro, ceo di First Capital;
  • Giovanni Natali, presidente di 4AIM SICAF.
15 luglio 2020.


Fonte: Camera dei Deputati, durata 25:27.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

mercoledì 15 luglio 2020

EuroNext (segmento Access) ringrazia!

AIM Italia ha recentemente deciso l'introduzione di un segmento riservato.

Potranno operare sui titoli ammessi al segmento solo investitori istituzionali e professionali.

Di seguito alcune considerazioni relative alle 3 principali variabili di qualsiasi investimento finanziario: rischio, liquidità e rendimento.

1. Rischio
Ci è francamente incomprensibile come possano convivere, nella regolamentazione pubblica degli investimenti finanziari, due modalità così completamente opposte:

Equity Crowdfunding
Da una parte c'è una legislazione che promuove l'investimento di rischio attraverso il sistema dell'Equity Crowdfunding, in cui vengono proposte al pubblico quote di:
  • società di nuova costituzione, ad altissimo rischio;
  • con un minimo di contenuto informativo;
  • a prezzi stabiliti unilateralmente dall'emittente;
  • senza nessuna liquidità.
Comparto separato di AIM Italia
Dall'altra parte si impedisce allo stesso pubblico di piccoli investitori di investire in:
  • società in una fase di sviluppo più avanzata (e quindi meno rischiose);
  • con un documento di ammissione ricco di informazioni;
  • con investitori istituzionali che hanno sottoscritto il titolo dopo una fase di due diligence approfondita che assicura che il prezzo offerto sia ragionevole;
  • con una liquidità, che seppure limitata, è varie volte maggiore.
2. Liquidità
Ammettiamo che una startup decida nonostante tutto di quotarsi su questo nuovo comparto AIM.

Avrebbe come liquidità quella fornita da:
  • investitori istituzionali;
  • investitori professionali.
I primi ormai costituiscono una quota significativa degli azionisti delle società quotate all'AIM Italia, ma normalmente non sono altrettanto attivi sul lato del trading, e in ogni caso preferiscono società sopra una certa capitalizzazione.

Gli investitori professionali costituiscono una parte minoritaria dell'attuale mercato AIM e difficilmente potrebbero garantire un livello di liquidità sufficiente.

Tenuto conto che la principale critica che si fa all'AIM Italia è la sua bassa liquidità, se escludiamo i piccolo azionisti (compresi i trader), come sarà la liquidità del nuovo comparto?

3. Rendimento e costo del capitale azionario
Il rendimento implicito (lordo) mediano dell'investimento in un'azione di una società quotata sull'AIM Italia è attualmente di circa 11,1%, che si confronta con un rendimento (mediano) di un'azione del Ftse Mib di circa 8,8%.

Lo spread medio tra i due rendimenti, negli ultimi due anni è stato di 1,72%.

In sostanza le azioni AIM Italia rendono un po' di più perché sono emesse da società a minore capitalizzazione, più rischiose e meno liquide.

Ma non molto di più.

Cosa succederà ai titoli del nuovo comparto, caratterizzato da ancora minore liquidità?

Per attirare gli investitori dovranno offrire un rendimento implicito più alto dell'attuale.

Dal punto di vista dell'impresa, un rendimento più alto significa una valutazione più bassa e un costo del capitale di rischio più alto.

Costi più alti proprio per le imprese che hanno un forte fabbisogno di capitale per crescere velocemente sui mercati: non un grande risultato.

EuroNext
Logo di EuroNext
Logo di EuroNext
All'EuroNext di Parigi sono attualmente quotate in esclusiva solo 5 imprese italiane (più 2 con doppio listing), che si confrontano alle 128 presenti sull'AIM Italia.

L'EuroNext dedica alle PMI 3 segmenti: il segmento Growth, che è approssimativamente paragonabile all'AIM Italia, e i segmenti Access e Access+, con requisiti di quotazione ancora inferiori.

Tutti e tre i segmenti sono aperti agli investitori retail.

229 imprese sono quotate sul segmento Growth e 180 sui segmenti Access.

Domande retoriche
Dove andranno a quotarsi le nuove startup e pmi innovative italiane?

In un mercato che le discrimina impedendo loro l'accesso ai piccoli investitori o ad uno che non lo fa?

E cosa succederà dopo?

Quando quelle stesse imprese saranno ormai cresciute, rimarranno a Parigi o torneranno in Italia?

In sostanza: EuroNext ringrazia!

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

lunedì 13 luglio 2020

4AIM Monthly Report di giugno 2020

4AIM Monthly Report del mese di giugno 2020
4AIM Monthly Report
del mese di giugno 2020
Pubblicato il 4AIM Monthly Report del mese di giugno 2020, a cura dell'analista finanziario Cristian Frigerio (16 pagine, formato pdf).

Il report è uno strumento creato per dare una panoramica dei fondamentali delle società quotate all'AIM Italia e dei multipli che il mercato attribuisce ai singoli titoli.

In questo numero focus sui multipli storici e previsionali di tutte le società presenti sul mercato.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.