www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 7.000 articoli riguardanti l'Euronext Growth Milan

Visualizzazione post con etichetta Approfondimenti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Approfondimenti. Mostra tutti i post

lunedì 27 giugno 2022

The SPAC Trap: How SPACs Disable Indirect Investor Protection

Pubblicata in rete una interessante ricerca in inglese: The SPAC Trap: How SPACs Disable Indirect Investor Protection (10 pagine).

The SPAC Trap: How SPACs Disable Indirect Investor Protection
The SPAC Trap: How SPACs
Disable Indirect Investor Protection
Abstract
Indirect investor protection makes investment in most public securities safe even without understanding their terms or the underlying business. 

SPACs disable this protection by offering two alternative payoffs from the same security, the SPAC share, in the de-SPAC: the redemption value, or a share in the post-de-SPAC entity. 

The former is usually higher and chosen by sophisticated repeat players, while unsophisticated investors elect the latter or receive it by default. 

Before the de-SPAC, the SPAC share price reflects the higher payoff, such that unsophisticated investors systematically overpay. 

This overpayment is captured, directly or indirectly, by SPAC sponsors and IPO investors. 

This allows the latter to make money from SPACs even if SPACs create negative social value.

SPACs were probably not designed specifically for the purposes of trapping unsophisticated investors while enriching sophisticated sponsors and investors

But that is what they have evolved into.

Autori: Holger Spamann, Hao Guo

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

giovedì 16 giugno 2022

A Sober Look at SPACs

Pubblicata in rete una interessante ricerca in inglese: A Sober Look at SPACs (96 pagine).

A Sober Look at SPACs
A Sober Look at SPACs
Abstract
Special Purpose Acquisition Companies (SPACs)—touted as a better alternative to an IPO for taking a company public—have become the next big thing in the securities markets. 

This Article analyzes the structure of SPACs and the costs embedded in that structure. 

We find that costs embedded in the SPAC structure are subtle, opaque, higher than has been previously recognized, and higher than the cost of an IPO. 

Although SPACs raise $10.00 per share from investors in their IPOs, by the time a SPAC merges with a private company to take it public, the SPAC holds far less in net cash per share to contribute to the combined company. 

For SPACs that merged during our primary sample period of January 2019 through June 2020, mean and median net cash per share were $4.10 and $5.70, respectively. 

Between June 2020 and November 2021, net cash per share was somewhat higher but far below $10. 

We find that SPAC costs are not born by the companies they take public, but instead by the SPAC shareholders who hold shares at the time SPACs merge. 

These investors experience steep post-merger losses, while SPAC sponsors profit handsomely. 

This Article concludes by suggesting that the SEC promulgate disclosure requirements specific to SPAC mergers that make clear SPACs' costs and sponsors’ incentives, and that equalize regulatory preferences that SPACs enjoy compared to IPOs.

Autori: Michael Klausner, Michael Ohlrogge, Emily Ruan

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

martedì 7 giugno 2022

Tasso di rendimento dell'investimento azionario globale

Dal giugno 2022 iniziamo a pubblicare, con cadenza mensile, la nostra stima del tasso di rendimento implicito dell'investimento azionario, su base globale.

A tale fine utilizziamo come benchmark di riferimento l'indice MSCI ACWI che copre 23 paesi avanzati e 24 paesi emergenti, per un complesso di 2.933 società quotate.

Per il calcolo del tasso di rendimento facciamo uso della metodologia Roe Discount Model (RDM), la stessa che già utilizziamo per calcolare il rendimento del FTSE MIB e del nostro indice EGM Investable.

Segnaliamo alcune differenze tecniche nel calcolo del rendimento dei 3 indici:

  • Per l'EGM Investable e il FTSE MIB utilizziamo il valore mediano dei rendimenti dei singoli componenti dell'indice, mentre per l'MSCI ACWI utilizziamo la media ponderata;
  • Per l'EGM Investable i dati contabili di riferimento sono i risultati attesi "corretti" a 2/4 anni;
  • Per il FTSE MIB i risultati attesi a 1 e 3 anni;
  • Per l'MSCI ACWI i risultati attesi a 1 anno.

Il tasso di rendimento che pubblichiamo è nominale e lordo.

