www.aimitalia.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile di oltre 3.800 articoli pubblicati

Visualizzazione post con etichetta Masi Agricola. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Masi Agricola. Mostra tutti i post

venerdì 15 novembre 2019

Masi Agricola, fatturato fermo e calo della marginalità

Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha diffuso i risultati dei primi nove mesi 2019, non soggetti a revisione contabile.

Bilancio consolidato 9 mesi
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
45.593 vs 45.139, +1,0%

Ebitda
7.538 vs 9.045, -16,7%

Debiti finanziari netti
10.135 vs 11.422, -1.287

lunedì 5 agosto 2019

Masi Agricola, 1° semestre stabile

Il CdA di Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha approvato i risultati consolidati del 1° semestre 2019.

Bilancio consolidato 1° semestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
29.726 vs 29.471, +0,8%

     di cui Italia 5.949 vs 5.817, +2,3%
     di cui estero 23.777 vs 23.654, +0,5%

Ebitda
5.492 vs 5.896, -6,9%

Flusso di cassa
4.739 vs 8.965, -47,1%

Utile netto
1.730 vs 2.706, -36,1%

Patrimonio Netto
125.987 vs 126.536, -549

Debiti finanziari netti
10.310 vs 5.598, +4.712

Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, ha dichiarato:

«Il primo semestre 2019 ha evidenziato un contesto che permane in generale molto sfidante per i vini fermi premium.

In Europa è stato inoltre caratterizzato anche da condizioni meteorologiche avverse, ritardando l’arrivo della primavera e con conseguente calo della domanda, soprattutto nelle location turistiche.

In questo scenario siamo dunque soddisfatti del trend dei nostri ricavi e in particolare nel secondo trimestre, che ha consentito un visibile recupero rispetto al -5% registrato a fine marzo, ritornando in territorio positivo.

Resta una priorità mantenere e sviluppare una distribuzione qualificata, per consolidare il posizionamento di Masi e degli altri marchi del gruppo, privilegiando canali e clienti con elevata visibilità, solidità e qualità.

Dal punto di vista della redditività contabile abbiamo una riduzione, quando invece l’utile netto sarebbe sostanzialmente in linea con il periodo 2018, se calcolato al netto degli elementi non dipendenti dalla gestione, costituiti dall’iperinflazione Argentina e dal nuovo principio contabile IFRS 16 sugli affitti.

Da sottolineare il trend particolarmente positivo di Canevel Spumanti e del progetto Masi Wine Experience, rivolto al contatto diretto con il consumatore».

giovedì 16 maggio 2019

Masi Agricola, pubblicati i risultati del 1° trimestre 2019

Il CdA di Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha approvato i risultati consolidati del 1° trimestre 2019.

Bilancio consolidato 1° trimestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
13.320 vs 14.014, -5,0%

Ebitda
2.469 vs 2.664, -7,3%

Utile netto
683 vs 476, +43,4%

Debiti finanziari netti
7.876 vs 9.054, al 31 dicembre 2018 -1.178
Non include le poste contabili emergenti a seguito dell’adozione del principio IFRS 16.

lunedì 25 marzo 2019

Masi Agricola, utili 2018 in aumento

Il CdA di Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
65.313 vs 64.374, +1,5%

   di cui vendite estere
   51.041 vs 51.662, -1,2%

Ebitda
12.259 vs 12.972, -5,5%

Utile netto
7.206 vs 6.725, +7,2%

Patrimonio netto
127.213 vs 122.207, +5.006

Debiti finanziari netti
9.054 vs 8.970, +84

Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, ha dichiarato:

«Nel 2018 abbiamo avuto una buona vendemmia, in termini sia di quantità che di qualità.

Abbiamo registrato una crescita dei ricavi, nonostante cambi penalizzanti e impattanti anche sulla redditività, che comunque resta elevata.

È stata inoltre completata l'integrazione di Canevel all'interno del gruppo, dopo l'acquisizione avvenuta un paio di anni fa.

Infine sta acquisendo sempre più visibilità e dimensione Masi Wine Experience, il nostro macro-progetto strategico volto a creare un contatto sempre più diretto con il consumatore finale, anche grazie all’apertura del Masi Wine Bar “Al Druscié” a Cortina.

Credo quindi che nell’insieme possiamo considerare il 2018 un anno positivo per il gruppo, dal punto di vista sia reddituale che della prospettiva di lungo termine.»

Fatti di rilievo del periodo
L’annata 2017 è stata tra le più scarse degli ultimi cinquant’anni, per effetto degli eventi climatici che si sono accaniti con inusuale ed eccezionale portata negativa.

Il 2018 è ritornato a valori medi riferiti ad annate di piena produzione in termini sia quantitativi, presentando una qualità delle uve mediamente molto buona.

Abbiamo poi registrato condizioni climatiche ideali per l’appassimento, il processo che ci consente di ottenere non solo gli Amaroni e i Recioti, ma tanti altri vini Masi, rappresentando una vera e propria expertise aziendale.

L'assemblea degli azionisti è stata convocata per il 29 aprile 2019.

giovedì 15 novembre 2018

Masi Agricola, risultati stabili nei primi 9 mesi

Masi Agricola, azienda vitivinicola quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha diffuso i risultati consolidati al 30 settembre 2018.

Bilancio consolidato primi 9 mesi
migliaia di euro
2018 vs 2017 

Ricavi
45.139 vs 44.723, +0,9% 

Ebitda
9.045 vs  8.949, +1,1% 

Indebitamento Finanziario Netto
11.422 vs 8.970, +27,3%

sabato 29 settembre 2018

Masi Agricola, risultati invariati

Masi Agricola, azienda vitivinicola, quotata all'AIM Italia, che produce e distribuisce vini di pregio, ha comunicato la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
5.896 vs 5.839, +1,0%

     Europa 
     12.705 vs 12.059
     Americhe 
     9.961 vs 10.892
     Italia 
     5.817 vs 5.104
     Resto del mondo 
     988 vs 1.113

Ebitda
1.012 vs 1.040, +1,0%

Utile netto
2.706 vs 2.766, -2,2%