Visualizzazione post con etichetta Vimi Fasteners. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Vimi Fasteners. Mostra tutti i post

martedì 15 ottobre 2019

Vimi Fasteners, cala il fatturato per colpa del mercato automobilistico

Vimi Fasteners, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della meccanica di alta precisione, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
Principi contabili internazionali
migliaia di euro
2019 vs 2018

Ricavi
23.948 vs 24.570, -2,5%

Il primo semestre del 2019 ha risentito della debolezza del mercato automotive, già in contrazione negli ultimi quattro mesi del 2018.

Ebitda
2.008 vs 2.387, -15,9%

La diminuzione è imputabile anche ad una perdita di efficienza produttiva causata dal temporaneo spostamento di alcune linee produttive nello stabilimento di Reggiolo.

Dal primo ottobre, completato il nuovo stabilimento di Novellara, tutta la produzione sarà ricongiunta in un solo sito produttivo, con positive ricadute sulla produttività.

Flusso di cassa operativo
117 vs 1.355, -1.238

Utile netto di gruppo
-184 vs 682, -866

Patrimonio netto di gruppo
25.296 vs 25.622 al 31 dicembre 2018, -326

Debiti finanziari netti
18.071 vs 14.659 al 31 dicembre 2018, +3.412

Utile per azione
-0,014

Patrimonio per azione
1,900

Prevedibile evoluzione della gestione
Le previsioni per la seconda parte dell’anno indicano un persistere delle debolezze del mercato dell’auto e del settore agricolo, mentre si prevede una sostanziale tenuta nei settori industriali.

Continua il momento positivo del settore oil&gas e la crescita sostenuta nel mercato aeronautico e aerospace.

Si prevede una flessione delle vendite anche nel secondo semestre 2019.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 2,24 € 
✔ PE 12m 13,5 
✔ PB 1,09 
✔ Fair Value 2,21 € 
✔ Rendimento implicito 11,3% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

venerdì 3 maggio 2019

Vimi Fasteners, pubblicato studio societario

Studio societario di Value Track su Vimi Fasteners
Studio societario di
Value Track su Vimi Fasteners
Value Track ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Vimi Fasteners (25 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 49,2 mln di euro nel 2019 (-5,9% rispetto al 2018), 53,3 mln di euro nel 2020.

L'utile netto previsto è di 1,6 mln di euro nel 2019 (-1,7% rispetto al 2018), 2,6 mln di euro nel 2020.

L'utile per azione previsto è di 0,120 euro nel 2019 (0,122 euro nel 2018), 0,195 euro nel 2020.

Il prezzo corrente del titolo è 2,44 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 20,3 sugli utili del 2019 e 12,5 sugli utili del 2020.

Value Track non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 2,8 euro (precedente 4.0), con un premio del 15% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 2,43 euro per azione, con un rendimento implicito del 10,5%.

Il nostro rating è B2 - GROWTH.

Redazione Aim Italia News

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 2,44 € 
✔ PE 12m 16,9 
✔ PB  1,22 
✔ Fair Value 2,43 € 
✔ Rendimento implicito 10,5% 
✔ Rating B2 - GROWTH 

lunedì 1 aprile 2019

Vimi Fasteners, difficoltà produttive intaccano l'utile

Il CdA di Vimi fasteners, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della meccanica di alta precisione, ha approvato il bilancio consolidato 2018.

Bilancio consolidato
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
49.175 vs 43.385, +13,3%

Fatturato superiore alle aspettative degli analisti di 46,0 mln di euro (+6,9%).

Le vendite sono state effettuate per circa il 70% all’estero, principalmente in Germania, Inghilterra, USA e Cina nei seguenti settori: automotive 42% (incluso il 5% nel segmento supercar), industriale 34%, veicoli commerciali 7%, energia e oil&gas 7%, infrastrutture 6% e altri settori 4%.

Ebitda
4.215 vs 4.931, -14,5%

Margine significativamente inferiore alle aspettative di 6,76 mln di euro (-37,6%).

Il risultato è stato influenzato da una saturazione della struttura produttiva e della supply chain.