Non tiene cioè conto dell'inflazione attesa e dell'imposizione fiscale a carico dell'investitore.

Perché il nuovo dato?
Abbiamo deciso di introdurre questa nuova valutazione a seguito di un sondaggio informale con alcuni nostri abbonati, molti dei quali ci hanno fatto presente che il loro universo di riferimento è mondiale e che il mercato azionario italiano rappresenta ormai solo una piccola parte del loro portafoglio azionario.

In effetti l'Italia pesa con lo 0,67% sull'indice MSCI ACWI.

Come replicare il portafoglio globale?
Per l'investitore, l'unico modo possibile per emulare l'andamento dell'indice MSCI ACWI è quello di investire in un ETF (Exchange-Traded Fund) che replichi tale portafoglio globale.

Attualmente esistono:

  • 3 ETF armonizzati che replicano l'indice MSCI ACWI;
ISIN IE00B6R52259, Ticker IUSQ - iShares MSCI ACWI UCITS ETF (Acc)
ISIN IE00BYM11H29, Ticker ACWIA - UBS ETF (IE) MSCI ACWI SF UCITS ETF (USD) A-acc
ISIN IE00B44Z5B48, Ticker ACWE - SPDR MSCI ACWI UCITS ETF
  • 1 ETF che replica l'indice MSCI ACWI IMI (che include anche titoli a bassa capitalizzazione);
ISIN IE00B3YLTY66, Ticker IMIE - SPDR MSCI ACWI IMI UCITS ETF
  • 2 ETF che replicano l'indice FTSE Global All Cap Choice (analogo al MSCI ACWI).
ISIN IE00BNG8L278, Ticker V3AA -Vanguard ESG Global All Cap UCITS ETF (USD) Accumulating
ISIN IE00BNG8L385, Ticker V3AL - Vanguard ESG Global All Cap UCITS ETF (USD) Distributing

L'incidenza dei costi è bassa, con un indicatore sintetico di spesa (annua) compreso tra lo 0,20% e lo 0,45%.

Redazione Aim Italia News

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

giovedì 26 maggio 2022

Interazione facile all'Euronext Growth Milan: Aim Italia News risponde

Domanda

Come calcolate il fair value di Gibus?

Grazie per l'attenzione.

Risposta

Il fair value delle società che, come Gibus, costituiscono l'EGM Investable Index, è calcolato facendo la media ponderata tra:
  • Prezzo di mercato;
  • Target price degli analisti;
  • Valutazione fondamentale proprietaria "Aim Italia News".
La nostra valutazione è basata principalmente sulla metodologia Roe Discount Model, applicata ai risultati di bilancio futuri previsti dagli analisti finanziari. 

Sia i risultati di bilancio che i target price sono rettificati della distorsione dovuta all'intrinseco ottimismo degli analisti.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

giovedì 24 febbraio 2022

AssoNEXT chiede l'estensione del beneficio fiscale "DL energia" anche per le azioni EGM

AssoNEXT, l'associazione di categoria delle società quotate su Euronext Growth Milan, ha scritto una lettera aperta al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, al ministro dell'Economia e delle Finanze Daniele Franco e al ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.

Nella lettera si fa riferimento all'approvazione del cosiddetto DL energia, che ha riproposto le agevolazioni fiscali (di cui agli all'art. 5 della L. 448/2001) in merito alla rivalutazione partecipazioni così da consentire, anche per il 2022, a persone fisiche di rivalutare il costo o il valore di acquisto delle partecipazioni alla data del 1° gennaio 2022, affrancando in tutto o in parte le plusvalenze conseguite, allorché le partecipazioni vengano cedute a titolo oneroso.

AssoNEXT chiede di includere nelle partecipazioni soggette al beneficio fiscale anche le azioni o altri strumenti finanziari emessi da società ammesse alle negoziazioni su sistemi multilaterali di negoziazione come Euronext Growth Milan, di cui sono titolari persone fisiche.

AssoNEXT ha avanzato la suddetta richiesta per fugare ogni dubbio circa l'applicabilità della disciplina di favore a tali emittenti i cui soci fondatori, secondo una recente Circolare dell'Agenzia dell’Entrate (Circolare 1/E/2021 del 22 gennaio 2021), non possono più accedere alla rivalutazione delle partecipazioni. 

