Visualizzazione post con etichetta Marzocchi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Marzocchi. Mostra tutti i post

venerdì 12 luglio 2019

Marzocchi Pompe inizia le contrattazioni all'AIM Italia il 16 luglio 2019

Marzocchi Pompe comunica che Borsa Italiana ha ammesso le sue azioni ordinarie alle negoziazioni sull'AIM Italia.

La data di inizio delle negoziazioni è prevista per il 16 luglio 2019.

L'ammissione alla quotazione è avvenuta in seguito a un collocamento di 1.538.750 azioni ordinarie collocate ad un prezzo di 5,20 euro per azione per un controvalore di 8.001.500 euro.

Il prezzo di collocamento è pari al prezzo minimo della forchetta compresa tra 5,2 e 6 euro.

1.361.000 azioni ordinarie sono state sottoscritte da investitori istituzionali e professionali italiani ed esteri per un controvalore di 7.077.200 euro.

177.750 azioni ordinarie sono state sottoscritte da investitori al dettaglio, tra cui dipendenti ed ex dipendenti della società per un controvalore di 924.300 euro.

Il capitale della società post collocamento è composto da 6.538.750 azioni ordinarie senza valore nominale.

In base al prezzo di offerta, la capitalizzazione di Marzocchi Pompe al momento dell'ammissione è pari a circa 34 mln di euro.

Il flottante è pari al 23,5% del capitale sociale della Società.

La società ha reso pubblico il documento di ammissione (182 pagine, formato pdf).

Bilancio consolidato
Principi contabili nazionali
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
42.089 vs 38.638, +8,9%

     di cui Italia 9.450 vs 8.526, +10,8%
     di cui Estero 32.639 vs 30.112, +8,4%

Ebitda adjusted
7.515 vs 6.797, +10,6%

Flusso di cassa
10.295 vs 4.544, +126,6%

Utile netto
2.926 vs 1.955, +49,7%

Patrimonio netto
10.984 vs 12.796, -1.812

Debiti finanziari netti
19.217 vs 14.437, +4.780

Patrimonio netto per azione
2,197 euro

Utile per azione
0,585 euro

Patrimonio netto per azione post money
2,834 euro

giovedì 11 luglio 2019

Marzocchi Pompe ha presentato domanda di ammissione all'AIM Italia

Marzocchi Pompe ha comunicato di aver presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione funzionale alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sull'AIM Italia.

Marzocchi Pompe è attiva nella progettazione, produzione e commercializzazione di pompe e motori ad ingranaggi a elevate prestazioni, che trovano applicazione in vari campi: industriale, mobile ed automotive.

Paolo Marzocchi, presidente di Marzocchi Pompe
Paolo Marzocchi,
presidente di Marzocchi Pompe
Ha commentato Paolo Marzocchi, presidente di Marzocchi Pompe:

"La quotazione sul mercato AIM Italia ci permetterà di poter disporre di importanti risorse per potenziare e migliorare la nostra capacità produttiva.

Ci consentirà inoltre di accelerare lo sviluppo ed il lancio di nuovi prodotti, alcuni dei quali già in fase avanzata di studio, e quindi di ampliare ulteriormente l'offerta verso i nostri clienti, sia attuali che potenziali.

Il nostro obiettivo è infatti di aumentare la nostra penetrazione sul mercato, sia in Italia che all'estero",

mercoledì 26 giugno 2019

Marzocchi Pompe, partito il roadshow

Marzocchi Pompe ha avviato le attività propedeutiche all’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie su AIM Italia.

La quotazione s’inquadra nell’ambito dei programmi di sviluppo finalizzati a sostenere la crescita e il posizionamento competitivo.

La società ha pubblicato una investor presentation (33 pagine in italiano, formato pdf).

La società
Marzocchi Pompe opera nella progettazione, produzione e commercializzazione di pompe e motori ad ingranaggi esterni ad elevate prestazioni, che trovano applicazione in vari mercati di sbocco.


Fonte: Marzocchi Pompe, durata 2:02.

Bilancio annuale
Principi contabili nazionali
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
42.719 vs 38.638, +10,6%

Ebitda
9.127 vs 7.330, +24,5%

Flusso di cassa
9.487 vs 5.462, +73,7%

Utile netto
2.926 vs 1.935, +49,7%

Patrimonio netto
10.984 vs 12.796, -1.812

Debiti finanziari netti
19.217 vs 14.437, +4.780

La proprietà e il controllo di Marzocchi Pompe sono in mano alla famiglia Marzocchi, a cui fa capo il 77,08% del capitale.

Paolo Marzocchi svolge il ruolo di presidente operativo.

Nel corso del 2018 è stato effettuato un LBO (leveraged buyout), realizzata mediante il ricorso a indebitamento finanziario (Banca di Bologna) per la liquidazione degli azionisti in uscita, che ha determinato l’ingresso nella compagine azionaria dei manager della società e di un socio terzo, Crosar Capital, advisor dell’operazione e della successiva IPO.

Il 13,42% del capitale è in mano ai manager e l’8,6% a Crosar Capital, advisor finanziario.

Il collocamento
L’offerta prevede un aumento di capitale fino ad un importo massimo di 10 mln di euro.

La valutazione pre-money è compresa tra 26 e 30 mln di euro.

La forchetta di prezzo è stata fissata tra 5,2 e 6 euro, con un rapporto prezzo utili 2018 compreso tra 8,9 e 10,3.

Il flottante massimo previsto è del 27,8%.

EnVent Capital Marketsglobal coordinator e nomad e MainFirst Bankco-global coordinator, hanno avviato il roadshow e il bookbuilding.