Inoltre, lo spostamento temporaneo di alcune attività produttive e il contemporaneo approntamento del nuovo stabilimento hanno causato una riduzione dell’efficienza generale delle attività produttive.

Utile netto
584 vs 1.588, -63,2%

Risultato estremamente inferiore alle attese di 2,53 mln di euro (-76,9%).

Patrimonio netto
26.136 vs 13.179, +12.957

Debiti finanziari netti
14.174 vs 5.386, +8.788

Patrimonio netto per azione
1,963 euro

Utile per azione
0,044 euro

Evoluzione prevedibile della gestione
Il 2019 sarà per Vimi Fasteners un anno di transizione.

Buone sono le aspettative sul settore Industriale, Aerospace e Oil&Gas, mentre il settore Automotive continuerà a risentire di un trend negativo della domanda.

Le attività di ricerca e sviluppo, marketing e commerciale continueranno a focalizzarsi sulle nuove applicazioni destinate all’Aerospace/Motorsport, Oil&Gas e Industriale dove esistono ampi spazi di crescita per il gruppo.

Proseguirà nel 2019 la razionalizzazione dei processi produttivi e la realizzazione del nuovo stabilimento il cui completamento è previsto nella seconda metà dell’anno.

Come fissato nel piano strategico, il Gruppo prosegue l’attività di scouting sul mercato di potenziali acquisizioni per l’ampliamento della gamma di prodotti offerta e per una maggiore internazionalizzazione delle attività.

L'assemblea degli azionisti è fissata per il 30 aprile 2019.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 2,36 € 
✔ PE 12m 8,1 
✔ PB 1,15 
✔ Fair Value 2,51 € 
✔ Rendimento implicito 12,6% 
✔ Rating A2 - VALUE 

giovedì 21 febbraio 2019

Vimi Fasteners, utile 2018 inferiore alle aspettative del mercato

Il consiglio di amministrazione di Vimi Fasteners, ha preso visione dei principali risultati consolidati preliminari unaudited relativi all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018.

Fatturato
I ricavi consolidati pro-forma preliminari del gruppo Vimi Fasteners relativi all’esercizio 2018 si sono attestati a 52,3 mln di euro, in aumento di circa il 4% rispetto al dato pro-forma del 2017.

Il risultato è inferiore del 2% rispetto alla previsione degli analisti finanziari di 53,4 mln di euro di fatturato.

Nell’ultimo quadrimestre del 2018 si è assistito ad un calo della produzione automobilistica a livello globale, che ha influenzato negativamente le vendite di componentistica automotive.

Pur restando confidenti nelle stime di crescita del mercato mondiale dell’automotive nel medio-lungo periodo, si evidenzia che questo settore rappresenta il 45% del fatturato complessivo del gruppo.

Ebitda
Il dato preliminare relativo all’Ebitda consolidato pro-forma adjusted del gruppo Vimi Fasteners per l’esercizio 2018 si è attestato intorno al 13,5% dei ricavi (7,1 mln di euro), in diminuzione rispetto allo stesso dato dell’esercizio precedente pari a circa il 15,9% (8,0 mln di euro).

Il dato preliminare risulta, inoltre, inferiore alle stime di metà anno, precedentemente comunicate al mercato, che prevedevano un Ebitda margin adjusted pari al 16% circa dei ricavi (8,9 mln di euro) per l’esercizio 2018.

Lo scostamento rispetto alle stime è imputabile a inefficienza produttiva legata al trasferimento di parte delle attività industriali in altra sede e alla costruzione del nuovo stabilimento in area adiacente all’esistente.

Questi effetti negativi verranno meno una volta completato il nuovo lay-out industriale.

Utile netto
La flessione della marginalità sopra descritta, unitamente all’incremento degli ammortamenti registrati nel corso dell’esercizio 2018, ha portato ad una diminuzione del risultato netto del gruppo.

Il consiglio di amministrazione ha stimato che l’utile netto consolidato pro-forma adjusted relativo all’esercizio 2018 si attesterà tra i 2,4 mln  e i 2,5 mln di euro, in diminuzione rispetto allo stesso
dato relativo all’esercizio precedente (2,7 mln di euro).