La lettera, firmata dal presidente Giovanni Natali e dalla vicepresidente Anna Lambiase, evidenzia che:

"L'economia è in momento critico e occorre fare chiarezza per evitare ingiustificate e gravi penalizzazioni per i soci fondatori delle PMI che hanno deciso accedere al mercato dei capitali al fine di assicurare alla propria impresa una robusta fonte complementare di finanziamento per la crescita.

La posizione della Agenzia delle Entrate penalizza ingiustamente il mercato dei capitali rispetto al mercato del private equity, il che comporta una serie di non trascurabili costi sociali, tra cui il più rilevante è la mancata democratizzazione della creazione di valore. 

Le PMI vanno incoraggiate verso la quotazione al fine di ampliare quanto più possibile la platea degli investitori. 

Le PMI debbono poter scegliere quale strada percorrere per sostenere la crescita senza penalizzazioni fiscali qualora optino per i mercati alternativi per le PMI."

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

venerdì 18 febbraio 2022

AssoNEXT propone modifiche normative

AssoNEXT, l'associazione di categoria delle società quotate su Euronext Growth Milan, ha deciso di elaborare una serie di proposte scritte per Borsa Italia e Banca d'Italia

L'obiettivo è affrontare alcune problematiche sorte con la quotazione di Technoprobe.

L'associazione elaborerà proposte indirizzate a Banca d'Italia volte all'introduzione di norme per i fondi UCITS italiani, che non limitino al 10% il totale degli investimenti in società non quotate sui mercati regolamentati, nella cui definizione rientrano quelle presenti sull'EGM.

AssoNEXT proporrà a Borsa Italiana di considerare l'opportunità di individuare un limite massimo di capitalizzazione di mercato (tra i 500 e i 1000 mln di euro) per le IPO su Euronext Growth Milan e, in caso di superamento delle soglie post IPO, di incentivare il passaggio al listino principale. 

Queste proposte sono da considerare "nella logica di continuare a considerare EGM un mercato dedicato alle piccole e medie imprese che perseguono obiettivi di crescita ed eventuale translisting".

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

martedì 4 gennaio 2022

Classifica 2021 dei Global Coordinator di Euronext Growth Milan

Pubblichiamo la classifica dei Global Coordinator di Euronext Growth Milan, relativa ai collocamenti del 2021:

Intesa Sanpaolo
3 società, collocati 156,4 mln di euro
26-05-2021 Revo (Spac, Joint Global Coordinator 1/2) 220,0
20-07-2021 ALA (Joint Global Coordinator 1/3) 23,7
21-10-2021 Intermonte Partners SIM 38,5

Banca Akros
1 società, 138,0 mln di euro
08-07-2021 Industrial Stars of Italy 4 (Spac) 138,0

UBS
1 società, 110,0 mln di euro
26-05-2021 Revo (Spac, Joint Global Coordinator 1/2) 220,0

Equita SIM
4 società, 79,1 mln di euro
20-07-2021 ALA (Joint Global Coordinator 1/3) 23,7
29-10-2021 Defence Tech Holding 25,0
16-11-2021 Racing Force 31,2
20-12-2021 Estrima 15,0

Alantra
5 società, 63,6 mln di euro
17-06-2021 Aton Green Storage 10,0
23-07-2021 Giglio.com 10,6
05-11-2021 Soluzione Tasse 13,0
03-12-2021 Datrix 15,0
23-12-2021 Star7 15,0

Integrae SIM
10 società, 56,1 mln di euro
27-01-2021 Vantea Smart 5,1
30-03-2021 ABP Nocivelli 11,0
13-05-2021 Acquazzurra 2,0
06-07-2021 ID-Entity 2,9
04-08-2021 Nusco 4,6
19-10-2021 Destination Italia 3,4
08-12-2021 International Care Company 2,5
20-12-2021 Lindbergh 4,5
22-12-2021 ISCC Fintech 16,0
29-12-2021 Finanza.tech 4,0

illimity Bank
3 società, 42,6 mln di euro
28-06-2021 MeglioQuesto 17,3
28-07-2021 Compagnia dei Caraibi 13,8
09-12-2021 Svas Biosana (Joint Global Coordinator 1/2) 11,5

EnVent Capital Markets
5 società, 34,5 mln di euro
18-03-2021 Casasold 2,7
06-04-2021 Reevo 5,5
06-07-2021 Spindox 7,1
25-11-2021 Take Off 12,5
22-12-2021 Directa SIM 6,8

Intermonte SIM
2 società, 34,4 mln di euro
04-08-2021 Omer 25,4
17-12-2021 Sababa Security 9,0

Banca Mediolanum
1 società, 30,0 mln di euro
11-03-2021 Almawave 30,0

Banca Profilo
2 società, 28,7 mln di euro
11-11-2021 Cofle 17,2
09-12-2021 Svas Biosana (Joint Global Coordinator 1/2) 11,5

CFO SIM
1 società, 22,9 mln di euro
03-11-2021 Medica 22,9

BPER Banca
3 società, 18,4 mln di euro
20-07-2021 ALA (Joint Global Coordinator 1/3) 23,7
06-08-2021 Ulisse Biomed 5,0
18-11-2021 Nice Footwear 5,5

Bestinver
2 società, 16,2 mln di euro
04-05-2021 Jonix 6,2
21-12-2021 Homizy 10,0

Banca Finnat
4 società, 11,1 mln di euro
26-04-2021 Premia Finance 1,1
26-05-2021 G Rent 3,3
22-11-2021 Alfonsino 4,0
16-12-2021 SIF Italia 2,8


Quote di mercato (escluse Spac)
  1. Equita SIM 16,3% importo (8,1% numero)
  2. Alantra 13,1% (12,2%)
  3. Integrae SIM 11,6% (24,4%)
  4. Intesa Sanpaolo 9,6% (3,3%)
  5. illimity Bank 8,8% (6,1%)

  6. EnVent Capital Markets 7,1% (12,2%)
  7. Intermonte SIM 7.1% (4,9%)
  8. Banca Mediolanum 6,2% (2,4%)
  9. Banca Profilo 5,9% (3,7%)
10. CFO SIM 4,7% (2,4%)
11. BPER Banca 3,8% (5,7%)
12. Bestinver 3,4% (4,9%)
13. Banca Finnat 2,3% (9,8%)

[Questa nuova versione dell'articolo corregge un'inesattezza presente nell'articolo pubblicato originariamente - Ndr]

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

giovedì 30 dicembre 2021

Quanto costa fare un'IPO su Euronext Growth Milan?

Abbiamo cercato di rispondere a questa domanda analizzando le 38 IPO (non Spac ed escluso il Segmento Professionale) effettuate sull'Euronext Growth Milan nel 2021.

Elenco IPO 2021 Euronext growth Milan
  • Vantea Smart
  • Almawave
  • Casasold
  • ABP Nocivelli
  • ReeVo
  • Jonix
  • G Rent
  • Aton Green Storage
  • MeglioQuesto
  • ID-Entity
  • Spindox
  • ALA
  • Giglio.com
  • Compagnia dei Caraibi
  • Nusco
  • Omer
  • Ulisse Biomed
  • Destination Italia
  • Intermonte Partners SIM
  • Defence Tech Holding
  • Medica
  • Soluzione Tasse
  • Cofle
  • Racing Force
  • Nice Footwear
  • Alfonsino
  • Take Off
  • Datrix
  • International Care Company
  • Svas Biosana
  • SIF Italia
  • Sababa Security
  • Estrima
  • Lindbergh
  • Directa SIM
  • ISCC Fintech
  • Star7
  • Finanza.tech
Alcune statistiche
Il capitale raccolto in sede di IPO è variato da un minimo di 2,5 mln di euro a un massimo di 38,5 mln di euro.

Il valore medio raccolto è stato di 12,4 mln di euro, il valore mediano di 10,3 mln di euro.

Il costo totale dell'IPO, compreso il collocamento, è variato da un minimo di 480.000 euro a un massimo di 2.800.000 euro.

Il costo medio è stato di 1.240.000 euro, il valore mediano di 1.120.000 euro.

Il costo dell'IPO ha inciso sui capitali raccolti, per una percentuale variabile tra un minimo del 4,94% e un massimo del 26,09%.

L'incidenza media è stata del 13,53%, quella mediana è stata del 11,47%.

Rapporto costi - raccolta
Come variano i costi al variare del capitale raccolto?