Il risultato è di circa un terzo inferiore rispetto alla previsione degli analisti finanziari di 3,8 mln di euro di utile.

Posizione finanziaria netta
La Posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2018 pari a 14,2 mln di euro è in miglioramento rispetto al dato pro-forma del 2017 (19,9 mln di euro) e al dato pro-forma semestrale al 30 giugno 2018 (22,5 mln di euro) per effetto della liquidità rinveniente dall’aumento di capitale a servizio della quotazione (pari a 10 mln di euro circa, al netto dei costi di IPO).

Tale dato risulta, comunque, superiore alle stime precedenti, a causa di un maggior fabbisogno di capitale circolante determinatosi nell’ultima parte dell’anno.

Le informazioni finanziarie esposte non sono state ancora assoggettate a verifica da parte della società di revisione e i dati finanziari esposti non devono essere considerati definitivi.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 2,32 € 
✔ PE 12m 8,0 
✔ PB 1,15 
✔ Fair Value 2,68 € 
✔ Rendimento implicito 12,2% 
✔ Rating A - VALUE 

lunedì 21 gennaio 2019

Vimi Fasteners sul Sole 24 ore

Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo di approfondimento, a firma di Valeria Novellini, su Vimi Fasteners, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della meccanica di alta precisione.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 2,93 € 
✔ PE 12m 10,2 
✔ PB 1,47 
✔ Fair Value 2,72 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating A - VALUE 

martedì 23 ottobre 2018

Vimi Fasteners, pubblicato studio societario

Studio societario di Value Track su Vimi Fasteners
Studio societario di Value Track
su Vimi Fasteners
Value Track ha pubblicato uno studio societario di aggiornamento su Vimi Fasteners (64 pagine, formato pdf).

Il fatturato previsto è di 53,4 mln di euro nel 2018 (+9,7% rispetto al 2017), 57,4 mln di euro nel 2019.

L'utile netto previsto è di 3,8 mln di euro nel 2018 (+40,7% rispetto al 2017), 4,0 mln di euro nel 2019.

L'utile per azione previsto è di 0,285 euro nel 2018 (0,203 euro nel 2017) e 0,300 euro nel 2019.

Il prezzo corrente del titolo è 3,19 euro.

Il rapporto prezzo / utili è di 11,2 sugli utili del 2018 e 10,6 sugli utili del 2019.

Value Track non attribuisce un rating al titolo.

Il target price assegnato è di 4,00 euro (precedente 4,37), con un premio del 25% sul prezzo corrente.

La nostra valutazione è di un fair value di 2,88 euro per azione, con un rendimento implicito del 12,0%.

Il nostro rating è C1 - SPECULATIVO.

Redazione Aim Italia News

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 3,19 € 
✔ PE 12m 10,9 
✔ PB  1,64 
✔ Fair Value 2,88 € 
✔ Rendimento implicito 12,0% 
✔ Rating C1 - SPECULATIVO 

venerdì 28 settembre 2018

Vimi Fasteners mantiene le promesse

Vimi fasteners, società quotata all'AIM Italia, che opera nel settore della meccanica di alta precisione, ha diffuso la relazione finanziaria semestrale.

Bilancio consolidato 1° semestre
migliaia di euro
2018 vs 2017

Ricavi
24.569 vs 20.567, +19,5%

Ebitda
2.387 vs  2.134, +11,9%

Utile netto
683 vs 476, +43,4%

Debiti finanziari netti
22.541 vs 5.386, +318,5%

venerdì 31 agosto 2018

Vimi Fasteners, fine periodo di stabilizzazione e esercizio opzione Greenshoe

Prodotti Vimi Fasteners
Vimi Fasteners, società quotata all'AIM Italia che opera nel settore della meccanica di altissima precisione, comunica che il Global Coordinator dell'IPO, BPER Banca, ha concluso l'attività di stabilizzazione del titolo.

Ha acquistato sul mercato, tra il 2 e il 31 agosto 2018,  n. 212.500 azioni Vimi Fasteners ad un prezzo medio di 3,3886 euro, per un totale di 720.094 euro.