Per saperlo abbiamo mappato, su un piano cartesiano, le coppie costituite da
  • Capitale raccolto in sede di IPO,
  • Costo totale dell'IPO.
Abbiamo quindi tracciato la retta che meglio descrive il rapporto tra i due dati, utilizzando per la stima il metodo statistico Theil-Sen, più affidabile e robusto del normale metodo dei minimi quadrati.

Costi Ipo 2021 su Euronext Growth Milan



Costo totale dell'IPO
La formula risultante è la seguente:
  • Importo fisso 560.000 euro,
  • + 5,45% dell'ammontare raccolto sul mercato in fase di IPO.
In un articolo del 11 gennaio 2021 avevamo analizzato i costi di quotazione di 23 IPO effettuate sull'AIM Italia nel 2020.

La formula risultante era la seguente:
  • Importo fisso 575.000 euro,
  • + 6,32% dell'ammontare raccolto sul mercato in fase di IPO.
Se analizziamo un'ipotetica IPO con una raccolta lorda pari a quella mediana del 2021, di 10,3 mln di euro, l'attuale costo totale standard risulta essere pari a 1.121.000 euro, con una diminuzione di -105.000 euro (-8,6%) rispetto al costo precedentemente stimato di 1.226.000 euro.

[Questa nuova versione dell'articolo corregge un'inesattezza presente nell'articolo pubblicato originariamente, che includeva nei calcoli il collocamento di Acquazzurra, quotata sul Segmento Professionale - Ndr]

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

mercoledì 8 dicembre 2021

Ultime ammissioni sull'Euronext Growth Milan per il 2021

Dicembre affollato di IPO sull'Euronext Growth Milan.

Ecco l'elenco delle società che hanno presentato la comunicazione di pre-ammissione:


Redazione Aim Italia News


Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

lunedì 25 ottobre 2021

Gli indici di mercato cambiano nome

Dal 25 ottobre 2021 AIM Italia cambia nome e diventa Euronext Growth Milan

Anche gli indici di mercato cambiano nome:

  • FTSE AIM Italia diventa FTSE Italia Growth;
  • Aim Italia Investable diventa EGM Investable.

Logo di Euronext Growth
Logo di Euronext Growth

Per il lettori di Aim Italia News
Segnaliamo ai nostri lettori che adegueremo gradatamente la struttura ed il contenuto del nostro sito alle nuove denominazioni.

Non stupitevi quindi di trovare ancora per un po' i vecchi termini.

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società Euronext Growth Milan che ti interessa.

martedì 28 settembre 2021

AIM Italia diventa Euronext Growth Milan


Dal 25 ottobre 2021 AIM Italia cambia nome e diventa Euronext Growth Milan

L'operazione, che rientra nel contesto dell'acquisizione di Borsa Italiana da parte di Euronext, uniforma la denominazione del mercato per piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita con i nomi dei segmenti analoghi sulle borse di Bruxelles, Dublino, Lisbona, Oslo e Parigi

Logo di Euronext Growth
Logo di Euronext Growth

Il rebranding ha portato a una modifica del regolamento emittenti con la sostituzione di tutte le menzioni di AIM Italia al suo interno. 

Contestualmente è stato ridenominato anche il Nominated Adviser, che diventa Euronext Growth Adviser.

Per il lettori di Aim Italia News
Segnaliamo ai nostri lettori che adegueremo gradatamente la struttura ed il contenuto del nostro sito alla nuova denominazione.

Non stupitevi quindi di trovare ancora per un po' i termini AIM Italia o Nomad per fare riferimento, rispettivamente, a Euronext Growth Milan e Euronext Growth Adviser.

Redazione Aim Italia News

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

venerdì 16 luglio 2021

AIM Italia: 107 investitori istituzionali detengono il 9% del mercato

Nell’azionariato delle società AIM Italia sono presenti 107 Investitori istituzionali, con un investimento complessivo di 686 mln di euro, che corrisponde a circa il 9% della capitalizzazione del mercato.

Investitori istituzionali italiani
Numero: 18 (17%)
Investimento complessivo: 280 mln di euro (41%)
Investimento medio: 15,6 mln di euro

Investitori istituzionali esteri
Numero: 89 (83%)
Investimento complessivo: 406 mln di euro (59%)
Investimento medio: 4,6 mln di euro

Il valore mediano della singola partecipazione è pari a 0,27 mln di euro

Il numero complessivo delle partecipazioni detenute è pari a 769, che corrisponde a una media di 7,2 partecipazioni per investitore. 
  • Il 23% delle partecipazioni è detenuto in società con capitalizzazione compresa tra 0-30 mln di euro;
  • il 25% in società con capitalizzazione compresa tra 31-60 milioni di euro;
  • il 52% in società con capitalizzazione sopra i 60 milioni di euro
I primi tre investitori su AIM Italia sono:
  1. First Capital, 64,5 milioni di euro investiti;
  2. Azimut Holding, 63,8 milioni di euro investiti;
  3. Banca Mediolanum, 59,9 milioni di euro investiti.
Fonte: Osservatorio AIM 2020, a cura dall’ufficio studi di IR Top Consulting.
 
Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

lunedì 12 aprile 2021

Intesa Sanpaolo subentra in automatico, come Nomad, a UBI Banca

A seguito dell’avvenuta fusione per in corporazione di UBI Banca in Intesa Sanpaolo, gli incarichi di Nominated Adviser della prima si trasferiscono alla seconda in regime di continuità operativa e contrattuale tra le parti.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 11 aprile 2021

Il Translisting: vale la pena passare da AIM Italia al MTA?

Studio di Ambromobiliare sul translisting da AIM Italia a MTA
Studio di Ambromobiliare sul
translisting da AIM Italia a MTA
L'ufficio studi di Ambromobiliare, società di consulenza specializzata in servizi di Financial Advisory, quotata all'AIM Italia, ha diffuso una ricerca (9 pagine, formato pdf) che analizza i pro e i contro di un passaggio al MTA da parte di una società quotata all'AIM Italia, analizzando le 13 società che l'hanno fatto finora.

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

mercoledì 3 marzo 2021

EY pubblica ricerca sul mercato azionario AIM Italia

White Book di EY sull'AIM Italia
White Book di EY
sull'AIM Italia
Il network mondiale di servizi professionali di consulenza Ernst & Young ha pubblicato un White Book (24 pagine, formato pdf) dedicato al mercato azionario AIM Italia.

La ricerca fa una panoramica dello stato della situazione, con opportunità e proposte per un ulteriore rilancio del mercato.

Lo studio individua una "popolazione di circa 2.250 aziende che potrebbero aspirare ad una Ipo".

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 7 febbraio 2021

Financial statement frauds: the Bio-On case

Financial statement frauds: the Bio-On case
Financial statement frauds:
the Bio-On case
Pubblicata in rete una interessante tesi riguardante il caso Bio-on: Financial statement frauds: the Bio-On case (103 pagine in inglese, formato pdf)

Gli argomenti trattati: 
  • The fraud
  • The Financial Statement Fraud
  • The Financial Statement Fraud in the Italian Legislation
  • An Empirical Study: The Bio-On Case
Autore: Silvia Martinelli 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 31 gennaio 2021

La quotazione all’AIM Italia come mezzo di provvista e strumento di crescita

Il finanziamento delle Pmi tramite il ricorso ai mercati finanziari: la quotazione all’AIM come mezzo di provvista e strumento di crescita
La quotazione all’AIM
come mezzo di provvista
e strumento di crescita
Pubblicata in rete una interessante tesi riguardante l'AIM Italia: Il finanziamento delle Pmi tramite il ricorso ai mercati finanziari: la quotazione all’AIM come mezzo di provvista e strumento di crescita (82 pagine, formato pdf)

Gli argomenti trattati: 
  • Le Pmi nell'economia italiana
  • Il processo di finanziamento della PMI: vincoli e peculiarità
  • Le PMI nel mercato finanziario; i mercati e gli strumenti dedicati: AIM Italia
  • L’IPO su AIM Italia: uno strumento di finanziamento e sviluppo: l’esempio di Cyberoo nell’operazione di aumento di capitale 

Autore
: Francesco Lepore 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

lunedì 25 gennaio 2021

2021: le opportunità della quotazione sull’AIM per le Tech Company italiane

Webinar martedì 26 gennaio ore 17.00 - 18.30


L’emergenza sanitaria ha messo in evidenza il ruolo nevralgico e strategico delle tecnologie digitali, dell’informazione e della comunicazione (ICT) nell’intero sistema economico.