BPER Banca ha inoltre esercitato il 31 agosto l'opzione Greenshoe, derivante da aumento di capitale, per la sottoscrizione di n. 81.500 nuove azioni.

Complessivamente le azioni acquistate da BPER Banca nel corso del periodo di stabilizzazione, più quelle derivanti dall'opzione Greenshoe, saranno presumibilmente utilizzate per restituire le 294.000 azioni prestate in occasione dell'IPO dal socio Finregg S.p.A.

Per tale ragione le azioni dell'opzione Greenshoe non vanno conteggiate nel flottante.

Il collocamento ha riguardato quindi 3.235.000 azioni su un totale di 13.316.500 azioni della società.

Il flottante aggiornato è di 3.133.000, pari al 23,53% del capitale sociale.

mercoledì 29 agosto 2018

Vimi Fasteners: benefici fiscali da fusione con Inox srl

Logo di Vimi Fasteners
Vimi Fasteners, società quotata all'AIM Italia che opera nel settore della meccanica di altissima precisione, comunica che la propria controllata Mhf Fasteners ha attuato la fusione inversa per incorporazione con la società Inox srl, di recente acquisizione e di cui la controllata dispone del 100% del capitale.

La fusione era già prevista nel Documento di Ammissione di Vimi Fasteners.

La fusione consentirà di poter fruire, mediante il pagamento di imposte sostitutive, delle possibilità offerte dagli art. 172 e 176 del DPR 917/86 e dell’art. 15 del DL 185/2008 per il pieno affrancamento fiscale dei valori allocati sugli asset in conseguenza del prezzo dell’acquisizione.

Si tratta in sostanza di una rivalutazione dei cespiti con conseguente aumento degli ammortamenti fiscalmente deducibili.

A seguito di tale operazione si determinerà un significativo beneficio fiscale.

La ricaduta sull’utile netto della società avverrà già a partire dall’esercizio 2019 e successivi fino al 2025.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 3,40 € 
✔ Fair Value 3,46 € 
✔ Rendimento implicito 10,8% 
✔ Rating A - VALUE 

lunedì 6 agosto 2018

Vimi Fasteners: semestrale positiva

La società stima ricavi in crescita di oltre il 10% rispetto al pro-forma dell’anno precedente.

L'Ebitda Margin è del 16% circa.

L'utile netto è in crescita di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 3,39 € 
✔ Fair Value 3,51 € 
✔ Rendimento implicito 10,8% 
✔ Rating A - VALUE 

Vimi Fasteners: disponibile primo studio societario

Value Track ha reso pubblico il proprio studio societario della società Vimi Fasteners (64 pagine, formato pdf), redatto il 12 giugno 2018

Il fatturato previsto è di 54,4 mln di euro nel 2018 e 58,6 mln nel 2019.

L'utile netto previsto è di 3,8 mln di euro nel 2018 e 3,9 mln nel 2019.

L'utile per azione previsto è di 0,281 euro nel 2018 e di 0,288 euro nel 2019.

Value Track non assegna alcun rating al titolo.

La valutazione complessiva della società, pre IPO, è compresa tra 43,5 e 51,3 mln di euro, con un valore mediano di 47,1 mln di euro.

Aggiungendo l'aumento di capitale per l'IPO di 12 mln di euro, il valore post-IPO della società è 59,1 mln di euro.

Il target price per azione implicito è 4,37 euro.

✅ Vimi Fasteners 
✔ Prezzo 3,39 € 
✔ Fair Value 3,51 € 
✔ Rendimento implicito 10,8% 
✔ Rating A - VALUE 

mercoledì 1 agosto 2018

Concluso il collocamento Vimi Fasteners: domanda pari a 2,6 volte

Prezzo di collocamento 3,40 euro, flottante pari al 26,1%.

Vimi Fasteners
Vimi Fasteners, azienda di Novellara (Reggio Emilia) che opera nel settore della meccanica di altissima precisione, debutterà sull'AIM Italia giovedì 2 Agosto.