Il webinar vuole fare il punto sulle opportunità che il mercato AIM Italia di Borsa Italiana può offrire alle aziende tecnologiche italiane, in particolare a quelle del settore ICT.

Verrà anche posta l’attenzione sul credito di imposta del 50%, sui costi di quotazione e sul mercato AIM Pro, segmento dedicato alle startup e scaleup.

Le opportunità saranno discusse da diversi attori protagonisti di questo mercato:
  • Fabio Brigante, Head of Mid & Small Caps Origination, Equity Primary Markets, Borsa Italiana
  • Luca Di Liddo, Responsabile Equity Capital markets, CFO SIM
  • Veronica Leonardi, Executive Board Member e Chief Marketing Officer, Cyberoo 
  • Kevin Tempestini, Founder e ceo, KT & Partners
Il webinar verrà introdotto e moderato da Andrea Rangone, Presidente di Digital360 e Professore di Digital Business al Politecnico di Milano.

Si concluderà con una sessione interattiva in cui i partecipanti potranno fare le loro domande ai relatori. 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 24 gennaio 2021

IPO’s Effect on Dividend Policy: Evidences from the two AIM Stock Exchanges

IPO’s Effect on Dividend Policy: Evidences from the two AIM Stock Exchanges
IPO’s Effect on Dividend Policy:
Evidences from the two
AIM Stock Exchanges
Pubblicata in rete una interessante tesi in inglese: IPO’s Effect on Dividend Policy: Evidences from the two AIM Stock Exchanges (171 pagine, formato pdf)

Gli argomenti trattati: 
  • I. Theoretical introduction to dividend policy and corporate governance
    • 1.1 Dividend policy 
    • 1.2 Corporate governance
    • 1.3 How does the quality of corporate governance affect dividend policy?
  • II. Initial public offering
    • 2.1 Theoretical introduction to initial public offering
    • 2.2 How do corporate governance and dividend policy change after Ipo? 
  • III. The capital markets
    • 3.1 The italian capital market
    • 3.2 The UK Capital Market
    • 3.3 The alternative investment market
  • IV. Empirical analysis
    • 4.1 Methodology
    • 4.2 Datasets and descriptive statistics 
    • 4.3 Econometric analysis 
    • 4.4 Discussion 

Autore
: Giada Finotto 

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.

domenica 17 gennaio 2021

L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane

L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane
L'impatto della crisi da Covid-19
sull'accesso al mercato dei capitali
delle PMI italiane
Pubblicata una ricerca delle Banca d'Italia: L'impatto della crisi da Covid-19 sull'accesso al mercato dei capitali delle PMI italiane (26 pagine, formato pdf).

Abstract 
Esaminando le caratteristiche di 88 imprese italiane ammesse al mercato AIM Italia tra il 2013 e il 2019, la nota individua il profilo medio di un'impresa non finanziaria di PMI che decide di quotarsi in borsa. 

Tale profilo viene utilizzato per stimare il numero di PMI potenzialmente più qualificate alla quotazione nella fase precedente alla diffusione del Covid-19. 

I risultati mostrano la presenza di quasi 2.800 PMI non finanziarie con caratteristiche ampiamente idonee alla quotazione prima della diffusione della pandemia. 

Impiegando simulazioni sui bilanci aziendali per il 2020 e tenendo opportunamente conto degli effetti della prima ondata della pandemia, lo stesso tipo di stima viene elaborata per il 2021. 

Sebbene gli effetti della crisi sanitaria riducano tale bacino del 20 o del 25 per cento a seconda dello scenario di riferimento, il numero delle imprese quotabili rimarrebbe molto elevato anche all'inizio del 2021. 

È quindi ipotizzabile che la tendenza alla quotazione in borsa possa riprendere dopo che la crisi da Covid-19 si sarà esaurita

Autori: Giuseppe Buscemi, Simone Narizzano, Francesco Savino, Gianluca Viggiano

Abbonati gratuitamente ad Aim Italia News e ricevi una email al giorno con il testo completo dei nostri nuovi articoli.

Qualcosa non ti è chiaro? Fai una domanda diretta al management della società AIM che ti interessa.