L’ammissione è avvenuta a seguito del collocamento di complessive n. 3.529.000 azioni ordinarie, senza indicazione del valore nominale, così suddivide:

  • 2.905.000 azioni da collocamento rivolto a investitori qualificati italiani ed istituzionali esteri rinvenienti da un aumento di capitale; 
  • 330.000 azioni da collocamento rivolto al pubblico in Italia;
  • 294.000 azioni, corrispondenti a circa il 9% delle azioni oggetto dell’Offerta Globale, derivanti dall'esercizio dell’opzione di over allotment, messa a disposizione dal socio Finregg S.p.A..

L’offerta  si è conclusa il 27 luglio 2018 registrando una domanda complessiva pari a 2,6 volte il quantitativo offerto.

Il collocamento istituzionale è stato sottoscritto per circa il 26% da investitori esteri e per il 74% da investitori italiani.

Il prezzo di collocamento delle azioni ordinarie è stato fissato in 3,40 euro, con una raccolta complessiva pari a circa Euro 12 milioni, includendo anche le azioni rivenienti dall'esercizio dell’opzione di over allotment, e una capitalizzazione della Società prevista alla data di inizio delle negoziazioni pari a circa Euro 45 milioni.

Il flottante si attesta a circa il 26,1% del capitale sociale, assumendo l’integrale esercizio dell’opzione Greenshoe, che sarà anch'essa rinveniente da un aumento di capitale.

BPER Banca è il Nominated Adviser, Global Coordinator e Sole Bookrunner.

venerdì 27 luglio 2018

Nove nuove società si preparano a essere quotate sull'AIM Italia

2 agosto 2018
1. Vimi Fasteners
Azienda di Reggio Emilia attiva nel settore dei sistemi di fissaggio.

Entro l'estate
2. Sciuker Frames
L'azienda è attiva nella progettazione e produzione di infissi in legno alluminio e legno vetro strutturale.
E' attualmente impegnata nel roadshow rivolto a investitori qualificati, italiani e esteri, e retail.
La forchetta del prezzo delle azioni è stata fissata tra 1,50 euro e 1,80 euro.
Il collocamento avverrá integralmente in aumento di capitale

Entro l'estate
3. TheSpac
E' partito il collocamento da 50 mln euro, riservato a investitori istituzionali, della nuova spac promossa dagli imprenditori Marco Galateri di Genola e Vitaliano Borromeo con l'avvocato Giovanni Lega.

4. EdiliziAcrobatica
Il gruppo, fondato nel 1994 a Genova da Riccardo Iovino, è specializzato in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, quali manutenzioni e ristrutturazioni di edifici residenziali, pubblici, aziendali e religiosi.

5. Fatto Quotidiano
La societá Editoriale Il Fatto è media content provider, editrice de "Il Fatto Quotidiano" e di diversi prodotti editoriali e multimediali.

6. Ramponi Stones and Strass
Strass, borchie e pietre in cristallo sintetico per il settore moda.

7. Spefin
Societá specializzata nell'acquisto di crediti performing e specialty finance nell'erogazione di contratti di finanziamento contro cessione del quinto dello stipendio.

8. UCapital24
Ha l’obiettivo di sviluppare un social network economico e finanziario, integrato con le più importanti piattaforme social media.
E' partecipata al 25% da Vetrya.
E' previsto Ipo da 5 mln di euro, con il supporto di Ambromobiliare.

Nel 2019
9. Acqua Group
Gruppo specializzato nella consulenza e nella comunicazione integrata omni-channel.

Fonte: MF-Dowjones

Vimi Fasteners: acquisizione pre quotazione

Vimi Fasteners prepara il debutto su Aim Italia, previsto per giovedì 2 agosto, con una acquisizione.

La società ha perfezionato l’acquisizione del 100% di MF Inox, controllata dalla famiglia Meroni.

MF Inox, che ha sede a Como, progetta e produce sistemi di fissaggio speciali destinati principalmente ad impianti e applicazioni industriali nei settori del Oil&Gas, Energy e nelle grandi opere infrastrutturali.

Con 20 addetti, l’azienda ha conseguito ricavi pari a 6,4 milioni di euro nell'esercizio 2017.

Vimi Fasteners con l’acquisizione del 100% di MF INOX e per effetto del suo consolidamento pro-forma, nel 2017 ha realizzato un fatturato di gruppo di 48,7 milioni di euro, con un Ebitda pari a 8,0 milioni di euro.

Fabio Storchi, presidente di Vimi Fasteners
Fabio Storchi, presidente di Vimi Fasteners
Da oltre 50 anni Vimi Fasteners opra nel settore dei fastener industriali, componenti che costituiscono una minima parte del costo del prodotto finale ma che sono indispensabili per la sua realizzazione.

Il mercato è frammentato e caratterizzato dalla necessità di un elevato know how a livello tecnico. 

Nel 2016 registrava un valore di 84,9 miliardi di dollari che entro il 2022 è atteso raggiungere i 116,5 miliardi di dollari con un tasso di crescita annuo 2016-2022 del 5,4 per cento. 

La domanda sarà trainata in particolar modo dai settori aerospaziale, oil & gas, costruzioni e automobilistico. 

Quest’ultimo è il principale mercato di sbocco per Vimi Fasteners (circa il 52% del fatturato pro-forma nel 2017, di cui il 7% legato ai veicoli commerciali), che può vantare tra i propri clienti Honeywell, Ferrari e Maserati.

venerdì 20 luglio 2018

Vimi Fasteners si prepara all’Aim Italia

Vimi Fasteners, azienda di Novellara (Reggio Emilia) che opera nel settore della meccanica di precisione, ha avviato, con l'advisor Scouting, il periodo di offerta per la quotazione sull'AIM Italia, dove il gruppo dovrebbe sbarcare il prossimo 31 luglio.

Vimi Fasteners
Il prezzo di offerta delle azioni sarà determinato dagli azionisti d’intesa con il Global Coordinator BPER Banca, al termine del collocamento previsto per il 27 luglio prossimo.

L’intervallo di prezzo indicativo è compreso tra un minimo di 3,4 e un massimo di 3,9 euro per azione.

Al termine del collocamento, il flottante sarà intorno al 25%, pari a complessivi 11 milioni di euro, in aumento di capitale, con la facoltà di incrementare l’offerta tramite un ulteriore aumento di capitale e quotazione di 1 milione di euro in opzione Greenshoe. 

Attualmente il capitale sociale della società è detenuto al 100% dalle holding Finregg, delle famiglie di Fabio e Fabrizio Storchi, e da Astork di proprietà della famiglia di Aimone Storchi. 

La società non detiene azioni proprie.

Obiettivo della quotazione è accelerare l’espansione e la dimensione internazionale dell’azienda con particolare riferimento ai mercati USA e Cina, nonché diversificare ulteriormente i settori in cui opera e rafforzare la struttura finanziaria dell’azienda.

Il bilancio 2017 di Vimi Fasteners presenta un fatturato consolidato pro-forma pari a 50,2 milioni di euro, in crescita di circa il 19,5% sull'esercizio precedente, un Ebitda di 8,0 milioni di euro e una quota di export di circa il 65% dei ricavi consolidati pro-forma.

giovedì 12 luglio 2018

Vimi Fastener è fissata con l'AIM Italia

Vimi Fasteners, società attiva nella progettazione e produzione di organi meccanici di fissaggio per i settori automotive, industriale e aerospaziale, è pronta a sbarcare all’AIM Italia.

L’operazione partirà lunedì 16 luglio, con l’obiettivo di portare l’azienda a Piazza Affari entro l’estate.

Vimi Fasteners punterebbe a collocare il 25% del capitale, con l’obiettivo di raccogliere circa 11 milioni di euro.

L'azienda reggiana di proprietà di Aimone e Fabio Storchi ha chiuso il 2017 con un fatturato di 55 milioni e un ebitda di 8,8 milioni.

"Il nostro obiettivo è di raggiungere nei prossimi anni il traguardo di 100 milioni di euro di fatturato, dimensione ottimale che permetterà all’azienda di operare e competere con maggior successo sul mercato globale", ha dichiarato il direttore generale Marco Sargenti.